L'onorevole pd vede moschee ovunque

Moschee per tutti, moschee in ogni città, moschee in ogni angolo d'Italia. L'idea è di Khalid Chaouki, deputato Pd (è nato il primo gennaio del 1983, a Casablanca, in Marocco), che già aveva fatto parlare di sé per essersi auto-barricato nel Cie di Lampedusa e nell'estate scorsa per aver proposto che al ristorante della Camera si servisse anche il kebab. Ora Chaouki Khalid rilancia dai microfoni della Zanzara su Radio24: «Se da qui a tanti anni ci saranno deputati di diverse religioni che ne faranno richieste, è giusto che nei luoghi pubblici ci sia uno spazio anche per loro. Così come c'è un cappellano, è giusto ci siano figure per tutte le altre religioni». Poi la chicca finale: «Aprire una moschea in tutte le città italiane si può non perché lo dico io ma perché lo dice la costituzione italiana che garantisce la libertà religiosa. E visti i numeri della minoranza musulmana in Italia, non ci sarebbe nulla di male». Proprio nulla.