La linea «soft» del Cavaliere dà la scossa a falchi e colombe

Berlusconi precisa dopo il colloquio con il Giornale: "Danni da chi urla al di fuori del nostro partito". Il rebus Cassazione resta al centro del dibattito

Roma - Il Pdl è un partito shakerato. Dopo l'intervista di al Giornale, nella quale il Cavaliere detta la linea-Scottex, ossia linea morbida che più morbida non si può, succede che le colombe diventino falchi. Nei confronti dei falchi, però. «Visto? - È il loro ragionamento -. Anche il capo pensa che urlare fa soltanto danni». Ruggini tra sensibilità diverse che continuano a incrostare gli ingranaggi del Pdl e che vengono tenute nascoste sotto il tappeto. Forse l'unico che detta alle agenzie di stampa una dichiarazione pepata è l'ex capogruppo, Fabrizio Cicchitto che pone l'accento sul passaggio in cui il Cavaliere dice di non essere aiutato da posizioni estreme: «Berlusconi dà a tutti, amici e avversari, una notevole lezione di politica», sostiene Cicchitto. Che poi graffia: «C'è un richiamo di fondo a quello che era nel passato e dovrà essere nel futuro la natura di Forza Italia, un grande partito moderato e riformista, non un gruppuscolo estremista e autolesionista che urla, sbraita, insulta e minaccia cosiddette azioni esemplari prese a prestito dal repertorio dei No Tav». Solo più tardi arriverà la nota ufficiale di Berlusconi in persona: «Nel colloquio con Paolo Guzzanti rilevo un'inesatezza che potrebbe dar luogo a spiacevoli equivoci. Quando si parla di danni provocati “da tutto ciò che è urlato” è evidente che mi stavo riferendo a quanto proviene dall'esterno del nostro movimento e non certamente a voci interne del Pdl». E ancora: «Mai come in questo momento tutto il PdL e il nostro gruppo dirigente, al di là di sigle giornalistiche di comodo, sono uniti e concordi, vicini a me nella difesa di quei valori e di quei principi che stiamo sostenendo insieme da vent'anni».
Naturalmente c'è chi fa il seguente ragionamento: «Nel Pdl c'è chi finge di non capire quello che è sempre accaduto: il nostro leader viene massacrato dai giudici da una vita, a prescindere che faccia il responsabile o meno. Anche in passato è stato convinto che mostrandosi docile avrebbe calmato il furore delle Procure. Beh... Non è mai accaduto». Dietro la rassicurazione dell'anonimato, un pidiellino si sfoga: «La vera verità, al di là di falchi e colombe? Il grosso errore è stato quello di non risolvere alla radice il problema giustizia quando avevamo i numeri per farlo. Anche se è vero che sembra facile a dirsi ma è stato difficilissimo a farsi. Prima Casini, poi Follini e Fini... Risultato: in questo Paese comanda la Boccassini...». Daniela Santanchè rifiuta distinzioni ornitologiche: «Ma basta con questa storia di falchi e colombe. Non hanno vinto né gli uni né gli altri: siamo tutti uomini interessati a che vinca la giustizia e la verità. E siamo tutti uniti nel combattere per riformare la giustizia di questo Paese».
Resta il dilemma: condanna o assoluzione in Cassazione? «È come se i magistrati debbano tirare il rigore a porta vuota e senza portiere - ammette un parlamentare -. Il sogno della loro vita si sta avverando: far fuori il nostro leader. Certo, possono anche spedire la palla il tribuna, magari inciampando nella zolla-Napolitano. Ma temo di sbagliare». Le colombe in effetti pensano che sì, toni bassi, linea Coppi e capo dello Stato supremo difensore del governo delle larghe intese siano tutti elementi che potrebbero favorire «l'errore nel penalty». Ma c'è chi scuote la testa: mai successo e mai succederà perché in fondo «i magistrati se ne fottono dei governi. Vedasi il governo Prodi, bombardato dai pm con l'inchiesta all'allora Guardasigilli Mastella».

