Marò, Fdi: "Il governo interrompa le missioni estere"

Passa la fiducia alla Camera sul rifinanziamento delle missioni estere. La Russa: "Vergogna"

È scontro alla Camera per il dl per il rifinanziamento delle missioni estere su cui il governo ha ottenuto oggi la fiducia. Anche Fratelli d'Italia, così come Forza Italia, ha votato contro l'esecutivo per "dare un segnale forte sulla sorte dei nostri marò trattenuti in India e su cui il governo si limita ad annunci ottimisticismentiti da due anni di insuccessi", come ha detto Ignazio La Russa.

Per questo oggi la compagine di centrodestra aveva proposto un ordine del giorno in cui si impegnava il governo "a valutare l’opportunità di sospendere la partecipazione dell’Italia alle missioni per il contrasto alla pirateria sino a che il caso dei due marò non trovi una soluzione onorevole ed essi possano far ritorno in patria". La Camera ha però bocciato la proposta scatenando l'ira di La Russa che ha urlato più volte "Vergogna!".

"Il governo dovrebbe, non ora ma in futuro, condizionare la partecipazione alla missione antipirateria alla effettiva possibilità che i due marò possano rientrare in Italia. Abbiamo visto da parte del governo l’assoluta incapacità anche a riformulare questo ordine del giorno con un muro preconcetto che fa il paio con l’assoluta assenza di attenzione per una vicenda che dovrebbe riguardare l’intero sistema Italia", ha detto in Aula Ignazio La Russa, "La vostra indifferenza all’onore delle Forze armate, alla dignità nazionale e alla sorte dei due marò vi condanna molto di più del nostro voto".

"La situazione dei due marò italiani prigionieri in India è poco dignitosa per le istituzioni, per il governo e per i diritti di due concittadini che lo Stato ha mandato all’estero e non ha adeguatamente tutelato. L’Italia non si è fatta rispettare né dagli alleati né dalla comunità internazionale", ha aggiunto Edmondo Cirielli (Fdi), "Intanto continuiamo a mandare militari sulle navi private per difendere il traffico marittimo nell’Oceano Indiano dalla pirateria, a tutto beneficio dell’India. Alla comunità internazionale va dato un segnale: se non si interviene per far processare i nostri marò secondo il diritto internazionale, allora l’Italia non parteciperà più a questa missione. Per Fratelli d’Italia la vicenda non finisce qui. Ci sono responsabilità gravissime del ministro Monti, probabilmente del ministro Di Paola e forse anche del ministro Passera, che ha avuto in tutta la vicenda dei marò un ruolo stranamente iperattivo. Chiederemo una commissione speciale d’inchiesta su questa vicenda che ha probabilmente visto la violazione di norme penali da parte delle istituzioni e di burocrazie dello Stato".

È passato però l'odg che impegna il governo "ad assumere tutte le iniziative necessarie per ottenere un rapido ed onorevole rientro in Italia di Salvatore Girone e Massimiliano Latorre".

Commenti
Ritratto di Memphis35

Memphis35

Mer, 04/12/2013 - 15:37

Dite quali partiti hanno votato la fiducia.

Raoul Pontalti

Mer, 04/12/2013 - 15:49

Giusto! Per far dispetto non alla moglie ma all'amante da albergo a ore tagliamoci gli zebedei...Se si dice che la nostra Marina (i due marò a parte) svolge egregiamente i propri compiti di contrasto alla pirateria perché fare i capricci ritirando mezzi e uomini impegnati tra il Golfo di Aden, il Mare arabico e l'Oceano indiano? Ci renderemmo più ridicoli dianzi al mondo di quanto già non siamo e non solo per la vicenda dei marò. Sulla commissione d'inchiesta parlamentare convengo in toto: giusto fare chiarezza sulla vicenda, partendo dalle cause remote (fregola larussiana di istituire i nuclei militari di protezione sulle navi civili con conseguente normativa cervellotica, piani e pareri della Marina Militare in merito, ma soprattutto le cd regole d'ingaggio sinora rimaste segrete), proseguendo con la narrazione senza reticenze ed omissis dello svolgimento dei fatti tragicomici relativi all'epico scontro navale con i presunti pirati e concludendo con il comportamento delle autorità militari e politiche italiane dopo l'ingabbiamento indiano degli sparacchiatori tropicali.

Ritratto di Memphis35

Memphis35

Mer, 04/12/2013 - 16:31

#Raoul Pontalti Come al solito, Tu vedi il problema in chiave Maròcentrica. Io, invece, visti i tempi di vacche magre, Ti esorterei a vederlo in chiave finanziaria. Quanto ci costano queste pagliaccesche missioni di peacekeeping che servono soltanto a perpetuare il business delle forniture militari? Che c.... di antimilitarista sei?

