Un milione di licenziamenti nel 2012

Monti: "Rammaricato per le critiche al mio governo". Ma le critiche ai tecnici ora sono certificate dal ministero del Lavoro. Perché il Prof non si rammarica per questi dati?

Questa volta a certificare il fallimento del premier Mario Monti è il ministero del Lavoro. A pochi giorni dai tre suicidi di Civitanova Marche, i dati sugli italiani che nel 2012 hanno perso il lavoro sono un vero e proprio pugno nello stomaco. Nell’arco del 2012 i licenziamenti hanno, infatti, superato quota un milione. Per la precisione: 1.027.462. Una cifra mostruosa che segna un aumento del 13,9% rispetto al 2011 quando sono stati 901.796. E la situazione non è destinata a migliorare. Secondo i dati forniti dal ministero del Lavoro, nell'ultimo trimestre dell'anno scorso sono stati 329.259 in un aumento del 15,1% rispetto al 2011.

Solo ieri mattina, in conferenza stampa, Monti si lagnava con la stampa mostrando il proprio rammarico nei confronti della politica e dei media che a più riprese hanno criticato il suo governo. Adesso, però, quelle stesse critiche sono certificate da un "suo" dicastero che ha messo nero su bianco il fallimento della cura Monti. Un flop a trecentosessanta gradi che ha indebolito, in primis, il mercato del lavoro. Un milione di licenziamenti nel 2012 significa 2.740 licenziamenti al giorno. Numeri che spiegano l'allarme sociale in cui si trova un Paese che piange ancora i tre anziani che si sono suicidati a Civitanova Marche. Secondo il report del ministero del Lavoro, nell’intero 2012 sono stati attivati circa 10,2 milioni di rapporti di lavoro a fronte di quasi 10,4 milioni cessati, nel complesso, tra dimissioni, pensionamenti, scadenze di contratti e licenziamenti. I licenziamenti registrati nel periodo riguardano sia quelli collettivi sia quelli individuali (per giusta causa, per giustificato motivo oggettivo o soggettivo).

Tornando al quarto trimestre del 2012, le nuove assunzioni sono state oltre 2,2 milioni (2.269.764), con un calo del 5,8% rispetto allo stesso trimestre del 2011. Assunzioni che corrispondono a poco più di 1,6 milioni (1.610.779) di lavoratori interessati, in ampio decremento: l’8,2% in meno rispetto al quarto trimestre del 2011, con valori negativi maggiori tra i giovani (-13,9% e -10,9% rispettivamente tra i 15-24enni e i 25-34enni). I lavoratori tra i 55 e i 64 anni registrano un leggero incremento (+0,4%), mentre più sostenuto è l’aumento, sempre rispetto allo stesso periodo dell’anno prima, degli ultra 65enni interessati da un nuovo rapporto di lavoro (+7,6%). Infine, sempre nel quarto trimestre del 2012, in totale i rapporti di lavoro cessati sono stati poco più di 3,2 milioni (3.205.753), con una leggera diminuzione (-0,2%) rispetto al quarto trimestre 2011.

Commenti

Silviovimangiatutti

Dom, 07/04/2013 - 13:55

ok Monti ha dato il suo contributo. Ma non è certo l'unico responsabile.

marco963

Dom, 07/04/2013 - 13:57

Ma con la riforma Fornero e l'abolizione dell'art. 18 non dovevano aumentare gli occupati ?...Porro lascia perdere l'economia !!!

Wolf

Dom, 07/04/2013 - 13:59

Vadano a cercare monti a casa........ed alle prossime elezioni si ricordino di chi non ha mai messo le mani in tasca alla gente.

moshe

Dom, 07/04/2013 - 14:00

E nonostante tutto, continua a fare l'arrogante ed il presuntuoso, dimostrando in modo assolutamente indiscutibile la sua incapacità nel fare e nel pensare.

Ritratto di cristianomorelli

cristianomorelli

Dom, 07/04/2013 - 14:29

Monti ha governato (anche) con i voti del centrodestra: quindi prendetevi la vostra parte di responsabilità! Buffoni!

lamwolf

Dom, 07/04/2013 - 14:33

Oltre a tutta questa poverà gente e a quella che verrà in seguito il sig. Monti ha sulla coscienza anche tutte i morti della disperazione e ieri se ne sono aggiunti altri 3. VERGOGNAAAAAAAA!!!!!!!!!!

