Malagiustizia, nuovo record: sentenza attesa da 16 anni

La denuncia di un manager ferrarese. La causa intentata nel 1997 è ancora aperta e può costare a un imprenditore 1 milione di euro

Roma - Attende inutilmente da sedici anni di avere giustizia. Ma le lungaggini processuali italiane sembrano avere la meglio su Antonio Ruffo, amministratore delegato della Fruitgrowing, che rischia di veder svanire i suoi diritti di imprenditore. La sua è una storia di ordinaria malagiustizia, che gli ha già procurato un danno economico di un milione di euro per mancato guadagno.

Il manager, titolare di una ditta nel Ferrarese, si occupa dal 1979 di acquisire i diritti su varietà da frutto brevettate dagli agricoltori. Da quel momento spetta a lui concedere le licenze per la produzione a chi è interessato alla coltivazione. «In particolare - racconta Ruffo assistito dall'avvocato Carlo E. Mayr - la mia azienda ha anche l'esclusiva europea dell'uva da tavola Red Globe, una varietà originaria della California, di colore rosato. Dopo aver ottenuto il rilascio del brevetto nell'anno 1992, ho concesso i vari nullaosta per la produzione e la vendita di questa qualità. Nel 1997, però, ho scoperto duemila ettari di vigneti abusivi a Mazzarrone, in provincia di Catania. Sicilia e Puglia, del resto, sono le regioni dove viene prodotta l'80 per cento dell'uva che mangiamo».
Dopo un tentativo di composizione amichevole, l'imprenditore ha presentato ricorso con un provvedimento d'urgenza per chiedere il sequestro dei vigneti sulla base del «fumus boni iuris» (il titolo del brevetto) e di «periculum in mora», cioè la possibilità da parte degli agricoltori di reiterare l'illecito. «Così la mia ditta ha ottenuto il sequestro - prosegue Ruffo - ma dietro reclamo delle controparti, il giudice di merito ha revocato, inspiegabilmente, il provvedimento. Successivamente è iniziata la causa civile di merito per l'accertamento dell'illecito e la quantificazione del danno». Nel 2008 la sentenza di primo grado del tribunale di Caltagirone ha riconosciuto i diritti di brevetto dell'imprenditore ferrarese, condannando le controparti a distruggere i vigneti, a pagare la royalty dovuta, i danni e le spese processuali.

Ma gli agricoltori non si sono arresi e hanno presentato ricorso in appello, a Catania, riuscendo a ottenere la sospensione della provvisoria esecuzione della sentenza. I giudici d'appello nell'ottobre scorso hanno così disposto una nuova consulenza tecnica. Intanto sono passati 16 anni dalla denuncia di Ruffo e i magistrati ancora non sono riusciti a stabilire se i suoi diritti sono validi. «Purtroppo, però, per alcuni brevetti vegetali che durano 20 anni - dice disperato il manager - il rischio è l'esaurimento della protezione brevettuale. Per me questo si traduce in un danno da un milione di euro: la mia società avrebbe dovuto guadagnare 60 centesimi su ogni pianta “fuorilegge”. Non c'è da stupirsi allora se le aziende straniere preferiscono non investire in Italia sapendo che è un Paese incapace di tutelare i diritti degli imprenditori».

Commenti

orso bruno

Dom, 25/08/2013 - 09:47

Alcuni giudici sono la vera rovina dell'Italia !

Ritratto di mortimermouse

mortimermouse

Dom, 25/08/2013 - 10:04

io sono in attesa di un processo che deve ancora iniziare. sono passati 2 anni, figuriamoci se devo sperare di vedere la fine.... con questi sistemi giudiziari, è già tanto che non condannino un innocente come il sottoscritto!!

Ritratto di marforio

marforio

Dom, 25/08/2013 - 10:09

Mio suocero sta in causa dal 1986,e´morto nel 2006. Ha lasciato la causa a sua figlia , credo se cambia qualcosa nella giustizia di me.da italiana , si risolvera in mano ai miei figli , o forse ai miei nipoti.

