L'ultima del Fisco?"Equitalia pignora pensioni e stipendi"

L'Associazione Codici denuncia: "Equitalia pignora somme giacenti anche a titolo di pensione o di stipendio". Interrogazione parlamentare del Pd

Occhio ai conti correnti. Perché Equitalia potrebbe pignorare somme giacenti anche a titolo di pensione o di stipendio. E' già successo. A Catanzaro alcuni cittadini hanno visto improvvisamente i loro depositi congelati.

A tal proposito, circa un mese fa, l'associazione Codici ha denunciato l'accaduto e ha aperto uno sportello per tutelare i diritti delle persone che si sono viste recapitare i provvedimenti parlando di applicazione di norme "di dubbia costituzionalità".

Secondo alcune segnalazioni, proprio nel capoluogo di regione, si sarebbero registrati casi anomali con cittadini che si sono ritrovati con pignoramenti in atto anche senza un apparente motivo.

Equitalia, informata dai malcapitati del fatto che "sui loro conti correnti confluivano soltanto le pensioni e che le somme non potevano essere pignorate, non aveva comunque disposto lo svincolo delle somme malgrado la reiterata richiesta degli interessati".

All'epoca, la risposta di Equitalia Sud non si fece attendere. “Tutta l’attività di agente della riscossione è svolta nel pieno rispetto nelle norme approvate dal Parlamento", si affermava in una nota diffusa dall’Ufficio relazioni esterne della società in risposto all'associazione Codici, aggiungendo che "i pignoramenti sono eseguiti sui conti correnti dei contribuenti morosi che hanno un debito ingente; sono stati oggetto di altre procedure esecutive o cautelari e, quindi, sono già a conoscenza della loro posizione debitoria; hanno chiesto e ottenuto la rateazione del debito, ma non hanno onorato il pagamento delle rate. Equitalia Sud ricorda, inoltre, che, per debiti di minore entità sugli stipendi e sulle pensioni, può essere effettuata la trattenuta di 1/10 fino a 2.500 euro, 1/7 per debiti fino a 5.000 e 1/5 per importi superiori".

Adesso, il tema è tornato di attualità. Ed è stato oggetto di una interrogazione parlamentare presentata dal deputato pugliese del Pd, Dario Ginefra.

Dal governo vorrei sapere se è vero, come risulta a me, che Equitalia (approfittando di una legge che aveva tutt’altro intento) stia avviando procedure esecutive su quote impignorabili di pensioni e stipendi e cosa voglia fare l’esecutivo per impedirlo”, ha spiegato al Fatto il parlamentare.

La questione è delicata e al tempo stesso complicata. L'accusa è che Equitalia, con la complicità di banche e uffici postali, impedisca ai cittadini che hanno come unico introito una pensione media di accedere ai propri soldi almeno fin quando non sia stata definita la loro posizione col fisco.  

Secondo quanto recita l’articolo 545 del codice di procedura civile, stipendi e pensioni non sono soggetti a sequestro e pignoramento, se non per il massimo di un quinto del totale.

Ma ora qualcosa è cambiato. Con il nuovo decreto fiscale del governo Monti adesso vige il divieto di percepire in contanti emolumenti e pensioni sopra i mille euro lordi. Il che ha costretto moltissimi pensionati ad aprire un conto corrente o postale. E qui arriva l'inghippo. Perché i gestori dei conti correnti (siano di banche o di Poste) non sono tenuti a tutelare la fonti che li alimentano.

A ciò si aggiunge che, con l’ampliamento dei poteri discrezionali di sequestro per gli enti riscossori, le richieste di pignoramento di Equitalia non arrivano più alla fonte (stipendio o pensioni), ma sul conto, che è più facilmente attaccabile. Risultato: il correntista trova i suoi soldi congelati. Tutto ciò comporta la nascita di un circolo vizioso per cui il pensionato si indebita con altri istituti peggiorando la propria posizione.

Commenti

Antenato

Gio, 14/06/2012 - 15:32

Chiunque risulti appartenente ad Equitalia, nel diritto romano sarebbe stato dichiarato "nemico del genere umano".

