Modena, sentenza choc"Sono nati in Italia niente espulsione"

Il giudice di pace libera due fratelli bosniaci dal centro di identificazione: "Non possono restare lì"

Niente Cie per i figli di stranieri nati in Italia. Sulla base di questo principio, affermato per la prima volta nel nostro Paese, il giudice di pace di Modena ha liberato due fratelli di origine bosniaca che erano trattenuti da oltre un mese nel Centro di identificazione ed espulsione modenese. Una vicenda, quella di Andrea e Senad Seferovic, che si è trasformata in un caso politico, con il Pdl e la Lega Nord che hanno annunciato un’interrogazione parlamentare, mentre il centrosinistra attacca la legge Bossi-Fini e parla di una «sentenza importantissima».

Motivo? La decisione del giudice di pace modenese potrebbe aprire la strada al una legge per lo ius soli, vale a dire il diritto di cittadinanza italiana che si acquisisce in virtù del solo fatto di essere nato nel nostro Paese, a prescindere dalla nazionalità dei genitori e dal loro status giuridico. Una legge auspicata anche recentemente dal presidente della Repubblica, Giorgio Napolitano: «Mi auguro che in Parlamento si possa affronare anche la questione dela cittadinanza ai bambini nati in Italia da immigrati stranieri. Nagarla è un’autentica follia, un’assurdita».

E veniamo al caso su cui si è pronunciato il giudice di pace di Modena. I due fratelli, di 23 e 24 anni, nati e cresciuti in Italia, erano stati fermati dalla polizia il 10 febbraio, nel corso di un servizio volto al contrasto di reati predatori. Alle loro spalle, precisa la questura, alcuni provvedimenti coercitivi per sentenze passate in giudicato. Privi di permesso di soggiorno da quando i genitori avevano perso il lavoro, e quindi anche i documenti per restare in Italia, nei loro confronti sono stati emessi due provvedimenti di espulsione, «nel rispetto - precisa la questura - della normativa vigente».

Questa mattina, però, il giudice di pace ha annullato i provvedimenti e ha disposto la liberazione di Andrea e Senad, che ora sognano «una vita normale», anche se la questura «valuterà l’opportunità di disporre ulteriori misure di prevenzione». La sentenza, nel frattempo, ha scatenato le reazioni della politica. Secondo il sindaco di Modena, «fa chiarezza e deve essere rispettata». Parla di decisione «storica» l’Arci, che spera «induca il Parlamento a calendarizzare al più presto la discussione sulla proposta di legge di iniziativa popolare» depositata lo scorso 6 marzo per modificare l’attuale normativa sulla cittadinanza.

L’Arci invita il Parlamento a rivedere al più presto la Legge Bossi-Fini, mentre il senatore Pd Roberto Di Giovan Paolo chiede anche di «attivare un processo per arrivare allo ius soli e fare dell’Italia un Paese davvero europeo». Il senatore Carlo Giovanardi, che ricorda la «pericolosità sociale» dei due bosniaci, parla di «sentenza creativa». «Ormai ognuno si inventa la sua legge», rincara la dose la vicepresidente dei deputati del Pdl, Isabella Bertolini.
Critica anche la Lega Nord; il segretario emiliano, Angelo Alessandri, parla di «razzismo al contrario»: «Si premiano gli stranieri a danno dei cittadini onesti».

Commenti

prodomoitalia

Ven, 23/03/2012 - 09:00

Riterrei opportuno conoscere il nome di questo fantasioso giudice di pace . Un pò di sputt...... mi sembra se lo sia meritato. O no ?????

killkoms

Ven, 23/03/2012 - 09:09

la solita ipocrisia italico giudiziaria!se per dell'utri la cassazione annulla una condanna, qualcuno si"indigna"perchè il legislatore è stato poco chiaro nel legiferare!poi,quando si vuole,la 3^camera italiana,(cassazione)fà le leggi avallando sentenze!come nel caso englaro,come nel caso mills.in cui la qualifica di"pubblico ufficiale!ad un testimone è stata sancita non da una legge,ma bensì da una sentenza delle predetta cassazione!

paolodb

Ven, 23/03/2012 - 09:22

Fantastico. Non bastavano i pretorucoli a ribaltare i cardini della nostra giurisprudenza, ora ci si mettono anche i giudici di pace. Molto apprezzabile anche la reazione dei soliti kompagni che esultano per la liberazione di due delinquenti.

radeno

Ven, 23/03/2012 - 09:38

Bene a quanto pare trasformeremo il ns.allegro paese in un centro di ostetricia dove tutte le immigrate prossime partorienti si precipiteranno in Italia per lo ius soli e tutti i ricongiungimenti che ne conseguono. Poco importa che,nello specifico,questo fantasioso giudice non tenga conto della pericolosità' sociale dei due bosniaci gia'condannati per reati predatori,basta andare contro la Bossi-Fini, favorendo cosi' i sinistri ed i cattocomunisti alla riccardi.

