Monti mette fretta ai partitiper evitare i richiami Ue:"Vendere gli asset pubblici"

Il Prof a Berlino: "Pronti a vendere gli asset pubblici". In vista la cessione di servizi e municipalizzate di Comuni e Regioni

Roma - Ufficialmente Palazzo Chigi non conferma né smentisce: «Non commentiamo le indiscrezioni», è la risposta alle voci di un possibile imminente richiamo all’Italia da parte della Commissione europea. In pratica Bruxelles, preoccupata per le dense nubi che si stanno addensando sul nostro Paese, si aspetta una bufera speculativa contro di noi la settimana prossima. Quindi, urge un richiamo a Monti. L’allarme conterrebbe anche una tirata d’orecchi al nostro governo, che appare particolarmente lento sulle riforme necessarie. La Ue dovrebbe chiedere al premier italiano: numeri certi e consistenti sui tagli alla spesa pubblica; ulteriori misure per semplificare il nostro sistema, incancrenito dalla burocrazia; il turbo alla riforma del lavoro, possibilmente aumentando la flessibilità in uscita. Leggasi norme sul licenziamenti e quindi articolo 18. Se dovessero essere confermate le indiscrezioni, per il Professore si tratterebbe di una sorta di smacco. Monti è figlio delle istituzioni europee e ha sempre goduto e gode della stima di tutti i vertici di Bruxelles. Ma se Barroso dovesse effettivamente firmare la nota-cartellino giallo, per il premier sarebbe una stilettata non da poco. D’altronde lo stesso Barroso, da Strasburgo, è piuttosto grave: «Dobbiamo riconoscere che abbiamo un problema sistemico - dice -. E non so se questa urgenza è pienamente compresa in tutte le capitali».
In effetti Monti, in mattinata, si presenta a Montecitorio per un’informativa sulla situazione dell’Eurozona e dell’Italia che stanno vivendo una «fase cruciale». Ma il suo discorso non strappa un solo applauso dalla sua vasta seppur «strana» maggioranza. Un discorso un po’ fiacco, deludente. Descrive i nostri punti di forza (debito privato basso, avanzo strutturale, stabilità del sistema bancario, disoccupazione minore degli altri); si loda per quanto fatto finora e poi ripete il mantra della crescita, dicendo che molto è stato fatto (liberalizzazioni, Ace e prossimo decreto sviluppo). Quindi assicura che «lo spread calerà» e dispensa ottimismo: «Siamo molto sereni e quando l’Europa ci consigliava di chiedere aiuto al Fmi o al fondo salva Stati abbiamo sempre detto che preferivamo fare da soli». Insomma, tutto bene?
No perché, alla fine del suo intervento, Monti di fatto lancia l’Sos ai partiti: «Dobbiamo intensificare la nostra azione, in particolare sui tempi; sulle decisioni, nelle aule o nelle commissioni parlamentari». In pratica: vi prego, aiutatemi. Dobbiamo fare in fretta altrimenti sono guai. Concetto espresso anche la sera precedente, durante il summit con l’Abc. E dai partiti l’aiuto arriva, a patto che il Professore cominci a sbattere i pugni sul tavolo di Bruxelles. A ridosso del consiglio Ue del 28-29 giugno la Camera voterà una mozione di sostegno al governo sulla politica europea, con il consenso più ampio possibile. Un documento molto forte. Il Pdl lo sta preparando; il Pd ha già depositato il proprio nel quale si dice che il solo rigore non basta, che serve un’unione politica, un euroministro del Tesoro, gli eurobonds, la golden rule, che Atene deve rimanere nell’euro, ma soprattutto che dal vertice Ue devono «uscire decisioni operative».
Insomma, Monti deve alzare la voce con Berlino. Ma il premier, volato proprio a Berlino per un incontro con il ministro delle Finanze Wolfgang Schäuble (da cui incassa gli elogi: «Monti è l’uomo giusto al posto giusto»), non vuole bruciare le tappe e ripete: «Dobbiamo lavorare alla disciplina di bilancio e alla crescita allo stesso tempo». Poi, Monti assicura che all’Italia «non occorrerà una seconda manovra quest’anno, ma l’azione di disciplina sui conti pubblici va continuata». E i soldi? Venderemo l’argenteria: «Non solo non escludiamo una cessione di quote del patrimonio pubblico, ma la stiamo preparando». Lungi, tuttavia, dal fasciarsi la testa prima del tempo: «Il sistema italiano non è fragile - ripete - Abbiamo un enorme debito pubblico ma anche banche solide e scarso debito privato». E purtroppo «tendiamo a oscillare troppo tra euforia irresponsabile e depressione ingiustificata». Poi il premier torna sulla riforma del mercato del lavoro spiegando che «è troppo protetto per gli occupati e non protetto per i giovani».
Commenti

grim(ilda)

Gio, 14/06/2012 - 08:17

Qui gatta ci cova. Non si (s)vendono i gioielli di famiglia.

MMARTILA

Gio, 14/06/2012 - 08:19

A chi? Sbaglio o i soldi in giro non ce ne sono? Che fa, li vende a prezzo stracciato? Mah!

CALISESI MAURO

Gio, 14/06/2012 - 08:33

Eccolo qua' finalmente allo scoperto.. !!! e' stato messo li per questo per vendere a prezzi di supersconto quello che e' rimasto, il piano dunque sta andando avanti come da programma. Bravi e i cittadini? niente da dire?

