Magistrati, diplomatici, funzionari: gli eccessi degli stipendi pubblici

Per oltre 110mila dipendenti pubblici le retribuzioni superano gli 80mila euro lordi

Diplomatici, magistrati, prefetti, funzionari delle authority. Benvenuti nell'Eldorado della Pubblica Amministrazione, dove gli stipendi sono sempre al top. Un esempio? Il 96,4% del corpo diplomatico (890 unità sulle 923 monitorate nel 2012 dal Sole24ore) guadagna più di 80mila euro lordi l'anno. Ci sono poi le toghe: in circa 9 casi su dieci superano anche loro la soglia degli 80mila euro lordi annui. Il quotidiano economico ha stilato una sorta di mappa delle retribuzioni nella quale figurano anche quelle dei prefetti, che "percepiscono una retribuzione lorda superiore ai 60mila euro l'anno (tra i 3mila e i 35oo euro mensili) che in oltre il 60% dei casi va oltre gli 80mila euro".

Nel complesso, sono 117mila i funzionari, i dirigenti o i semplici addetti che guadagnano oltre 80mila euro lordi annui. Ci sono poi 224.273 travet che guadagnano più di 60mila euro (tra i 3mila e 3,500 euro al mese). Le retribuzioni dei commissari e dei presidenti delle Autority sono al di sotto del tetto agli stipendi dei vertiti della Pubblica amministrazione introdotto dal 2012 ma in alcuni casi superano pure quella del capo dello Stato (239.181 euro lordi). Secondo i calcoli della Ragioneria Generale, alla Presidenza del Consiglio tutto il personale guadagna più di 40mila euro lordi l'anno e in 488 casi sui circa 2400 in servizio la retribuzione supera i 70mila euro l'anno. 

Commenti

Mechwarrior

Mer, 26/03/2014 - 16:06

Anche io voglio "guadagnare" cosi' ;-)))))

Howl

Mer, 26/03/2014 - 16:09

E pensate che se questi hanno un coniuge che guadagna 24mila lordi si beccano anche altri 1200 euro grazie a Renzie. Ma so che a voi berlusconiani Renzie piace...........ne ho sentiti tanti che mi hanno detto " Mah mi sa che stavolta è la volta buona che cambio e voto Renzi " Tantissimi...........

QuidsIn

Mer, 26/03/2014 - 16:24

L'Europa tutta cresce PIGS inclusi ma l'Italia è al palo: ormai è totalmente soggiogata dall'azione distruttiva del partito delle tasse di Renzie/Napuletano che, da un lato, adula le classi più deboli della società (pensionati, immigrati, disoccupati e impiegatucci statali da mille eur/mese) per raccoglierne il consenso elettorale fraudolentemente, dall'altro devasta l'intera economia taglieggiando le sue classi produttive per far prosperare Caste radical chic come burocrazia ministeriale, diplomazia, magistratura, ecc. e, soprattutto, far lucrare l'oligarchia sinistrorsa dei vari Colaninno, De Benedetti, Della Valle, ecc. Questa Nazione non ha scampo, è condannata!

moshe

Mer, 26/03/2014 - 16:36

Non è vero, prendono uno stipendio bassissimo! chiedete a re giorgio, lui lo sa.

QuidsIn

Mer, 26/03/2014 - 16:57

Questi cialtroni radical chic del partito delle tasse e dei parassiti statali di Renzie/Napuletano stanno devastando l'Italia!

ted

Mer, 26/03/2014 - 17:14

Viaggio molto all'estero e scambio opinioni ed informazioni con miei colleghi .E' opinione comune che l'Italia sia un'economia per molti aspetti NON di mercato MA un'economia "semi-socialista".Tra le varie caratteristiche di queste ultime economie c'è quella tipica della "sovra-dimensione" e "sovra-retribuzione" della PA (altre caratteristiche sono: burocrazia pervasiva , invadente ed inefficiente unita ad una corruzione diffusa). Questo aspetto è oltretutto aggravato dalla pretesa "redistribuzione" a carattere territoriale della stessa che avviene in Italia.In soldoni , questo "squilibrio" tra retribuzioni di pari livello, responsabilità e soprattutto RISULTATO tra Economia Privata ed Economia Pubblica già "sbilanciata" nel Paese nel suo complesso viene aggravata nel Sud Italia, dove le retribuzioni pubbliche sono IRRIMEDIABILMENTE TROPPO "dopate" rispetto a quelle che l'economia reale locale può in realtà permettersi .Questa situazione NON permetterà MAI la creazione di una economia "endogena" nel Sud .In sostanza in Italia ci troviamo di fronte ad una dinamica economica che invece di creare ricchezza la DISTRUGGE !Saluti.

