Il milionario, il vip, il perverso On line l'amante è su misura

diIl desiderio cambia forma ma non conosce crisi. Dallo struscio sul corso principale al casual dating: usare internet per fare incontri sessuali senza impegno. I siti che se ne occupano, facendo soldi a palate, sono sempre di più. L'ultimo in ordine di tempo ad arrivare in Italia si chiama datethemillionaire.com e si presenta come l'anticamera virtuale del jet set internazionale, il salotto buono della rete. Una sorta di Facebook con fotografie e informazioni personali, ma a cui si può accedere solo dopo iscrizione e accettazione al club. Sembra che la selezione sia molto accurata. Il costo dell'iscrizione per l'anno 2012 è di 300 euro per le donne. Ma in cambio c'è la promessa di cuccarsi un vippone. Forti del motto «la vita è breve concediti un'avventura» è boom per AshleyMadison.com. che promette l'amante perfetto e la sicurezza di non essere scoperti. 14 milioni d'iscritti e un giro d'affari da 60 milioni di dollari l'anno. Ma l'elenco è lungo e per una lista completa basta visitare il sito www.cercoamore.com dove Lorenza Lornia, 34enne di Pavia e fotografa freelance, sposata grazie al web, dispensa consigli su come approcciarsi ai diversi siti. Tra le new entry anche incontri-extraconiugali.com, il primo sito solo per l'Italia, che conta, appena aperto, già 145 mila uomini e 105 mila donne iscritte. «I nostri frequentatori sono persone sposate o single che cercano relazioni di breve durata con persone impegnate» spiega Alex Fantini, ideatore del sito. Ci si può iscrivere come osservatori oppure abbonarsi per usufruire del servizio completo, gratuito per le donne, di 29,99 euro al mese per gli uomini. Ma qual è il segreto di tanto successo? «Gli utenti sanno di trovare persone che hanno le stesse esigenze, non c'è bisogno di spiegazioni né, tanto meno, di giustificazioni» analizza Fantini. Eh si perché con il collega o con la sconosciuta incontrata a una cena d'amici, questa sicurezza non c'è.
Spiega il Professor Emmanuele A. Jannini, andrologo e coordinatore del corso di laurea in sessuologia dell'Università dell'Aquila: «Portiamo a letto la nostra struttura emotiva. E questo è vero soprattutto per le donne». E i maschi? Quelli che frequentano questi siti vengono definiti come Viagra Generation, termine utilizzato un tempo per i pensionati che ora spetta a questi attivissimi maschi che non vogliono perdere nessuna occasione. «È vero» sostiene Jannini «sono professionisti, manager che usano “la mentina” dell'amore per essere subito pronti all'azione». Quello che meraviglia di questi siti è la loro impaginazione. Una grafica da sito istituzionale più che da sito erotico. Sul web l'infedeltà assume un carattere politicamente corretto. La scappatella è un'avventura irrinunciabile. «La fedeltà non è più un valore. Il tradimento è socialmente approvato. Questi siti sono perfetti per tutti quelli che non sono in grado di sopportare la frustrazione di un rifiuto» spiega lo psicologo Giovanni Brunori. Una generazione emotivamente impoverita. Che per riuscire ha spesso bisogno di un aiutino farmacologico. «La maggior parte di questi uomini usa il Levitra, la pillola che si assume senza acqua e agisce in fretta, per essere come le loro compagne di letto: in grado di dire sì in qualsiasi circostanza, senza dover fare i conti con i capricci, dovuti anche ai sensi di colpa, di un'erezione instabile» spiega Jannini. La sessualità è una relazione psicologica di scambio di vita. E l'interesse comune di questi utenti è quasi sempre solo il sesso. Anche in questo caso, meglio andare sul sicuro. Alla voce interessi si specificano le preferenze. Un utente di nome Freddy è alla ricerca di una donna che interessata ai giocattoli erotici e al sesso all'aperto. La Fatina cerca un uomo che pratichi lo spanking: la sculacciata erotica. Miledy vuole fare dogging, sesso in luoghi pubblici e sesso telefonico, Max ama il bondage. Su questi siti si parla di bisessualismo, calze di nylon, sculacciate, masochismi ed esibizionismi da mettere in pratica dal primo incontro.
«Se per provare un orgasmo il soggetto deve utilizzare esclusivamente questo tipo di modalità siamo di fronte ad un problema sessuale, se invece ad un rapporto si aggiunge, e non sostituisce, un gioco erotico, nulla di patologico» conclude Brunori. Insomma per godere della nostra sessualità non dobbiamo necessariamente farci legare, sculacciare o malmenare. La trasgressione sarà pure sinonimo di piacere erotico ma forse, il rapporto sessuale migliore è quello che possiamo sperimentare con una persona che è per noi una base psicologica sicura, quella di cui possiamo fidarci e con cui possiamo togliere la maschera e lasciarci andare…