L'ultima: chiedono 14 milioni a segretari e bidelli

Spunta il nodo del personale Ata. E per le attività scolastiche 350 milioni in meno8mila. Sindacati di nuovo sul piede di guerra

Ai professori non verranno tolti i soldi. Ma alla scuola sì. La soluzione trovata dal governo Letta per evitare di togliere ai docenti gli scatti legittimamente percepiti è di nuovo una beffa nella beffa. Ci saranno 350 milioni di euro in meno per le attività scolastiche. Non solo. Dopo aver risolto la questione degli scatti di anzianità si apre un nuovo giallo sugli incentivi, ovvero il compenso accessorio previsto per il personale Ata, amministrativi e collaboratori scolastici che dovrebbero restituire una cifra mensile che va dai 50 ai 150 euro, come denunciano i sindacati. Massimo Di Menna, segretario nazionale Uil-scuola, spiega che il recupero riguarda una platea di circa 8.000 dipendenti Ata. Gli amministrativi (2.000) hanno ricevuto un aumento medio annuo di circa 1.500 euro, i bidelli (6.000) di 600. Entrambi per un periodo di 2 anni. Dunque la cifra chiesta indietro dal Tesoro sarebbe pari a circa 14 milioni di euro. La Uil è pronta ad alzare le barricate insieme a Cgil e Cisl.

A denunciare come sia sempre e comunque il comparto dell'Istruzione ad essere penalizzato è invece l'Anief, l'associazione dei professionisti della scuola, che evidenzia come i soldi necessari a pagare gli aumenti per i professori saranno prelevati dal fondo destinato al Miglioramento dell'offerta formativa. Insomma meno soldi per l'attività quotidiana della scuola: dai computer alle fotocopiatrici alla carta igienica, i corsi di recupero, la copertura delle supplenze e degli straordinari. E soprattutto meno soldi per i progetti mirati al sostegno della didattica per le zone più a rischio.

Una notizia pessima in una giornata nera per il mondo della scuola colpito dalla tragica morte di un ragazzo di 17 anni a Lecce. La dinamica dell'incidente avvenuto nel liceo scientifico De Giorgi non è ancora chiara. Lo studente è precipitato nel vuoto in una zona adiacente all'area dove si svolgono le lezioni di educazione fisica. Un salto di una decina di metri, in una sorta di scantinato coperto da un telone, che pare non fosse in un'area segnalata come pericolosa, nel tentativo di recuperare il suo giubbotto lanciato per scherzo da un amico. Ci sarà un'indagine e si individueranno le eventuali responsabilità. Intanto però questo tragico incidente si verifica proprio nel giorno in cui Legambiente denuncia come la sicurezza nelle scuole sia ancora un'utopia. Qualche cifra: il 40 per cento degli istituti scolastici è privo del certificato di agibilità; il 37,6 necessita di manutenzione urgente, il 60 per cento non ha il certificato di prevenzione incendi. Colpisce che i soldi tolti dal fondo per le attività scolastiche siano più del doppi della cifra stanziata proprio per la messa in sicurezza degli edifici scolastici nel decreto «del fare» varato nell'ottobre scorso. Con quel provvedimento sono stati stanziati 150.000 milioni di euro e ora se ne tolgono 350 dal fondo definito Miglioramento dell'offerta formativa ma che in realtà serve al minimo indispensabile per l'attività quotidiana e spesso non basta neppure.

Non solo. Nell'ultimo anno scolastico le famiglie sono intervenute (più o meno “volontariamente”) con contributi per 390 milioni di euro pescati dal loro portafogli per sostenere le attività scolastiche delle scuole frequentate dai figli. Insomma gli scatti dei docenti sono salvi, osserva il presidente dell'Anief Marcello Pacifico, ma sulla pelle degli studenti e delle famiglie e la scuola è sempre più impoverita. Già lo scorso anno furono tagliati 340 milioni destinati all'offerta formativa.