pieropomiga

Ven, 23/03/2012 - 09:43

io avevo capito che il Cie, come dice il nome, serve a identificare precisamente gli stranieri senza documenti per stabilire dove rimpatriarli, nel caso loro non vogliano dirlo. Se non é così, a che cosa serve? questi bosniaci si sapeva perfettamente chi erano, da dove venivano e dove dovevano essere fatti andare, perché stavano là? mi pare che si usino i Cie quasi fossero carceri, ma il reato dove sta? e la sentenza?

Ritratto di Gianfranco Robert Porelli

Gianfranco Robe...

Ven, 23/03/2012 - 09:43

Questa è un'invasione del potere giudiziario, nei poteri esecutivo e legislativo. I giudici colpevoli di aver infranto la suddivisione dei poteri di Montesquieu, fondamento di ogni democrazia, andrebbero puniti. Ma Napolitano, cui spetta tale compito, lascia fare. E' chiaro che il supremo altolocato non è all'altezza.

voce.nel.deserto

Ven, 23/03/2012 - 09:48

Il giudice non può inventarsi le leggi.Crede di essere Demiurgo? Prima viene la legge,poi la sentenza che interpreta.Scogliamo la magistratura e rifondiamola su basi elettive. L'idea di una maggiore considerazione dello ius soli non mi sconvolge.Ma il giudice rispetti le leggi che ci sono e non se le inventi.

pittariso

Ven, 23/03/2012 - 09:57

Il colpo di stato c'è già stato:è quello della magistratura che ormai al di sopra degli altri poteri,un associazione potente con a capo per costituzione e di fatto il presidente della repubblica.Poveri quegli italiani che resteranno in questo paese per loro prevedo unfutura di povertà e sottomissione,anche religiosa.

Ritratto di Bartuldin

Bartuldin

Ven, 23/03/2012 - 10:06

I giudici di pace non sono giudici di carriera. La maggior parte di essi provengono dalla carriera avvocatizia. Ritiratisi dalla professione fanno richiesta di entrare ad occupare i posti vacanti. le loro sentenze valgono quanto il due di coppe a briscola.

rokko

Ven, 23/03/2012 - 10:27

Ma se sono nati e cresciuti in Italia, verso quale paese li dovremmo espellere ? Boh

SCHOLAR

Ven, 23/03/2012 - 10:31

Non è una maggior rilevanza allo ius soli il problema ma la pretesa di certa magistratura di farsi leggi a suo uso e consumo. Non c'è la divisione dei poteri??? No un avvocato, che non rischia nulla e non viene giudicato dagli elettori fa e disfa' lo stato. Questi sono i casi in cui se qualche cittadino viene leso dalla illecita presenza di codesti personaggi avrebbe il sacrosanto diritto di rivalersi direttamente su chi abusando dei propri poteri lo ha consentito.

Ritratto di miladicodro

miladicodro

Ven, 23/03/2012 - 10:50

Con questa magistratura fai da te è normale che il mondo vada alla rovescia.Quello che fa specie sono i giudizi positivi dei soliti sfascisti Italici.Altro che rivoluzione.I diliberto ed i grillo,per citarne due fuori di testa,possono minacciare,fomentare qualche testa calda a fare il botto,questo giiugice si erge a paladino di persone poco chiare fregandosene di applicare le leggi vigenti,un magistrato assolve Dell'Utri con ragioni da vendere e si scatena la cànea.Robb de matt.

no b.

Ven, 23/03/2012 - 10:55

se hanno combinato dei reati perchè erano a piede libero? Ma soprattutto, se vanno espulsi dall'Italia devono essere rimpatriati da qualche parte ma... dove?? Non sono cittadini bosniaci in quanto non sono nati lì e magari non ci sono nemmeno mai stati. Si trovano quindi in una sorta di limbo

Barbadifrate

Ven, 23/03/2012 - 10:55

"L'Arci invita il parlamento a rivedere la legge Bossi-fini..." Si, certo. Sono pienamente d'accordo, ma per farla più rigorosa. In Svizzera, i figli nati da stranieri su territorio svizzero, restano cittadini dello stato dei propri genitori fino ai 18 anni. Dopo la maggiore età possono fare richiesta di cittadinanza la quale viene accordata solo se sei in regola con la legge e se dimostri di essere pienamente integrato. Ripeto. Possono fare la richiesta. Non è che la cittadinanza gli arriva dall'alto.