Ritratto di Zago

Zago

Gio, 14/06/2012 - 08:42

Il governo Monti era partito con un programma ben presico. risanare il bilancio e fare le riforme. Invece si è ritrovato ad inventare degli escamotage per rimediare i quattrini che mancano dagli introiti prefissati. Ora si comportano come i politici, anzi, li copiano. Lo dimostra il fatto che Monti ora vuol vendere i beni dello stato per cui aveva tentato tempo addietro Berlusconi ma era stato fermato dal "niet"sovietico del PD. Ora tutto è ammesso e pure lo spread che ieri ha sfiorato i 500 punti, ma non una parola in più. Se ci fosse stato Berlusconi l'avrebbero crocifisso. Il governo dei tecnici ha fallito è inutile sostenere il contrario e non si è dimostrato all'altezza della situazione, solo nell'applicare tasse a destra e a mannca e a mettere sul latrico le famiglie italiane.

antiquark

Gio, 14/06/2012 - 08:55

Tante belle parole, ma col CU.. in aria ci rimaniamo noi, stanno togliendo il futuro ai nostri figli, stanno dicendo cose senza senso, l'economia può andare avanti senza banche e senza spread. Non capisco perchè dobbiamo assecondare un economia speculatica e non possiamo tornare ai vecchi sistemi: lavorare. Tornando alla Grecia, fatela uscire dall'Euro, fate un banco di prova, se va bene cancelliamo sta Moneta Unica Imposta da Prodi e Ciampi, ci hanno messo alla mercè di una Germania che non ha smesso di essere impositiva e dittatoriale, tutto quello che facciamo deve seguire la Germania e deve servire a loro. L'Inghilterra non si è mai arresa ai tedeschi, è rimasta arroccata con la Sterlina e sta vincendo. Euro significa spread, significa calo strutturale di liquidità, significa essere vittime di speculatori. Forse è meglio uscirne

gpl_srl@yahoo.it

Gio, 14/06/2012 - 08:49

a chi venderli??' ai tedeschi?? alle banche spagnole??? ce lo dica pure monti! lui sa benissimmo che la sua politica economica ha distrutto il risparmio italiano e che aparte i capitali fuggiti all' estero, qui, non rimane piu nulla nemmeno lacrime per piangere; il professore continua a dire che non ocvcorrera una ulteriore manovra ma è talmente bugiardo.....!

ferna

Gio, 14/06/2012 - 09:01

attendiamo ancora il taglio dei parlamentari, consiglieri regionali e comunali, province, enti inuti e tanti dirigenti di partiti e sindacati e Pubblica Amministrazione e tanto altro ancora... sono in milioni nell'apparato pubblico compreso questi politici che hanno fallito nella gestione del bene pubblico dagli anni ottanta e chi fallisce e non è in grado di risolvere il problema bilancio dello Stato deve andare a casa. Che vendano o non svendono, ma prima i tagli annunciati e mai attuati come il finanzoiamento ai partiti etc.....

gpl_srl@yahoo.it

Gio, 14/06/2012 - 09:04

monti crede che noi italiani si sia tutti dei cretini: abituato come é ai suoi studenti della bocconi, c'é da capire come possa pensare che si sia tutti imbecilli: d' altra parte, quando sente parlare quella pazza scatenata della sua grande sorella, in germania, non c'é dubbio che qualsiasi ipotesi di demenza circa noi italiani, sia possibile: lo abbiamo sostenuto in questi ultimi mesi senza porre nessun freno alle sue ambizioni dittatoriali e per dire il vero nessuno gliele pone nemmeno oggi: berlusconi non lo fa perche evidentemente ruicattato, casini non le fa perche troppo poco intelligente per porle, e bersani perche riuscendo a dare tutte le colpe a berlusconi, di quanto sta succedendo, riuscera a diventare con penati, il primo partito d' italia sempre che gli italiani siano cosi tanto imbecilli da lasciarlo fare: anche lui come prodi assolutamente incapace ma li mentre tutti gli altri sono spariti

gpl_srl@yahoo.it

Gio, 14/06/2012 - 09:06

pronti a cedere gli asset pubblici ma non a cercar di risparmiare la dove si puo farlo: albop professionali (ottanmta miliardi all' anno, prostitute e viados, 8 miliardi all' anno, vera moralizzazione dei partiti con tangenti ed evasione solo inerente le tangenti 20 miliardi almeno.... ma no queste son cose troppo facili pensiamo pure ad altro

Ritratto di marco piccardi

marco piccardi

Gio, 14/06/2012 - 09:05

cominciamo a vendere Palazzo Madama, Palazzo Chigi e il Quirinale

Cinghiale

Gio, 14/06/2012 - 09:11

Monti non è in grado di fare ciò che si dovrebbe, se si può fare qualcosa. Gli asset pubblici dovevi venderli prima. L'europa unita è una chimera, non l'hanno ancora capito? Dopo l'estate ci sarà un aumento incredibile di fallimenti e la disoccupazione volerà. Il poco lavoro sarà dato agli Italiani o per far vedere che non siamo razzisti si sistemeranno prima gli stranieri?

onurb

Gio, 14/06/2012 - 09:38

Va bene vendere i gioielli di famiglia: con ciò che si recupera si abbassa il debito pubblico, almeno me l'auguro, e si riduce la necessità di emettere Bot, diminuendo, al contempo, l'importo degli interessi che lo stato paga. Però, a mio modesto avviso, questa misura non è sufficiente: è necessario ridurre drasticamente le spese dello stato. Diversamente tra qualche hanno ci ritroveremo nella stessa situazione attuale, ma senza gioielli da vendere. Tuttavia mi rimane un timore, che è quasi una certezza: dovesse andare in porto la vendita dei gioielli con conseguente introito di un bel gruzzolo per le casse dello stato, sono quasi certo che i nostri politici troverebbero il modo di destinarli a incombenze diverse dalla riduzione del debito. Conosco, purtroppo, i nostri polli.

vittoriomazzucato

Gio, 14/06/2012 - 09:31

Sono Luca. Vendere il Patrimonio di Stato era la prima cosa che doveva fare. Aumentare le tasse e modificare il sistema pensioni con errori madornali gli costerà la credibilità per attività future sia nel pubblico che nel privato. Intanto a noi Italiani i conti stanno per arrivare. Ancora ho visto Casini nel suo intervento alla Camera: mi sembra drogato di Monti e anche per lui arriverà il momento di "pagare il fio" per essere stato il suo sponsor e il momento saranno le prossime elezioni politiche. GRAZIE.

