Mini Imu e maggiorazione Tares: gli italiani nella morsa delle tasse

Tra "mini Imu" e maggiorazione Tares italiani stretti nella morsa delle tasse. E le imprese fanno i conti con la Iuc

Gli italiani nella morsa delle tasse. I contribuenti sono, infatti, alle prese con il pagamento della "mini Imu" e della maggiorazione della Tares: da giorni i Caf, gli uffici postali e le banche sono presi d’assalto. Oggi è l’ultimo giorno utile per versare il saldo. Come fa notare ilSole 24Ore, restano tutte le difficoltà per oltre 9 milioni di italiani "nell'adempiere a un compito ancor più fastidioso che oneroso". Ma è soprattutto con il passaggio alla Tari, la componente rifiuti della Iuc, la nuova imposta unica comunale introdotta dal governo Letta, che nel 2014 si registrerà un vero e proprio salasso per i commercianti. Dall’analisi delle maggiorazioni tariffarie effettuata dalla Confcommercio, emerge infatti la pesante incidenza del tributo con un incremento medio del 302%.

Sebbene il governo abbia più volte sbandierato ai quattro venti la cancellazione dell'Imu e il taglio della pressione fiscale, gli italiani si trovano in fila per mettere mano al portafoglio e pagare parte dell'imposta sulla casa. "La sfortuna di questi contribuenti - spiega il presidente di Confedilizia, Corrado Sforza Fogliani, al Sole - è quella di essere residenti in Comuni i cui sindaci hanno pensato bene di deliberare furbescamente, in molti casi poche ore prima del termine loro concesso, un aumento dell'aliquota Imu credendo di poter ricevere dallo Stato maggiori somme per i propri bilanci". Un esempio su tutti? Il Comune di Milano guidato dal sindaco Giuliano Pisapia. Alla cassa sono chiamati oltre 9 milioni di proprietari di prima casa che devono, appunto, pagare la parte residuale della seconda rata Imu nei 2.377 Comuni che hanno alzato l’aliquota nel 2013. Secondo uno studio della Cgia di Mestre, la provincia che "vanta" la quota più elevata di contribuenti chiamati a pagare la "mini Imu" è Reggio Emilia dove i 185.095 proprietari corrispondono al 98,3% del totale dei proprietari di prima abitazione. Secondo le stime dei centri assistenza, il pagamento della "mini Imu" in media si aggira intorno ai 41 euro. "l gettito dovrebbe portare nelle casse dei Comuni interessati circa 400 milioni di euro", ha commentato il segretario della Cgia, Giuseppe Bortolussi, denunciando il caos esploso nelle ultime settimane. Un disservizio che "ha disorientato i cittadini aumentando ulteriormente l’insofferenza verso il fisco e verso la politica che ha gestito in maniera molto approssimativa tutta la vicenda".

Sul calendario non c'è solo la scadenza della "mini Imu". I contribuenti devono versare anche la maggiorazione della Tares nelle amministrazioni comunali che non l’hanno accorpata al pagamento della Tarsu o della Tia entro il 16 dicembre. Anche in questo si tratta di un balzello aggiuntivo. Una stangata da 30 centesimi al metro quadro che dovrà portare nelle casse dello Stato all'incirca 1,2 miliardi di euro. E, se i privati tremano oggi, in questo "venerdì nero" delle tasse, ai commercianti viene il capogiro nelle leggere le proiezioni della Confcommercio per il 2014. La nuova imposta unica comunale, introdotta dal governo Letta attraverso la legge di Stabilità, minaccia rincari del 302%. Incrementi ingiustificati che derivano "dall’adozione di criteri presuntivi e potenziali e non dalla reale quantità di rifiuti prodotta". Insomma, una violenta penalizzazione per il sistema delle imprese che "impone la necessità di rivedere al più presto la struttura dell’attuale sistema di prelievo affinchè rifletta la reale produzione di rifiuti ridefinendo con maggiore puntualità coefficienti e voci di costo e distinguendo tra utenze domestiche e non domestiche".

