Il match Sottile-Giovanardi tra battute, gaffe e sorrisi

In diretta su Canale 5 a Quinta Colonna il match Sottile-Giovanardi. Dopo un'ora e 55 minuti di trasmissione, il conduttore siciliano, martedì nella puntata sulla fecondazione assistita, dà la parola al senatore modenese, in collegamento da Roma, seduto accanto alla deputata Pd, Paola Concia (insieme nella foto). Il senatore Pdl inizia contestando i dati forniti da Sottile sulla violenza sulle donne («Una donna su tre subisce violenza? Così sarebbero 9 milioni!») aggiungendo: «Porti pazienza, ho aspettato fino a mezzanotte». «Le domande le faccio io, sennò lei viene qui e conduce al posto mio!». «Può anche darsi, non è detto». Quando poi il senatore fa l'esempio del figlio di «Elton Jons («Elton John!», lo rimbrotta Sottile) che ha cinque genitori», il conduttore ride. «Guardi che c'è poco da ridere, rida a casa sua!». «Io non rido per lei, sorrido che è diverso. Io sono a casa mia». Ma Sottile poi sdrammatizza: «Fiorello mi ha dato il soprannome di “accigliato”, quindi qualcosa la devo pur fare». E strappa un sorriso anche a Giovanardi. A fine match.