Rossana Rossi

Ven, 23/03/2012 - 10:55

Evviva , così questa povera Italia diventerà un'immensa sala parto dove tutti, delinquenti compresi, verranno qui a partorire per essere cittadini italiani mantenuti da noi. Bene, fin che non faremo nulla per fermare questi giudici scriteriati e incompetenti dovremo subire queste aberrazioni legislative e civili.

qualunquista

Ven, 23/03/2012 - 11:15

La tappa successiva rsarà che non si potranno mandare via i genitori dei bimbi nati in Italia. Frotte di partorienti sbarcheranno in Italia, poco importa se a rischio loro o del loro bimbo. Poi il patrocinio gratuito, che cavalcando in modo esasperato principi costituzionali gonfia le tasche degli avvocati d'assalto a spese degli italiani, farà il resto.

Albert1

Ven, 23/03/2012 - 11:37

No ma va bene così!! Quando l'Italia sarà un bel paese europeo multiculturale e anarchico, e lo Stato, che già adesso fa una fatica boia a garantire la sicurezza, si arrenderà definitivamente di fronte ai nuovi barbari, io prenderò fuori il Winch di mio padre! Anzi ora lo pulisco, lo olio e controllo che le cartucce siano ancora buone. Nei militari avevo una mira eccezionale soprattutto con la MG42. Mi serve solo un volontario per il cambio canna, ma sono assolutamente sicuro che per allora avrò solo l'imbarazzo della scelta. Nel frattempo mi auguro che l'italiota medio si renda conto di valere sempre meno di fronte alla legge, Spesso ciò che a noi è vietato, è concesso o derogato o comunque tollerato per i non italiani!! Quello che mi fa sorridere è che per colpa dei Giudici di Pace .... scoppierà la Guerra!! p.s. Ai clandestini ed irregolari che accettano di andarsene ovviamente non sparerò ma per tutti gli altri ......

piertrim

Ven, 23/03/2012 - 11:43

Se, per una delle fortuite combinazioni che la vita ci riserva, costoro fossero nati nel garage del giudice di pace, lui emetterebbe una sentenza per ospitarli per tutta la vita in casa sua?

mitmar

Ven, 23/03/2012 - 11:45

Be', che fosse una cretinata aver messo in mano la giustizia a gente che di mestiere ha fatto tutt'altro solo perchè 2000 anni fa ha preso una laurea sul codice di Hammurabi, era ovvio. Chiunque sia mai capitato sotto un giudice di pace ce l'ha ben chiaro. Adesso per migliorare, ci abbiamo anche aggiunto la mediazione. Facciamo veramente ridere.

Acquastanca

Ven, 23/03/2012 - 11:48

#10 rokko ha ragione.

Ettore41

Ven, 23/03/2012 - 11:49

Da quando in qua' e' la Magistratura a fare le leggi? Per quanto poi al commento di #10 rokko sarei dell'avviso di rispedirli nel paese di provenienza dei genitori, insieme agli stessi ovviamente. Se poi i genitori risultassero apolidi, allora, con sentanza del giudice, riterrei responsabile del loro mantenimento, sino a quando non diventeranno economicamente indipendenti, #10 rokko e tutti quelli che la pensano come lui.

Ritratto di jagomar

jagomar

Ven, 23/03/2012 - 11:55

Un grazie ai giudici che, nonostante i leghisti e il fasciume vario, cercano di far apparire la nostra nazione un po' meno stato-bananas. Se poi rubano c'è la prigione. Esattamente come dovrebbe esserci per i politici ladri o chi ad es. agevola la prostituzione minorile o corrompe i testimoni.

vivaitaly

Ven, 23/03/2012 - 11:59

un'altra legge stupida, siccome uno nasce in Italia, gli dobbiamo dare la cittadinanza. Ma che ignoranza, adesso vedrete quante donne clandestine incinte arriverranno. Povero occidente ignorante, piu' andate avanti e piu' vi stupidite.

cgf

Ven, 23/03/2012 - 11:58

di cosa ci si stupisce? a Modena dei magrebini sono stati assolti dall'accusa di spaccio di sostanze stupefacenti (nb arresto in flagranza) perché SECONDO IL GIUDICE spacciavano per..... NECESSITA' !!

Mercutio

Ven, 23/03/2012 - 11:58

Il giudice di pace? ma vi rendete conto che non è nemmeno un vero magistrato? Ma dove stiamo andando a finire? Lo Stato esiste ancora?