Ritratto di dbell56

dbell56

Gio, 14/06/2012 - 09:39

E chi se li comprerà questi cd asset pubblici con la prospettiva che una volta diventati privati, vengano tassati ferocemente da questo stato vorace peggio di una torma di squali bianchi accompagnati da un branco di pirana affamati? Fate questa domanda al mitico prof. Monti. Altro flop in vista gente con manovra correttiva all'orizzonte di almeno 60 miliardi di euro e l'aggravio del passaggio dell'IVA dal 21% attuale al 23% così come promesso da quel branco di stupidi bocconiani che ora hanno le leve del potere e la licenza di uccidere una delle nazioni che vanta un settore manifatturiero che è forse secondo, qui in Europa, solo alla Germania!!

Roberto C

Gio, 14/06/2012 - 09:38

Bastava che non mettessimo neppure un euro nel cosiddetto fondo salva stati (in realtà fondo salva banche, perchè state tranquilli che le famiglie e le imprese spagnole non vedranno nemmeno da lontano i 100 miliardi di euro che sono stati loro prestati) e avevamo già fatto 2 manovre, e trovato i fondi per un serio piano per la crescita... Invece con una mano dovremo finanziare il fondo Salva Stati, con l'altra saziare il nostro fisco sempre più ingordo che deve garantire il mantenimento del faraonico tenore di vita e del lusso più sfrenato nel quale vivono i nostri parlamentari e governanti cui ora si aggiunge il nostro contributo al fondo salva stati, e oltre a questo dobbiamo pure sorbirci da questi buffoni una predica al giorno in cui ci viene ricordato quanto siamo brutti, tirchi, evasori e spendaccioni noi italiani e quanto sono bravi e virtuosi i burocrati e gli speculatori europei e i governanti d'oltralpe...

bobsg

Gio, 14/06/2012 - 09:49

Eh sì, ieri il ministro tedesco gli ha dato da fare un nuovo pacco di compitini e lo scolaretto idiota è corso subito a casa a farli.

Cinghiale

Gio, 14/06/2012 - 09:52

#2 gpl_srl@yahoo.it - Sarebbe interessata la Grecia in cooperazione con l'Argentina.

pigotta

Gio, 14/06/2012 - 09:52

Il sig Monti dice di aver portato credibilità e prestigio. Ma come mai ci danno calci in **** tutti i giorni sia in Europa che nel mondo?

antonin9421

Gio, 14/06/2012 - 09:52

Tutta roba senza senso, ahimè! Ma chi vuoi che compri 'sti asset pubblici!? Ma chi vuoi che si porti sulla groppa questo fardello, spesso degradato, costoso, pieno di vincoli, lacci e laccioli, oltre che di personale incapace e costoso!? Un fardello che poi sarà tassato, tartassato, sequestrato, magari assegnato a 'centri sociali' (sic!), extracomunitari, zingari o rom, trasformato in moschee ecc..!?

Cinghiale

Gio, 14/06/2012 - 10:00

#3 ferna - Dalle mie parti si dice:"Campa cavallo che l'erba cresce".

giuliana

Gio, 14/06/2012 - 09:54

Prima di ipotizzare delle vendite occorre dimostrare con i fatti di aver fatto tutto quanto è umanamente possibile per eliminare sprechi e privilegi. I beni pubblici sono della collettività, cioè di tutti noi, quindi dopo le soluzioni di questi finti tecnici e politici criminali saremo tutti più poveri. Il debito pubblico è un'invenzione e lo spread è basato su scommesse degli speculatori. Le manovre che stanno facendo sono l'equivalente di pulizia di denaro sporco. Scambiano denaro da monopoli, quindi fasullo, con ciò che rappresenta vero lavoro e veri beni materiali dei cittadini.

gentlemen

Gio, 14/06/2012 - 10:00

Come hanno già fatto, venderanno palazzi necessari all'attività dello stato per poi pagare l'affitto al nuovo proprietario....................................

lucioottavio

Gio, 14/06/2012 - 10:06

Ho un paio di poltrone vecchie che non uso più, se ti servono, te le regalo che ne dici Mario? Siamo arrivati ai saldi prima della chiusura. Quello che mi chiedo è: i soldi che eventualmente si riuscirà a recuperare dalla svendita dei beni, finiranno alle banche, alla Mrkel, o ai cittadini???? Boohhhhh

Ritratto di vaipino

vaipino

Gio, 14/06/2012 - 10:08

Il disegno si è ultimato , la missione era : creare una finta emergenza aumentare i debiti dell'Italia, tassare il popolo e alla fine svendere ai suoi amici della Bilderberg i nostri pezzi pregiati. Vedrete che non svenderà vecchie caserme o immobili fatiscenti, Monti vuole regalare case di lusso edeccellenze nostrane, non per niente il compagno Enrico Letta anche lui membro di Bilderberg in un recente porta a porta ha dichiarato "è giunto il tempo di vendere Eni, Finmeccanica, FS , Poste ecc......." Badate bene vendiamo i nostri gioielli nel momento stesso in cui costano meno!!!!!!! cioè quando ci fanno credere che tra oggi e domani possiamo fallire. Il sistema Monti Bildeberg Equitalia: aumentare le tasse far fallire imprese e famiglie e alla fine appropriarsi dei beni altrui con due lire. Questo è un crimine!! come tale va perseguito.

idleproc

Gio, 14/06/2012 - 10:26

L'idea dei casta-partiti credo sia quella di di farsi i soldi con la svendida e soddisfare le clientele affamate. Come hanno sempre fatto. Per poi scappare. Non si preoccupino, li andiamo a prendere dopo.

voce.nel.deserto

Gio, 14/06/2012 - 10:22

Vacci piano col demanio dello stato,che i tedeschi ci comprerebbero Capri,Ischia ,ll'Isola Bella e l'Isola Madre interdicendo l'ingresso ai cani ed agli italiani.Non possiamo essere servi in casa nostra.Meglio straccioni che privi di dignità. In tal caso meglio tornare alla lira,moneta per poveracci,ma nostra.

sorans99

Gio, 14/06/2012 - 10:31

Quel buono a nulla, sta semplicemente accentuando la totale incapacità dei politici che dopo piazzale Loreto hanno preteso di rappresentare una "democrazia". Il massimo impegno di loro, è stato, ed è, d'arricchirsi il più possibile e restare nelle poltrone dorate nonostante ciò che la gente voti. Brogli elettorali è una tradizione. Quando uno Stato privatizza i suoi DOVERI come la gestione di servizi pubblici, cioè trasporti, comunicazioni, salute, strade, ferrovie, telefonia ecc, confermano chiaramente che non sanno fare nulla tranne arricchirsi. Come si governa da quando l'incapace è stato scelto dal comunista al Quirinale, il risultato è talmente disastroso che credo sarebbe impossibile trovare un peggiore.