Ritratto di Soccorsi

Soccorsi

Mer, 26/03/2014 - 17:17

Ecco dove vanno ricercati i soldi per tagliare le tasse ridimensionando drasticamente gli stipendi d'oro di 110mila dipendenti pubblici. Sarebbe un primo piccolo passo verso una ridistribuzione equa della finanza.

terzino

Mer, 26/03/2014 - 17:18

Dimenticate anche le prebende che vengono concesse alla maggior parte di loro e non va nel reddito.Sono intoccabili mentre il resto è....boccaccia mia statte zitta.

macchiapam

Mer, 26/03/2014 - 17:35

Beh, diciamo la verità: 80mila Euro lordi all'anno (cioè circa 6500 Euro al mese) non sono poi eccessivi per retribuire un funzionario di alte responsabilità. Il problema non sta nel quantum, ma nella valutazione dell'effettiva efficienza del soggetto.

nexux

Mer, 26/03/2014 - 17:43

avete dimenticato i generali che, oltre a essere un numero spropositato anche dopo il previsto taglio, percepiscono stipendi e prebende faraoniche

biricc

Mer, 26/03/2014 - 17:45

I sindacati non hanno nemmeno l'obbligo di redigere un bilancio e quindi non pagano nulla di tasse e poi sparano contro gli imprenditori accusandoli di evasione fiscale. Io li tratterei con l'anti parassitario.

Accademico

Mer, 26/03/2014 - 18:00

Che vergogna! Questi individui, il più delle volte autentici incapaci, sguazzano negli agi e tanta di quella gente è in miseria. Ma possibile che nessuno sia in grado di porre fine una volta per tutte a questo insopportabile stato di cose? Ma non è questo uno scandalo?

meloni.bruno@ya...

Mer, 26/03/2014 - 18:07

Lo slogan ripetitivo per me resta indelebile! Statali,parastatali,e paraculi,fingono di essere fuori dalla realtà,ma sanno benissimo che una metà degli italiani è ferma al gancio,nel senso di sopravvivenza, mentre l'apparato burocratico statale va a gonfie vele.

Ritratto di gianniverde

gianniverde

Mer, 26/03/2014 - 18:08

Questo è il paese del bengodi.

scipione

Mer, 26/03/2014 - 18:26

Cottarelli ( eccone un altro ) che ne diresti di cominciare la spending da qui e non rompere i co....ni ai soliti poveracci noti? .

mandilluforever

Mer, 26/03/2014 - 18:55

Uno stipendio da 80000€/anno lordi è uno stipendio d'oro? Secondo me è uno stipendio da sfigati. Sono circa 4000 € netti al mese. Non è che sia 'sat cosa. Spero che anche l'ultimo dei giornalisti del Giornale guadagni di più. E' chiaro che se non fai niente tutto il giorno o lo fai male sono sempre rubati alla collettività, ma insomma stipendi d'oro mi sembra un po' esagerato...

Ritratto di arcistufa

arcistufa

Mer, 26/03/2014 - 19:55

howl , ancora con quelli di centrodestra che darebbero il voto al pd? cambia disco è rotto

Ritratto di arcistufa

arcistufa

Mer, 26/03/2014 - 20:00

macchiapam, il problema è che una volta messi li nessuno li caccia via anche se sono dannosi, e poi c'è un'altra bella categoria : i cappellani militari in pensione ..................vero bagnasco?

Ritratto di sitten

sitten

Mer, 26/03/2014 - 23:50

Purtroppo l'Italia è divisa in due, i parassiti (politici, sinacalisti,magistrati, etc.)E, i poveracci contribuenti, tartassati all'inverosimile.

Ritratto di Runasimi

Runasimi

Gio, 27/03/2014 - 00:14

Buona parte di questi funzionari provengono dal PCI oggi mascherato con l'ipocrita sigla PD. Sono stati abilmente collocati nei posti di comando secondo la logica dei trinariciuti si prendere il potere per spartirsi la torta. IL BUON GOVERNO È ALL'OPPOSTO DI TUTTO CIÒ E PER QUESTO SEGANO BERLUSCONI.

mariod6

Gio, 27/03/2014 - 01:24

E Renzi parla di tagliare 3000 consiglieri provinciali!!! Salvo poi farne assumere 30.000 nelle aree metropolitane. Buffoni, a tutti i livelli. Insisto; andassero a fare i turni di notte in fonderia.

michaelsanthers

Gio, 27/03/2014 - 04:03

in Giappone che è il paese più tecnologico del mondo,un super manager prende 10 volte più di un operaio da noi addirittura 1000- e là i treni funzionano -francia e germania prendono la metà che in itaglia che raglia-perchè l'europa non impone un adeguamento?-in caso di guerra perchè da soldato dovrei difendere questi maiali? che in periodo di crisi se ne infischiano della gente che non riesce manco a mangiare....

swiller

Gio, 27/03/2014 - 08:03

SONO SOLO LADRI DI STATO.

