L'ultima carta di Bersani: scambio fiducia-Quirinale

Ecco la proposta del premier incaricato a Berlusconi: fai partire il governo e scegliamo insieme il nome per il Colle. "Se no eleggiamo la Boccassini"

Il leader del Pd, Pier Luigi Bersani, al termine delle consultazioni

C'è uno scalpo che Bersani (a sentire i suoi) si appresterebbe a mettere sul tavolo della trattativa con Berlusconi: quello di Romano Prodi. In pratica, il baratto offerto al centrodestra - che alla fine, per tacita ammissione dei democrat, è l'unico vero interlocutore delle infinite consultazioni che Bersani sta conducendo, e che stanno mandando su tutte le furie il Quirinale che continua a sentirsi rinviare il redde rationem e ieri sera ha fatto sapere di aspettarsi «numeri certi» sulla fiducia - è questo: tu, caro Silvio, consenti alla Lega o a qualche sottogruppo di senatori Pdl di far partire con la fiducia il nostro governo; noi ti promettiamo di scegliere assieme a te il prossimo inquilino del Quirinale (e di far distrattamente scivolare via dagli «otto punti» quelli che riguardano troppo da vicino gli interessi del Cav). Se non ci darai questa mano da dietro le quinte, allora il capo dello Stato ce lo votiamo noi da soli. «E siamo pronti ad eleggere anche Ilda Boccassini, se serve», butta lì tra il serio e il faceto un esponente vicino al segretario, e convinto delle sue buone chance. «Vi siete chiesti - fa osservare - perché, mentre Bersani continua ad allungare il brodo delle consultazioni convocando don Ciotti, Saviano, gli Alcolisti anonimi, il Pdl tace e non gli arma un putiferio? È ovvio: stanno trattando. Berlusconi sa che le elezioni ora sono un inutile azzardo, perché potrebbe anche avere la maggioranza alla Camera ma al Senato no, e che nel frattempo il capo dello Stato ce lo scegliamo noi». E Prodi, quel nome su cui - si continua a giurare nel Pd - anche i voti grillini potrebbero arrivare, resta in testa alla lista. A meno che Berlusconi, che Prodi non lo vuol vedere neanche dipinto, non si lasci convincere che gli conviene far partire il treno bersaniano e ottenere in cambio un presidente «garantista». Nomi? «Una candidata perfetta potrebbe essere Emma Bonino», suggerisce un parlamentare di Areadem. Qualcun altro evoca Giovanni Pellegrino, ex presidente della commissione Stragi e Ds di provata fede garantista.
Che lo scambio vada in porto e il governo Bersani nasca, però, non sono molti a crederlo nel Pd: «Berlusconi sa che, una volta fallito Bersani, Napolitano ha in canna un altro colpo: il governo del presidente. E il nuovo capo dello Stato lo sceglieranno tutte le forze chiamate a sostenerlo», spiega un veltroniano.
Il compito di mettere la questione Quirinale sul tavolo, ieri, è toccato ad Enrico Letta. Prima all'assemblea dei gruppi Pd e poi alla brevissima e indolore Direzione convocata in serata (nessuno vuole aprire ora il dibattito nel partito) il vicesegretario ha affermato che «l'elezione del presidente della Repubblica deve avvenire con un coinvolgimento molto largo, e non per qualche voto in più». Un modo per lanciare il segnale verso il Pdl, anche se ovviamente Bersani continua a ripetere - anche per tener buono un partito in ebollizione - che non vuol «sentir parlare di scambi, perché non si può portare le istituzioni a questo livello». E però, proprio concludendo la Direzione di ieri sera, il segretario Pd ha buttato lì una frasetta significativa: «Per le presidenze delle Camere abbiamo fatto una scelta di novità, ma il cambiamento può avvenire anche in una chiave più aperta». Aperta al Pdl, è il recondito messaggio, che serve a preparare al possibile «governo del cambiamento» fatto partire da Berlusconi un partito che fino a ieri ha votato la linea (del medesimo Bersani) che diceva «mai con Berlusconi». Tanto che ieri, spiegavano dalle parti del segretario, ai Giovani turchi è stata «messa la museruola», per evitare che aprissero il fuoco contro l'ultima, fragile speranza di Bersani: l'ok di Silvio.

