Mazzata sui rifiuti: con la Tares si paga fino al 140% in più

La decisione dell'esecutivo di spalmare la tassa su tre rate non risolve il problema: a dicembre un nuovo colpo per i contribuenti

Roma - A leggere bene il decreto, ma proprio bene e magari con l'aiuto di un tecnico, si capisce che sulla Tares per i cittadini non ci sono buone notizie. Che i conti dei comuni sono stati in qualche modo salvaguardati, ma che le tasche dei contribuenti si svuoteranno. Cambia e resta aperta solo la modalità del salasso: spalmato in tre rate oppure tutto in una volta a dicembre. Un po' come succede per quelle maxi-rate delle auto finite recentemente nel mirino dell'Antitrust.
In sintesi, il decreto approvato sabato dal consiglio dei ministri, quello che regola la restituzione dei debiti della Pa, nella ultima versione lascia ai comuni la facoltà di decidere «sul numero delle rate e sulla scadenza» delle stesse, nel passaggio al nuovo regime fiscale.

Un po' più di flessibilità nell'introdurre la nuova tassa comunale sui servizi e sui rifiuti, che resta decisamente più cara delle precedenti Tarsu e Tia (nelle due versioni). Ma la Tares entrerà comunque in vigore e, entro dicembre, dovrà portare alle casse dello stato e in quelle comuni quanto previsto. Arretrati compresi.
Per dirla con il sottosegretario alla presidenza del consiglio Antono Catricalà, «nel 2013 resta in piedi il meccanismo della Tarsu per le prime due rate: si pagherà quanto pagato l'anno scorso e non ci saranno sorprese. Il bollettino sarà inviato dalle amministrazioni. Sull'ultima rata ci potrà essere un conguaglio». Salvo correzioni in corsa da parte del Parlamento (ad esempio il senatore Pdl Antonio D'Ali ha annunciato che chiederà l'eliminazione degli aumenti) la sorpresa arriverà a fine anno.
Il problema è l'ammontare del conguaglio di dicembre. Percepito dai più come la parte alla quale il governo non vuole rinunciare, cioè quei 30 centesimi di euro per metro quadro che corrisponde alla parte di tassa che si prende lo stato centrale. Se fosse così non sarebbe una tragedia. La simulazione riportata qui è dell'assessore alle finanze di Santa Margherita Ligure Giovanni Battista Raggi, stima in una trentina di euro medi.

Il fatto è che il conguaglio non potrà non comprendere il differente metodo di calcolo della Tares rispetto alle vecchie tasse e tariffe. Per i comuni che hanno ancora la vecchia Tarsu andrà peggio rispetto a chi ha già adottato la Tia. Il rincaro potrà arrivare anche al 140%. Da scontare, magari, in dicembre. In contemporanea con il saldo Imu e altre scadenze fiscali. «Mi sembra opportuno non fruire di questa strana possibilità di fare pagare tutto in dicembre. Se non saranno trovate altre soluzioni, e mi pare improbabile, meglio spalmare gli effetti della nuova tassa sulle tre rate», spiega l'assessore Raggi.

Non è una soluzione, insomma. E se ne sono accorti anche i sindacati. «È un rinvio della stangata - osserva Guglielmo Loy, segretario confederale della Uil - il problema viene solo spostato. E l'impressione è che si voglia lasciarlo in eredità al prossimo governo». Secondo i calcoli della Uil per le famiglie la nuova tassa sui rifiuti, nel 2013, porterà aumenti medi di circa 80 euro rispetto ai 225 euro medi pagati nel 2012, con le vecchie Tarsu e Tia. E l'imposta complessiva arriverà a 305 euro medi. Ancora più pesante la batosta per le imprese. Confcommercio giorni fa ha calcolato che un ristorante da 200 metri quadrati, potrebbe pagare due rate da 267,60 euro e in dicembre una maxi-rata da 4.200 euro. Il decreto ultima versione, di fatto, non ha cambiato questa situazione, ha solo dato ai comuni la facoltà di modulare in modo diverso il pagamento.

