La massoneria boccia il Prof: "Ci ha deluso"

Il gran maestro Raffi: "Mai appoggiato ma aveva i titoli per fare bene"

Gustavo Raffi, Gran Maestro del Grande Oriente d'Italia

Rimini - Gustavo Raffi è da quattordici anni Gran Maestro del Grande Oriente d'Italia, la più importante loggia massonica del nostro Paese. Raffi, al suo terzo e ultimo mandato, in questi giorni è a Rimini per presiedere l'annuale meeting di tre giorni dei «fratelli». Duemilacinquecento «muratori» arrivati in Romagna da tutta Italia. Raffi si toglie i paramenti dorati, collare e grembiulino, un assistente li ripone in un'apposita borsa in pelle, e il Gran Maestro si sottopone alle domande in grisaglia da privato cittadino.

La massoneria aveva fatto un'apertura di credito a Monti, ora mi pare proprio che la liaison sia finita...
«Noi non facciamo aperture di credito a nessuno. Non ci occupiamo di politica. Dissi solo che sulla carta aveva i titoli per poter fare».

Ma non ha fatto un bel niente...
«Non aveva una maggioranza e ora siamo ancora in crisi».

Girava voce che fosse un governo molto vicino al Grande Oriente d'Italia.
«Ma no, sono sempre le solite cose che scrivono i giornali».

Insomma: bocciati i professori. E questi saggi le piacciono?
«C'è bisogno di responsabilità, non di escamotage. Il problema del Paese è un altro, siamo in uno stato di emergenza e l'interesse generale continua a venire sottovalutato».

Ieri nel suo discorso ha criticato molto i malcostumi della politica e ha invocato una «rivoluzione». Non sarete mica grillini?
«Ma no. Sono invenzioni dei giornali. La massoneria non è né di destra né di sinistra. Però il voto al MoVimento 5 Stelle va interpretato. Bisogna capire i segnali per poter cambiare la situazione. A volte si vota per insofferenza e per dare un segnale. Ma dopo la protesta bisogna trovare le soluzioni».

Tra l'altro Grillo ha espulso un candidato massone.
«Appunto. Questo dimostra che c'è poca democrazia nel Movimento. Pretendono trasparenza dagli altri e poi quando uno di loro cerca di essere trasparente lo cacciano. Ma è successo anche in altri partiti...».

Non mi dica che c'è una forma di razzismo nei confronti dei massoni... Al massimo si può dire che non avete un'ottima fama...
«Razzismo no. Ma c'è molta ignoranza storica nei nostri confronti dovuta anche all'influenza della Chiesa. Tutti i personaggi più importanti della storia dell'indipendenza italiana sono stati massoni, ma nessuno lo dice».

Beh, che Mazzini e Garibaldi fossero massoni ormai è cosa risaputa.
«Certo, ma mi faccia raccontare una storia. Qualche anno fa, durante un viaggio in Cina, ho trovato un libro intitolato Allende il massone. Tornato in Italia decido di sottoporre il testo a una nota casa editrice italiana, di sinistra. La risposta è negativa, non lo vogliono pubblicare. Lo sa perché?».

No, ma me lo posso immaginare...
«Perché Allende è un'icona di sinistra e non potevano macchiarlo. Ma non si possono nemmeno raccontare personaggi a metà, prendendo solo quello che piace».

Torniamo all'attualità: la massoneria non vuole parlare di politica, ma finisce sempre per farlo. Che cosa vi aspettate per il 2013?
«Più responsabilità e, soprattutto, che venga ascoltato il grido di dolore di chi non ce la fa più. Proprio ieri ci sono stati i funerali dei tre suicidi».

Commenti
Ritratto di marforio

marforio

Dom, 07/04/2013 - 08:44

Vista da questo lato , posso dire non hanno tutti i torti. Mentre e´ chiarissimo chi fosse Allende.

brunicione

Dom, 07/04/2013 - 09:53

Il Professor Monti ha posto un grosso masso (un massone)che lo ha trascinato nel baratro, non ha mai voluto toccare ne i politici ne i costi della politica, mentre gli Italiani stanno sempre peggio. E' super giusto che se torni a casa a curare i suoi (nostri)soldi

Ritratto di stenos

stenos

Dom, 07/04/2013 - 10:25

Se fosse per me i massoni li metterei tutti fuori legge.

