METODO STAMINA Ospedale di Brescia contro i giudici per lo stop alle cure

Gli «Spedali» di Brescia hanno presentato reclamo contro la decisione del giudice di Livorno che autorizzava la continuazione delle terapie con il metodo Stamina per la piccola Sofia, obbligando così i medici ad applicare una cura che è stata bocciata dal comitato scientifico dal Ministero. La decisione del nosocomio bresciano risale all'inizio dell'estate, poco dopo il pronunciamento del giudice Francesca Sbrana che prevedeva la prosecuzione delle cure per la piccola. La prima udienza con il collegio giudicante che dovrà esprimersi sul reclamo è fissata a ottobre, ma il legale della famiglia di Sofia ha presentato richiesta di rinvio. Intanto il 7 ottobre Davide Vannoni, presidente di Stamina Foundation, presenterà ricorso al Tar contro il decreto Balduzzi, che ha bloccato le cure con il metodo per i nuovi pazienti. A Brescia le persone attualmente in cura sono 40.

Commenti

goffredodibuglione

Sab, 21/09/2013 - 20:34

capite a cosa serve il parlamento e il governo? A NULLA, perchè siamo nella dittatura di magistrati e sinistra che li difende!!