Commenti

Gioa

Gio, 09/01/2014 - 09:26

Prelievi? per pararsi in primis enrico letta. Ma a te letta non ti chiede niente nessuno?. Siamo in un ITALIA voluta così grazie a 50anni di finti comunisti e pd, etc...VERGOGNA!!! A 50anni di amministrazione pubblica sotto "le ali" della cgil che ha premiato gli incapaci e non solo...hanno creato LOBBY e FEUDI così ci ritroviamo!! La meritocrazia con le lobby e i feudi si è andata a farsi "friggere". PROVARE PER CREDERE: renzi tra i tanti nè è la prova lampante che non lascia la poltrona da sindaco di Firenze...perchè il suo FEUDO deve rimanenere integro a scapito di chi potrebbe fare molto meglio di lui...potrei scrivere un elenco molto lungo con SCENARI di vario tipo ma sempre "contornati" e apprezzati dai FEUDI e le LOBBY. ITALIA SVEGLIA, il problema grosso di un'economia allo SFASCIO, non ci vule una scenza per capirlo, è paritco da quanto sopra riportato, CAMBIAMO ROTTO CON CORRAGGIO E VOGLIA DI CAMBIARE. Se così non volete che sia, allora continuare a commentare ma accettate con RASSEGNAZIONE le ingiustizie e tutto il resto. Quindi se non VOLETE UN CAMBIAMENTO FORTE ACCETTATE CON RASSEGNAZIONE UN'ITALIA sempre più impoverita. Dopo 30anni di ente pubblico so che scrivo!!! PER UN ITALIA NUOVA VIVA FORZA ITALIA!!.

LANZI MAURIZIO ...

Gio, 09/01/2014 - 09:31

LETTA LE PENSA DI NOTTE E LE FA DI GIORNO. TOGLIE SOLDI ALLA SCUOLA CHE DOVREBBE ESSERE IL FUTURO PER LE NUOVE GENERAZIONI, E LASCIA AD ESEMPIO CHE I MAGISTRATI COMPIANO DEI MASSACRI GIUDIZIARI PAGATI LAUTAMENTE, MA PERCHE' I MAGISTRATI E I GIUDICI NON VENGONO MINIMAMENTE TOCCATI NEL PORTAFOGLIO? QUALCUNO ME LO SA SPIEGARE.

LANZI MAURIZIO ...

Gio, 09/01/2014 - 09:32

LETTA LE PENSA DI NOTTE E LE FA DI GIORNO. TOGLIE SOLDI ALLA SCUOLA CHE DOVREBBE ESSERE IL FUTURO PER LE NUOVE GENERAZIONI, E LASCIA AD ESEMPIO CHE I MAGISTRATI COMPIANO DEI MASSACRI GIUDIZIARI PAGATI LAUTAMENTE, MA PERCHE' I MAGISTRATI E I GIUDICI NON VENGONO MINIMAMENTE TOCCATI NEL PORTAFOGLIO? QUALCUNO ME LO SA SPIEGARE.

canaletto

Gio, 09/01/2014 - 09:52

PERCHE' NON SI TAGLIANO SUBITO I LORO STIPENDI E MEGA PRIVILEGI INVECE DI CHIEDERE RIMBORSI AI LAVORATORI PER 4 SOLDI CHE PERCEPISCONO????? E PERCHE' DEVONO FARLIPAGARE AGLI ALTRI?????? TAGLINO SUBITO I FINANZIAMENTI AI PARTITI E NON FRA 50 ANNI, TAGLINO LE PENSIONI D'ORO. PENSIONE MAX 5000 EURO AL MESE (CHE E' GIA' TANTO), TAGLINO I MEGA STIPOENDI AI DIRIGENTI PUBBLICI, DIMEZZINO IL PARLAMENTO DI PERSONRE, STIPENDI E TUTTI I PRIVILEGI, AUTO BLU SOLO A CERTI CAPI, GLI ALTRI IN BUS, VOLI DI STATO???? SONO PER PRESIDENTE REPUBBLICA E PREMIER QUANDO NECESSARIO, ALTRIMENTI VOLI DI LINEA IN ECONOMY E SENZA TANTO SEGUITO CHE SERVE A NULLA ECC. ECC. C'E' DA SBIZZARRIRSI E INVECE QUEI PORCI PER NON TAGLIARE AI LAVORATORI AUMENTANO LE TASSE E L'INDUSTRIA MUORE PERCHE' VA ALL'ESTERO. FATE PAGARE NON AI SOLITI, MA AGLI INSOLITI TIPO DE BENEDETTI, PRODI, MONTI E VARI INDUSTRIALOTTI ROSSI GRANDI EVASORI CON CAPITALI ALL'ESTERO E MISERIE IN ITALIA, MA GIRANO IN FERRARI, AEREI PRIVATI ECC ECC.