Commenti

Duka

Mar, 26/03/2013 - 08:41

Questo è talmente fuso e ciuco che nemmeno si rende conto che vale meno del 2 di picche. Lui non può decidere NULLA, nel PD non conta più niente lo tengono solo per fare da burattino ancora un po'-

Holmert

Mar, 26/03/2013 - 08:42

Il PD ha sempre ammansito le folle con slogan ad effetto,proponendoli in tutte le salse. Questa volta usa una sola parola,pensando che il suo effetto faccia breccia nella fortezza inespugnabile sinora,dei grillini.Eccola la parolina magica: RESPONSABILITA'. Ripetuta in tutte le salse ,come da parola d'ordine,dai suoi corifei di partito.Ed insieme alla parola d'ordine,Bersani mostra la sua tavola degli otto comandamenti,ricevuti sul monte di Bettola e scolpiti nella roccia di granito,come il suo eburneo cranio. "Ecco,noi porteremo in parlamento gli otto punti ed il parlamento dovrà assumersi la propria responsabilità". Allucinante,trattasi secondo la scienza psichiatrica di una idea delirante. Il delirio è una idea sbagliata che colui che la gestisce,persegue con ogni mezzo,convinto di essere nel giusto. A questo punto due sono le cose cui vien fatto di pensare: 1)o Bersanov ha qualche rotella che gira in senso inverso 2) oppure sta facendo melina,allunga il brodo,allo scopo di perdere tempo ,in modo da eleggere un presidente della repubblica di suo gradimento e tornare alle elezioni con il centrale d'attacco,il presidente della repubblica della sua area politica. Penso che per un politico come lui allevato sin dalla culla a mollichelle rosse e partito comunista,sia quest'ultima ipotesi. Nel frattempo fa sentire a Berlusconi il canto delle sirene e non solo a lui,ma anche alla lega della quale temo qualche colpo di mano. Siamo con la melma sino al collo. Mi viene in mente una frase di Tito Livio: dum Romae consulitur,Saguntum expugnatur. Mentre a Roma indugiano e perdono tempo,l'Italia va in malora. Ma che gliene frega a questi qua dell'Italia. A questi interessa lo scranno dove deporre le avite chiappe ed i lauti benefici che seguono.

Ritratto di mortimermouse

mortimermouse

Mar, 26/03/2013 - 08:59

teorie fantastiose! che le trattative ci siano, non c'è dubbio, ma che bersani abbia in mano il coltello dalla parte del manico... c'è parecchio da dubitare :-)

Ritratto di marystip

marystip

Mar, 26/03/2013 - 09:02

fa male il Pdl a tentare di colloquiare con i comunisti. Non otterranno niente, quindi meglio adottare il metodo Grillo e mandarli affanculo: direttamente, subito e chiudere tutte le porte tanto è solo questione di tempo per andare a sbattere il muso contro il muro.

Ritratto di CaUsTiCo

CaUsTiCo

Mar, 26/03/2013 - 09:22

Caro presidente Berlusconi, non scenda a patti con questo figuro, tanto ha già le ore contate, gli restano 48 ore scarse di respiro e poi non ne sentiremo più parlare, la sua è la fine di Ingroia, Fini, Casini e tutti quelli che adesso stanno dando da mangiare ai piccioni al parco. Torniamo al voto e basta con questa ultima sceneggiata Bersansky ha perso l'ultimo briciolo di credibilità che aveva, quindi il futuro csx passerà nelle mani di Renzi, persona molto più apprezzata dalla gente di questa e quell'altra sponda, persona più ragionevole e con la mentalità moderna. E' l'occasione d'oro per levarsi dalle pa.le anche quest'ultimo zombie.

