Merola cambia idea: tartassa i pendolari

«È uno sfregio alle relazioni sindacali». Non usa mezzi termini il segretario della Cgil bolognese Danilo Gruppi, nel rivolgersi al sindaco Pd di Bologna e alla sua decisione di aumentare il biglietto degli autobus, ignorando, così, completamente l'accordo siglato con i sindacati lo scorso aprile. «Le tariffe del trasporto pubblico non verranno toccate» aveva infatti promesso Virginio Merola, durante la definizione del bilancio 2013 seduto al tavolo con le parti sociali. Forse a fargli cambiare idea, i conti che non tornano ed infatti tempo tre mesi ed il tradimento è compiuto. Nonostante le proteste, il primo cittadino ha infatti tirato dritto aprendo quella che la Cgil ora definisce «una ferita nelle relazioni sindacali». «È uno scherzo da prete» condanna senza mezzi termini Gruppi, che poi conclude sibillino: «Merola se ne assumerà il prezzo politico, perché questa è un'ombra nei confronti del futuro». E il futuro che si prospetta sembra tutt'altro che roseo. AZ