Izdubar

Ven, 23/03/2012 - 12:06

È notorio che i giudici di pace vengono arruolati tra semplici laureati in giurisprudenza o, ben che vada, tra avvocati (che però hanno poca clientela e quindi parecchio tempo a disposizione). Quindi la loro preparazione è spesso scarsa e insufficiente. Vedremo che cosa succede in appello. In ogni caso, abbiamo una sentenza insensata a cui non bisogna dare troppo peso.

maurizio50

Ven, 23/03/2012 - 12:09

E così la sinistra ottiene da semianalfabeti Giudici di Pace, schierati politicamente, quello che non riesce ad ottenere in Parlamento: se tuttavia domani mattina ci sarà altro Giudice di Pace che dirà esattamente il contrario del precedente, ebbene un milione di scansafatiche pronti con le bandiere rosse a protestare contro la decisione razzista saranno immediatamente reperiti. Ciò in nome del progresso sinceramente democratico!!!

Ritratto di pedralb

pedralb

Ven, 23/03/2012 - 12:09

Siamo un paese alla frutta................e se continuiamo di questo passo temo proprio, che nostro malgrado, ci sveglieremo un giorno governati da un nuovo baffetto!!!!!!!!!

Mercutio

Ven, 23/03/2012 - 12:10

Ma vi rendete conto, nemmeno un vero magistrato, un giudice di pace. Ma lo Stato esiste ancora?

Albert1

Ven, 23/03/2012 - 12:20

@ #10 rokko Coppia di clandestini entra in Italia. Scoprono questa nuova norma e fanno un figlio. Qualche anno dopo escono dalla clandestinità e pretendono dei servizi perchè il loro figlio nato e cresciuto qui ha dei diritti ma essendo ancora piccolo ha bisogno dei genitori! Legge aggirata e Italia piena di clandestini con figli! Saresti molto felice? Quando un figlio di italiani non trova posto all'asilo o da altre parti perchè scavalcato da questi qui perchè altrimenti passa la falsità che siamo razzisti, i genitori che fanno? Vanno dal GdP e lo ringraziano sentitamente? Dobbiamo darci una calmata! Noi siamo meno di 60 milioni loro un'infinità. Se non mettiamo delle barriere e li conteniamo da qui al 2100 in Italia si parlerà un'altra lingua.

piertrim

Ven, 23/03/2012 - 12:21

Bravo #21 Ettore, aggiungo che tuttora in Italia vige la cittadinanza data dal sangue e non quella del suolo, pertanto questa sentenza è una sparata dei soliti noti in contrasto con le nostre leggi!

Antonio63

Ven, 23/03/2012 - 12:25

#10 rokko : La domanda e' giusta e pertinente e, stando alla legislazione vigente, dovrebbe essere nel Paese di origine dei propi genitori. Cosi' non fosse avremmo una crescita esponenziale di donne pronte a partorire in Italia, oltre a quelle gia' arrivate e che continuano ad arrivare ! E' pur vero che, grazie a politici illuminati e lungimiranti, siamo diventati un Paese colabrodo, dove entra di tutto e di piu' e quello dei barconi e' solo una minima parte..., ma prima o poi ci si dovra' pure interrogare se tutto questo possiamo permettercelo o meno. Intanto abbiamo imprenditori e disoccupati che si suicidano, e per contro, a spese nostre, falsi profughi dalla Libia alloggiati in hotel con servizio in camera...senza trascurare la pletora di clandestini da mantenere sine die...! Cordiali saluti

gi.lit

Ven, 23/03/2012 - 12:26

Vorrei sbagliarmi ma non mi pare che in proposito gli esponenti del Pdl e della Lega si siano fatti sentire.

frabelli

Ven, 23/03/2012 - 12:39

La giustizia inesistente, fatta su misura ed a piacere dai pm. Una giustizia che lascia impuniti i colpevoli e cerca pubblicità indagando su innocenti. Una (in)giustizia, quella italiana.

cgf

Ven, 23/03/2012 - 12:38

#33 gi.lit MAI STATO A MODENA? no.

cgf

Ven, 23/03/2012 - 12:44

x gi.lit a modena esiste il metodo Daniele Sitta, conosce? no? vada, vada....

Ritratto di Gius1

Gius1

Ven, 23/03/2012 - 12:51

Pace e bene a tutti quelli che votano e vorrebbero votare "SINISTRA". Questo e´quello che vi aspetta e che meritate. Il problema e´che lo dobbiamo sopportare tutti. auguri

Ritratto di Gius1

Gius1

Ven, 23/03/2012 - 13:00

e ancora.... mi spiegate cosa ci fanno i poveri militari a rincorrerli , catturarli se poi un illuso giudice di pace si prende la liberta´di decidere in questo modo ? E puramente VERGOGNOSO. Io per essere ITALIANO LIBERO, devo fare tutti i miei doveri .Gli stranieri no. Basta drogarsi ,guidare un´ auto e u´ccidere un passante per poi diventare famoso.Il Premio ? la cittadinanza Italiana. Ad essere sincero dato che la cittadinanza Italiana viene regalata, non esiste piu´ un motivo di essere ORGOGLIOSAMENTE ITALIANO.