GUGLIELMO.DONATONE

Mar, 26/03/2013 - 09:28

"Holmert" - Non vorrei che lei avesse suggerito, col punto 2), una via da seguire a questo personaggio ormai completamente privo di idee e che è diventato lo zerbino dei colleghi di partito. Cordialità.

Ritratto di marione1944

marione1944

Mar, 26/03/2013 - 09:31

Bersani parla tanto di responsabilità degli altri, ma lui la responsabilità sua dove l'ha messa, sotto i piedi??? Continua così, aspetta grillo e non pensare a come è messa l'Italia. Datti una mossa burattino.

Ritratto di Y93

Y93

Mar, 26/03/2013 - 09:32

SEI propio andato....va casa ..cedi il posto a Renzi...."LA BOC..CASINI..non ha fatto altro che fare danni a favore del tuo partito....figuriamoci come ridurrebbe l'ITALIA...sicuramente in un campo di concentramento...con squadre rosse a caccia di tutti coloro che non sono iscritti al partito..propio come faceva STALIN e company!!!! Va a casa!!!

Ritratto di oliveto

oliveto

Mar, 26/03/2013 - 09:44

Egr Cesaretti il suo articolo nasce male, dal titolo. Bersani non può avere un'ultima carta, bersani non ha avuto mai carte, non ha mai avuto il mazzo di carte da giocare. Il segretario del pd è come quell'uomo solitario in una taverna che, seduto su una sedia, osserva la bottiglia di vino semivuota sul tavolo e pensa che ancora pochi bicchieri e il "nettare" sarà finito così come sarà finita la possibilità di controllare la propria volontà perché l'ebbrezza non glielo consentirà. Ergo, bersani ha solo bevuto sensazioni proprie di potere per formare un governo (bicchieri di vino) in piena solitudine e senza avere possibilità (carte) di riuscire nell'ardua impresa. Da oggi, già semi ubriaco, gli restano due o tre bicchieri di "vino" (le ultime consultazioni) e poi il giaguaro si addormenterà ubriaco del potere che non è riuscito a prendere e, finalmente, sparirà per sempre soprattutto per opera dei suoi compagnucci di partito, come occhetto.

Ritratto di unLuca

unLuca

Mar, 26/03/2013 - 09:49

Dopo Monti, Bersani; piove sul bagnato.

Nosinistri

Mar, 26/03/2013 - 10:10

la foto mi fa venire in mente quanto Bersanov diceva di Silvio.."un uomo solo al comando"..

Ritratto di CADAQUES

CADAQUES

Mar, 26/03/2013 - 10:25

Nella borsa delle proposte di governo di questo inetto demente: Tutto, meno quello di risollevare la economia del Paese che sta cadendo nel baratro dell´inferno. Ma la sorpresa non é lui. Meraviglia la stampa, la informazione, la televisione, la bella "Cultura" di questo Paese tutta asservita a seguire i bizzantini giochi di potere della casta, obbedienti allo stato parassita, ciechi e muti al disastro in cui sta correndo incontro il Paese. (Certificato di qualitá: intervento giá censurato dai retrivi del reazionario CORRIERE DELLA SERA).

