Libera canna in libera piazza E il Comune non batte ciglio

Aperitivo per la canna libera, con tanto di striscione esposto su un immobile di proprietà del Comune (nella foto). Il singolare brindisi per la legalizzazione della droga leggera è avvenuta nei giorni scorsi nel centro storico di Trieste. E l'amministrazione comunale di centro sinistra non ha battuto ciglio prima della denuncia di tre esponenti del Pdl. Poi il vicesindaco, Fabiana Martini, ha sottolineato che la giunta «non condivide l'iniziativa». Su richiesta dei residenti è intervenuta una pattuglia di polizia municipale, che non ha neppure emesso una multa. La manifestazione è stata convocata con tanto di volantino che descrive la canapa come «pianta magica». Gli organizzatori legati al movimento Occupy Trieste si scagliano contro «l'oppressivo sistema capitalistico» reo di «concedere a buon mercato questa risorsa alle organizzazioni criminali». Lo striscione «Canapa Libera Tutti!» è stato appeso sulla facciata dell'edificio pubblico, che era stato occupato lo scorso anno durante le contestazioni studentesche.