Ritratto di alasnairgi

alasnairgi

Ven, 23/03/2012 - 13:55

Di questo passo arriveremo ai decreti di espulsione solo per gli Italiani che non saranno d'accordo . Lo stalinismo con questi giudici è dietro l'angolo !!!

migrante

Ven, 23/03/2012 - 13:56

ho il sospetto che ci troviamo di fronte ad un caso creato ad och, come spesso piace fare alla sinistra ( tecnica usata spesso nella "causa gay"), ne e`una dimostrazione la "stranezza" derivante dal fatto che questi "bravi ragazzi" siano nati e visuti per 23-24 anni in Italia e quindi aventi diritto a pieno titolo alla cittadinanza, ma guarda caso se ne stavano in clandestinita`( e "costretti" a delinquere) senza permesso di soggiorno a causa della perdita del lavoro da parte dei genitori...una situazione strappalacrime !!!

tato_mi

Ven, 23/03/2012 - 14:09

@Gius1 Mi spiace contraddirla , questo è quello che abbiamo dopo anni di gente che ha votato a destra , sentendo e vedendo tante caxxate. Decisioni figle dele legge Bossi-Fini, non delle leggi Di Pietro Bersani. La sua osservazione è la classica osservazione di gente cieca

eglanthyne

Ven, 23/03/2012 - 14:16

Ma cosa vuoi commentare , è incommentabile PUNTO .

claudiocodecasa

Ven, 23/03/2012 - 14:27

certamente un sindaco catto-comunista

Ritratto di Gianfranco Robert Porelli

Gianfranco Robe...

Ven, 23/03/2012 - 14:43

Ma non finisce qui. Il badante di Napolitano, tale Monti, vuol dare la giurisdizione ai Magistrati anche nelle aziende con meno di 15 dipendenti. Praticamente un Giggino o una Bocassini entrano nei negozi ed escono con la mercanzia che gli regalano pur di toglierseli di torno.

killkoms

Ven, 23/03/2012 - 14:55

#13nob,non sono apolidi,hanno sicuramente la nazionalità di qualcuno dei genitori,probabilmente quella madre!il pilota di F1 rosberg è nato nel principato di monaco,ma è tedesco come sua madre!

antorin9421

Ven, 23/03/2012 - 14:57

@38 Gius1 e allora cosa aspetti a spararti?

antorin9421

Ven, 23/03/2012 - 15:11

@21 Ettore41. ciao ettore! mi pare che tu abbia tirato la stessa conclusione del giudice.. i ragazzi non possono essere tenuti al gabbio e nemmeno rispediti al paese dei genitori, (genitori apolidi o meno, essendo loro nati in italia perchè qualche stato estero dovrebbe accettarli?), quindi restano qui, liberi. ma tu in GB hai anche la cittadinanza o hai solo la volvo?

mariolino50

Ven, 23/03/2012 - 15:10

Lo ius soli esiste soltanto negli USA, che a differenza dei paesi europei gli abitanti attuali sono Tutti immigrati, in quanto la popolazione autoctona, ovvero i cosidetti indiani d'america, furono opportunamente sterminati nei secoli passati, gli sparuti gruppetti rimasti io ho visto dove li hanno messi, in mezzo al deserto dove non crescono nemmeno i sassi, potrebbe essere la nostra fine, come dice il manifesto della lega, che anche essendo io sinistro ma dissidente mi tocca approvare.

Ritratto di marforio

marforio

Ven, 23/03/2012 - 15:34

Propongo di tenersi questi delinquenti , e spedire al posto loro nella nazione di provenienza tutti i sinistriti che l' appoggiano.Lo vogliamo capire che l europa ci comanda e i sinistroiti sono i loro servi , lacche senza amor di patria.

stevenson46

Ven, 23/03/2012 - 15:41

Fino a quando dovremo sopportare magistrati che anziché limitarsi ad applicare le leggi esistenti le vogliono inventare? Se vogliono legiferare si facciano eleggere in Parlamento che è l'organo istituzionale e costituzionale autorizzato a farlo.

mimicaro2005@li...