carlocarlo

Mar, 26/03/2013 - 11:36

La tenacia o cocciutaggine (a Firenze diremmo ‘TIGNA’) con cui Bersani continua a tallonare il M5S a molti appare senza senso, disperata, se non addirittura paranoica. Mi permetto di avanzare una diversa ipotesi interpretativa. 1)Bersani ha di fatto perso le elezioni, ha deluso le sicure speranze del suo popolo e del suo partito e sa bene che, più o meno velatamente, tutti addossano a lui la colpa del fallimento. 2)Bersani sa bene che la sua vittoria, che era data per certa, gli è stata strappata dai pentastellati che hanno preso buona parte dei loro voti dal suo bacino elettorale, voti da molti ex-PD dati a malincuore. 3)Bersani sa bene che, fra breve, dovremo tornare a nuove elezioni. 4)Bersani sa che per lui, e anche per il SUO partito (dico suo perché un eventuale partito RENZI sarebbe una cosa del tutto diversa!), senza un qualche successo, per quanto raffazzonato, del suo tentativo, sarebbe finita. Tanto premesso, ecco il perché della sua TIGNA. a)Bersani ha la necessità di sgretolare l’elettorato M5S riportando così all’ovile PD almeno parte dell’elettorato passato al nemico, condizione indispensabile per vincere le prossime elezioni. b)Bersani, che certamente è più furbo (o spera di esserlo) di quanto si dica, spera che il M5S cada nella trappola che si industria di tendergli. (Le motivazioni con cui respinge il PDL sono risibili: il M5S è molto più antieuropeo ed è molto meno affidabile del PDL). c)Qual è la trappola? Formare un governo con il M5S, fare due o tre di quei provvedimenti largamente popolar/populistici su cui il M5S ha fondato il suo successo, attribuirsene, almeno in larga parte, il merito e andare, magari trovando una clamorosa ragione di rottura (TAV ?, EUROPA? ecc.), alle elezioni. Molte delle pecorelle smarrite tornerebbero all’ovile soddisfatte e il gioco sarebbe fatto. Salvo LUI, salvo il PD, affossato Renzi, messo nell’angolo il PDL. Resta solo un problema. Grillo sarà meno furbo di Bersani? Nutro qualche dubbio.

MEFEL68

Mar, 26/03/2013 - 11:36

Se le cose stanno così, non si può parlare di tattica politica, ne di inciucio, ma solo di compravendita (Io dò una cosa a te e tu dai una cosa a me)

mario.de.franco

Mar, 26/03/2013 - 11:37

Lasciamolo che faccia quello che vuole, senza dover reaggiungere con lui e con i suoi partiti accordi per forza. Di fronte al colpo di stato i popoli hanno sempre saputo reagire ...

Ritratto di Il corvo

Il corvo

Mar, 26/03/2013 - 11:39

A me fa riflettere Alfano vice di Bersani, in un ipotetico governo che avrebbe poche possibilitá di sopravvivere a lungo. Se è quando questo governo dovesse cadere ne sarebbe responsabile anche Alfano. A meno che il PDL dica: se le cose vanno bene è merito mio, se vanno male la colpa è degli altri, come del resto ha fatto con il governo Monti.

Ritratto di Alberto43

Alberto43

Mar, 26/03/2013 - 11:42

Silvio non ti far fregare se gli offri un dito questo ti prende tutto il braccio! E' alla canna del gas e cerca ancora di dettare legge, l'Italia non ha assolutamente bisogno di lui i suoi 8 punti che sono la brutta copia del programma PDL e del M5S centrifugati con una lavatrice arrugginita da rottamare al più presto!

Ritratto di PELOBICI

PELOBICI

Mar, 26/03/2013 - 11:56

Bersani attento che bere troppo vino rivina la salute

ccappai

Mar, 26/03/2013 - 11:57

Devo dire che i termini della proposta di Bersani non sono quelli descritti nell'articolo. In sostanza l'articolo è falso e di conseguenza anche le opinioni su una notizia falsa sono da cestinare. Quando riuscirete ad essere un giornale serio che da' informazione serie?

Ritratto di vines

vines

Mar, 26/03/2013 - 11:58

Certo ke questi comunisti ne hanno di dignità da vendere......... ora giocano anke al "MERCANTE IN FIERA" roba da matti è proprio vero questo è quello ke ci meritiamo che paese di merda.... ci mancavano solo i grillini "SCILIPOTIANI" e pensare che sono stati votati per mandare a casa tutti!!!!!!!

nittygritty

Mar, 26/03/2013 - 12:05

mai questo indegno mercimonio. si torni a votare

hectorre

Mar, 26/03/2013 - 12:07

non ho mai visto un comunista tendere la mano al nemico...ho votato cdx e non sono più disposto a regalare il mio ad un governo che non sia espressione della mia scelta!! bersani vuole governare? se ci riesce con i grillini,nulla da dire..se così non fosse..elezioni subito!...basta pagliacciate,tra insulti e chiusure,finisce sempre a tarallucci e vino.

