Manca un iPhone Una delle ragazze denunciò il furto

La ragazzina col maglione della vittima, un iPhone sparito, le discrepanze del primo racconto delle due adolescenti al padre dei due ragazzi incontrati per strada che le avrebbe convinte a confessare il delitto: sono i nuovi tasselli di un mosaico che ci vorrà tempo per comporre. «Un paio di mesi per capire il movente», stima il pm di Udine che indaga sul giallo del pensionato ucciso dalle quindicenni. Ora si cerca anche l'iPhone di una delle due, che ne avrebbe denunciato la scomparsa poco prima del delitto: non è chiaro se ci sia un legame. Così come sono da chiarire le nuove immagini delle due ragazzine alla stazione di Mestre: una di loro indosserebbe il maglione della vittima. La verità ultima non è ancora stata scritta.