L'ultimo riparo di Christiane: forse un fienile

Hanno sorvolato per ore in elicottero per cercare Christiane Seganfreddo, l'insegnante aostana di 43 anni depressa per una malattia gli occhi, che si è allontanata di casa lo scorso 30 dicembre senza più dare sue notizie. Con un velivolo leggero della guardia di finanza in grado di volare a bassa quota sopra le zone già perlustrate a piedi e fornire eventuali indicazioni alle squadre a terra. Sarà ora il comitato di coordinamento ricerche a valutare se e come continuare le operazioni. Con particolare attenzione vigili del fuoco e fiamme gialle hanno perlustrato dall'elicottero le aree impervie e boschive della collina di Aosta non lontane dalla casa dove la donna vive con il compagno e le frazioni alte di Saint-Pierre, Villeneuve e Saint-Nicolas, dove due testimoni hanno riferito di averla vista in strada lo scorso 2 gennaio e dove un cane molecolare ha riconosciuto una sua traccia. I controlli in oltre 200 case e lungo circa 70 chilometri di sentieri, anche tra oltre mezzo metro di neve, hanno dato esito negativo. Perlustrati dirupi e luoghi chiusi: Christiane potrebbe essersi rifugiata anche in un fienile.