Tobi

Dom, 07/04/2013 - 10:43

I giornali hanno riportato che Mario Monti (come anche Mario Draghi) appartengono alla massoneria. Come mai ora la massoneria critica Monti? E' un tentativo di smarcarsi perché la massoneria non vuole assumersi le responsabilità di aver spinto l'Italia nel baratro? E come mai i cosiddetti tecnici sono finiti a governare l'Italia visto che non li aveva eletto nessuno? (almeno non democraticamente: forse erano stati eletti da altre entità, più o meno nascoste)

Ritratto di barbara.2000

barbara.2000

Dom, 07/04/2013 - 10:44

aproposito di massoneria , ha ragione il gran maestro , bisogna studiarla , vedere da dove nasce e cosa faceva . alla fine il tutto è come il papa , se studi da dove arriva capisci la chiesa , il suo marcio ed il suo bello .idem la massoneria . ho letto molti libri , presi in prestito dalla biblioteca , e forse si comprende come è nata e cosa ha fatto di buono . lamassoneria italiana , è come il cristiano scissionista , brutto termine , ma è vero

Ritratto di Fratello Allman

Fratello Allman

Dom, 07/04/2013 - 11:02

scaribarile...altro che massoni ah ridatece berlusconi....

paolonardi

Dom, 07/04/2013 - 11:20

Il Gran Maestro, nel contesto in cui ha espresso le sue idee, fanno nascere interpretazioni che niente hanno a che vedere con la massoneria. Questa deve essere apolitica anche se lo stesso Raffi, alla vigilia di un turno elettorale, ebbe a dire che "i cuori dei massoni battono a sinistra". Il mio e quello di tanti altri batte a destra ed e' contrario alla massificazione e alla cultura dalla irresponsabilità che il socialismo e le sue applicazioni pratiche hanno generato. A proposito la parola paramenti, a mio giudizio, appare fuori luogo (cfr. Devoto-Oli Dizionario della Lingua Italiana) mentre sarebbe più corretto il vocabolo "insegne".

Tobi

Dom, 07/04/2013 - 11:27

il Gran Maestro del Grande Oriente d'Italia prima afferma "Non ci occupiamo di politica". Poi afferma "Tutti i personaggi più importanti della storia dell'indipendenza italiana sono stati massoni, ma nessuno lo dice". E ciò mi pare una chiara contraddizione con la frase precedente. Del resto, chi conosce la storia sa che Garibaldi servì i poteri massoni per risolvere il problema del Piemonte (lo stato più indebitato e a rischio bancarotta) occupando e depredando il regno delle due Sicilie e causando con barbare stragi di innocenti. Pochi anni fa un tale Saddam Hussein fece una cosa alquanto simile: cercò di invadere il ricco Kuwait. Fu fermato. Solo che Saddam Hussein venne considerato un brutale dittatore (giusta definizione), ma Garibaldi invece è ancor riportata da certa storiografia parziale e compiacente come l'eroe dei due mondi. Ecco le contraddizioni del nostro mondo.

Duka

Dom, 07/04/2013 - 11:37

Tenetevelo stretto, fatene ciò che volete MA TOGLIETECELO DAI PIEDI non è altro che un presuntuoso senza palle.

