Un milione al giorno per le ricette

La ricetta medica elettronica doveva entrare a regime entro il 2012. Peccato che nessuno l'abbia vista. I medici di base continuano a prescrivere farmaci ai pazienti in maniera tradizionale. In questo modo ogni stampata costa allo Stato 40 centesimi, per la bellezza di un milione di euro al giorno. Soldi sprecati per inerzia, quando basterebbe uno sforzo comune per adeguare un sistema sanitario preistorico alle minime linee guida europee di tecnologia e buonsenso.

a pagina 17

Marino a pagina 17

Francesca Angeli

Commenti
Ritratto di aiachiaffa

aiachiaffa

Sab, 10/08/2013 - 13:07

Pongo un quesito e propongo un suggerimento: 1)- quesito: ho una patologia per la quale illustri primari mi hanno prescritto per un anno l'assunzione di due farmaci e,per tutta la vita,l'assunzione di più farmaci,salvo variazione conseguente a programmate visite di controllo. Perchè ogni volta che devo acquistare questi farmaci devo andare dal medico - farmi prescrivere sempre gli stessi farmaci e andare in farmacia; 2) - suggerimento : una unica ricetta valida di anno in anno con il semplice visto dei medici con la dizione: " si autorizza anche per l'anno .... " ... e,speriamo per me,per altri 100 anni. Mi rendo conto che è ragionevolmente semplice,ma purtroppo la nostra burocrazia non è intelligente, ma STUPIDA !!!

Duka

Sab, 10/08/2013 - 16:03

@aiachiaffa- E già poi mi spieghi come facciamo a sistemare tutti i somari figli di..., i raccomandati, i corrotti, e pagarli Euro 6000/mese? per prestarsi a "scrivere" e solo scrivere ricette? Come fanno le soc. farmaceutiche smaltire farmaci inutili senza questi somari? Per 8 su 10 di loro è un eldorado insperato l'alternativa era zappare la terra.