Il ministro in guerra contro il fumo in autoLorenzin scrive ai parlamentari

Proibire il fumo nelle auto in presenza di minori e donne incinte: è la proposta del ministro alla Salute Beatrice Lorenzin che, con una lettera indirizzata ai parlamentari ai quali chiede sostegno nella sua battaglia, ha spiegato che in Italia «c'è un allarme culturale e sociale, prima che sanitario», che «causa 80mila morti all'anno, «come se una città grande come Varese o Grosseto venisse inghiottita in una nuvola di fumo». Il divieto in auto, ha spiegato il ministro, serve per evitare di esporre i ragazzini al fumo passivo e anche per dare il buon esempio, perché, ha detto, «iniziano a fumare giovanissimi». Per lo stesso motivo nella proposta di legge c'è anche una norma per proibire il fumo negli spazi aperti delle scuole, dove si radunano professori e studenti. Il progetto piace alle associazioni degli oncologi, ma ha suscitato critiche di alcuni parlamentari che lo definiscono «talebano».