L'ultimo guaio di Grillo: perde il super assessore

A Parma lascia Capelli, "sindaco ombra" che doveva risanare il maxi buco nei conti. Il comico, dalla Sardegna, mette in rete il solito ritornello: "Casta colesterolo d'Italia"

Lui dalla Sardegna lustra il boccaglio per respirare meglio. L'altro da Parma stacca la spina alla Giunta e si dimette. Sul buen retiro «smeraldo» di Beppe Grillo, a pochi giorni dalla sua seconda convocazione al Quirinale, si abbatte una tegola a cinque stelle che vale la credibilità dell'intero Movimento. Perché viene da Parma, il primo capoluogo espugnato dai grillini a colpi di slogan e promesse che oggi si stanno sgretolando, insieme al dietrofront del primo assessore pentastellato.

Gino Capelli, commercialista 49enne, titolare delle deleghe al bilancio ha detto basta. La sua avventura grillina si conclude dopo un anno e un mese esatti. Lo scorso giugno fu il primo a essere nominato, nella lunga gestazione della squadra di Pizzarotti: oggi è il primo ad andarsene. Considerato il «sindaco ombra», per l'importanza del suo ruolo in una città che proprio sul risanamento di un debito di 800 milioni di euro aveva basato il suo new deal, Capelli ha da subito parlato poco e fatto molto di conto. Schivo ai limiti dell'ermetismo, la sua ricetta di austerity quasi cistercense, non ha mai convinto e, in pochi mesi, ha scontentato tutti in una città abituata a largheggiare.

Nella compagine grillina, un impasto misto di debuttanti in politica, Capelli spiccava per capacità e professionalità: uno studio avviato, un curriculum con all'attivo alcuni casi nazionali come l'aver curato il fallimento della Guru di Matteo Cambi e aver contribuito a «scoperchiare» l'affaire Parmalat. Ora, mentre a Roma si consuma quotidianamente la cronaca della diaspora a cinque stelle, fra chi viene epurato e chi sceglie di andarsene, anche a Parma le crepe nel Movimento si fanno più profonde e il «contabile» di Pizzarotti sceglie di tornare alla calcolatrice e all'«oblio» della sua professione, spegnendo le luci della ribalta politica. Alla base della sua decisione sarebbero ragioni personali che rendono inconciliabile la sua attività professionale con il ruolo di assessore. Insomma, tornare a fare il commercialista è meglio che passare alla storia come «esperimento» grillino. Bando, dunque, all'impegno civico sbandierato un anno fa: forse il meno grillino degli assessori di Pizzarotti è il primo a ricredersi e a decidere di abbandonare la barca con le sue falle di bilancio. Un'altra tegola cade sul movimento Cinque Stelle, ma il leader genovese che sembra prenderla con filosofia, visto che si sta godendo le vacanze, che nelle sue priorità vengono prima, anche dell'incontro con il capo dello Stato.

Il sindaco Federico Pizzarotti ha provato a minimizzare la notizia con un tweet notturno, dal gusto escatologico: «Ciao, grazie Gino». Ma la sua spiegazione, invece che tranquillizzare, semmai ha esasperato i toni. Sì, perché il sindaco respinge la teoria che ci fosse una frattura con il suo assessore, ma ricorda che da mesi Capelli intendeva lasciare. Già pronto il nome del sostituto: è il docente universitario Marco Ferretti, 43 anni, in passato consulente della giunta di centrodestra. La scelta del successore è avvenuta nell'ombra e non come imporrebbe il «Grillo-pensiero», attraverso l'analisi condivisa di nuovi curriculum. Il tutto con buona pace di «re Beppe» che ancora ieri dal suo blog definiva l'Italia una «foresta pietrificata» passando all'ennesima invettiva contro le caste, definite «colesterolo nelle vene di una Nazione».