Ritratto di Agrippina

Agrippina

Mar, 26/03/2013 - 12:08

furbo silvio a proporre un governo di larghe intese con la faccia di bersani,la scelta garantita del presidente che è la cosa più importante e delicata e poi,dopo pochi mesi,staccare la spina e tornare a votare ,lui facendo la solita commedia dell'oppositore che vuol salvare l'Italia e gli altri i rossi quelli che non possono governare e sono incapaci di essere autonomi,con in più il voltastomaco dell'elettorato di csx per un eventuale stagione di inciucio.Praticamente vittoria garantita.Ma dall'altra parte questa situazione è abbastanza chiara,motivo per cui non cadono nella trappola,piuttosto bruciano bersani per far posto o ad un'altro incarico questa volta direttamente scelto dal colle a cui magari anche i 5stelle potrebbero dire di sì,oppure al ritorno al voto ma con Renzi candidato,brutto affare per silvio.Le carte son abbastanza scoperte,silvio sa che è fuori dalla scelta per il presidente,spera solo che fallisca il tentativo che farà il vecchio del colle dopo bersani,dopodichè si gioca tutto alle elezioni,tanto la campagna elettorale è già partita.

michetta

Mar, 26/03/2013 - 12:09

E si! E' proprio una autentica farsa! In che mani siamo capitati. Questo Bersani e' peggio di D'Alema-Violante-Fassino messi insieme! Peggiore, perfino dei peggiori comunisti, passati prima di lui, quando aveva ancora i calzoni corti. Ha preso l'Italia e gli Italiani per degli autentici cialtroni ed ignoranti, sbroccando in continuazione! Ma lo percepisce anche lontanamente, che cosa succederebbe se solo accadesse che la Boccassini venisse eletta al Colle? Siamo veramente stufi di questi politicanti che non conoscono nemmeno l'ABC della politica che dovrebbero praticare. Credevo fosse solamente la guitta presenza di Grillo (con la quale fare gia' i conti, e' molto difficile), a rovinare la costruzione dei Poteri Costituzionali, ma, sentire espressioni, come "siamo seri", all'offerta del Pdl per rendersi utile al Paese, oppure "nominare la Boccassini a Presidente della Repubblica Italiana", veramente fa' raddrizzare i capelli. Spero proprio che il Presidente della Repubblica Giorgio Napolitano, lo mandi a fa......in cucina, subitissimo!

hectorre

Mar, 26/03/2013 - 12:18

ccappai...nessuno ti obbliga a restare qui...per te ci sono testi sacri,portatori sani di verità assolute, da sfogliare...repubblichina,il corriere dei piccoli..ecc..lascia a quelli come me l'ingrato compito di leggere Il Giornale...ne trarremo giovamento entrambi,buona giornata.

soldellavvenire

Mar, 26/03/2013 - 12:26

(è l'ultima carta di silvio, cari bananas, non di bersani, il quale una volta fallito, molla: il boss invece sei volte fallito, persevera)

Ritratto di Agrippina

Agrippina

Mar, 26/03/2013 - 12:26

ma suvvià,solo il giornale poteva scrivere che la Bocassini è candidata a Presidente della Repubblica,fesso chi ci crede.