Rickyprince

Gio, 14/06/2012 - 15:53

La cosa è ben peggiore, perché non sono solo gli stipendi o le pensioni ad essere congelati, ma anche i risparmi, dal momento che Equitalia attacca il deposito di conto corrente. Esempio: se io prendo 1500 e spendo 900, ogni mese avanzerò 600. Equitalia attacca anche quei 600 che ho messo via ogni mese. Io capisco la necessità di riscuotere le somme dovute, ma cosa succede se un conto viene congelato? Niente prelievo al bancomat, niente pagamento di MAV, RID e rate varie, niente pagamento al gestore della carta di credito, niente pagamento di luce, gas, telefono e acqua. E... niente pagamento di tasse! E qui il gatto si morde la coda: se io devo pagare un F24 in banca, tipo l'Imu, ma ho il conto congelato, come lo pago, visto che né posso fare l'addebito né posso prelevare contanti per pagarlo cash? E così l'evasore redento torna, suo malgrado, ad essere evasore...

Rico74

Gio, 14/06/2012 - 16:06

Questo succede a mettere un banchiere a palazzo Chigi.

gbsirio_1962

Gio, 14/06/2012 - 16:13

non potremo mai sperare di cambiare nulla in questo paese finchè in parlamento ci sarà questa massa di ladri a legiferare. Equitalia, in pratica, estorce soldi ai cittadini anche e soprattutto per pagare i rimborsi ai partiti e gli stipendi ai nostri beneamati politici.. Siamo il paese col più alto livello di tassazione e, conteporaneamente, con i costi della politica più alti... sarà mica un caso ??!!

arturo96

Gio, 14/06/2012 - 16:22

Equitalia si sta comportando come un branco di ladri autorizzati da uno Stato abituato a rubare come i peggiori briganti. Deve essre chiusa per legge e bisogna farle spuatare il maltolto. Bisogna ribellarsi con tutti i mezzi. Con la scusa dell'evasione stanno massacrando i cittadini onesti.

nickpaul

Gio, 14/06/2012 - 16:34

comincio a pensare che Che Guevara non aveva tutti ni torti. Quoi ci vuole una rivoluzione!

Ritratto di Grisostomo

Grisostomo

Gio, 14/06/2012 - 16:37

Se mi toccano la pensione (per averla mi sono indebitato ...) compro una pistola e la uso.

italo zamprotta

Gio, 14/06/2012 - 16:54

Su Equitalia perchè non illuminate i lettori?Scrivetene la storia,così tutti saranno chi dobbiamo ringraziare!

francesca.gatti

Gio, 14/06/2012 - 16:55

Credo che gli attacchi dei giornali a Equitalia siano più che giustificati. Stiamo assistendo ad operazioni usuraie che hanno non solo l'avvallo ma il beneplacito esplicito del governo. Ora uno stato che rtiene i suoi cttadini potenziali evasori è uno stato padrone che con i cittadini, resi sudditi, ha rotto il patto stipulato nell'ambito di una repubblica democratica. Questo stato non rispetta noi che dovremmo essere i rappresentati, con violenti strappi costituzionali già denunciati dal prof. Pizzetti. Uno stato che invita alla delazione è uno stato che non ci garantisce. Uno stato che emana leggi , vedi IMU, di cui non si conosce l'importo , facendola passare come legge di scopo è uno stato che deruba noi cittadini... Uno stato che ci cosytringe a ricorrere ad un commercialista perchè emana leggi incomprensibili è uno stato che ci ha reso succubi e schiavi. Io sono solo una pensionata, ex dipendente del P.I. Con la casa di proprietà, ho difficoltà e non mi sento garantita.

bobsg

Gio, 14/06/2012 - 17:00

Porci maledetti!

Bozzola Paola

Gio, 14/06/2012 - 17:00

QUESTA NON E' PIU' UNA DITTATURA, MA MOLTO PEGGIO(SE PUO' ESISTERE IL PEGGIO) E poi si lamentano dell'evasione!!!!!!!!!!!!!!!!!Ma ci credo. Piuttosto bisogna lasciare il conto scoperto e metterli sotto la mattonella. Bisognerebbe FUCILARLI TUTTI,; MA STA GENTE CON QUESTE IDEE DA DOVE ARRIVA, CHI SI CREDE DI ESSERE...dove ci vogliono portare? A questo punto credo alla RIVOLUZIONE perchè la pazienza ha un limite.

elpilagro

Gio, 14/06/2012 - 17:04

Bisogna colpire fisicamente questi cani *******i

cicero08

Gio, 14/06/2012 - 17:01

Stato strozzino, Stato biscazziere, Stato imbroglione /vd. ad es. caso esodati), Stato debitore impenitente, etc. O tempora o mores!