Holmert

Gio, 14/06/2012 - 10:31

Monti deve avere il sacro coraggio di tagliare le spese ed inventarsi insieme ai suoi cervelloni(on fait pour dire) un metodo per fare pagare le tasse a tutti,nessuno escluso,parlamentari compresi. Eliminare in tempi di vacche grasse ogni privilegio,ridurre drasticamnete le auto blu,concesse solo alle alte cariche utili ed insostituibili,eliminare le inutili e dispendiose province. Inutile continuare a sfrondare le cime, bisogna recidere alla radice gli sperperi e le prodighe dazioni sociali a cani e porci, n'import que. Invece Monti e soci,stanno sderinandoci di tasse,Esperti in questo come volpi spelacchiate. Vedere cosa si sono inventati con l'IMU. Un esempio? Invece di prima casa,hanno escogitato abitazione principale,così le case intestate alla consorte diventano seconde case con aliquote ed IMU da restare sepolti. Tassatori indefessi e basta, il resto è fuffa,fuffa inutile. Lo si capisce dalla faccia di Monti,una maschera amimica , altro che le barzellette di Berlusca.

Ritratto di Ennaz

Ennaz

Gio, 14/06/2012 - 10:33

Fermiamo questo pazzo prima che distrugga definitivamente l'Italia! Ora vuole vendere anche il patrimonio immobiliare pubblico,ma..a chi?? Ai suoi amici immobiliaristi? Dopo avere favorito le banche e la speculazione finanziaria in danno del Paese,ora svende(perchè di svendita si tratterà!)il patrimonio pubblico ?? L'unico provvedimento giusto non lo vuole adottare:fare un'energica cura dimagrante delle istituzioni sedicenti democratiche!100 deputati,50 senatori,via le provincie,via le comunità montane,accorpamento dei comuni piccoli,fissare tetto retributivo per politici,amministratori pubblici e boiardi di stato,liberalizzare -realmente-assicurazioni,banche,energia e trasporti! Questi sono i provvedimenti giusti e non la svendita del patrimonio pubblico! Mi ricorda quel tal quacquaracquà che ha svenduto la casa di Montecarlo di proprietà del partito per interesse privato!! Nessun buon padre di famiglia svende le proprietà immobiliari,ma riduce e taglia costi inutili!!

idleproc

Gio, 14/06/2012 - 10:44

Sono dei remi da galera.

Ritratto di maucom

maucom

Gio, 14/06/2012 - 10:58

Ma di tagliare le spese, i costi della politica eccetera non se ne parla piu'? Ricordiamoci che questo figuro non lo abbiamo votato! E' stato messo li da Re Giorgio, ma possiamo mandarli tutti e due a casa. Questi stanno distruggendo gli Italiani per poi prendersi l'Italia. E' ora di dire basta ! Basta ! Basta!

louise

Gio, 14/06/2012 - 11:12

Il fatto stesso che ci abbia messo 8 mesi per capire la necessità di vendere parte del patrimonio pubblico e privatizzare i luoghi dove si rubano denari e si ingrassano i politici, la dice lunga sui tempi di reazione di questo vegliardo professore. A proposito di "professori", speriamo non si avveri la previsione di "Libero" titolo a tutta pagine "ARRIVA PRODI". Dio ci scansi da questa sciagura che, unita a quella degli attuali bocconiani, darebbe il colpo di grazia a questo paese.

velenosoveleno

Gio, 14/06/2012 - 11:16

Questo miserabile venduto dei poteri forti vuol toglierci le mutande per soddisfare gli appetiti dei suoi mandanti .Vuol farci vendere i gioielli di famiglia per consegnarci mani e piedi legati ai suoi padroni . Un brigante che governa questo paese di derma!!

velenosoveleno

Gio, 14/06/2012 - 11:27

Delitto e castigo . Per tutte le vigliaccate fatte pagherete a caro prezzo le vostre ladronerie . Tutto dovrà tornare al popolo che è stato derubato da voi , massa dfi delinquenti finora impuniti.

Ritratto di 02121940

02121940

Gio, 14/06/2012 - 11:28

#25 Ennaz . Che dire? A mali estremi estremi rimedi. Però i timori sono proprio quelli che indica Lei. Operazioni del genere destano molta preoccupazione e sembrano particolarmente adatte per i grossi affari da parte degli amici degli amici, con fieno in cascina per tutti, in grande abbondanza. Del resto l’idea era stata propugnata ieri l’altro anche da Alfano. Sono tutti d’accordo?

Giulio42

Gio, 14/06/2012 - 11:31

Vendiamo i siti archeologici perchè non siamo in grado di proteggerli dal degrado. L' acquirente, lo farebbe ed aumenterebbe il turismo.

epc

Gio, 14/06/2012 - 11:42

Perfetto! Dopo averci massacrato di tasse INIQUE, l'amico svenderà pezzi del patrimonio dello Stato. Spero che inizi svendendo tutti gli acquedotti, le sorgenti ecc. così gli starnazzatori del referendum sull'acqua pubblica andranno a nascondersi per la vergogna: almeno ci sarà qualcosa di buono.....

Ritratto di pisistrato

pisistrato

Gio, 14/06/2012 - 11:46

Bella idea, invece di tagliare gli sprechi ora finanziamoli con la vendita a prezzi di saldo degli asset pubblici. Sinceramente ho sempre deriso chi vede dietro queste problematiche economiche la lunga mano di un "grande fratello", ma comincio ad avere qualche dubbio: è mai possibile che Monti da economista stimato e rispettato mentre era fuori dalla politica diviene primo ministro e comincia a fare delle assurdità che sicuramente avrebbe criticato anche lui fosse rimasto alla finestra ?