Ritratto di stenos

stenos

Dom, 25/08/2013 - 10:11

Si consoli, mio cognato e' stato fatto fallire per una sentenza errata.

gigi0000

Dom, 25/08/2013 - 10:12

Continuo a denunciare un episodio gravissimo di malagiustizia: dal 1997 giace una DENUNCIA DI 5 INFANTICIDI presso il PM, con nome e cognome del presunto colpevole, ma tutto risulta ancora IN FASE D'INDAGINI.

1filippo1

Dom, 25/08/2013 - 10:24

Una giustizia siffatta,inefficiente,inaffidabile,sfacciatamente politicizzata in molte delle sue componenti-comprese le alte sfere,a spregio del pricipio sacrosanto dell'imparzialità che deve ispirare l'attività del magistrato- va semplicemente rottamata.In quale modo?Ai posteri l'ardua sentenza,ma va rottamata.In termini di efficiena siamo molto ma molto indietro ai più retrogradi dei paesi africani.Lo dicono le statistiche ufficiali.

unosolo

Dom, 25/08/2013 - 10:25

ma dai , lo sappiamo tutti che da oltre venti anni sono tutti impegnati ( erano ) per condannare il Berlusconi , certo che la cosa è strana , le accelerazioni inventate per non far decadere in prescrizione le accuse su una singola persona hanno di fatto fermato tutta la magistratura , consiglio a oltranza per trovare una giusta sentenza. Strana e lunga attesa per un imprenditore , magari se questi si chiamava Berlusconi doveva anche risarcire , da una parte è anche fortunato a non chiamarsi Berlusconi .

BLUHAWK1

Dom, 25/08/2013 - 10:27

Riferendomi a Orso Bruno, aggiungerei I SINDACATI e tutti gli ipocriti di AMBIENTALISTI che hanno reso questo Paese: INAMOVIBILE!!!

Ritratto di rinnocent637

rinnocent637

Dom, 25/08/2013 - 10:34

Credevo di avere il primato, LA MIA CAUSA CIVILE E' DURATA 15 ANNI.Per AVERE RAGIONE SONO DOVUTO RICORRERE IN CASSAZIONE

Ritratto di dinoraro

dinoraro

Dom, 25/08/2013 - 10:37

E' una vera vergogna! Solo con il Cavaliere le sentenze corrono! Con 26mila persone in attesa di giudizio in custodia cautelare, poi Epifani e D'Alema ci vengono a raccontare che le leggi vanno rispettate? Solo se servono alla sinistra!

kkkkkarlo

Dom, 25/08/2013 - 10:48

PROPOSTA PER 'IL GIORNALE': DEDICATE STABILMENTE UNA PAGINA AI RACCONTI DEI CITTADINI SULLA MALAGIUSTIZIA, NE USCIRANNO DELLE BELLE!

Ritratto di Alberto43

Alberto43

Dom, 25/08/2013 - 11:07

Una causa dal giudice di pace non trova ancora soluzione dopo 10 anni ( ps. nel frattempo si sono susseguiti tre giudici diversi)!

syntronik

Dom, 25/08/2013 - 11:09

Ma cosa dite!!!! vi sarete sbagliati con il numero dei mesi, non degli anni, IMPOSSIBILE, che in italia, accadano cose come questa, anzi sono nel record mondiale della velocità, quando mai, si è visto un processo in cassazione, dopo 45 giorni, se il povero imprenditore, avesse detto che era un parente alla lunga del solito tartassato, avrebbero fatto molto prima, con la differenza, che gli avrebbero dato torto.

nickolas

Dom, 25/08/2013 - 11:10

io invece sulla mia pelle sto vivendo una situazione paradossale. Nel 1996 una ditta di latte con cui collaboravo mi ha esonerato da agente e non mi corrisposto gli emolumenti come da legge. Ho fatto ricorso al giudice e dopo essere trascorsi ben 16 ANNI non ancora arriva nemmeno la prima sentenza....ed è una causa di lavoro!!!!!!! Da 5 anni è ferma alla corte costituzionale per decisioni che non arrivano mai ed io attendo invano che mi venga riconosciuto un mio diritto..... Grazie per lo sfogo che mi avete fatto fare e buona giornata