Ven, 23/03/2012 - 15:50

In alcuni casi, come l'osservanza dello jus soli, dobbiamo comportarci da Paese davvero europeo - leggo nell'articolo le dichiarazioni del sen. PD Roberto Di Giovanni Paolo -, in altri casi, come il difendere pugnal tra identi l'art. 18, dobbiamo distinguerci dall'Europa. A quando un pizzico di coerenza a sinistra? mimicaro

Ritratto di Raperonzolo Giallo

Raperonzolo Giallo

Ven, 23/03/2012 - 16:00

Essi sognano una "vita normale", ovvero una vita, come segnalato dalla stessa questura, fatta di "reati predatori", l'unica vita che conoscono. A meno che non sia data loro una giusta rendita da parte dello Stato, che integreranno con solo qualche reato predatorio sparso invece che con un'attività costante e giornaliera di truffe, razzie e rapine. Tutto bene.

frankenstein

Ven, 23/03/2012 - 16:17

Piu' responsabilita' a questi giudici del c...o. Quando per motivi politici e ideologici riescono a manipolare la legge a propria immagine e somiglianza vanno espulsi, condannati, e dimenticati a vita in una cella a marcire.Siano essi di Dx o di Sx.

killkoms

Ven, 23/03/2012 - 16:20

#40migrante,concordo!i genotori di questi questi 2 simpaticoni di 23 e 24 anni,da quanto tempo hanno perso il permesso di soggiorno?da quando sono nati i figli scommetto!comìè possibile che i genitori al 18°compleanno dei figli non si siano attivati per fargli avere la cittadinanza?anche balotelli,cresciuto in una famiglia italiana che non ha avuto lìadozione piena è diventato italiano a 18 anni!po sarà uno dei tanti casi limite di clandestini tollerati da decenni?come quei clandestini che teoricamente non esistono e che quindi non dovrebbero avere nulla,se non il pronto soccorso,ma che invece grazie ai giudici,mandano anche i figli al nido,con precedenza su bimbi italiani,perchè"debbono integrarsi"?

Ritratto di 02121940

02121940

Ven, 23/03/2012 - 16:24

Mi sembra, sulla base dei miei studi di giurisprudenza, che il giudice dovrebbe applicare la legge vigente, non quella inesistente ma da lui auspicata, anche se rispecchia l'augusto pensiero del Colle. Si tratta pure di un giudice di pace, un mezzo magistrato, ma ciò gli basta per far strame del diritto. Che tristezza...

marcomasiero

Ven, 23/03/2012 - 16:59

... appunto giusto ... non vanno espulsi ma spediti a calci nel didietro ai paesi di origine ...

killkoms

Ven, 23/03/2012 - 17:09

#48mariolino50,anche l'australia,paese di emigranti non ha lo jus soli!anzi,è complicato prendere la cittadinanza pure col matrimoniao!leggevo gorno fà su un settimanale,che un nostro connazionale sposatosi con un'australiana ha dovuto attendere 2 anni dopo le nozze per la cittadinanza,in quanto le autorità hanno voluto ben capire che non fosse un matrimonio d'interesse!

Imbry

Ven, 23/03/2012 - 17:14

#17 Albert1 un volontario ce l'hai già e sono pure di Modena... ti aspetto? Ma questo citato nell'articolo è solo un piccolo esempio, da Nonantola a Carpi, passando per Campogalliano sono presenti qualcosa come una ventina di campi rom, muniti di luce, acqua, gas e recinzioni nuove di pacca, e dovresti vedere le macchine parcheggiate al loro interno! Noi italiani a sgobbare e loro che ridono

killkoms

Ven, 23/03/2012 - 17:18

#51mimicaro2005,come la severrino,in merito alla responsabilità civile dei magistrati!"non c'è in nessun paese della UE",ha detto!ma in quale paese dell'UE,anzi,del mondo intero c'è una magistratura tanto potente quanto irresponsabile,come la nostra?

Ritratto di fritz1996

fritz1996

Ven, 23/03/2012 - 17:35

Questa sentenza è choc solo nel senso che va contro il diritto vigente. D'altra parte, non è la prima volta che qualche giudice di pace politicizzato o semplicemente ignorante crea, cioè si inventa, la legge. La sentenza in questione è destinata, ovviamente, ad essere cancellata in cassazione, ma intanto ottiene il bel risultato di permettere di rimanere in Italia a due delinquenti, che non avrebbero mai potuto ottenere la nostra cittadinanza in maniera "normale".

Ritratto di gino5730

gino5730

Ven, 23/03/2012 - 17:53

Sentenza allucinante. Grazie a certe ONLUS e a qualche giudice politicizzato al quale la ideologia di sinistra fa da paraocchi ,l'Italia è terra di conquista,porte,portoni e finestre spalancate.Anzi per facilitare l'immigrazione e non affaticarli per la traversata,mandiamoli a prendere con le nostre navi da crociera.In questo momento particolare di crisi galoppante,di lavoro scomparso,qualche migliaio di gente da mantenere a pensione completa farebbe comodo.