Ritratto di unLuca

unLuca

Gio, 14/06/2012 - 11:54

Li vende adesso !!!! Adesso che la fiducia degli investitori ai minimi storici - Adesso che le banche non hanno neppure i soldi da inserire nei loro Bancomat - Adesso che l'edilizia è completamente ferma. - Adesso che i prezzi dei beni immobili sono svalutati dell'80%. Adesso ?????

Ritratto di unLuca

unLuca

Gio, 14/06/2012 - 11:49

Mi riallaccio al mio precedente commento. Cristo santo Professore, ma una che sia una, questo maledetto governo riuscirà mai ad azzeccarla ???????

CALISESI MAURO

Gio, 14/06/2012 - 11:55

Vaipino, lei ha ragione in pieno, e' proprio cosi, ma il problema e' quanti la pensano come noi e hanno capito il gioco, perche' penso che la massa ancora una volta non abbia capito cosa sta succedendo, cominciano a sentirne solo gli effetti, ma chiuderanno le stalle quando sara' troppo tardi. La vedo nera, questi che stanno giocando col nostro futuro sono troppo furbi ed hanno gia previsto tutto compreso le reazioni dei popoli bue. Non c'e' niente da dire sono stati bravi!

Ritratto di unLuca

unLuca

Gio, 14/06/2012 - 11:59

Vende i beni pubblici quando non c'è liquidità sul mercato, quando i prezzi dei beni immobili sono ai minimi storici, quando la fiducia degli investitori è azzerata. Complimenti Professooooooore ne sta inanellando una dopo l'altra ..........

ted

Gio, 14/06/2012 - 11:59

Caro Sig. Monti vendere il Patrimonio Pubblico và bene , se ti riesce . Ma una volta venduti i "gioiellei" se non diminuisci le Uscite dopo un pò ci ritroviamo al punto d'inizio !DEVI TAGLIAREEEEEEEEEEEEEEEEE!!! E parecchio !!!E pazienza se devi licenziare un bel mucchietto di dipendenti della P.A., hanno scialato prima ed ora devono tirare la cinghia..........! Almeno 150 MLD all'anno di sprechi e privilegi pubblici! Devi far ritornare la Spesa Pubblica almeno al 40% del PIL e poi via ! abbssamento delle tasse di 10/15 punti.NON C'E' ALTRA VIA ! E' inutile mettere dell'acqua in uno scolapasta , dopo un pò non ci rimane nulla! Caro professore..........

Ritratto di unLuca

unLuca

Gio, 14/06/2012 - 12:00

Prossima pensata, annessione a Krukkland ..................

ingenuo39

Gio, 14/06/2012 - 12:01

Qualcuno ha detto ai nostri illustrissimi Professori che per vendere qualcosa ci vuole sempre chi la acquista? Se nessuno è disposto a comprare, è inutile dire vendiamo altrimenti sono solo le solite parole che noi Italiani abbiamo gia sentito troppe volte e sono stufo di sentirle. Dite le cose quando le avete fatte, magari bene, altrimenti state zitti.

Ritratto di unLuca

unLuca

Gio, 14/06/2012 - 12:02

Governo Monti - P O C H E I D E E , M A C O N F U S E !!!!!

Ritratto di unLuca

unLuca

Gio, 14/06/2012 - 12:06

E questo doveva essere il salvatore della patria !!!! Se avessimo assoldato il nostro peggior nemico, avrebbe fatto meno danni.

Ritratto di Alberto43

Alberto43

Gio, 14/06/2012 - 12:13

Neanche il più sfigato al gioco dell'oca si troverebbe nelle condizioni dell'esimio professore che oltre essere ritornato al via non riesce neanche a tirare i dadi, ormai è da eliminare dal gioco, troppo difficile per lui, vada a giocare a bocce, ammesso che lo sappia fare!

antonin9421

Gio, 14/06/2012 - 12:13

Questa gente bocconiana, politicana,... non ha capito nulla (o ha capito fin troppo bene la dabbenaggine e la mollezza del cittadino elettore medio italico). Non si esce dalla crisi(?) (chi l'ha provocata e perché?) rastrellando soldi nelle tasche di lavoratori e pensionati. Vanno ridotte le spese per mantenere queste caste. Sono queste e tutti i costosissimi apparati nazionali e internazionali che divorano risorse: ognuno di questi rastrella mensilmente l'equivalente di decine e centinaia di stipendi di un comune cittadino. Non se ne può più.

compustela1860

Gio, 14/06/2012 - 12:21

INDIPENDENTE: Monti è solo un maestrino privo di forza "stamina politica" vitale per concludere qualcosa di positivo. E' un piccolo borghese milanese che non ha il coraggio di mettere in atto l'unica cosa possibile e vitale per il paese che darebbe coraggio e partecipazione agli Italiani..ossia...cancellare l'apparato delittuosamente ingombrante e ladro del sistema partitico del suo parlamento...ovvero creare subito un governo di un solo leader e due vice+200 parlamentari apolitici eliminando senato e p.r. ..creare regioni con picoli parlementini, niente prefetti, niente a.m.p. e istituzioni statali ma solo comunali. Basta finanziamenti a partiti, giornali e quant'altro chi non sta in piedi muore come nella società industrale..niente spreco nelle regioni e niente assistenza al Sud perennemento in deficit. COSI SI GESTISCE L'ITALIA CON TESTA NON ASSECONDANDO AMICI E SCROCCONI BANCARI E SUD MAFIOSO ED INOPEROSO..COSI' SI RISPARMIA 350M.DI ANNO VIVA LA MERKEL DALLE REGOLE SANE E RIGIDE.