Luigi Farinelli

Dom, 07/04/2013 - 11:39

Dall'articolo: "Non mi dica che c'è una forma di razzismo nei confronti dei massoni... Al massimo si può dire che non avete un'ottima fama..." «Razzismo no. Ma c'è molta ignoranza storica nei nostri confronti dovuta anche all'influenza della Chiesa. Tutti i personaggi più importanti della storia dell'indipendenza italiana sono stati massoni, ma nessuno lo dice». Quel "dovuta anche all'influenza della Chiesa" fa capire come l'augusto personaggio parli sapendo di avere da parte della maggioranza dei lettori la più totale ignoranza dei FATTI VERI legati al Risorgimento. E se "nessuno mai parla dei padri del Risorgimento" come massoni (Cavour, Garibaldi, Mazzini)forse è meglio proprio per la massoneria. Personalmente mi vergogno che la principale piazza della mia città sia dedicata a Camillo Benso conte di Cavour, il cui monumento campeggia al centro con un sorrisetto soddisfatto. Certo, non l'avrei pensata così se avessi conosciuto il personaggio solo attraverso le mielose cronache risorgimentali dei libri di scuola, dove dei "Padri della Patria" viene mostrato solo l'aspetto più accattivante e non quello cinico e anticristiano. E cosa dovrebbe fare la Chiesa cattolica: incensare la massoneria dopo persecuzioni incredibili e assolutamente ingiustificate delle quali (questo si) nessuno parla? Questo è il pensiero massonico espresso da un loro adepto illustre, Giuseppe Garibaldi: "Dio, creazione, rivelazione sono invenzioni dei furbi per ingannare gl'ognoranti e vivere grassamente alle loro spalle. Preferisco quindi sostituire il nome di Dio, che da tanto tempo serve ai preti per ingannare la gente, il nome di intelligenza infinita, ideale emancipatore della menzogna" (da "Controstoria dell'Unità d'Italia" di Gogi Di Fiore, p.260). Per la massoneria è proprio Lucifero (Satana) il "portatore di luce" per affrancare l'umanità dall'oscurantismo imposto dal Dio biblico che non permette all'uomo di evolvere. Il bello è però che, nonostante tutto questo odio atavico anticlericale e anticristiano, e la considerazione del Dio biblico come malvagio e oppressore dell'umanità, i bravi massoni risorgimentali, in punto di morte cominciavano ad avere qualche ripensamento, Cavour compreso, ed allora imponevano ai sacerdoti scampati alle persecuzioni e alle chiusure dei centri ecclesiastici di dar loro comunque l'estrema unzione, nonostante PioIX avesse indetto la scomunica maggiore contro la massoneria. Dal libro sopra citato, p.274: "Laici quando in salute, i liberali si affrettavano a chiedere un prete in punto di morte. Le scene strazianti dei familiari disperati di Pietro De Rossi di Santarosa (deputato liberale massone, Ministro dell'Agricoltura a Torino) morto senza sacramenti, vennero definite 'orribili' da Cavour. E quando si capì che anche il conte...era prossimo alla morte, la famiglia pensò subito al prete. Il 5 giugno 1861 venne chiamato fra Giacomo da Poirino" (già espulso dal governo per le sue posizioni politiche a difesa del papato, appartenente all'ordine francescano soppresso per legge, come tutti gli altri ordini, sei anni pima, cosa che aveva lasciato senza assistenza migliaia di bisognosi e malati, prima assistiti nei conventi ed ora abbandonati a se stessi, così da aumentare il tasso di criminalità ad opera di sbandati affamati). "Il frate aveva chiesto al papa l'autorizzazione ad assolvere anche persone scomunicate, ricevendo una risposta positiva a condizione che si trattasse di moribondi. Era il caso di Cavour che fu confessato e assolto. E i giornali scrissero che era morto ". In realtà si seppe che "il primo ministro non aveva manifestato alcun segno di pentimento per le sue scelte politiche". Pio IX rimproverò allora fra Giacomo e lo sospese dai voti. Comunque: "In quel momento il suo gesto aveva salvato l'Italia da uno scontro politico-diplomatico con lo Stato pontificio dalle conseguenze non prevedibili..." Il Grande Maestro del GOI deve solo sperare che la gente rimanga con l'idea confusa e mantenuta volutamente nebulosa della massoneria. Se cominciasse a conoscere ciò che persegue e quanto sia implicata nei moderni processi di abbattimento degli Stati nazionali non credo che sarebbe così tollerata come ora, quando un massone come Prodi arriva a benedire i grembiulini durante una loro riunione dicendo "voi siete il futuro luminoso d'Italia".

Ritratto di tethans

tethans

Dom, 07/04/2013 - 11:47

MONTI NN e un massone ma in bildenberg che vuol dire che lavora per gli ebrei sionisti che vogliono controllare il mondo .. La massoneria vuole solo la libertà e la democrazia del popolo .

Luigi Farinelli

Dom, 07/04/2013 - 12:02

Dall'articolo:

Luigi Farinelli

Dom, 07/04/2013 - 12:10

Da Tobi: 10.43 Scopo della massoneria è proprio quello di spingere l'italia nel baratro per favorire il processo di globalizzazione forzata, la "Repubblica Universale" di Mazzini che di "repubblica" ha ben poco, molto invece di uno Stao totalitario a guida "illuminata" su un popolo di schiavi androgini e incapaci di reagire dopo averli lobotomizzati con le sofisticatissime tecniche di manipolazione mentale in atto.Monti, massone e burattino dei massoni ha fallito proprio per non essere riuscito a far progredire questo processo di dissoluzione nazionale in maniera graduale, senza dare troppo nell'occhio.

blues188

Dom, 07/04/2013 - 12:12

Gran Maestro? Gran Maestro di ché?

blues188

Dom, 07/04/2013 - 13:56

Luigi Farinelli, condivido e apprezzo tutto quanto ha scritto.

Ritratto di mario.leone

mario.leone

Dom, 07/04/2013 - 13:57

stenos, bravo, aspetto di essere messo fuorilegge. Lei od altri, emetterà un'ordinanza? Però e ne sono sicuro, Lei si definisce democratico. Complimenti e salutissimi a tutti.

Ritratto di marforio

marforio

Dom, 07/04/2013 - 19:58

A questo punto , e meglio dire .Viva Pio IX.Rivoglio Mastro Titta.