Ritratto di venividi

venividi

Ven, 23/03/2012 - 18:03

E bravi giudici : adesso le donne incinte arriveranno con i voli charter altro che barconi.

noncepacetragliulivi

Ven, 23/03/2012 - 18:10

In US c'e' un termine dispregiativo per i giudici che emettono sentenze che tendono a entrare nel dominio della legislatura (cioe' scrivere leggi che non esistono tramite sentenze): ACTIVIST. Qui sarebbe cacciato a calci nel **** e reversed il giorno dopo. Ma si sa c'e un oceano fra l'Italietta dei giudici napoletani de noialtri e una corte Americana con giganti del calibro di Scalia (curiosamente di origini siciliane e che ci fa grande onore), Roberts e Ginsburg.

gianni.g699

Ven, 23/03/2012 - 18:17

Avanti c'è posto siori e siori ... ormai l'italia è solo un covo di inutili ma furbi burocrati che per il loro unico e sporco interesse hanno dissolto completamente una intera etnia ... LA NOSTRA !!! ... che siano maledetti per l'eternità e ardere per sempre nel fuoco dell'inferno !!! ... a nome di tutti quelli che hanno creduto e a suo tempo dato la vita per questa nazione facendola diventare "Il bel paese" !!! ... oggi invece grazie alle classi dirigenti degli ultimi 25 anni è diventata una pattumiera a cielo aperto ...

Fracescodel

Ven, 23/03/2012 - 18:24

Penso che questi giudici siano dei criminali! In un periodo dove l'immigrazione e' EMERGENZA, Destabilizzazione sociale e promotrice di future tensione civili bisognerebbe inventarsi leggi e azioni per bloccarla completamente, invece del contrario. Trovo che sia inaudito e che chi promuove l'immigrazione sia un criminale traditore dell'Italia, perche' sta minando il nostro presente e distruggendo il nostro futuro. Gli immigrati non hanno colpe, sono i criminali che promuovono l'immigrazione i responsabili.

Fracescodel

Ven, 23/03/2012 - 18:24

Penso che questi giudici siano dei criminali! In un periodo dove l'immigrazione e' EMERGENZA, Destabilizzazione sociale e promotrice di future tensione civili bisognerebbe inventarsi leggi e azioni per bloccarla completamente, invece del contrario. Trovo che sia inaudito e che chi promuove l'immigrazione sia un criminale traditore dell'Italia, perche' sta minando il nostro presente e distruggendo il nostro futuro. Gli immigrati non hanno colpe, sono i criminali che promuovono l'immigrazione i responsabili.

giornalista

Ven, 23/03/2012 - 19:37

Giudici come mine vaganti. Non capiscono che sentenze del genere attirano immigrazione, il tutto in un periodo di crisi occupazionale enorme. Li dovremmo mantenere tutti questi immigrati, con quali soldi se un contratto di lavoro rende in media 1000 € al mese? Invece di rimpatriare il nucleo familiare al completo, decidono che i figli restano ... ovviamente con tanto di genitori e domani nonni, zii, ecc. Altro che sentenza storica, bisognerebbe rimpatriare anche i giudici.

giornalista

Ven, 23/03/2012 - 19:37

Giudici come mine vaganti. Non capiscono che sentenze del genere attirano immigrazione, il tutto in un periodo di crisi occupazionale enorme. Li dovremmo mantenere tutti questi immigrati, con quali soldi se un contratto di lavoro rende in media 1000 € al mese? Invece di rimpatriare il nucleo familiare al completo, decidono che i figli restano ... ovviamente con tanto di genitori e domani nonni, zii, ecc. Altro che sentenza storica, bisognerebbe rimpatriare anche i giudici.

Ritratto di 02121940

02121940

Ven, 23/03/2012 - 20:14

Mi sembra, sulla base dei miei studi di giurisprudenza, che il giudice dovrebbe applicare la legge vigente, non quella inesistente ma da lui auspicata, anche se rispecchia l'augusto pensiero del Colle. Si tratta pure di un giudice di pace, un mezzo magistrato, ma ciò gli basta per far strame del diritto. Che tristezza...

Ritratto di 02121940

02121940

Ven, 23/03/2012 - 20:14

Mi sembra, sulla base dei miei studi di giurisprudenza, che il giudice dovrebbe applicare la legge vigente, non quella inesistente ma da lui auspicata, anche se rispecchia l'augusto pensiero del Colle. Si tratta pure di un giudice di pace, un mezzo magistrato, ma ciò gli basta per far strame del diritto. Che tristezza...

