L'Ordine sanziona il tweet anti Berlusconi

«Forse dobbiamo piantargli un paletto di frassino nel cuore o sparargli nel cervello per evitare che torni? Basta!!!». L'obiettivo degli strali della giornalista Cristiana Chiarani era l'ex premier Silvio Berlusconi. Per il suo tweet «assassino» la cronista della tv locale trentina Rttr è stata «avvertita» ieri dal Consiglio direttivo dell'Ordine dei Giornalisti del Trentino-Alto Adige. La giornalista ha chiarito che la frase «era altro che una metafora, un'iperbole retorica, una battuta un po'audace, non certo una minaccia». Sotto la sede dell'Ordine, a Trento, alcune decine di persone accorse grazie a messaggi su Twitter hanno manifestato solidarietà alla giornalista in nome della libertà di espressione. Un sit-in che non è piaciuto all'Ordine, che ha parlato di «indebite pressioni».