Cinghiale

Gio, 14/06/2012 - 17:10

#8 italo zamprotta - Mi pare sia un'invenzione di Tremonti (correggetemi se sbaglio). All'inizio non era così, poi col tempo è degenerata ed equitalia è diventata il mostro incontrollabile che è oggi. Pignorare le pensioni però non l'avevo mai sentito! Così manderà delle nuove cartelle esattoriali? Ma questi proprio non vivono sulla terra, sono degli inetti.

stefano.colussi

Gio, 14/06/2012 - 17:22

Ho conosciuto 2/3 anni fa la associazione CODICI.... a Trieste. Abbiamo avuto interessi comuni nella elezione di Mister Caffè Triestino alla presidenza della giunta regionale friulana. Spero che, a distanza, anche loro si siano resi conto... che insieme abbiamo fatto un bel "buco nell'acqua". Infatti quando vengono a propormi quella marca di caffè negli uffici, mia moglie dice con educazione: "grazie abbiamo già dato..." Stefano Colussi, Cervignano del Friuli, udine.

Albert1

Gio, 14/06/2012 - 18:58

Ok! Da domattina, ogni santo giorno, passerò dal bancomat della mia filiale e preleverò 500€. Una volta prosciugato tutto il conto, e non ci vorrà molto, entro in banca consegno tutte le carte e saluto. Se mi chiedono anche solo un € per chiudere il conto ... bhà se lo trovano possono prenderlo :-)))) Per pagare mi toccherà andare in posta con il contante, vabbè pazienza, ma con i miei dindi questi bancari del c@z.zo hanno finito di fare i furbi. Ho anche dato disposizione per vendere l'appartamento dopodichè sarò proprietario di una macchina del valore di 6000€ e di una moto rotta. In macchina tengo una tanica di benzina e piuttosto che dargliela le dò fuoco!! Dopo se vogliono possono pignorarmi STO PAIO DI P@L.LE!! Se sti stro.nzi si trovassero più spesso, molto più spesso, di fronte a comportamenti simili forse capirebbero che non vale la pena insistere anche perchè quando uno non ha più niente ... lo prendi nei denti e torni da dove sei venuto. Che paese di mer.d@ che è diventato!

peropix

Gio, 14/06/2012 - 21:41

Uno Stato giusto , forte con i forti e comprensivo con i deboli, congelerebbe i debiti dei pensionati privi di proprietà immobiliari e che guadagnano meno di 1500 euro al mese senza ulteriori introiti per tutto il periodo che questi continueranno ad incassare solo la pensione. Al massimo potrebbe trattenersi 50 euro al mese. Per contro un Governo giusto potrebbe aumentare le tasse alle migliaia di sale gioco disseminate per tutto il paese, aumentare le accise sulla benzina di 5 cent a litro, legalizzare la prostituzione, punire con ammende pari a al costo di 365 dosi di cocaina chi scoperto a far uso di stupefacenti , chiedere 1 euro per ogni grammo di oro acquistato da questi misteriosi Compro Oro, insomma colpire i disvalori piuttosto che punire chi non ce l'ha fatta e che pur volendo non puo' permettersi il lusso di pagare le tasse a piu' di 50 euro al mese.

OssodiSeppia

Gio, 14/06/2012 - 22:25

Sempre più aggressivo, sempre più intransigente. Per lo stato questa è la strada maestra verso la ribellione. Se si arriva a tanto non ci si dovrà meravigliare. Chiunque, se gli metti le mani al collo, e non importa se ha ragione.... Mors tua vita mea. Come al solito ci andranno di mezzo gli innocenti, ma quanto innocenti ? Troppo facile nascondersi dietro il dito del parlamento.

voce.nel.deserto

Gio, 14/06/2012 - 22:31

Equitalia va liquidata come un male per il paese.La riscossione va organizzata diversamente.L'esercizio della funzione è necessario, ma il cittadino,anche se avesse evaso il fisco,(va a guardare l'atteggiamento psicologico dell'agente e la sua condotta attiva od omissiva) in uno stato democratico, merita sempre il massimo rispetto.

