Dal giaguaro al leopardo Matteo "sfila" per Cavalli

Il sindaco a Milano dallo stilista: "Mi attaccano perché mi occupo di moda ma è un settore che muove 60 miliardi"

Matteo Renzi alla presentazione dell'autobiografia dello stilista Roberto Cavalli

Milano - Una volta c'era la bandiera rossa, adesso sono ridotti a cercar di smacchiare il giaguaro e a indossare il leopardo. Anzi il leopardato. Ha fatto la sua fortuna mediatica (e politica) indossando la tuta da rottamatore, poi il giubbotto in pelle da rockstar e l'altra sera chiudendo la festa del Pd a Milano ha annunciato di voler cambiare lavoro («Se andiamo alle elezioni li asfaltiamo»). Forse dimenticando che già Pier Luigi Bersani da segretario del Pd Berlusconi versione giaguaro voleva smacchiarlo, ma il centrosinistra ne uscì con le ossa rotte. Ora Matteo Renzi l'Asfaltatore riparte dal maculato Cavalli, il tessuto su cui lo stilista fiorentino ha costruito la sua fortuna imprenditoriale. E ormai decisamente incamminato sulla via della fashion-politik aggiunge un'altra perla alla collezione che già comprende il «chiodo» da Fonzie pubblicato da Chi, così la bandana Berlusconi style. E ieri a Milano, dopo aver presentato la seconda edizione di «Super» il salone di Pitti Immagine, Renzi ha officiato il lancio di Just me!, l'autobiografia di Roberto Cavalli (Mondadori, 288 pagine, 20 euro) chiosata come «la grande storia di un self made man».
Accoglienza da divi per entrambi (il politico e lo stilista) alla libreria di piazza Duomo con zuffa tra telecamere e richiesta di autografi per un matrimonio tra moda e politica più usuale a destra che a sinistra. Perché è difficile immaginare lo stile (e il prezzo) delle stampe animalier Cavalli addosso ai militanti delle feste del Pd. Ma Renzi è politico arguto e dall'ingegno vivace, più a suo agio nelle contraddizioni che nei luoghi comuni di una sinistra che senza di lui sarebbe votata a una rapida estinzione.
«Ci sono già state le polemiche preventive - ha risposto ieri - Diranno che il sindaco perde tempo con la moda. E, invece, questo è un settore che dà lavoro a un milione di persone, muove 60 miliardi di euro di cui 40 in esportazioni, rappresenta il 4 per cento del Pil e valorizza il made in Italy in tutto il mondo». E perciò «bisogna smettere di pensare che questi temi riguardino solo gli addetti ai lavori». Risposta perfetta di chi fin da piccolo sognava di fare il premier. E ancor oggi è l'unico bambino che mangia i comunisti. «E comunque - aggiunge - mica sono venuto vestito leopardato. Del resto non avrei nemmeno il physique du role». In prima fila la chioma riccia di Afef Jnifen, Enzo Iacchetti e l'assessore Cristina Tajani a rappresentare il Comune di Milano nell'affannoso tentativo di recuperare dopo la figuraccia internazionale del sindaco Giuliano Pispia con Dolce e Gabbana marchiati come evasori fiscali. E gli stilisti per protesta chiusero per tre giorni tutti i negozi a Milano.
Ma al fianco di Renzi il vero mattatore è stato Cavalli che ha raccontato come una sua semplice battuta pronunciata arrivando a una festa «I am the party» sia diventata una campagna pubblicitaria. «Ma io - assicura - sono stato un fantastico attore e nella vita non sono proprio così». E allora la sua biografia racconta di quanto male andasse a scuola all'Istituto d'arte. E spiega che l'ha scritta per dire ai giovani che possono farcela.
Anche se «oggi c'è la Terza guerra mondiale, quella scatenata dalla finanza internazionale». Racconta di donne importanti che sono state la madre, la sorella Lietta, le mogli Silvanella ed Eva. E soprattutto il babbo («a Firenze diciamo così», racconta Renzi), ingegnere minerario fucilato dai tedeschi a Cavriglia quando lui aveva appena tre anni. E a lui è dedicata l'ultima pagina del libro. «Babbo... questa è stata la mia vita. A presto...».

Commenti

Gioa

Mar, 17/09/2013 - 09:32

E' UN SETTORE CHE MUOVE 60MILIARDI...E TU NIENTE NIENTE VUOI I SOLDI PER TE DA CAVALLI?...SFILA DENTRO CASA TUA SICURAMENTE QUALCUNO TI APPLAUDERA'...ORMAI SEI UOMO FINITO RENZINO...OGGI QUI' DOMANI LI'...E AL COMUNE QUANDO LAVORI?...HAI MESSO UN DELEGATO? PAGATO DA TE PERSONALMENTE....RAGAZZOTTO DI RENZINO!!

vince50_19

Mar, 17/09/2013 - 11:05

Renzi.. Renzi: speriamo tu non faccia come un pugliese di "fama" che fa il parlamentare e il governatore. Ed incamera almeno 30mila euro al mese! Che poi ne dia una parte al partito, li regali ect. non me ne può fregar di meno. Fai il bravo renzino, non fare come donchisciotte: ci guadagni solo pernacchie, anche dalle tue parti!

82masso

Mar, 17/09/2013 - 11:30

Gioa... Genio, ma non ti è venuto in mente quanti soldi quest'evento ha portato nelle casse comunali fiorentine? Che sia furbetto l'uomo è sotto gl'occhi di tutti, ma scrivere che cerchi i soldi da Cavalli è na pirlata pazzasca.