Commenti

a.zoin

Lun, 08/07/2013 - 08:53

Ma??? è sexi , che FUSTO, (QUESTO BARILE).

Ritratto di gzorzi

gzorzi

Lun, 08/07/2013 - 08:58

Mentre l'Italia è già in caduta libera senza ritorno, quelli della casta si fanno un bagno.

mr.jhon

Lun, 08/07/2013 - 09:06

siamo alle solite.... commenti sempre negativi che scherniscono il M5S se un assessore se va se ne mette un altro. mi risulta che lasci l'incarico per altri motivi. Ma comunque sia si va avanti. Non sono queste le notizie imnportanti, se vuoi ti passo una notizia esplosiva " Grillo si è messo le dita nel naso " fatto gravissimo.. dai pubblicate questa notizia che sarà in grado di sanare l'economia italiana. Ci sono persone che riescono a sanare l'economia del proprio habitat abbassandosi gli slip davanti al tuo padrone... ora noi italiani dovremo abbassarci le mutande davanti a questa classe politica e a certi paladini dell'informazione? Scordatevelo .. tra pochi mesi forse diremo " spring is nearly here ( primavera italiana naturalmente )"

angelo piras

Lun, 08/07/2013 - 09:19

Poveri pescatori. Il Grullo farà scappare anche i pesci.

rotto

Lun, 08/07/2013 - 09:53

Su questo giornale dovreste avere il pudore di non parlare di parma, gli sgherri del vostro padrone hanno affossato una città operosa. sorvolo sulla qualità dell' articolo che segue fedelmente la linea editoriale

KARLO-VE

Lun, 08/07/2013 - 10:40

Solito articoletto di disinformazione a senso unico contro grillo ed il suo movimento, con le solite insinuazioni, commenti che nulla hanno a che vedere con i fatti, ma questo è il vostro stile altrimenti il padrone non vi da la paghetta. Perchè non ricordate che fine hanno fatto sindaco e assessori del pdl che prima governavano su Parma e in che situazione l'hanno lasciata?

syntronik

Lun, 08/07/2013 - 10:40

Se ne parlava due giorni fa, nei commenti, relativi alla sfiga di Parma, ad aver inciampato nella disgrazia, ora se ne vedono i frutti che maturano, stentavo io, a credere che questo personaggio di così alto livello professionale, si fosse fatto incantare dalle bufale grilline, ora se ne rende conto, e fa fagotto e se ne và. Piano piano, quelli, che hanno le testa sulle spalle, (professionalmente intendo) prima o poi mollano anche loro, posso immaginare, gli sforzi fatti, per arrivare sino a questa decisione.

Cinghiale

Lun, 08/07/2013 - 10:50

Considerando il peso che aveva sulle spalle se si dimette perchè prendeva troppo poco come assessore non lo si può biasimare. Parliamoci chiaro, quando bisogna risanare dei buchi neri fantasmagorici è un'impresa impossibile, ormai il guaio è fatto e si trascinerà per anni.

Cinghiale

Lun, 08/07/2013 - 10:51

@KARLO-VE Lun, 08/07/2013 - 10:40 - IL SINDACO ERA DELL'UDC!!!!!! Informatevi prima di scrivere baggianate.

KARLO-VE

Lun, 08/07/2013 - 11:20

Bufera Pdl, arrestato Vignali. Il pm: “Contattava Berlusconi grazie alla Macrì” 17 indagati a Parma, sequestrati beni per 3,5 milioni. Accuse di corruzione e peculato. In manette il vice presidente Iren, l'ex numero uno di Stt e l'editore di Polis. Spartiti allegramente soldi pubblici per piazzare amici e pagare giornalisti. Inoltre l'ex sindaco chiedeva l'intervento dei vertici del Pdl: Letta, Alfano e Berselli

buri

Lun, 08/07/2013 - 11:22

Sappiamo tutti chi à Grillo, un comico che prende in giro l'intero paese e continua ad arricchirsi alla faccia nostra, ma non è lui il problema, sono il 24,5% degli italiani che, dando ascolto alle sue fandonie, anche se di tutto quello che dice ci sono cose vere, lo votano il vero problema, credono ciecamente e neanche le incongruenze ed i flop scalfiscono la loro fede nel loro profeta.