Ritratto di Mariador

Mariador

Dom, 07/04/2013 - 14:34

Onestamente non posso pensare che tutti i componenti dell'attuale governo siano così stupidi,non c'è altro modo di giudicarli per i loro atti,a meno che la STRATEGIA sia un'altra e solo a questo punto avrebbe un senso. Ma che strategia è? Ho un sospetto: http://www.youtube.com/watch?v=wifCgI4gagM

Ritratto di scandalo

scandalo

Dom, 07/04/2013 - 14:36

VAMPIRO !!VAMPIRO !! VAMPIRO !!

Duka

Dom, 07/04/2013 - 14:43

Maaaaa i danni chi li paga lui o Napolitano che lo ha insediato con tanto di "onorificenza" farlocca?

cgf

Dom, 07/04/2013 - 14:45

E la CGIL pensa solo a 18 lavoratori...

Baloo

Dom, 07/04/2013 - 15:24

Monti è un burocrate della germania.Non ha il cipiglio del capo.Non è il Mosè del nostro popolo ma il gregario di un nemico che vuole opprimerci ed impoverirci:la Germania! Italia LIBERA!

maxvinella

Dom, 07/04/2013 - 15:28

monti è arrivato a novembre 2011. nel 2012 un milione di licenziamenti. chi afferma che le 2 cose sono correlate o non conosce il mercato del lavoro o ha un fine diverso di quello di informare. l'ottimo sergio rame cerchi di fare una bella indagine giornalistica per capire come mai a fine 2011 erano 80mdi i debiti della PA.

unosolo

Dom, 07/04/2013 - 15:30

non mi venite a dire che il Monti scarica la colpa dei milioni di posti di lavoro al predecessore sarebbe banale , ha fatto la carriera scaricando sbagli agli altri.

Tony_a

Dom, 07/04/2013 - 16:05

Credo che dovremmo fare una Class Action contro Monti e Napolitano... che ci stanno portando alla rovina!!

Ritratto di manasse

manasse

Dom, 07/04/2013 - 16:45

se rifà gli esami orna in 5° elementare pretendere che capisca è uno sforzo invano,perchè e vero che non sarà l'unico responsabile dei malaffare politico,ma responsabile di questa recessione SI era stato chiamato per eliminare gli sprechi e le ruberie invece ha aumentato a dismisura la tassazione si è comportato da pagliaccio mettendo in politica e il defi(ente)it è aumentato e questa è solo colpa della sua INCAPACITA

Wolf

Dom, 07/04/2013 - 16:48

Continuo a leggere commenti del tipo: "ma la responsabilità era di...". Ma quando la si pianta con questo mantra. Ammesso e non concesso che parte della responsabilità sia allocabile altrove, i risultati di Monti sono inequivocabili e sono negativi, peggiori di qualsiasi altro indicatore passato. 1 MILIONE di LICENZIATI nel 2012!

vince50

Dom, 07/04/2013 - 17:15

Incassa immeritatamente 72.000(SETTANTADUIEMILA)Euro al mese e si rammarica pure.Questo essere alieno e viscido da qualche altra parte lo avrebbero già fatto fuori,noi al contrario apprezziamo e lo votiamo.VIVA NOI.

WSINGSING

Dom, 07/04/2013 - 17:23

nella stessa pagina web de IL GIORNALE due articoli a mio avviso contrastanti:-) quello di Ferrara e quello di Rame. Chi dei due ha ragione.? Io quoto Rame.

Ritratto di mambo

mambo

Dom, 07/04/2013 - 18:47

La colpa non è di Monti, poverino, è di chi lo ha messo in quella posizione per far fuori Berlusconi.

Garpaul

Dom, 07/04/2013 - 19:29

Interessante! l'articolista ci ricorda di un milione di licenziamenti. Caro signore, da che anno li hai contati questi licenziamenti? Non sono, forse quelli che inesorabilmente sono stati avviati dagli allegri governi del cav,. pifferaio? O sono scattati tutti dal governo Monti?

Rita Maria Galletti

Dom, 07/04/2013 - 19:49

Non posso credere che il" fine economista" non abbia considerato l'impatto che i suoi provvedimenti avrebbero avuto sull'economia italiana. Imponendo un grave prelievo straordinario alla generalità dei cittadini e all' industria , anche un bambino poteva prevedere che sarebbero spariti i consumatori. Bisogna pensare che questa sia stata la sua scelta consapevole e cinica. L'ha pagata con il risultato delle elezioni, ma la povertà che ne è derivata la scontano principalmente i più deboli.

