Il medico del Cav: "Ricovero fino a domani mattina"

Il prof. Zangrillo: "Berlusconi ha trascorso una notte molto travagliata"

"È una situazione normale e tranquilla, che rischia di essere sovradimensionata perché si tratta dell’onorevole Silvio Berlusconi, ha spiegato ai giornalisti Alberto Zangrillo, primario di rianimazione all’ospedale San Raffaele di Milano e medico personale del Cavaliere.

Il dottore ha aggiunto che "Berlusconi è affetto da una uveite bilaterale, che interessa il comparto vascolare e anteriore dell’occhio ed è una patologia che risponde a terapie antinfiammatorie per via topica e parenterale". Attualmente, il leader del Pdl è sottoposto "in ospedale a terapie che vengono eseguite in modo preciso e puntuale, si sta valutando la sua risposta alla terapia, a base di antinfiammatori e antidolorifici. Attualmente è ricoverato in regime di day hospital, ma come misura di cautela non è stato esclusa la possibilità che si trattenga in ospedale anche per la sera e probabilmente fino a domani mattina".

Infatti, poco dopo il medico personale del Cavaliere ha spiegato che "in questo momento il Presidente Silvio Berlusconi non è più sotto osservazione ambulatoriale, ma è ricoverato presso l’unità operativa di oftalmologia, sta seguendo tutte le terapie indicate. Stasera verrà valutato dal prof. Bandello, direttore dell’unità operativa, che deciderà sia se proseguire delle terapie sia per il ricovero. Certo è che rimarrà ricoverato fino a domani mattina".

"Le ragioni che hanno imposto il ricovero sono due: monitorare l’evoluzione dopo la terapia, perché è stata modificata dopo l’aggravamento del quadro. La seconda è poter somministrare questa terapia, che è a domicilio, e non è somministrata con quella precisione che è necessaria, dato un quadro che non accenna a migliorare e che anzi negli ultimi dieci giorni è decisamente peggiorato", ha detto Zangrillo. Che poi ha raccontato che Berlusconi "ha trascorso una notte molto travagliata perché ha manifestato i sintomi tipici della patologia, come dolore nevralgico locale, fotofobia, lacrimazione e disturbi della vista".

Annunci Google
Commenti
Ritratto di franco@Trier

franco@Trier

Ven, 08/03/2013 - 15:42

Vorrei fare presente a questo medico che gli italiani non sono stupidi e non credono a tutto.

Ritratto di franco@Trier

franco@Trier

Ven, 08/03/2013 - 15:58

ma perchè non lo fanno visitare da una commissione neutrale o straniera?E non dal suo medico personale?Non siamo fessi.

gesmund@

Ven, 08/03/2013 - 16:26

Ma che vada a trovarlo in ospedale la Bocassini in persona, se non crede ai medici: un occhio rosso e gonfio lo vedrebbe bene anche lei.

Ritratto di Ezechiele lupo

Ezechiele lupo

Ven, 08/03/2013 - 16:31

Invece credo che molti stupidi scrivano su questo giornale che li accoglie senza fare opposizione. Il dolore che si prova per quella patologia è molto simile a quello da irritazione per la saldatura senza occhiali.

Cristina Ulcigrai

Ven, 08/03/2013 - 17:14

Un saluto a Silvio B.Ciao Cristina.

paceebene

Ven, 08/03/2013 - 21:09

...pane e acqua