grifo63@gmail.com

Gio, 14/06/2012 - 12:41

MI VIENE UN DUBBIO, MA NON E' CHE QUESTO SIGNORE ABITUATO A PARLARE CHINANDOSI, ABBIA IN MENTE DI SVENDERE TUTTO QUELLO CHE E' ITALIA? MA CHI LO HA MESSO IN QUEL POSTO, SIAMO SICURI CHE LO ABBIA FATTO PER IL BENE DELL'ITALIA? IO NUTRO MOLTI DUBBI. Anche questo commento sarà copiato e incollato per futura memoria.Grifo63

Ritratto di liberopensiero77

liberopensiero77

Gio, 14/06/2012 - 12:37

Francamente molti commenti non li capisco, non sembrano frutto di un pensiero liberale, ma solo della voglia aprioristica di criticare Monti qualunque cosa dica o faccia. Di privatizzazione di beni e servizi dello Stato si parla da anni, in parte sono stati già realizzati, e ora, causa anche la crisi economica, si può completare l'opera, come richiesto anche da Alfano (ricordo, segretario del PDL ...). Lo scopo non è chiaramente solo quello di incrementare le disastrate finanze statali, ma anche di rendere la gestione più efficiente (si pensi a Trenitalia o alle Poste), anche e soprattutto nella gestione del personale, in linea quindi con i principi dell'economia liberale. I servizi non finiscono sulla luna, restano in Italia, controllati dalle Autorithy ... Quì invece leggo che non bisogna svendere i gioielli di famiglia, che Monti vuole favorire i Bilderberg e gli amici degli amici, insomma commenti complottisti e pregiudiziali, ma certo non frutto di un pensiero liberista ...

km_fbi

Gio, 14/06/2012 - 12:55

"ll nostro governo appare particolarmente lento sulle riforme necessarie" è un eufemismo per dire che si è talmente attorcigliato nei provvedimenti che ha preso(pensioni e riforma dei contratti di lavoro riguardo all'articolo 18),a parte un appesantimento con meccanismi ciechi e aberranti d'ogni tipo di tassazione al motto di "più rigore! più rigore!"(la tendenza è quella - in atto in modo gradualmente accelerato - verso il "rigor mortis" delle attività produttive"),che non riesce più a fare un passo avanti in quei provvedimenti che apparivano inderogabili ed urgentissimi ancora prima che il Colle mettesse mano all'operazione che fu salutata come il salvataggio dell'Italia dall'incapacità politica di Berlusconi,sancita dai magistrati che lo indagavano e processavano per ogni tipo di reato, senza esito alcuno in almeno 15 anni,con la grancassa di Repubblica & Corriere a scandire lugubremente il tempo.E ora che fa,sollecita i partiti?Ma metta in atto le sue capacità tecniche,se ci sono!

Giancarlob

Gio, 14/06/2012 - 12:47

Bene bene...vende i gioielli di Stato e si paga i debiti: poteva mica farlo prima, magari anche chi lo ha preceduto, evitando di darci il colpo di grazia delle tasse aumentate ? Sarà contenta la Fornero: una volta privatizzati, ci penserà qualcuno a licenziare i dipendenti ex statali ....

killkoms

Gio, 14/06/2012 - 13:01

#51grifoecc,il 1°in assoluto a nominare quel cialtrone per il governo è stato il beota emiliano semipelato!quello che si crede intelligente solo perchè comunista!

km_fbi

Gio, 14/06/2012 - 13:04

"Riguardo alla riforma del mercato del lavoro, Monti spiega che «è troppo protetto per gli occupati e non protetto per i giovani»". Ed allora? che aspetta ancora, prenda la migliore situazione riguardo al mercato del lavoro, che forse è in Germania o in Danimarca, e la adatti pari pari alla situazione italiana, senza aprire alcun altro tavolo di "concertazione" nei confronti di chicchessia, che serve solo a perdere tempo e a rendere impossibile il raggiungimento del risultato che ci si prefigge. Quando, nella Roma repubblicana, c'erano situazioni estremamente critiche - paragonabili a quella che viviamo ora - si chiamava un soggetto che godesse della stima della maggioranza del senato e gli si davano pieni poteri fino al superamento della crisi. Ed il soggetto chiamato utilizzava a fondo quei pieni poteri, mica apriva tavoli di consultazione con questo e quello!

Ritratto di 02121940

02121940

Gio, 14/06/2012 - 13:15

Che dire? A mali estremi estremi rimedi. Però sono certamente fondati i timori espressi da coloro che mostrano di temere che la “manovra” annunziata da Monti si possa trasformare in una ennesima rapina ai danni dello Stato. Operazioni del genere destano giustamente molta preoccupazione e sembrano particolarmente adatte per i grossi affari da parte degli amici degli amici, con fieno in cascina per tutti, in grande abbondanza. Del resto l’idea era stata propugnata ieri l’altro anche da Alfano. Sono tutti d’accordo?

fossog

Gio, 14/06/2012 - 13:13

Vista la resistenza ILLOGICA e distruttiva con cui le bestie della politica ritardano e si oppongono alla vendita di asset statali, VIENE DA PENSARE CHE QUESTI BENI COSTITUISCANO LA BASE DI ENTI E QUINDI di ''POLTRONE'' PER PARTE DI QUESTE BESTIE CHE DA DECENNI CI TRUFFANO... Non c'è altra spiegazione in uno stato che mantiene, e li mantiene IN PERDITA, beni che potrebbero alleggerire la nostra posizione debitoria, e la massa di int passivi che paghiamo, e lo spreco di risorse che così vengono sottratte agli investimenti statali ed alle politiche di crescita. INSOMMA se c'è un cancro in italia, qualsiasi tipo di cancro, l'infezione viene sempre dalla maedetta vecchia politica, ed è ora di cacellarla tutta, a tappeto questa ultradecennale infezione.

migrante

Gio, 14/06/2012 - 13:14

vendere gli asset dello Stato ?...ben, gran bella idea-soluzione !!!...mi pare si stia facendo un copioso uso di vasellina !...ridurre lo Stato, questo il mantra, ma siamo sicuri che cio`rappresenti il bene ?...che cosa e`lo Stato ?...e perche`da "fuori" vogliono uno snellimento del nostro Stato ?...dove sta`scritto che un servizio gestito da privati, dediti al guadagno, abbia migliori ripercussioni sulla vita dei cittadini che non lo stesso servizio gestito dallo Stato che e`espressione dei cittadini stessi ?...mi si dira`che fino ad adesso "lo Stato" ha gestito male e qualcuno ha rubato, ma vorrei sapere che differenza fa`per le nostre tasche il guadagno di alcuni rispetto alle ruberie di altri ?!!!

