Mastella non perdona Nunzia

È destinata a finire in tribunale la battaglia (anche a colpi di sms) tra l'ex Guardasigilli Clemente Mastella e il ministro delle Politiche agricole Nunzia De Girolamo. Mastella ha infatti deciso di chiedere un risarcimento in sede civile per le offese ricevute. «Sei una m...», aveva scritto via messaggio Nunzia a Clemente, dopo che Mastella aveva criticato il ministro dell'Agricoltura per il trattamento, a suo dire, troppo benevolo ricevuto dopo l'affaire intercettazioni. De Girolamo si è scusata per quella frase e allora Mastella ha ammorbidito le sue posizioni ma non del tutto. «Sono Clemente di nome e di fatto – ha detto Mastella - non sporgerò querela nei confronti di Nunzia De Girolamo per le gravi ingiurie. Intendo, lontano da ogni tentazione di personale soddisfazione, trarre il bene per gli altri». Niente querela penale quindi ma solo civile e Mastella ha dato mandato al suo legale di devolvere quanto eventualmente incassato dalla causa in favore dei bambini abbandonati. Dalle accuse agli sms fino all'aula di tribunale.