Per l'uomo dei trasporti il parcheggio è un tabù

Sottosegretario ai Trasporti con il tabù del parcheggio. Succede al ministero dei Trasporti di Roma, occupati prevalentemente dagli uffici delle Ferrovie. Tempo fa, dopo che i parenti delle vittime della tragedia di Livorno avevano invaso i locali in segno di protesta, Moretti aveva deciso di inserire ulteriori norme ristrettive per l'accesso ai locali. Al punto che il nuovo sottosegretario ai trasporti Erasmo D'Angelis (nella foto), a cui è stato assegnato l'ufficio che fu di Castelli, non ha ancora ricevuto l'autorizzazione ad entrare con l'auto. Ogni giorno, D'Angelis si vede pertanto costretto a scendere dall'auto davanti al palazzo e a entrare a piedi. Va bene la lotta alla casta, ma senza esagerare...