hectorre

Mar, 26/03/2013 - 12:46

Agrippina,ognuno fa il proprio gioco...che a sinistra siano incapaci di governare senza tutor è sotto gli occhi di tutti e non parlo di bersani...prodi ne è ha certificato l'inconsistenza e l'appoggio a monti lo ha confermato...il ragionamento che fa può essere condiviso con riserva...chi si gioca tutto è il pd,se venisse ad accordi con il m5s e l'operazione fallisse dopo pochi mesi(grillo farebbe saltare il banco per non perdere consensi,non lo considera un morto che cammina il prox premier???)sarebbe un disastro...se fosse il cav. a trovare l'accordo,perchè mai dovrebbe far cadere il governo,le colpe ricadrebbero sul cdx e a quel punto entrerebbe in scena renzi,rottamando berlusconi,bersani e soci...bruciano bersani?? e chi,d'alema,bindi o chi altro...se fallisse bersani,il fallimento sarebbe anche di tanti altri che lo hanno sotenuto...quindi,la trappola l'ha costruita bersani e ci è pure cascato dentro

Ritratto di Alberto43

Alberto43

Mar, 26/03/2013 - 12:48

@ccappai visto che sei illuminato dalla luce del tuo messia di Bettola facci capire che cosa vuole, se ha vinto governi e non rompi con queste convocazioni farlocche...i programmi si fanno prima delle elezioni,non dopo, scopiazzando i compiti degli altri.

Ritratto di paola29yes

paola29yes

Mar, 26/03/2013 - 12:59

Magistrati dove siete??????? Fosse stato Berlusconi, il processo era per direttissima, per la compra vendita comunista tutti tacciono! Non ho capito se è una barzelletta o se è una proposta sensata.....secondo loro.

Ritratto di Alberto43

Alberto43

Mar, 26/03/2013 - 13:02

Senti @soldellavvenire oscurato per Silvio sarà anche l'ultima carta, ma Gargaciov non ha ancora capito a che gioco sta giocando!

Ritratto di Agrippina

Agrippina

Mar, 26/03/2013 - 13:25

hectorre,ovvia considerazione sulle diverse analisi.Anzitutto,però precisiamo signore,il governo Monti è al 50% tra pd e pdl,non lo assegni ad uno solo,sarebbe disonesto e lei non mi pare tale.Sui precedenti andati male della sinistra,sono storia e aggiungo,per fortuna,da liberale erano indigeribili.Sul discorso invece di eventuale(ma impossibile)governo inciucio,le ho detto che secondo me silvio lo farebbe apposta per poi farlo subito cadere,proprio come hanno fatto con monti,recitando la pantomima di sfilarsi per poi far campagna elettorale,sia ben chiaro è legittima propaganda,poi c'è chi ci crede e chi capisce la manfrina.Sul discorso Renzi,invece la possibilità che se la sinistra si brucia con un inciucio a tempo con il pdl,poi venga travolto anche lui dal mal di pancia degli elettori,secondo me avrebbe senso ora,dopo sarebbe difficle anche per lui.Chiaro che insieme a bersani si bruciano in tanti,specie se Napolitano tira fuori il jolly,come probabile.Di trappole bersani non ne è capace,troppo ingegno ci vorrebbe,piuttosto l'unica cosa che sta facendo è bruciare un pò di argomenti ai 5stelle se si dovesse tornar subito al voto,infatti dopo alcune proposte rifiutate,avrebbe poi il pd facilità a rinfacciargli di aver potuto,ma non aver fatto.Saluti

Ritratto di marione1944

marione1944

Mar, 26/03/2013 - 16:55

Ma caro Woodcock questa non è compravendita di voti o di piaceri? per quale ragione non indaghi bersanov per tentata corruzione ai danni degli italiani?

Ritratto di abraxasso

abraxasso

Mar, 26/03/2013 - 16:56

Ma si può sapere chi comanda in Italia? Sempre e solo Silvio Berlusconi?

Ritratto di marione1944

marione1944

Mar, 26/03/2013 - 16:56

Il corvo: guardi che queste cose le dicono i sinistri.

Ritratto di marione1944

marione1944

Mar, 26/03/2013 - 16:57

ccappai: legga repubblichella che quella si che è seria.

