Luxuria salvata dal buddismo decise di non cambiare sesso

Per la prima volta l'ex parlamentare Vladimir Luxuria (nella foto) racconta a Oggi i motivi della sua conversione dal cattolicesimo al buddismo. «Stavo attraversando un momento di profonda crisi, non vedevo più futuro, cercavo di stordirmi in ogni modo. Fumavo, bevevo e prendevo sostanze. È la pratica del buddismo che mi ha salvato», rivela Luxuria. Che spiega alla rivista che «il buddismo mi ha dato fiducia in me stessa. Ho imparato ad accettarmi, anche per questo alla fine ho rinunciato all'intervento del cambio di sesso. Ho capito che vado bene così, il mio corpo fa parte della mia specificità».

Commenti

cgf

Gio, 04/04/2013 - 09:27

mi sembra come quella 'conversione' di una coppia che ha aderito ai testimoni di G. perché 'loro' promettono la resurrezione. OK, a parte che il Cristianesimo si basa sulla resurrezione di Cristo e se non fosse stato un dato realmente accertato non ci sarebbe la Chiesa Cattolica oggi, ma loro sapevano quello che dicevano ogni volta che recitavano il credo? "il terzo giorno risuscitò da morte" e poi ancora l'affermazione "la risurrezione della carne, la vita eterna". Così le ragioni di Vladimir, non ha mai creduto veramente altrimenti si sarebbe accettato e... non sarebbe Luxuria. Con il buddismo invece..