Ritratto di bassfox

bassfox

Mer, 04/12/2013 - 17:29

chi commette un reato deve pagare! so che in Italia è sempre difficile da far capire, ma è una regola elementare; se hanno ucciso verranno condannati per omicidio, altrimenti potranno tornare a rubare lo stipendio in Italia...

Raoul Pontalti

Mer, 04/12/2013 - 18:19

Menabellenius confratello mio sei rimasto soddisfatto della mia risposta sulla nave americana battente bandiera africana sequestrata nel tamil Nadu e il cui equipaggio, mercenari cacciapirati compresi, si trova in gattabuia a riflettere sulla sacralità delle vacche in certi paesi? Per quanto riguarda il mio commeto odierno è strettamente riferito alle pirlate di Ignazio Benito Maria La Russa da Paternò, camerata con la fregola di mettere i militari dove non devono stare: su navi civili e nelle vie cittadine. Per quanto concerne il problema più generale delle missioni militari italiane all'estero per tenere su le brache agli Yankees con me sfondi porte aperte, ma con un richiamo al pacta sunt servand: se si è sottoscritto un impegno q

Raoul Pontalti

Mer, 04/12/2013 - 18:19

Menabellenius confratello mio sei rimasto soddisfatto della mia risposta sulla nave americana battente bandiera africana sequestrata nel tamil Nadu e il cui equipaggio, mercenari cacciapirati compresi, si trova in gattabuia a riflettere sulla sacralità delle vacche in certi paesi? Per quanto riguarda il mio commeto odierno è strettamente riferito alle pirlate di Ignazio Benito Maria La Russa da Paternò, camerata con la fregola di mettere i militari dove non devono stare: su navi civili e nelle vie cittadine. Per quanto concerne il problema più generale delle missioni militari italiane all'estero per tenere su le brache agli Yankees con me sfondi porte aperte, ma con un richiamo al pacta sunt servand: se si è sottoscritto un impegno q

Raoul Pontalti

Mer, 04/12/2013 - 18:32

Menabellenius confratello mio sei rimasto soddisfatto della mia risposta sulla nave americana battente bandiera africana sequestrata nel tamil Nadu e il cui equipaggio, mercenari cacciapirati compresi, si trova in gattabuia a riflettere sulla sacralità delle vacche in certi paesi? Per quanto riguarda il mio commeto odierno è strettamente riferito alle pirlate di Ignazio Benito Maria La Russa da Paternò, camerata con la fregola di mettere i militari dove non devono stare: su navi civili e nelle vie cittadine. Per quanto concerne il problema più generale delle missioni militari italiane all'estero per tenere su le brache agli Yankees con me sfondi porte aperte, ma con un richiamo al pacta sunt servanda: se si è sottoscritto un impegno questo va onorato. Se si inviano i soldati in Iraq (scelta nefasta) non si ritirano solo perché se ne sono persi una ventina in un attentato dovuto peraltro a dabbenaggine tutta nostrana. Se ci si è assunti l'impegno di partecipare alle varie iniziative sotto egida ONU e UE per il contrasto alla pirateria non ci si tira indietro per le fisime di chi stravede per degli allucinati che scambiano pescatori per pirati e sparano al OK Corral contro persone disarmate e inoffensive. Si rivedano piuttosto le norme cretine che consentono di imbarcare fantaccini per sparare in crociera nei mari tropicali contro altre navi e si emanino i regolamenti per l'eventuale impiego di guardie giurate (la norma di legge esiste già)sulle navi civili in zone particolarmente rischiose ma marginali rispetto a quelle vigilate dalle navi da guerra in missione antipirateria.

Ritratto di Soldato di Lucera

Soldato di Lucera

Mer, 04/12/2013 - 20:17

@ raouuoul pontcascati, gran conoscitore di questioni strategiche, giuridiche, internazionali ,ecc. ecc. Manco perdo più tempo a leggere le tue logorree. Ma solo una domanda....quanta cacca ti faresti, tu nelle mutande, se dovessi dare del coglione "a quattrocchi" all'ultimo fante del San Marco? Sei stato una mezza tacca di fantone di montagna con incarico massaggio fallico equino....al massimo della tua esperienza bellica, c'è stato il piccone nelle chiappe o il jukebox nel armadio...ma cosa parli a fare? in smipar vi chiamavamo fantoni ! Ma era ancora un complimento!

Ritratto di kinowa

kinowa

Mer, 08/01/2014 - 18:10

Questi FdI mi stanno sempre più simpatici, proprio ora avevo postato la stessa idea "RIENTRO IMMEDIATO DEI NOSTRI MILITARI IMPEGNATI ALL'ESTERO. Non tanto per rappresaglia, ma perche, fossi un militare vorrei servire uno stato che nei momenti critici saprei di avere alle spalle per difendermi. Questi due nostri figli, chi hanno alle spalle??? Degli smidollati, parassiti che della ipocrisia hanno fatto la loro religione.