Ritratto di HEINZVONMARKEN

HEINZVONMARKEN

Dom, 25/08/2013 - 11:29

IO CI HO MESSO 13 ANNI PER UNA CAUSA...(MICA SONO BERLUSCONI, DIAMINE) E 13 ANNI DOPO (E DOPO LA MORTE DI MIO PADRE, E DI BEN DUE GIUDICI) MANCO MI RICORDAVO PIù I PARTICOLARI DELLA FACCENDA, ANCHE SE ERO PRESENTE. morale: ERO TRASPORTATO E SONO RISULTATO IL GUIDATORE...CI SAREBBE DA RIDERE SE NON MI FOSSE COSTATO IL TUTTO CIRCA 40MILA EURO...

Ritratto di capcap

capcap

Dom, 25/08/2013 - 11:33

La Bocassino ha fatto meglio 20 anni per realizzarsi!

unclesam1

Dom, 25/08/2013 - 11:42

Se questo signore si fosse chiamato Silvio Berlusconi avrebbe avuto ingiustizia subito.

Ritratto di Zione

Zione

Dom, 25/08/2013 - 11:51

Abbasso il GIUDICIUME !!!

moshe

Dom, 25/08/2013 - 11:56

E napolitano, continua a raccontare di avere fiducia nella giustizia. E' solo col Berlusca che la giustizia ha battuto tutti i record di velocità.

Ritratto di barbara.2000

barbara.2000

Dom, 25/08/2013 - 12:00

o si dice da sempre che la giustizia fa schifo , io personalmente ho atteso tre anni perché il magistrato , in primo grado , leggesse il perché della mia chiamata in giudizio , e ha ritenuto le accuse una falsità enorme . tre anni per rendere mia figlia esaurita e appena vede una busta verde si terrorizza. ho chiesto i danni , ma l'avvocato mi ha detto "lasci perdere " mi fanno pena e li disprezzo quelli che dicono " ho fiducia nella giustizia " o sono idioti o sanno già che avranno ragione . in italia mi ammazzano e sicuramente diranno che è stato il marito ,il compagno o il maggiordomo ciao, Eleonora

TANDOLON

Dom, 25/08/2013 - 12:01

Siete voi servi la vera rovina dell'Italia !

nino47

Dom, 25/08/2013 - 12:01

Un consiglio impeccabile al sig. Ruffo: fare domanda per cambiare il nome da "Ruffo" in "Berlusconi"! Il risultato sarà fulmineo...anche se aimè fatale....ma almeno non dovrà attendere oltre!

elpaso21

Dom, 25/08/2013 - 12:55

Ma come mai la Giustizia è in questo stato ? Perchè Berlusconi non la ha riformata quando era al Governo ?

Ritratto di MARIO ANGELO MOLTENI

MARIO ANGELO MOLTENI

Dom, 25/08/2013 - 13:08

il grande FRANcESCO GRECO ha tenuta ferma una denuncia penale dal 2000 al 2008 e poi l'ha archiviata vergognosamente. CSM e CORTE DI CASSAZIONE gli hanno dato ragione. e se dico "Paese di m..." rischio di essere multato dalla Consulta.

Ritratto di MARIO ANGELO MOLTENI

MARIO ANGELO MOLTENI

Dom, 25/08/2013 - 13:11

rinnocent 637. e la Cassazione ti ha dato ragione? Strano,non sai che "Can non magna can" è il principio base di CSM e Corte di Cassazione ?

