MILANO Condannato per mafia Il giudice Giusti tenta suicidio in cella

Il giudice Giancarlo Giusti ha tentato di impiccarsi nel carcere milanese di Opera. Giusti, ex gip del Tribunale di Palmi arrestato lo scorso marzo per corruzione aggravata dalla finalità mafiosa in uno dei filoni dell'inchiesta sulla cosca dei Valle-Lampada. Proprio l'altro ieri per Giancarlo Giusti - 45 anni, dal 2001 giudice delle esecuzioni immobiliari a Reggio Calabria, e poi gip a Palmi - era arrivata la sentenza di condanna in primo grado a 4 anni emessa dal gup di Milano, Alessandra Simion, con rito abbreviato. Giusti era stato arrestato per corruzione aggravata dalla finalità mafiosa in uno dei filoni dell'inchiesta della Dda di Milano sulla cosca dei Valle-Lampada, quello sulla cosiddetta zona grigia della 'ndrangheta. A ll'ex magistrato veniva contestato, in sostanza, di essere stato a libro paga della mafia calabrese.