Commenti

curatola

Lun, 08/04/2013 - 08:52

spostare la tassa è da vigliacchi: non hanno coraggio per sostenerla e ricorrono al sotterfugio di posporla.Questa è la classe politica che abbiamo e della quale ci dobbiamo sbarazzare-

Duka

Lun, 08/04/2013 - 09:06

Ma tutti i soldi sin quì pagati dove sono finiti? Tutti al Monte Paschi? Fino a prova contraria siamo noi CITTADINI italiani a pagare abbiamo il sacrosanto diritto di conoscere la verità VERA-

franco@Trier -DE

Lun, 08/04/2013 - 09:23

colpa della Merkel.

gpl_srl@yahoo.it

Lun, 08/04/2013 - 09:24

ingiusto pagare al metro quadro quando un anziano che abita in un appartamentino di ottanta metri quadri deve pagare quanto cinque persone che vivono in un uguale appartamento: consumi diversi, residui diversi e cosi via: ma a monti questo non interessa dato che alla fine chi se ne frega dei pensionati e degli anziani??

franco@Trier -DE

Lun, 08/04/2013 - 09:35

Ormai la Italia è finita solamente un colpo di stato potrà risolvere la situazione, quindi chi non è sprovveduto saprà come regolarsi in anticipo.

Baloo

Lun, 08/04/2013 - 09:40

Bisogna cercare di liberarsi dall'Europa ladrona!!! Non serve se non per distruggere la nostra industria manifatturiera a favore della Germani. Italia libera! PAghiamo il tikt ed usciamo da questa feudale UE.

Duka

Lun, 08/04/2013 - 09:47

Per questa nuova tassa vorreste conoscere il risultato in anteprima? A) Altre migliaia di aziende chiuse B) Non sapremo mai dove finiranno i nostri soldi forse o probabilmente ad altra banca tipo Monte Paschi o magari ad aumentare i costi della casta quirinale compreso.

Ritratto di Papapeppe

Papapeppe

Lun, 08/04/2013 - 09:57

La politica, ha proprio il polso della situazione italiana, considerato il livello di disagio generale, la soluzione più automatica è aumentare le tasse. Capito tutto!

Ritratto di rapax

rapax

Lun, 08/04/2013 - 10:00

e il bello che il lavoro per l'utente aumenta pure cioè fare la differenziata, e cioè differenziare senza nessuna percentuale per le ditte del riciclo..VERMI! LADRI!

enzo1944

Lun, 08/04/2013 - 10:06

monti,massonaccio falso e bugiardo,vattene via dall'Italia e per sempre!...Ladrone dei Conti/Correnti degli Italiani e............. e buffone!!

Massimo Bocci

Lun, 08/04/2013 - 10:40

Visto il regime dei ladri in ascesa, la crisi economica in ascesa (come la fame) che mette a repentaglio il pranzo con la cena, gli Italiani i rifiuti (poi quali se uno non si consuma piu',i cassonetti stanno diventando più desertici delle sedi del PD.) pensano di MAGNARSELI.

rokko

Lun, 08/04/2013 - 10:49

Incredibile sono d'accordo con Curatola! Starò bene?!

Ermocrate

Lun, 08/04/2013 - 10:55

Altra PATRIMONIALE DEI POVERI. Grazie professore; Bravo. P.S. Quando frequentavo l'universita' era uso corrente dire che: "Chi sa, fa. Chi non sa, insegna."

Ritratto di Dragon_Lord

Dragon_Lord

Lun, 08/04/2013 - 10:59

Benissimo produrrò il 150% in più di rifiuti, denunciando alla magistratura nel caso il Comune e l'Assessore preposto non espleta al meglio il servizio strapagato, inoltre non voterò mai più nessuno al Comune per protesta.

epesce098

Lun, 08/04/2013 - 11:01

E' ingiusto pagare a metri quadri. Sono un pensionato al minimo. Nella casa di 100 metri quadri, acquistata ne 1973, abitavamo in 5 persone io mia moglie e 3 figli. Ora i 3 figli', uno alla volta, sono andati via e in casa siamo rimasti in 2. La mia casa non produce alcuna immondizia ma siamo io e mia moglie che la produciamo. Perchè farci pagare a metri quadri? Questa è una vera rapina, maledetto monti.

vince50

Lun, 08/04/2013 - 11:03

Meno ne abbiamo più ne dobbiamo pagare,disastro su tutti i fronti.Siamo ormai alla canna del gas e stiamo morendo lentamente.Urge assolutamente un colpo si stato,gran casino per un breve periodo ma avremo modo per ricominciare in assoluta autonomia,staccandosi dell'Europa e riacquistare la dignità che meritiamo.

epesce098

Lun, 08/04/2013 - 11:11

Stanno massacrando chi con tanti sacrifici ha comprato una casa. Non bastava l'IMU, altra tassa sulla casa la TARES. Ma non sono le case a produrre immondizia ma gli abitanti.