gianfran41

Lun, 08/07/2013 - 11:49

Dalla foto sembrerebbe che i problemi di colesterolo riguardino soprattutto il comico.

gamma

Lun, 08/07/2013 - 11:53

Ma lasciatelo perdere, questo poveraccio (si fa per dire). Ormai può interessare solo gli storici.

amberto29

Lun, 08/07/2013 - 11:57

caro Beppe disprezzo il tuo comportamento vrso Napolitano fai proprio schifo ma fai anche schifo come persona, hai più tette te che la mucca carolina e poi tagliati quella zazzera covo di nidi di pidocchi amberto

watcheroftheskyes

Lun, 08/07/2013 - 11:59

Lucia Galli, ti prego, torna a scrivere di sport invernali dato che sai farlo bene! Almeno lì non ti costringeranno a scrivere bassa propaganda del tipo "(le dimissioni di un assessore comunale sono) una tegola a cinque stelle che vale la credibilità dell'intero Movimento". Ma ti rendi conto? Ma l'attuale governo Letta al confronto cosa è?!? IMU/non IMU, IVA/non IVA, Porcellum si/no, pagamenti alle imprese sì/no... Al M5S arrivate a dare addosso persino sulla rendicontazione delle spese extra quando TUTTI gli altri parlamentari se le intascano felicemente! Altro che finito! Il M5S alle prossime elezioni (messo che arrivino prima della troika) prenderà persino più che alle scorse!

syntronik

Lun, 08/07/2013 - 12:22

KARLO-VE è sintomatico la disinformazione del partito rosso, se ti informi bene, vedrai, che tutti detti personaggi, sono tutti stati scagionati dallo stesso PM, che aveva emesso avviso di garanzia, pertanto è da annoverare, la solita tiritera rossa, che ragionano con il deretano, appena che ha defecato.

Ritratto di NoKaSt@

NoKaSt@

Lun, 08/07/2013 - 12:29

già che ci siete spiegate anche chi sono i LADRI che il maxi buco lo hanno creato scappando col bottino e finendo ai domiciliari

gianfran41

Lun, 08/07/2013 - 12:38

Ma quando mai il movimento 5 stelle è stato credibile? Me lo vuole spiegare cara Lucia Galli? Su una cosa, però, sono d'accordo con lei e cioè che, nonostante i molteplici abbandoni, il movimento non corre pericolo di estinzione, anzi! C'è ancora tanta gente in giro felice di farsi abbindolare da questo moderno "Masaniello".

Ritratto di Gianfranco Robert Porelli

Gianfranco Robe...

Lun, 08/07/2013 - 12:42

I derivati si iscrivono a bilancio come attività, ma puù succedere quando maturano che si trasformino in passività, perché i soldi non te li regala nessuno. Dunque i bilanci pubblici sono falsati dall'azardo dei "finanzieri tossici", come D'Alema nel MPS, tanto per intenderci. Per risanare i bilanci non basta un ignorante di buona voltontà, bensi ci vuole un Berlusconi, un Tremonti o un Marchionne. Un tecnico esperto che sappia non solo calcolare i mutui, ma anche valutare i rischi dell'investimento, affinchè sui grandi numeri i bilanci si avvicinino alla realtà.

Vintage

Lun, 08/07/2013 - 14:10

per tutti quelli che difendono i GRILLINI: a parte quelli che cinguettano felici,a parma non si trova uno contento della loro amministrazione. Trasparenza:assente Dialogo :assente Fare :assente Manutenzione della città:assente Cultura :assente welfare :gambizzato degrado: grande presente