Ritratto di Runasimi

Runasimi

Ven, 15/06/2012 - 02:03

E poi si meravigliano che qualcuno scelga di suicidarsi. Se togli pensioni e stipendi di che vivi? Di aria? E' possibile che dei burocrati incarogniti condizionino a tal punto la vita della gente?

francesca.gatti

Ven, 15/06/2012 - 04:23

Se dicessi apertamente di aver paura di Equitalia, son sicura che nessuno dei lettori mi prenderebbe per una che evade. Lo dico. IO HO PAURA. Troppe volte mi sono arrivate cartelle errate, con notifiche di cui neppure la commercialista capiva la motivazione. Mio marito ha 78 anni... Mi ha detto ieri: "Ogni volta che arriva posta, mi si blocca lo stomavo". Lui ha 78 anni. Cosa abbiamo? 2 pensioni e una casa. Di cosa abbiamo paura? Della follìa di questo stato. Non credo si sia noi particolarmente disgraziati... ma perseguitati dalla burocrazia sì. Mio marito, quando ancora guidava, HA DOVUTO pagare una multa per sosta in zona vietata in quel di VASTO. Bipotecata. Noi a Vasto non ci siamo mai stati .... e sulla notifica e sul verbale la targa coincideva ma la marca e il colore dell'auto no. NON COINCIDEVANO. Mio marito si è ricolto al giudice.dopo mesi è arrivata la sentenza. Dovevamo pagare perchè faceva fede secondo la legge bla bla bla il codice xy... Ha pagato. Lo dico: HO PAURA

gpl_srl@yahoo.it

Ven, 15/06/2012 - 07:37

Non possono esserci commenti adeguati a questa notizia, sempre che sia vera e se vera credo proprio che ci si debba aspettare cose gravi in quanto la sopportazione ha sicuramente dei limiti

gpl_srl@yahoo.it

Ven, 15/06/2012 - 07:36

non ci possono essere commenti su tale fatto in quanto coinvolgerebbero direttamente la responsabilità del ministro competente , del ministro della giustizia e del capo del governo: sappiamo già quale è il giudizio espresso su di loro dalla piu parte dei cittadini, ma a questo punto, credo, che qualsiasi reazione sia piu che mai giustificata sia nei confronti di equitalia che nei confronti dell' intero esecutivo

gpl_srl@yahoo.it

Ven, 15/06/2012 - 07:46

equitalia è una societa di diritto privato che si occupa di riscossioni puibbliche: da anni non paga relolarmentre le tasse ma esercita pressioni ingiustificate approfittando di dubbie leggi: deve essere quindi attaccata in tribunale, attaccata lei, i suoi capi, e tutto il governo che permette continui scempio spesso assoluitamente illegittimi: che vengano quindi pagati i danni da lei e dall' esecutivo

Amon

Ven, 15/06/2012 - 11:14

non so come' ma sento pensionati che caricano fucili....

gianni71

Ven, 15/06/2012 - 11:15

#3 Rico74 (549) - lettore il 14.06.12 alle ore 16:06 scrive: Questo succede a mettere un banchiere a palazzo Chigi. EQUITALIA C'ERA GIA' PRIMA E SI COMPORTAVA ALLO STESSO MODO, SE NON PEGGIO. NON FATEVI TURLUPINARE DA QUESTE NON-NOTIZIE.... QUANDO AL GOVERNO C'ERA lui, IL GIORNALE SE NE GUARDAVA BENE DAL PUBBLICARLE. APRITE GLI OCCHI E FATE FUNZIONARE IL CERVELLO...SE LO AVETE ANCORA.

Cinghiale

Ven, 15/06/2012 - 11:39

#21 francesca.gatti - Guardi che non è l'unica, sotto i 50-60 euro è meglio pagare perchè se si va da un'avvocato quella è la cifra minima che può chiedere per vedere cosa c'è di sbagliato. Un'amico ha ritirato e firmato una cartella per sua madre, dopo 10 giorni ne è arrivata un'altra in cui equitalia diceva che non risultava la signora avesse figli, faccia un pò lei.