Ritratto di serjoe

serjoe

Mar, 17/09/2013 - 11:36

Sotto la cupola del Brunelleschi ,la sinsitra in preghiera in attesa della nuova era. Il messia si materializzato, del nome di Renzi si e’ fregiato.Lui promette di portar un cambiamento epocal, e il paradiso in terra riportar, ma non prima di asfaltar.

mifra77

Mar, 17/09/2013 - 11:58

Dalema dice che non sei buono da niente; Vendola è rimasto folgorato dalla tua dinamicità bullesca, dal fisico possente dell'asfaltatore provetto e vuole scambiare con te delle nuove esperienze(politiche naturalmente).

Bellator

Mar, 17/09/2013 - 12:30

Questo RONZINO,di Matteo,che crede di essere un cavallo,mi ricorda,una barzelletta sui carabinieri:un imbranato militare fu promosso Appuntato,il Maresciallo contrariato per la promozione non meritata,si presenta al Comandante di Compagnia,dichiarando che detto militare non aveva idoneità per essere promosso al grado di Appuntato;la risposta dell'Ufficiale fu.."Maresciallo lei nelle note caratteristiche del militare, ha scritto che.." si ritiene idoneo al GRADO superiore,la risposta fu.."CAPITANO !!,io ho solo scritto che LUI !! SI RITIENE di essere idoneo a grado superiore,io non lo ritengo idoneo !!. Tale storiella può essere considerato identica alla Idoneità che RENZUCCIO,lui !!, si crede di avere,per essere capace di diventare il salvatore dell'Italia !!.

Ritratto di gino5730

gino5730

Mar, 17/09/2013 - 14:07

E pensare che fino ad un paio di anni fa,mi sarebbe piaciuto averlo tra i nostri,invece si è rivelato un poveretto,tanto sciocco quanto ambizios preuntuoso senza poterselo permettere,spara ad alzo zero su tutti e tutto.dice battute comiche (almeno per lui ) a tutto spiano.Grillo a confronto con Renzi è un politico,pensate come sarà il nostro futuro con questa gentucola.

apostata

Mar, 17/09/2013 - 14:08

per dirci che asfalterà 10 milioni di italiani come fu asfaltato parrinieddu ne "il giorno della civetta" ha avuto bisogno di farsi accompagnare da un somaro

Romolo48

Mar, 17/09/2013 - 14:16

Una domanda seria per i Fiorentini ... cosa ha fatto Renzi per la sua città? Da 1 a 10, che voto dareste?

Ritratto di lucianaza

lucianaza

Mar, 17/09/2013 - 14:32

0, a me che per 40 anni sono andata al lavoro al mattino alle 7 col mio mezzo e cominciavo la giornata attraversando il centro storico ammirando il dolce paesaggio, questa iopportunità è stata tolta, adesso il centro storico di Firenze è tutto occupato dai vucumprà, oppure dagli eventi come matrimoni indiani o feste della Ferrari, per quanto riguarda i proventi non so che fine facciano. I parcheggi sono aumentati le tasse smaltimento rifiuti pure, i divieti di sosta 24 ore al giorno intorno a casa pure, è permesso a tutti fare i bisogni dappertutto, anche sesso volendo, l'assessore alla cultura ha aumentato il prezzo dei biglietti ai musei per foraggiare le associazioni culturali, le quali poi evidentemente ricambieranno in qualche modo, poi tirate voi le somme. A me era piaciuta l'iniziativa dei 100 luoghi, ho partecipato, ma mi sono sembrati solo incontri auto-referenziali e mi è piaciuta anche l'iniziativa della fondazione deli angeli del Bello di cui faccio parte, però queste iniziative sono marginali.

Ritratto di lucianaza

lucianaza

Mar, 17/09/2013 - 15:10

ovviamente le case ai rom e extracomunitari; in seguito alla pedonalizzazione hanno chiuso librerie e negozi storici per i quali non è stata fornita nessuna assistenza, anzi ai vecchi pedate nel sedere. Estremo entusiasmo a demolire una discoteca nel parco delle cascine, il quale parco però da anni è ormai teatro delle feste dei peruviani. Alle cascine il palazzo della musica è un obrobrio

Ritratto di lucianaza

lucianaza

Mar, 17/09/2013 - 15:11

il maggio musicale salvato dal ministero dei beni culturali con le tasse dei cittadini

Ritratto di lucianaza

lucianaza

Mar, 17/09/2013 - 16:14

poi c'è la vendita di ATAF, per la quale ognuno può farsi un'opinione cercando su Google vendita ataf firenze. Sempre riguardo la pedonalizzazione, il traffico è stato concentrato in piazza san Marco, il complesso basilicare che comprende la basilica e anche il museo di san Marco e i dipinti del Beato Angelico, è diventato una rotatoria per gli autobus cittadini e turistici, il che ha provocato danni alla facciata dichiarati anche durante il convegno di fine lavori dai professionisti che hanno concorso al restauro e adesso pare che la giunta voglia rivedere il traffico in quella zona.

gianfran41

Mar, 17/09/2013 - 19:33

Vattene a casa scemo! Fai ridere i polli povero Matteo. E tu saresti il nuovo Tony Blair? Semmai mi fai venire in mente Albertini...in mutande.