L'uomo dell'anno? Per Grillo è l'interprete ai funerali di Mandela

Ma la provocazione del comico non è piaciuta ai visitatori del blog a Cinque stelle

"Thamsanqa Jantljie è l’uomo dell’anno", secondo il blog di Beppe Grillo. Il leader del M5S dedica il primo post dell’anno del suo sito all’uomo divenuto celebre per aver finto di essere un interprete nella lingua dei sordi nel corso dei funerali di Nelson Mandela. "Sembravano tornati i bei tempi della Gialappàs Band a commentare le partite di calcio", continua il post. "Tutto quello che vedete è falso o forse vero, ma non importa ormai a nessuno. La vita è diventata pura scenografia. Per questo Thamsanqa merita il titolo di uomo dell’anno". 

Una scelta che non sembra essere particolarmente piaciuta ai visitatori del sito del comico, che hanno lasciato commenti alquanto sarcastici. "Non ci posso credere! ma sono impazziti tutti?", scommenta Lady Dodi. "Sinceramente, non ci avrei scritto su un articolo. È un tizio coi suoi problemi", sottolinea Ius Gravitas. 

 

Commenti
Ritratto di Dobermann

Dobermann

Gio, 02/01/2014 - 07:00

Sinceramente, la provocazione di Grillo mi è piaciuta. Non devono scandalizzare queste sue parole, vanno prese per quelle che sono: provocazione e ironia. Le parole del comico genovese hanno un fondamento. Insomma, per farla breve, solo un comico, attraverso il gusto del paradosso, con una battuta velenosa, può aspirare a lasciare il segno nella gente. Purtroppo ha dimenticato un dettaglio: lui (e i suoi) hanno dato un notevole contributo alla costruzione di questa scenografia!