Ritratto di stenos

stenos

Dom, 07/04/2013 - 20:05

Strano, il problema era l'articolo 18. Adesso che lo hanno abolito sono aumentati i disoccupati. Strano, veramente strano.....

il gotico

Dom, 07/04/2013 - 20:52

se monti avesse scelto la chirurgia avrebbe fatto meno morti in italia

moshe

Dom, 07/04/2013 - 20:52

E pensare che per questo pagliaccio dobbiamo sborsare 25mila euro finchè campa, senza contare tutti i benefit e le eventuali reversibilità agli eredi!!!!! MADRE NATURA! DATTI DA FARE!!!

federico61

Dom, 07/04/2013 - 21:11

Strano principio di equità delle corti costituzionali (l'ultimo esempio in ordine di tempo viene dal Portogallo): non si possono toccare i dipendenti pubblici spesso causa prima dei deficit dei paesi. Ma quando i dipendenti privati subiscono il licenziamento in luogo di una semplice riduzione di stipendio le corte costituzionali dormono? Mi pare che si tratti di un colossale conflitto di interessi dato che i giudici costituzionali di tutto il mondo sono pubblici pure loro: non penseranno al loro futuro?

angeli1951

Dom, 07/04/2013 - 21:52

E ridaglia!! Si direbbe in romanesco; le dementi decisioni di aumentare le tasse e non diminuire la spesa furono approvate da tutti i politicanti di dx e sx che si abbuffano al trogolo della finanza pubblica. E sono gli stessi che atterriti dal M5S incaricano i loro cani, pardon scribacchini e mezzibusti, ad attaccarlo e intanto si apprestano ad un'infame ammucchiata per continuare lo spoglio dei stolidi itaglioni.

churchill

Dom, 07/04/2013 - 22:01

Monti ha lavorato per i dittatori di Bruxelles, non per gli Italiani. Non credete ai media che vi vendono l'Europa. Ci stanno prendendo tutto, la liberta' e il futuro. Non dobbiamo cedere la nostra sovranita' e non dobbiamo permettere allo stato e al politburo di Bruxelles di ridurre le nostre prerogative democratiche e la nostra privacy in nome di una crisi che loro stessi hanno creato. Ricordatevo che in democrazia il governo deve rispondere agli elettori!

Gaby

Dom, 07/04/2013 - 23:41

Poverino, e' rammaricato delle critiche al suo governo... Ma va fan....

terzino

Dom, 07/04/2013 - 23:57

Strano ma ultimamente non si beatifica più.

Ritratto di Runasimi

Runasimi

Lun, 08/04/2013 - 00:59

Il cinismo di questo personaggio è abominevole. Non soltanto evita di prendere atto della realtà, di cui è pienamente responsabile, MA QUEL CHE E' PEGGIO ARRIVA ADDIRITTURA A LAGNARSI DI CHI NE PARLA. Un bravo al comunista Napolitano che ci ha dato da mantenere questo bel tomo.

Sandro'75

Lun, 08/04/2013 - 01:10

1.000.000 di posti persi e non si dimette...... Se rimane un altro anno e' meglio se emigriamo tutti e 56 milioni di abitanti

pierpaolo rossi

Lun, 08/04/2013 - 07:07

Povera Italia, vorrei solo sapere quando siamo pronti ad una rivoluzione , e' impensabile continuare a lamentarsi senza far nulla, mentre i politici fanno come se niente fosse, in un periodo di crisi storica mai accaduta prima. Io sono uno di quelli messi anche io alla porta dalla mia azienda recentemente........quindi che facciamo ? Io sono pronto.....

gicchio38

Lun, 08/04/2013 - 09:19

MA NON E' TUTTA COLPA DEL PROFESSORINO DEI MIEI STIVALETTI monti CHE DA BUON VOLPONE A VISTO LA LUNA NEL POZZO E GLI E' VENUTA VOGLIA DI PRENDERSELA. SECONDO ME LA COLPA PRIMARIA E PRINCIPALE E' DEL VECCHIETTO FURBO E COMUNISTA E ORAMAI AGLI SGOCCIOLI DELLA SUA VITA POLITICA E FORSE ANCHE DA QUELLA TERRENA. POI SI DOVRA' PRESENTARE AL COSPETTO DI S. PIETRO E CHE COSA GLI RACCONTERA' PER PRENDERLO PER I FONDELLI?