Ritratto di 02121940

02121940

Gio, 09/01/2014 - 10:00

SIAMO ALLE COMICHE! Che il bilancio della Stato vada "purgato" è fuori di dubbio: se non calano le spese non possono calare le tasse e il Paese andrà definitivamente in malora, in pochi anni. Però non si guarda alla macchina dell'amministrazione dello Stato medesimo (che va unicamente a "vantaggio" dei soliti noti che sguazzano nella politica, anche "indirettamente"), ma si vuole continuare a spremere solo il popolo bue. Un vero schifo! Letta e il "sindaco furbetto", i due personaggi che attualmente condividono con il Colle il potere nel Paese, ne sono un triste esempio, tristissimo, soprattutto perché avevano acceso speranze che i fatti e le chiacchiere stanno definitivamente uccidendo. Forse l'unica speranza rimasta è Grillo? Una tragedia o una commedia? Una TRAGEDIA.

82masso

Gio, 09/01/2014 - 11:26

E da quando v'intessano gli statali? Suvvia non fate gl'ipocriti!

82masso

Gio, 09/01/2014 - 11:28

Gioa... Un corso d'italiano la prego!

Ritratto di hellmanta

hellmanta

Gio, 09/01/2014 - 12:01

Ma i lettori del Giornale non erano quelli contro gli impiegati statali, che venivano definiti "parassiti" e "sanguisughe" a priori? E adesso vi elevate a proteggerli a spada tratta?!? Suvvia, sono solo bidelli,... meno del quarto stato. Una massa prolataria senza forma, che sicuramente vota comunista e che è solo un peso per la terra che calpesta. Un minimo di coerenza!

Ritratto di mortimermouse

mortimermouse

Gio, 09/01/2014 - 12:11

82MASSO guarda che gli statali sono gran parte di sinistra.... vi interessano eccome! li mantenete a spese dei contribuenti, li fate morire di fame i contribuenti per far vivere i parassiti di stato! il quale ha bene a cuore il mantenimento di questo esercito di parassiti (3 milioni )! bravo, faccia finta di niente, bravo! complimenti per l'intelligenza :-)

Ritratto di falso96

falso96

Gio, 09/01/2014 - 12:12

82masso: SICURAMENTE VOI VI STATE INTERESSANDO, E DI MOLTO DELLA SCUOLA, E DEI SUOI LAVORATORI... stanno facendo salti di gioia!!!..... Come del resto TUTTA ITALIA sta saltando dalla gioia. GENTE CAPACE SOLO DI LINGUA, anzi ultimamente .. sarà per il gelo ... ma ... mettiamo, NO! togliamo, MA, facciamo a metà????? CHIARI E LIMPIDI COME LE IDEEEEEEE!

Ritratto di Gianfranco Robert Porelli

Gianfranco Robe...

Gio, 09/01/2014 - 12:24

Arraffiamo i soldi di qua... Contrordine compagni, prendiamo i soldi di là... Ora non sappiamo nemmeno a quanto ammonti il totale dell'ammanco di cassa, dei "conti in disordine"... Invece per procedere con un piano di rientro, prima bisognerebbe conoscere l'importo da far rientrare, ovviamente. Invece no. Si va avanti alla carlona... Ora, questo non è certo un governare, ma solo "prendere per il culo" gli elettori.

Ritratto di Gianfranco Robert Porelli

Gianfranco Robe...

Gio, 09/01/2014 - 12:32

Quando ci sono le votazioni, dal PD arrivano aumenti di stipendio a go-go. Poi, passata la festa elettorale, gabbato lo santo... san bidello.

angelomaria

Lun, 27/10/2014 - 13:04

SCUOLA??????VERGOGNE OVUNQUE IN UNA ITALIANUCCIA CHE ORA HA RAGGIUNTO IL GIUSTO EQUILIBRIO FRA CORRUZZIONE E VERGOGNE BRAVO' DICIAMO 10 E LODE!!!!!!!!!!!!!!!!

angelomaria

Lun, 27/10/2014 - 13:05

ANALFABETISMO A GOGO'