Mafia, la procura chiede dieci anni per Raffaele Lombardo

L’ex presidente della Regione Siciliana, imputato di concorso esterno in associazione mafiosa e voto di scambio, ha deciso di rinunciare alla prescrizione

La Procura di Catania ha chiesto la condanna a dieci anni dell’ex presidente della Regione Siciliana, Raffaele Lombardo, imputato di concorso esterno in associazione mafiosa e voto di scambio. La richiesta è stata formulata dal procuratore Giovanni Salvi, intervenuto personalmente davanti al Gup Marina Rizza, per concludere la requisitoria condotta nelle precedenti udienze dal sostituto Giuseppe Gennaro. Raffaele Lombardo, che viene processato col rito abbreviato sua sua stessa richiesta, ha sempre respinto le accuse e ha reso dichiarazioni spontanee davanti al Gup, affermando di voler rinunciare ad avvalersi della prescrizione per il reato elettorale.

Commenti

Pedrino

Mer, 18/09/2013 - 15:53

Onore a uno che se ha sbagliato e pronto a pagare, rinunciando a vari cavilli giudiziari tipo prescrizione..balle varie..

CARLOBERGAMO50

Mer, 18/09/2013 - 16:16

10 ANNI SON POCHE . PERCHE' NON FARGLI RIMBORSARE QUANTO HA DILAPIDATO INUTILMENTE DURANTE IL SUO MANDATO? PERCHE NON SEQUESTRARE I SUOI BENI E QUELLI DEI SUOI AMICI? QUESTA E' GIUSTIZIA.

killkoms

Mer, 18/09/2013 - 16:40

@pedrino,e chi te l'ha detto che è pronto a pagere?scegliendo il rito abbreviato avrà in ogni caso diritto ad uno sconto della pena di un terzo!

WSINGSING

Mer, 18/09/2013 - 18:11

In verità la rinuncia da Raffaele Lombardo non me la sarei mai aspettata

Ritratto di Simbruino

Simbruino

Mer, 18/09/2013 - 19:03

Io queste cose non le capisco piu´, gli amministratori pubblici praticano tutti l´accattonaggio dal primo all´ultimo, poi soltanto in Sicilia si diventa mafiosi per eventi che accadono diffusamente in tutta Italia dal nord al sud, proprio in forza di privilegi appositamente favoriti dalle leggi- Il problema d´Italia che Berlysconi non comprende bene e´che i magistrati non sono politicizzati, i magistrati sono poveracci figli di famiglia povera , arrancati in magistratura come illusoria formula di riscatto dalla poverta´,e dalla povera gente con il sangue bollito da generazioni di poverta´ti puoi aspettare solo disastro e jella -i magistrati prima di tutto portano sfortuna all´Italia-

m.nanni

Mer, 18/09/2013 - 20:55

a me di Lombardo proprio non me ne fotte niente se non del cittadino che rischia di essere schiacciato dall'arbitrio della magistratura. SVEGLIATEVI! lo dovete dire chiaro e forte che il reato del concorso esterno non esiste; occorre dire chiaro e tondo chela magistratura è impazzita; occorre ribellarso a questo strapotere dello stato che non rispetta le leggi ma ci va sopra e s'inventa i reati. c'è il reato di favoreggiamento, non quello del concorso esterno. abbiamo una magistratura senza argini. L'Italia deve ritornare ad essere un Paese civile; un Paese vivibile e non un Paese che fa paura!

peter46

Mer, 18/09/2013 - 22:03

carlobergamo50...anche se tutti sanno che sei un 'mordi e fuggi'....l'unica cosa certa finora è che Renzino prendeva la paghetta,Mammà si faceva finanziare la scuola e papà si faceva pagare dalla Lega.

65Pietro

Gio, 19/09/2013 - 01:11

Rinuncia alla prescrizione? Vedremo, vedremo.....Anche Penati aveva dichiarato che avrebbe rinunciato alla prescrizione, poi in aula c'e' stata la disgustosa sceneggaita della finta ricerca sul cellulare dell'imputato Penati, e non avendolo potuto trovare, il povero Penati e' stato costretto a "beccarsi" (obtorto collo) la sua brava prescrizione. Se invece Lombardo ci rinuncera' davvero, tanto di cappello, ma per ora il dubbio rimane......

m.m.f

Gio, 19/09/2013 - 08:46

30 anni e confisca di qualuqnue cosa a questa persona sia riconducibile a lui e ai parenti stretti.