Commenti

Rossana Rossi

Ven, 24/01/2014 - 10:49

E' uno schifo. Ma quando ci decidiamo a mandare a casa questi pasticcioni incompetenti VOTATI da NESSUNO?

releone13

Ven, 24/01/2014 - 10:52

CARO SERGIO RAME........le tasse le devono alzare...tantissimo, non abbassarle......perché se è vero che l'evasione accertata è di 53 miliardi (53!!!!!!!!!!)...solo quella accertata.......è giusto che le tasse le aumentino.....perché non abbiamo capito nulla......siamo NOI a chiedere che le aumentino.......perché siccome i dipendenti la tasse le pagano alla fonte, sappiamo benissimo chi evade......e visto che il tessuto industriale italiano è fatto da piccole e medie imprese......sappiamo bene dove si potrebbe andare a prendere i soldi.....altro che grandi evasori. Basterebbe che artigiani, commercianti, liberi professionisti denunciassero che non le paga le tasse e allora si che si potrebbero abbassarle......Perché in un quartiere si sa BENISSIMO chi non emette fattura, chi non emette scontrini, ecc. ecc.............Ma siccome sono tutti omertosi e mafiosetti, quei poveri cristi che le tasse le pagano le devono pagare PER TUTTI!!!!!!!!!!!!!!!!! Contenti loro....Ma noi italiani siamo i più furbi, i migliori del continente......... solo che abbiamo tutti contro, poverini......in Europa sono tutti dei cattivoni.........peccato che a parte la Grecia nessun paese ha la nostra evasione fiscale......vai LETTA, sotto con le tasse!!!!!!!!!!!

electric

Ven, 24/01/2014 - 10:56

Rossana Rossi, l'inasprimento delle tasse è la conseguenza inevitabile di un governo di sinistra. Semplicemente perché loro hanno una mentalità di tipo statalista, assistenzialista e sprecone. Purtroppo dubito che con Renzi le cose possano cambiare...

Ritratto di gzorzi

gzorzi

Ven, 24/01/2014 - 10:58

Aspettiamo il rimborso di Silvio.

Ritratto di mark 61

mark 61

Ven, 24/01/2014 - 10:59

51 miliardi di evasione di quali tasse state parlando ?

Rossana Rossi

Ven, 24/01/2014 - 11:09

Electric hai perfettamente ragione. Una cosa mi sfugge: perché le cooperative (rosse) non pagano tasse?

unosolo

Ven, 24/01/2014 - 11:09

la cosa peggiore che un governo faccia è svendere le azioni di Stato , altra cosa è creare lavoro per i sindacati " I CAF " hanno costretto milioni di persone a perdere ore e soldi per non far lavorare i dipendenti della PA agevolando il lavoro nei centri CAF , non è in questo modo che si crea lavoro ma si tolgono ulteriori soldi a quei poveri pensionati costretti ad andare in quel dei sindacati e spendere qualche soldo in più. Questo sembra un vero accordo tra sindacati e governo tanto per non far fare scioperi contro quello che stanno svendendo , LE POSTE , questo governo ci fa perdere pezzi importanti che portano soldi allo Stato , diminuendo in seguito le entrate serviranno altri aumenti , è vero che subito , se riesce , entrano un poco di soldi ma dopo ? hanno sbagliato tutto quello che hanno toccato , si presentano in Europa con vendita di pezzi senza soldi in cassa ,peggio di così ....

a.zoin

Ven, 24/01/2014 - 11:24

L`Italia è diventata un popolo di pecoroni, TUTTI IN FILA PER PAGARE LE TASSE. Quello che c`è da pagare non lo sanno neppure al governo, MA, SE NON SI PAGA OGGI,( SONO SORATASSE ). Nel belpaese, abbiamo al GOVERNO tanti CAPRONI e la popolazione e formata da tanti ASINI-CORROTTI. RICORDATEVI ALLE PROSSIME ELEZIONI, ( 1243 CASE,LA PROPRIETARIA È MOLTO AMICA DEI TOP CHE CI GOVERNANO!!! E NON PAGA TASSE !!!