migrante

Gio, 14/06/2012 - 13:28

prendiamo un esempio pratico sul quale gradirei che qualcuno mi desse dei lumi...ipotiziamo una azienda di trasporti municipalizata con i conti in rosso...quali possono essere le cause...troppi dipendenti ?...corse "infrutuose" ?..costi di manutenzione ?...costi di governance ?...tariffe ?...tutto cio`che volete...trovatemi una sola di queste "cause" che possa esser 'risolta" da una societa`dedita al profitto senza che cio`abbia una ripercussione sui cittadini !!!...una precisazione, non dimenticate che anche i dipendenti son dei cittadini..dei cittadini lavoratori e una diminuizione comporta un aumento dei "disoccupati"...in definitiva, l'elimizione dello Stato dai servizi comporta una diminuzione delle spese per lo Stato centrale, ma non certo per le spesse dello Stato-cittadini

Ritratto di gino5730

gino5730

Gio, 14/06/2012 - 13:29

Quando questa proposta la ha fatta Berlusconi lo hanno assalito insultandolo in tutte le maniere,poi scioperi,manifestazioni,referendum e quant'altro,adesso che vendere il patrimonio pubblico a privati,il professore ha fatto una cosa buona e giusta,esaltata anche da chi organizzava queste manifestazioni. La sola differenza,che ai tempi del berlusca si poteva vendere a prezzo giusto,adesso bisogna svendere per l'urgenza di fare cassa.

Ritratto di scorpion12

scorpion12

Gio, 14/06/2012 - 13:37

@ killkoms beh strigli le sue fonti, basta infatti una ricerca su google per trovare: "Non possiamo regalare Monti alla sinistra, Sono stato io – ha sottolineato ieri Berlusconi nel suo intervento – ad indicare il nome di Monti a Napolitano". Come dice Grillo, caro killkoms, internet è una brutta bestia per chi racconta panzane.

Ritratto di stenos

stenos

Gio, 14/06/2012 - 13:38

Mi ricordo la privatizzazione di Telecom, ce lo chiede l'europa biascicava mortadella, oggi i ridultati sono sotto gli occhi di tutti, debiti, cassa integrazione, perdita di posti di lavoro. Intanto pero' deutche telekom e france telecom sono saldamente controllate dallo stato. Solo degli idioti infami danno la rete di telecomunicazione totalmente in mano ai privati, vedi scandali continui. Telecom spagnola, Vodafond inglese, Wind russa e 3 cinese : ottimo, per fare un colpo distato in Italia non servono nemmeno i carriarmati, basta un virus nella rete di telecomunicazioni e l'Italia e' morta. Avanti cosi', suicidiamoci, anzi questo e' un suicidio assistito dagli squali che ci stanno comprando.

delfino47

Gio, 14/06/2012 - 13:48

Io per pagare l'IMU ho venduto un pò d'oro ! Per vendere un pò di argenteria ci voleva un professore ?

giuliana

Gio, 14/06/2012 - 14:02

Questo criminale messo dal golpista napolitano ha improvvisamente premura di tirare i remi in barca, perchè sente la terra scivolargli da sotto i piedi. Sta completando in fretta e furia il suo programma. DOBBIAMO FERMARLO prima che ci svendano definitivamente agli stranieri e ci tolgano le ultime possibilità di reagire. La criminale tedesca ha già ricordato che dovremmo rinunciare ad ulteriori parti di sovranità. LORO hanno causato la crisi per perseguire il loro programma dittatoriale. ELEZIONI SUBITO....FUORI DALL'EUROPA e DALL'EURO !!!!!!!!!!! RIPRENDIAMOCI LA NOSTRA LIRA e SOPRATTUTTO LA NOSTRA SOVRANITA'. ELEZIONI...ELEZIONI....ELEZIONI...

giuliana

Gio, 14/06/2012 - 14:12

Allo slogan "privatizzare...privatizzare ..." della sinistra, il sindaco (pd) del mio comune ha ceduto la gestione dei servizi acqua e gas (in forte perdita) ad un privato il quale, stranamente, con la stessa gestione ha creato la sua fortuna. Conclusione: la mal gestione è creata ad arte per poter svendere a prezzi bassi. Ci stanno imbrogliando e chi ci sta imbrogliando è un criminale. Dobbiamo reagire. ELEZIONI SUBITO. Nel frattempo potremmo fare una causa comune contro il golpe di napolitano e dei partiti che, sostenendo un governo illegittimo, non ci stanno più rappresentando.

Ritratto di lorenzo74

lorenzo74

Gio, 14/06/2012 - 14:22

Il robottino della Merkel era partito promettendo Mari-o-Monti, ma adesso ha finito le Duracell, sta per inciampare e finirà a Bocconi! Sono mesi che ripete: “E adesso, la crescita!” Ma che cos’è, la reclame di una lozione per i capelli? Forse potrebbe interessare a Berlusconi, o a Crozza, o a Claudio Bisio?

fedele50

Gio, 14/06/2012 - 14:27

Buffone ...... Era Stato Messo Li X Tagliare Privilegi & Mazzette, Ma L'incapacita Di Costui E' Immensa , Si Tolga Dai C§§§§ioni E Passi La Mano A Persone Competenti, Buffone.

Ritratto di fbartolom

fbartolom

Gio, 14/06/2012 - 14:28

Alla Merkel del contagio non può importare di meno. Dovesse aver problemi le basterebbe immeditamente acconsentire alle richieste degli altri paesi per vederli immediatemente risolti. Quanto all'onere che dovrebbe sostenere francamente mi sfugge quale possa essere quello connesso ad autorizzare un governo dell'unione. Forse la perdita di privilegi immeritati, non saprei.