Ritratto di abj14

abj14

Sab, 24/03/2012 - 01:16

Avanti il prossimo ! Letto su Libero : "Il cibo del carcere gli fa male: a casa detenuto per mafia - Incredibile decisione del tribunale di sorveglianza de L'Aquila. Ai domiciliari Michele aiello, condannato a 15 anni e amico di Provenzano" - - - In pratica al detenuto in questione fanno male le fave e, in minor misura i piselli. Siccome è notorio che in carcere somministrano questi due alimenti quotidianamente a colazione + pranzo + cena e poiché è altrettanto notorio che certi ns mAGISTRATI sanno quello che fanno è normale che venga spedito a casa anziché sostituire la fava o il pisello. Se il ridicolo fosse un virus letale, bisognerebbe cominciare ad ampliare i cimiteri.

Ritratto di abj14

abj14

Sab, 24/03/2012 - 01:16

Avanti il prossimo ! Letto su Libero : "Il cibo del carcere gli fa male: a casa detenuto per mafia - Incredibile decisione del tribunale di sorveglianza de L'Aquila. Ai domiciliari Michele aiello, condannato a 15 anni e amico di Provenzano" - - - In pratica al detenuto in questione fanno male le fave e, in minor misura i piselli. Siccome è notorio che in carcere somministrano questi due alimenti quotidianamente a colazione + pranzo + cena e poiché è altrettanto notorio che certi ns mAGISTRATI sanno quello che fanno è normale che venga spedito a casa anziché sostituire la fava o il pisello. Se il ridicolo fosse un virus letale, bisognerebbe cominciare ad ampliare i cimiteri.

Ritratto di ilsaturato

ilsaturato

Sab, 24/03/2012 - 10:18

In casi come questo, non è più neanche un problema di responsabilità civile dei magistrati… siamo di fronte a un attentato contro lo Stato. E’ stata innescata una bomba ad orologeria le cui conseguenze devastanti non sono prevedibili. Sta diventando purtroppo molto probabile lo scenario che ci vedrà presto soverchiati, conquistati e quindi eliminati da ondate di immigrati sempre più invadenti, prepotenti e destabilizzanti. Questa Italia sta diventando la brutta controfigura di quella che noi, la nostra storia e la nostra civiltà avevano duramente e faticosamente costruito. Tutta la classe politica è ormai inadeguata e marcia e infatti è stata messa in disparte da una sorte di golpe guidato al di fuori dell’Italia e attuato da burattini nazionali. In questo scenario, la magistratura ha espropriato il potere legislativo e sentenzia su tutto e tutti seguendo ideologie da socialismo reale senza avere il mandato del popolo e senza possibilità di essere sanzionata o fermata. (1 di 2, segue)

Ritratto di ilsaturato

ilsaturato

Sab, 24/03/2012 - 10:18

In casi come questo, non è più neanche un problema di responsabilità civile dei magistrati… siamo di fronte a un attentato contro lo Stato. E’ stata innescata una bomba ad orologeria le cui conseguenze devastanti non sono prevedibili. Sta diventando purtroppo molto probabile lo scenario che ci vedrà presto soverchiati, conquistati e quindi eliminati da ondate di immigrati sempre più invadenti, prepotenti e destabilizzanti. Questa Italia sta diventando la brutta controfigura di quella che noi, la nostra storia e la nostra civiltà avevano duramente e faticosamente costruito. Tutta la classe politica è ormai inadeguata e marcia e infatti è stata messa in disparte da una sorte di golpe guidato al di fuori dell’Italia e attuato da burattini nazionali. In questo scenario, la magistratura ha espropriato il potere legislativo e sentenzia su tutto e tutti seguendo ideologie da socialismo reale senza avere il mandato del popolo e senza possibilità di essere sanzionata o fermata. (1 di 2, segue)

Ritratto di ilsaturato

ilsaturato

Sab, 24/03/2012 - 21:25

L’unica e ultima speranza è che gli Italiani si sveglino davvero e comincino ad organizzarsi per ribaltare e azzerare questo stato di cose e un sistema Stato che premeditatamente e criminalmente ha operato e sta operando per distruggere la NOSTRA bellissima e grandissima Italia degli Italiani. Serve il coraggio di promuovere manifestazioni non politicizzate in ogni città d’Italia CONTRO ogni forma di immigrazione e contro il governo abusivo dei giudici... Se tutti gli Italiani che la pensano così parteciperanno, la mobilitazione sarà oceanica. NoTav, centri sociali, narratori con l’orecchono, Kompagni vari, tecnici, partiti e il Vaticano dovranno farsene una ragione e forse e finalmente, da questa vera dimostrazione di forza della maggioranza silenziosa, si potrà cominciare anche a mettere a posto anche le altre cose che ammazzano questa Italia ormai basata su una finta, drogata e ideologizzata democrazia sull’orlo del disfacimento sociale ed economico. (2 di 2, fine)