Gioa

Ven, 24/01/2014 - 11:25

il governo vende le poste per far contenta l'UE, ma se VENDESSIMO IL GOVERVO ATTUALE CERTAMENTE L'U.E. OLTRE CHE CONTENTA CI RINGRAZIERA' PER IL RESTO DELLA VITA....VENDIAMO E COMPRIAMO NELLO STESSO MOMENTO...E' COSI' CHE FUNZIONA.....

Anonimo (non verificato)

unosolo

Ven, 24/01/2014 - 11:28

I sindacati devono tacere altrimenti perdono molti soldi , i sindacati oltre a prendere soldi dai tesserati li prendono anche dallo Stato e dai datori di lavoro oltre che per legge devono essere insediati nei CDA , quindi sono interessati e si aiutano governo sindacati .Questo avviene solo con governi di sx aiutarsi senza contestare mentre con i governi di CDX sempre in piazza a prescindere . Questo giochetto del mod F24 porta milioni ai centri CAF , adesso ditemi che non erano d'accordo ( si scrive così ? ).

vince50

Ven, 24/01/2014 - 11:29

C'è ancora chi ha convinzione che se la "presunta evasione"non ci fosse e quindi introiti molto più sostanziosi,la cose in italia andrebbero meglio.Proprio questo fa capire che si è soggiogati a 360°,senza rendersi conto che questi sono condizionamenti terrorismo di stato ladrone per farci sentire il fiato sul collo.Se è possibile stabilire quanto non pagato,sarebbe molto semplice stabilire da chi non è stato pagato.Il problema reale è molto "più in alto",gli sgherri eseguono gli ordini dei mafiosi insaziabili massacrando oltre ogni ragionevole limite.

xgerico

Ven, 24/01/2014 - 11:30

@Rossana Rossi- Le rispondo io se permette- Le cooperative non esistono di un solo colore, sono di "varii" colori Pagano l'IVA (tutta) e i guadagni per legge devono essere reinvestiti.

Ritratto di rinnocent637

rinnocent637

Ven, 24/01/2014 - 11:34

Leggo sul 24 ore che Saccomanni vede una grande ripresa: Vorrei sapere in quale paese vive questo ministro, Nel PAESE DEI BALOCCHI?L'italiani non se ne sono accorti di questa grande ripresa, anzi si accorgono ogni giorno che le imprese falliscono o chiudono per poco lavoro, le famiglie non hanno soldi per campare, la disoccupazione aumenta, cosi le tasse,e questo ministro ci viene a prendere per il naso. Ma alla boccomi cosa le insegnano a Mentire? Vedi per puro caso che anche Monti e un bocconiano

Ritratto di franco-a-trier_DE

franco-a-trier_DE

Ven, 24/01/2014 - 11:42

ma pagate e siate contenti , li avete votati voi o no? Rossana Rossi semplice, perchè comandano loro,dal nick mi sembri sia una rossa anche tu o sbaglio?a.zoin come siete dei pecoroni, io credevo lo fossero i krukki invece.

max.cerri.79

Ven, 24/01/2014 - 11:56

Releone, scusami ma della vita non hai capito un cazzo. Primo, i numeri dell'evasione sono cifre a cazzo, se si sa a quanto ammonta si sa anche chi evade, secondo se tutti pagassimo le tasse aumenterebbero comunque, perchè mangerebbero ancora di più. E te lo dice un dipendente che le paga in busta

stefano.colussi

Ven, 24/01/2014 - 12:05

..ma dottor Sergio Rame..Lei titola "italiani nella morsa delle tasse"..non capisco..non capisco proprio dove è la notizia....la "notizia vera" invece è quella, di ieri sera, sulla "sette"..i catto/comunisti stupidelli hanno enunciato che "più il Silvio va giù.. e più il Silvio va sù"..insomma più Zio Silvio va giù (in politica) più lo Zio Silvio va sù (in borsa)..Domanda ?? esiste nel Villaggio Globale uno più stupido & stupidello di un Catto/Comunista/Italiano ?? non credo, non credo, non credo..Bye Bye dr.Sergio Rame..Colussi, Cervignano del Friuli, Stati Uniti d'Europa..PS salvo sempre sempre sempre l'Amico Romano Massimo D'Alema (Ie) & l'Amico Friulano Mauro Travanut(Ie).