Commenti
Ritratto di mark 61

mark 61

Dom, 14/07/2013 - 08:40

E si signori falchi “ abbassate i toni “ c’è il rischio di perdere l’alleato più fedele mai avuto il PD

Cristina Ulcigrai

Dom, 14/07/2013 - 08:41

FORZA SILVIO E FORZA ITALIA!!!!CON SILVIO LEADER L'IIALIA E'PROTAGONISTA.Ciao Cristina.

xgerico

Dom, 14/07/2013 - 09:34

Ma B. e dovuto andare in Russia per lasciare interviste, ai giornalisti del Giornale???

handy13

Dom, 14/07/2013 - 09:54

...è 20 anni che parliamo di giustizia e difenderci dai giudici,..eppure il PDL è stato al governo quindi poteva fare le leggi,..modificarle,...togliere questi chiari abusi che si fa della giustizia,...NON LO HA FATTO..!!!!...adesso cosa vuole.?

Ritratto di antonio vivaldi

antonio vivaldi

Dom, 14/07/2013 - 09:59

È andato in Russia per approfondire meglio il sistema del comunismo.

mar75

Dom, 14/07/2013 - 10:06

@xgerico: forse è andato a cercare casa, non si sa mai, magari il 29 luglio decide di ripartire per la Russia, solo andata....

xgerico

Dom, 14/07/2013 - 10:37

@Cristina Ulcigrai - Ancora sotto ipnosi?!

Ritratto di maurocnd

maurocnd

Dom, 14/07/2013 - 11:02

Sono sopraffatto dalla memoria di handy13 e credo di non aver mai letto tante cazzate racchiuse in così poche righe. Forse l'unico neurone che gironzola ha smarrito il navigatore?

Ritratto di stenos

stenos

Dom, 14/07/2013 - 11:13

Bravo Silvio, continua a tenere i toni bassi da compromesso democristiano. A breve ti verremo a trovare a S.Vittore.

mar75

Dom, 14/07/2013 - 11:17

@Cristina Ulcigrai: forse quella che lei beve la mattina non è acqua, controlli meglio :)

Ritratto di mortimermouse

mortimermouse

Dom, 14/07/2013 - 11:44

HANDY13 sorvoliamo sulla sua immensa, incomparabile e divina stupidità. piuttosto... vuoi sapere perchè berlusconi non ha potuto fare le riforme sulla giustizia? semplice: tutte quelle riforme che aveva messo in cantiere finivano sotto esame della corte costituzionale, la quale è alleata ella sinistra comunista e mafiosa, e puntualmente la rendevano invalida ogni riforma, asserendo immense cazzate che non stavano nè in cielo nè in terra. questo è strapotere della magistratura. ora capisce perchè stiamo combattendo questa guerra da 20 anni?? ah, dimenticavo, vada a far riposare il suo UNICO neurone che le è rimasto :-)

xgerico

Dom, 14/07/2013 - 12:11

@mortimermouse - Mortimer 11.44 - hai dimenticato di scrivere Anticostituzionali! E importante altrimenti non si capisce il tuo messaggio!

gagx

Dom, 14/07/2013 - 12:14

Grazie per censurarmi sempre forse perché dico cose serie....e pubblicare sempre quel bastardo di mortimer....complimenti.fate pena.

gagx

Dom, 14/07/2013 - 12:18

Povera cristina e i suoi commenti sempre uguali....svegliati e informati...se ci tieni sl fituro fei nostri figli.

Ritratto di mortimermouse

mortimermouse

Dom, 14/07/2013 - 12:25

grazie per le puntualizzazioni, comunisti mafiosi :-)

agosvac

Dom, 14/07/2013 - 12:42

Il problema della Cassazione in questa sentenza è solo uno: la Cassazione! Come può confermare una condanna quando per le stesse imputazioni nel processo di Roma lo ha assolto perchè il fatto non sussiste non essendo più Berlusconi ormai da molti anni a capo di mediaset????? Questo è il solo problema della Cassazione!!!!!

Pazz84

Dom, 14/07/2013 - 16:22

Tranquilli, non sarà condannato, visti i giudici che compongono la consulta che lo dovrà giudicare. Sono tutti di destra. Tra gli altri nomi spicca Antonio Esposito, padre di Ferdinando Esposito, pm milanese conosciuto dal grande pubblico per le sue cene con Nicole Minetti, per il quale è stato pure aperto un fascicolo dal csm. Questi sicuramente saranno imparzialissimi...