Ritratto di roberto sarzi

roberto sarzi

Gio, 27/03/2014 - 08:40

Vorrei fare osservare che gli stipendi dei diplomatici e affini overe tutti i dipendenti della Farnesina non percepiscono solo lo stipendio in Italia (metropolitano) ma unm consistente "assegno di sede) ossia uno stipendio "tax free£ quando si trovano all'estero per alcuni ambasciatori in un anno sipuò arrivare anche a un milione di euro! Quini per scrupolo di croNACA AGGIORNATE I CALCOLI! GRAZIE!

gian carlo galli

Gio, 27/03/2014 - 09:43

MA COSA CI VUOLE PER DIMOSTRARE CHE SI FA SUL SERIO !!!! FACCIAMOLA FINITA, SI TAGLINO GLI ECCESSI !!! GRANDE TOTO' : E IO PAGO ............. !!!!

Pigi

Gio, 27/03/2014 - 09:48

In questi dati c'è tutta la spiegazione del fallimento dei governi Berlusconi, perché non è riuscito a tagliare l'Irap, né altre imposte. Berlusconi non ha capito che bisognava abolire il canone Rai, non sostituire Santoro con Minzolini. Quando lo avevo visto affidarsi a un personaggio come Frattini per la Funzione Pubblica, uno di quei topi nel formaggio di cui si parla nell'articolo, era già scritto il fallimento delle sue esperienze di governo. E così è stato.

gibru37

Gio, 27/03/2014 - 09:55

Articolo fazioso, scritto per alimentare un'ingiustificata invidia sociale, così come quelli in cui si fa notare che il parlamentare Tizio ha due case e il senatore Caio è iscritto al circolo canottieri di Busto Arsizio... come se si volesse dimostrare che chi ha a che fare con la Pubblica Amministrazione è sempre e comunque un parassita o peggio ancora un disonesto. Premetto che lavoro nel settore privato e che non ho alcun parente o amico che lavora nel pubblico, pertanto non mi si può in alcun modo accusare di voler difendere chicchessia. E' verissimo che, fra le centinaia di migliaia di persone che operano in tutti i settori della P.A., ci sono diversi casi di posizioni e conseguenti retribuzioni sproporzionate all'effettiva complessità e utilità del lavoro svolto, ma certo non quelli evidenziati in questo articolo. Avete idea dello studio e della fatica che ci vuole per diventare magistrato? O delle responsabilità che competono ad un prefetto? Potrei capire lo scandalo se guadagnassero due milioni all'anno, ma stipendi di 70-80 mila euro (lordi) per incarichi del genere sono senz'altro più che giustificati. Con tutto il rispetto, se un impiegato delle Poste che timbra i bollettini allo sportello o un operaio che avvita bulloni in una catena di montaggio prende 1.200 euro al mese (e magari con gli straordinari anche qualcosa di più), che un magistrato (laurea in giurisprudenza, tirocinio e superamento di un Esame di Stato di estrema complessità) guadagni ALMENO il doppio mi sembra veramente il minimo... Non sono "politically correct" e parlo senza ipocrisia: non tutti i lavori sono uguali, quindi non tutti i lavori meritano la stessa retribuzione. Ripeto, ci sono molte sacche di privilegio nella P.A., ma per cortesia guardiamo altrove!!!

Ritratto di d-m-p

d-m-p

Gio, 27/03/2014 - 09:59

Il fatto che il presidente guadagna uno sproposito , lo sappiamo da sempre , i magistrati fanno quello che vogliono e in più guadagnano una esagerazione , lo sappiamo da sempre , i politici corrotti , le tangenti ,gli affaristi e quant'altro di negativo c è , lo sappiamo da sempre e noi cosa facciamo ? Commentiamo , dando voce a tutte le sofferenze possibili e immaginarie senza però riuscire ad ottenere niente , se è così , un motivo ci sarà , e dovrebbe esserci anche una soluzione ,è questa che dobbiamo cercare ma , finchè si chiacchiera e stiamo lontani l'uno dall'altro (quello che vogliono i politici ) non si risolverà mai niente e allora tutto è inutile .