Ritratto di marione1944

marione1944

Mar, 26/03/2013 - 16:59

soldellavvenire: si è dimenticato di aggiungere rosso al suo nikname.

Ritratto di marione1944

marione1944

Mar, 26/03/2013 - 17:00

Agrippina: non ha capito nulla.

Ritratto di Agrippina

Agrippina

Mar, 26/03/2013 - 17:14

Marione44,è molto probabile,il dubbio è la forza della ragione,la fede la sua acerrima nemica.

bitonco

Mar, 26/03/2013 - 18:40

Mi stupisco che vi stupiate di stupirvi! Fino ad oggi era la proposta responsabile di Berlusconi, oggi è diventata "il baratto offerto al centrodestra". L'articolo è pieno di virgolettato, il che indica frasi dette da qualcuno e riportate. Peccato che non si faccia un nome, tranne quelli di Letta e Bersani alla fine che, chiaramente, dicono cose diverse da quelle scritte nell'articolo. Trovo invece bellissimo il fatto che, tutti questi sinistri di un certo livello,"esponente vicino al segretario,un parlamentare di Areadem, spiega un veltroniano, spiegavano dalle parti del segretario" dicano tutto quello che è riportato, solo a Il Giornale. Sono dei deficienti, il che è ovvio sono di sinistra, a raccontare queste cose, e per di più solo a Il Giornale. Ripeto. Mi stupisco che vi stupiate di stupirvi di vedere che qualcuno commenta dicendo: "Ma caro Woodcock questa non è compravendita di voti o di piaceri? per quale ragione non indaghi bersanov per tentata corruzione ai danni degli italiani? ", ma mi stupisco soprattutto che non vi stupiate di stupirvi, bananas.

Ritratto di marymelody

marymelody

Mar, 26/03/2013 - 19:06

Allora gli "impresentabili" cominciano ad essere presi in considerazione da Bersanov! Purché stiano zitti e non si oppongano agli otto famigerati punti del suo stracitato programma!!! Hemmm, vorrei capire che cosa c'è di democratico nel PD(emocratico) che, non soltanto si permette di offendere 1/3 degli italiani votanti PDL (COME SE FOSSERO DECEREBRATI O PEGGIO!), ma si atteggia anche a RESPONSABILE della morale dei politici e del Popolo Italiano e dispone delle sorti del Paese in modo autoritario. Anche se parlano di popolo, di rispetto della legge e di Costituzione...non riescono a liberarsi del marchio staliniano!! Si ricordassero le loro origini e ammettessero, come ha fatto il Presidente della Repubblica, che il comunismo è MORTO! Qualcuno di voi si è andato a rivedere quello che ha combinato nell'Unione Sovietica Stalin con i lager nella prima parte del '900? ALTRO CHE LOTTA DI CLASSE! Una strage di contadini fatti morire per fame nelle campagne per ingrassare il partito!Dal '50 in poi più di 100 milioni di vittime... non possono dimenticarlo i difensori dei diritti del POPOLO: quello che è accaduto è scritto a CARATTERI DI FUOCO nella memoria storica e nella coscienza di ogni europeo responsabile!!!

Ritratto di ammazzalupi

ammazzalupi

Mar, 26/03/2013 - 21:04

L'ultima carta di Bersani? Direi: l'ultimo "foglietto" di carta. IGIENICA! E poiché un foglietto è insufficiente allo scopo, vedremo il Bersanov con le mani piene. Di... PD!

eureka

Mar, 26/03/2013 - 23:03

Eleggano pure la Boccassini! Questa è un'uscita infelice di Bersani dove fa ascoprire la connivenza Pd-Magistrati. Andremo presto a votare!!!!

Ritratto di oliveto

oliveto

Mer, 27/03/2013 - 07:12

Holmert: Complimenti!!! è il migliore commento che ho letto ad oggi. Uno spaccato del "profilo" di bersanof e della sua stupida strategia senza logica. Ancora complimenti.