Ritratto di MARIO ANGELO MOLTENI

MARIO ANGELO MOLTENI

Dom, 25/08/2013 - 13:13

Http:www.marioangelomolteni.it/ se visitate il mio sito dal 1982 ad oggi vedrete cosa ne hanno combinate alcuni magistrati ai danni dei piccoli azionisti del Banco Ambrosiano. MARIO ANGELO MOLTENI piccolo azionista del Banco Ambrosiano

penelope rossi

Dom, 25/08/2013 - 13:23

Per me 14 anni per un fallimento, 25 anni per un diritto di frontista, causa che ho vinto ma che dura ancora, quello che doveva pagare inizialmente era lo stato. Spero di non vincere la causa quando saro' nella tomba.

penelope rossi

Dom, 25/08/2013 - 13:24

Causa intentata nel 1985 eh si?

ABU NAWAS

Dom, 25/08/2013 - 13:28

A PROPOSITO DI MALAGIUSTIZIA....... MI SEMBRA DI RICORDARE CHE ALCUNI DEI GIUDICI CHE CONDANNARONO IL POVERO TORTORA.....................VENNERO PREMIATI CON AVANZAMENTI DI CARRIERA. RICORDO MALE?????

Ritratto di Giuseppe da Basilea

Giuseppe da Basilea

Dom, 25/08/2013 - 13:43

3 sono i tumori, che hanno messo in ginocchio questa nostra povera PATRIA. " La Sinistra, i Sindacati, e la Giustizia "

Ritratto di Ignazio.Picardi

Ignazio.Picardi

Dom, 25/08/2013 - 14:03

IL MALE PER QUEST'UOMO E' CHE NON SI CHIAMA "BERLUSCONI". ALTRIMENTI OGNI ITER GIUDIZIARIO SAREBBE STATO VELOCE COME IL VENTO. - NON C'E' ALTRO DA DIRE SE NON DA RIBADIRE CHE L'ORGANO GIUDIZIARIO ITALIANO NON REGGE. VA TUTTO RIFORMATO, INQUADRATO E CONTENUTO NEL LORO SCOMPARTIMENTO.

Ritratto di Euterpe

Euterpe

Dom, 25/08/2013 - 14:24

Non c'è da stupirsi,io so di una causa in famiglia durata 27 anni.La malagiustizia è anche questo.

Giangi2

Dom, 25/08/2013 - 14:52

Non solo, denunciarono la famiglia Tortora  indovini un po chi vinse La causa? Indovinato il giudice, l vinse causa e risarcimento danni. Questa si chiama giustizia italiana. Giustizia surreale 

bruna.amorosi

Dom, 25/08/2013 - 15:03

rinnocent637 te lo credevi e'??? ma quando mai io ho aspettato 22 anni .ma non ho desistito ho pagato 4 c.t.u .ma alla fine ho vinto io .anzi mi sarei potuta appellare per avere ancora di più ma ho deciso di lasciare perchè avrei lasciato una causa ai miei nipoti . 8allora non pensavo di vivere così a lungo ) per fortuna .

Ritratto di Carlito Brigante

Carlito Brigante

Dom, 25/08/2013 - 15:05

Bene ha fatto alla giustizia a non sanzionare questi poveri agricoltori che devono pur campare. Tra qualche anno magari il brevetto scade così almeno danneggiamo solo un imprenditore invece di qualche centinaio di agricoltori.

moshe

Dom, 25/08/2013 - 15:29

Giuseppe da Basilea, per completare l'elenco, ci vanno messi meridione e vaticano!

vince50

Dom, 25/08/2013 - 15:37

Malagiustizia?ingenui.Si tratta della differenza tra la l'apparenza e la sostanza,in apparenza la giustizia è lenta in sostanza lo è a ragion veduta!!.

jurispino

Dom, 25/08/2013 - 15:49

Io sono un Avvocato della provincia di Crotone ho iniziato una causa per impugnazione di testamento falso nel 1996, nonostante il perito calligrafo nominato dal giudice ha per bene due volte confermato la falsità della sottoscrizione del testamento a tutt'oggi non sono riuscito ad ottenere la sentenza! Nelle more del giudizio due dei miei clienti sono deceduti, quindi sono diciassette anni che aspettano giustizia! se così si può chiamare!

Romolo48

Dom, 25/08/2013 - 16:31

x Carlito Brigante ... ma è un nuovo nick di Luigi Piso??