ninitirabuscio

Ven, 24/01/2014 - 12:32

Mi raccomando ITALIANI: soldatini e servi, andate a fare la fila alle poste e pagate. Tanto servite solo a questo. Dai su forza alzatevi e andate a pagare. Non fate penare i politici, i giudici, le forze dell'ordine, i medici, i professori ecc. ecc. Loro hanno bisogno dei vostri soldi, dei vostri sacrifici per fare la loro bella vita. Su dai povera gente andate: bollettini alla mano. Pagare, pagare, pagare. Tanto non servite ad altro!

releone13

Ven, 24/01/2014 - 12:41

max.cerri.79:Detto da te mi consola..........almeno qualcuno che capisce qualcosa..........E' una questione di giustizia il fatto che paghino tutti.........detto questo, se l'evasione fiscale non ci fosse il governo non avrebbe più scuse per aumentarle, e poi potremmo riparlarne.Ma fino a quel momento bisogna anche stare zitti.Se poi tu sei contento di andare in esercizi commerciali, spendere , dover discutere per farsi fare lo scontrino e permettere a chi non le paga le tasse (SOLO A LORO; PERCHE' E' ANCHE VERO CHE CI SONO ESERCENTI ONESTI)di andarsene in Sardegna e pagargli tu le tasse, buon per te......io non sono per niente contento.La verità è che siamo un popolo senza alcuna educazione civica, pensiamo solo al nostro orticello senza capire che poi ci rimettiamo sempre e comunque noi.

Bellator

Ven, 24/01/2014 - 12:42

Noi Italiani Dovremmo Processare,il Triumvirato,Prodi-Monti -Ciampi,per il sabotaggio economico fatto ,non all'Italia,ma agli Italiani,per l'adozione dell'EURO,che ha dimezzato il valore dei nostri stipendi,pensionI,dei nostri risparmi,accumulati con anni di sacrifici.Altro processo da fare all'esperto di Marcati Ortofrutticoli,in arte Monti,per aver aumentato le rendite Catastali,del 60%,quando anni prima erano già state rivalutate del 100%,che hanno determinato l'aumento dell'IMU,rispetto a quando si versava l'ICI.Questi signori da essere condannati come hanno fatto gli Islandesi,con i loro Governanti,e Finazieri,che hanno aumentato il debito Pubblico,da azioni criminose,di Banchieri e membri del Govreno.Per questo disastro, del Pagamento dell'IMU sulla prima casa e su tutti gli immobili che non danno reddito,noi tutti non dovremo più pagare un Euro, poi vedremo a chi appartiene la sovranità della Nazione,se al Popolo Sovrano che deve decidere le cose, o a quattro stronzi che ci stanno riducendo in miseria.

max.cerri.79

Ven, 24/01/2014 - 13:03

Sono anni che dicono che hanno recuperato milioni di qua e di la di evasione fiscale, è vero o no? Eppure sono anni che continuano ad aumentarle, semplicemente perché per calarle devono togliersi privilegi. ..non è facile. ..così, incuranti del futuro verso il quale ci portano, continuano a farsi i cazzi loro, tanto il popolo sta e starà sempre zitto. ..dobbiamo solo sperare in una rivolta, e non pacifica...

Ritratto di 02121940

02121940

Ven, 24/01/2014 - 13:18

Diciamo la verità. La corsa alle tasse è stata avviata dalla DC all’inizio degli anni '70, con la cosiddetta Riforma Tributaria. Con Amato nel 1992 c'è stato il salto di qualità, avviando tecniche di prelievo diretto in banca, riprese di recente da Monti e poi da Letta. Nel 1997 c'è stato il "colpo gobbo" con l'IRAP, pensata da Visco e Prodi, l'imposta folle che il popolo bue subisce senza saperlo, una sorta di tassa sul lavoro che ha stesso definitivamente l'economia Italiana. Dire che tutto ciò sia addebitabile solo alla sinistra non mi pare giusto. La responsabilità è stata della classe politica intera, forse sulla scia di un'indicazione di metodo predicata dalla sinistra, ma comunque un'operazione della Casta politica e finanziaria, quella che ha fatto ingrassare politica e finanza, distruggendo il sistema economico produttivo e portando alla fame il popolo bue. Il nemico dell'operaio, l'affamatore dei lavoratori, il beneficiario dell'altrui povertà è seduto in parlamento, nei "seggi" della politica sparsi ovunque nel bel paese, e sta facendo di tutto per mantenere i suoi privilegi. E adesso in parlamento vogliono entrare tutti, a cominciare da banchieri e imprenditori che ora preferiscono arricchirsi senza fatica e senza rischiare nulla.

