L'ultimo scandalo Polverini, a Ponza con gli amici

Il Presidente della Regione Lazio sull'isola con alcuni amici per il Premio Caletta, a bordo di un mezzo della Guardia di Finanza

Tagli alla Giunta Regionale. Firma alle dimissioni. La parabola politica di Renata Polverini in Regione Lazio è quasi arrivata a una conclusione. Ma prima della parola fine un nuovo scoop, realizzato dall'Espresso, mette in evidenza un'altra storia legata alla Giunta laziale.

Il settimanale racconta una vicenda del 24 giugno scorso, quando la Polverini si recò sull'isola di Ponza a bordo di una motovedetta della Guardia di Finanza. Nell'arcipelago pontino per una manifestazione con "quattro suoi amici", il presidente della Regione avrebbe usufruito di due motovedette: un'imbarcazione utilizzata contro il contrabbando e un guardacoste di 22 metri.

La Polverini era a Ponza per assistere al Premio Caletta, a cui anche la Regione partecipava con un contributo in denaro consistente. Il gruppo di cui faceva parte è stato l'unico ad arrivare sull'isola con un mezzo della Guardua di Finanza. Gli altri ospiti arrivarono su aliscafi pubblici.

Commenti
Ritratto di marystip

marystip

Gio, 27/09/2012 - 19:23

La Polverini è una commediante; del resto la volle Fini!!!!

MEFEL68

Gio, 27/09/2012 - 20:15

Francamente non capisco dov'è lo scandalo. Se era una manifestazione in cui la Regione partecipava e patrocinava, la sua, credo, che fosse una presenza istituzionale. Diverso sarebbe stato se la Polverini fosse andata a Ponza per prendere il sole o un aperitivo.

Ritratto di ettore muty

ettore muty

Ven, 28/09/2012 - 09:13

poveretta ,e' palese che e' come fiorito se non peggio

giovanni PERINCIOLO

Ven, 28/09/2012 - 10:23

E dell'ospite (il subacqueo fini to) ospite fisso anno dopo anno per dedicarsi al suo sport preferito, comprese immersioni in acque proibite, cosa ne diciamo???

Ritratto di fritz1996

fritz1996

Ven, 28/09/2012 - 10:53

Se qualcuno fosse ancora tanto sprovveduto da dar retta alla demagogia sindacal-parolaia della Polverini, questo episodio dovrebbe chiarirgli definitivamente le idee. Questo succede quando persone "affamate" arrivano improvvisamente a godere del potere e dei connessi privilegi: non conoscono limiti, pensano che tutto gli sia concesso e che la cosa pubblica sia cosa loro. In più, il caso in questione è particolarmente grave perché la governatrice del Lazio ha distolto due motovedette della GdF dai loro compiti istituzionali (a proposito, sarebbe interessante sapere chi, all'interno del Corpo, ha dato le necessarie disposizioni): insomma, si tratta di qualcosa di ben peggiore che le magnate al Pepe Nero dell'assessore Battistoni.

Ritratto di fritz1996

fritz1996

Ven, 28/09/2012 - 11:14

MEFEL68: non capisci dove sia lo scandalo? Perché, ti risulta che tra i compiti istituzionali delle imbarcazioni anticontrabbando della Guardia di Finanza ci sia quello di dare passaggi alle autorità locali? E comunque non mi pare proprio che la presenza al Premio Caletta possa definirsi istituzionale, se non nel senso molto, molto lato che la Regione aveva dato un contributo: e anche qui, forse, ci sarebbe qualcosa da dire, si riducono i posti letto ma si finanziano le sagre paesane...

giorgiam1970

Ven, 28/09/2012 - 11:31

Si rducono i posti letto???? sono stati riqualificati e non chiusi molti reparti in cui nessuno più andava! Ho sentito gente lamentarsi perchè chiudevano reparti di maternità di ospedali della provincia e poi alla domanda "dove ha partorito tua moglie?" rispondevano "a Roma"! E come mai se avevi un ospedale a due passi da casa??? Molto spesso siamo anche noi la causa di alcune decsioni. e poi...dimentichiamo sempre e questo mi fa incavolare parecchio cosa faceva la ex giunta con le auto blu! Quello era istituizionale! Io sono perfettamente d'accordo con MEFEL68...stanca di questa politica...ma ancora più stanca dell'ipocrisia e delle accuse infondate che questa sinistra sta portando avanti! Proposte...servono PROPOSTE!!! Non basta infangare il prossimo per valere qualcosa!!! VAI AVANTI RENATA!!!!