Ritratto di Fr3di

Fr3di

Lun, 08/04/2013 - 11:24

Pazzesco. Non è più tollerabile andare aventi in questo modo. L'IMU avrebbe dovuto accorpare tutte le imposte e la tarsu andava abolita, il tutto in favore dei comuni e non dello stato centrale. lo stato deve chiudere il fondo del catino ed abolire i vitalizi ai politici se no vuole che la gente vada in strada. Altro che pagare l'ennesima rapina.

gpl_srl@yahoo.it

Lun, 08/04/2013 - 11:42

quando nessuno avrà piu i soldi per pagare le tasse cosa faranno i nostri grandi politici?? cosa deciderà di fare il grandissimo bersani?? mi auguro che Berlusconi non cada nel tranello di un governissimo e lasci fare questa sinistra bersaniana che di razionalità non ne sta dimostrando a nessun livello

Ritratto di marione1944

marione1944

Lun, 08/04/2013 - 12:02

franco@Trier -DE: la sua ironia è veramente deludente.

Ritratto di kinowa

kinowa

Lun, 08/04/2013 - 12:05

Non tirate una corda già tesa !!!!!!!!!!!!! Anche le pecore, prima o poi scalciano.

kayak65

Lun, 08/04/2013 - 12:38

AVTE VOLUTO MONTI ED IL SUO CLAN PERCHE'SALVATORI DELLA PATRIA? TENETEVELIIIIIIIIIIIIII COMUNISTI DEL K...O!ORA CHE DOVETE PAGARE ANCHE PER MPS,PER I SAGGI DI NAPOLITANO E PER LA PERDITA DI TEMPO CHE BERSANI, STUPIDO MULO ,CONTINUA AD INFLIGGERE A QUESTA POVERA ITALIA,PERFINO I SASSI SI RENDONO CONTO DEL COLPO DI STATO DI UN ANNO E MEZZO FA SOLO PER COMPIACERE LA GERMANIA E COPRIRE GLI AFFARI SPORCHI DEI COMUNISTI.L'UNICA MANIERA PURTROPPO PER FAR CAPIRE AL COCCIUTO ITALIANO MEDIO E' QUELLO DI TASSARLO,TASSARLO ED INDURLO PERFINO AL SUICIDIO.EPPURE ANCORA QUALCUNO DICE O SCRIVE CHE NAPOLITANO E LA BANDA ROSSA SONO UTILI AL PAESE!

Ritratto di Reinhard

Reinhard

Lun, 08/04/2013 - 12:59

Secondo me i politici sono scollegati dalla realtà. Quando cominceranno a rotolare teste come nel 1789 in Francia, magari se ne renderanno conto, ma (per loro) sarà troppo tardi.

agosvac

Lun, 08/04/2013 - 13:09

La cosa veramente grave di queste tasse sui rifiuti è che, a parte alcune, poche, città o regioni in cui la raccolta funziona più o meno bene, in gran parte dell'Italia non funziona per niente!!!Io abito a Carini, provincia di Palermo, ed ho sempre pagato ciò che il Comune mi chiedeva, ma vedere l'enorme quantità di rifiuti che giace in mezzo alle strade e che nessuno raccoglie con conseguenti rischi anche per la salute del cittadino, mi fa pensare che forse avrei fatto meglio a non pagare un bel niente!!!Che cazzo ci pago a fare per non avere nessun servizio decente?????? Il bello anzi il brutto è che il cittadino non ha alcuna difesa contro questo scempio. Chi non paga si vede tartassato dall'equitalia di turno alla quale non interessa che non esiste alcun servizio a fronte di quel che si paga, loro procedono e chi si è visto si è visto.E se ti rivolgi alla magistratura ti condannano a pagare le spese di un processo che non puoi in alcun modo vincere. A questo punto viene da chiedersi: ma a chi vanno a finire le tasse che si pagano per questi servizi inesistenti??? forse per pagare gli stipendi ad un'amministrazione comunale o regionale o statale che non funziona????????

franco@Trier -DE

Lun, 08/04/2013 - 13:38

Baloo i ladroni siete voi fino all'altro giorno la vostra immondezza la hanno spedita in Germania la avete pagata 1 euro a chilo e poi a loro volta i tedeschi ve la hanno rispedita sotto forma di fertilizzante che sicuramente voi avrete nuovamente pagato,SVEGLIATEVI COGLIONI!!!

franco@Trier -DE

Lun, 08/04/2013 - 13:39

marione 1944 io porto dei fatti e documenti tu solamente parole.

Ritratto di Memphis35

Memphis35

Lun, 08/04/2013 - 17:38

A Dicembre, poi,tutti ad interrogarsi sul calo dei consumi...Ci stanno prendendo in giro e la soluzione, purtroppo, non è quella sperata...Grillo è troppo impegnato sul versante dei "diritti civili".