Il giusto

Ven, 24/01/2014 - 13:26

Mini-imu pagata martedì:14 €!Pensavo peggio!!!

lamwolf

Ven, 24/01/2014 - 16:42

Sono due mesi che pago tasse, ogni giorno ne arriva una con una pensione e uno stipendio part time di mia moglie. Rincari vergognosi come la Tares che per una casa di 110 metri è arrivata a oltre 600 euro. Non parliamo dell'Imu ma la casa me l'avete costruita voi? maledetti. Solo tartassati per uno Stato di doveri senza diritti. Strade scassate con voragini, nel pubblico non funzione più nulla, abbandonati dalle autorità alla criminalità anche all'interno delle proprie case. Vessati e tartassati ma non vi VERGOGNATE farabu...Non conoscendo altro per cercare di non farci strozzare dal fisco allora siete degli incompetenti e incapaci, meglio che vi togliate di mezzo avremo così modo di risparmiare qualche decina di milioni di euro. E poi ogni giorno politici inquisiti per rimborsi vergognosi, la parrucchiera il taxi anche per poche decine di metri, il caffè la tolettatura del cane ecc... Ma dico il Presidente della Repubblica ma che ci sta a fare?

Ritratto di 02121940

02121940

Ven, 24/01/2014 - 17:23

Correggo. Diciamo la verità. La corsa alle tasse è stata avviata dalla DC all’inizio degli anni '70, con la cosiddetta Riforma Tributaria. Con Amato nel 1992 c'è stato il salto di qualità, avviando tecniche di prelievo diretto in banca, riprese di recente da Monti e poi da Letta. Nel 1997 c'è stato il "colpo gobbo" con l'IRAP, pensata da Visco e Prodi, l'imposta folle che il popolo bue subisce senza saperlo, una sorta di tassa sul lavoro che ha STESO definitivamente l'economia Italiana. Dire che tutto ciò sia addebitabile solo alla sinistra non mi pare giusto. La responsabilità è stata della classe politica intera, forse sulla scia di un'indicazione di metodo predicata dalla sinistra, ma comunque un'operazione della Casta politica e finanziaria, quella che ha fatto ingrassare politica e finanza, distruggendo il sistema economico produttivo e portando alla fame il popolo bue. Il nemico dell'operaio, l'affamatore dei lavoratori, il beneficiario dell'altrui povertà è seduto in parlamento, nei "seggi" della politica sparsi ovunque nel bel paese, e sta facendo di tutto per mantenere i suoi privilegi. E adesso in parlamento vogliono entrare tutti, a cominciare da banchieri e imprenditori che ora, in tempi di vacche magre, preferiscono arricchirsi senza fatica e senza rischiare nulla.

gedeone@libero.it

Ven, 24/01/2014 - 18:13

#releone 13, se l'evasione accertata è di 53 mld,(hanno abbassato la cifra perché l'anno scorso dicevano 120) allora devono sapere anche chi è che ha evaso questi fantomatici 53 miliardi ed allora perché non li vanno a prendere?Perché non fanno pagare ai gestori delle slot i 92 miliardi di euro di evasione ACCERTATI DALLA GUARDIA DI FINAZA? Non lo fanno perché ci sono di mezzo politici e/o amici dei politici? La verità è che sparano cifre a casaccio per spellarci meglio. Ma tra poco non ci sarà più niente da spellare. La gallina dalle uova d'oro (le imprese) sono allo stremo, chi può, per sopravvivere, de localizza all'estero e chi non può chiude o si amnmazza. Tra poco,pur di mantenere i loro privilegi saranno costretti a licenziare un bel numero di statali ed a tagliare stipendi e pensioni...