Ritratto di lorenzo74

lorenzo74

Gio, 14/06/2012 - 14:34

DETTI CELEBRI: "RIGOR MONTIS" "PROMETTERE MARI-O MONTI" "SE MAOMETTO NON VA DA MONTI, MONTI VA DA MAOMETTO" "BISOGNA CONIUGARE IL RIGORE CON LA CRESCITA" (questa gli verrà scritta sulla tomba a lettere di bronzo) "LO SPREAD A 500 E' COLPA DI BERLUSCONI"

fedele50

Gio, 14/06/2012 - 14:42

Ma amici del giornale,..........pensate che quella maschera di belmonte legga le nostre rimostranze???? ho i miei dubbi, lui ha rendite milionarie, che gliene ***** del popolo bue, la piazza e' l'unico luogo deputato x farci ascoltare . le ideologie non fermano i popoli avantiiiiiiiiiiiiiiiiiiiii, defenestriamoli.

pricippo

Gio, 14/06/2012 - 14:48

Questa europa massonica continua a ripianare i bilanci di tutte le banche sperando di fermare l'effetto domino,ma non ci riuscirà finché non aiuterà concretamente le aziende che stanno fallendo e licenziando.E' il tessuto produttivo che bisogna aiutare per rimettere in moto l'economia e la crescita, non le banche che hanno determinato tutto questo speculando senza fare credito.la fine di questa europa è vicina e la germania lo ha già detto!!!

Ritratto di liberopensiero77

liberopensiero77

Gio, 14/06/2012 - 14:49

Per 60 migrante. Se ben capisco il suo ragionamento, le privatizzazioni non si dovrebbero fare perchè i servizi finirebbero vieppiù in mano a società dedite al profitto, con ripercussioni negative sui cittadini (aumenti - licenziamenti ...). Ma, a parte che spesso c'è la concorrenza che dovrebbe tendere al ribasso dei prezzi e che per tutti i servizi essenziali esistono le Autorithy nate proprio con lo scopo di controllare il mercato ed evitare le tariffe troppo alte per i cittadini, questo modo di ragionare appartiene tipicamente alla sinistra più estrema, non certo al pensiero liberale. Perchè non si statalizzano allora anche le aziende private (Marx docet) così si evitano tutti gli effetti negativi del profitto? Sorprendente: si dice sempre che bisogna far "dimagrire" lo Stato sprecone e inefficiente (almeno nel centro-destra), e poi quando si vuol passare dalle parole ai fatti arrivano più critiche dalla base del PDL piuttosto che dalla CGIL e dall'estrema sinistra. Allucinante!

Dario40

Gio, 14/06/2012 - 14:50

ma questo Prof. dei miei stivali, non sa che intempo di crisi, dovendo vendere qualsiasi cosa non la si vende al giusto prezzo,ma la si deve svendere ? Abbia almeno la dignità di andarse subito a casa con tutto il suo staff di incapaci !

Ritratto di pasquale.esposito

pasquale.esposito

Gio, 14/06/2012 - 14:50

Quello, che Monti vuole fare e criminale, se lui vende gli asset comunali e regionali dopo la gente dovra pagare quello che vogliono i speculatori per ogni servizio! E NOI RESTIAMO CON UNA MANO DAVANTI E UN;ALTRA DIETRO!, e dopo quando avrá venduto tutto cosa resterá da vendere?, nella PA ci sono 300,000 persone che non fanno una p....a perche non comincia a risparmiare da li?.

MEFEL68

Gio, 14/06/2012 - 14:55

Se i nostri super-pagati politici, sia centrali che periferici, non sanno fare nulla, si adattino a copiare. Facciano come fanno gli altri. Come fanno in Germania i partiti a campare con € 0,85 a voto e ai nostri ne servono € 5? Come fanno i vari Presidenti a campare con uno stipendio pari alla metà di quanto percepisce un Governatore regionale? Come fanno ad avere città pulite senza avere problemi con la spazzatura e a trasformarla in ricchezza, tanto da accettare anche la nostra? Come fanno a dare servizi pubblici senza chiedere di più ai cittadini? Dopo la risposta a queste domande, che copino. Copino e basta. Almeno questo lo sapranno fare. Spero!

c-morgan@tiscali.it

Gio, 14/06/2012 - 14:57

seguo commenti, molte discrepanze dalk dire al fare, ma purtroppo il popolo Italiano è stato corrotto dalla politica, e pertanto si comporta come chi al potere si è arricchito " vedi la margherita" Finquando non scacciamo dal potere tutta la marmaglia, che vive sullo sfruttamento della intoccabilità saremo sem pre allo stesso punto:

aliberti

Gio, 14/06/2012 - 15:18

aiuto! qualcuno fermi sto matto

Ritratto di unLuca

unLuca

Gio, 14/06/2012 - 15:23

Vendesi immobile datato, in condizioni di precaria manutenzione, necessita di interventi, impianti non a norma, esente da IMU, situato nel centro di Roma, prezzo moooooooolto trattabile. Gli interessati dovanno far pervenire manifestazione di interesse al seguente indirizzo GOVERNO-CON-LEPEZZE@CULO.IT Riferimento SVENDITA COLOSSEO (astenersi intermediari e gladiatori)

voce.nel.deserto

Gio, 14/06/2012 - 15:20

La Germania dia l'esempio:venda il fiume Reno con tutti i natanti che lo percorrono e la Foresta Nera.

Ritratto di walter174

walter174

Gio, 14/06/2012 - 15:26

comunista del ca...zo, si venda i suoi di beni, tanto li ha rubati!!!! dunque costo zero!!!

pittariso

Gio, 14/06/2012 - 15:32

Se prima non si eliminano (NB ho detto eliminano e non tagliano) gli sprechi e gli ingiusti privilegi (auto,gettoni,buoni ecc.) la vendita dei beni pubblici servirà solamente a rinviare i problemi come i vari aumenti di tasse. Dobbiamo ribellarci.

aliberti

Gio, 14/06/2012 - 15:41

ma, esimia testa di... bocconiano, con tutte le tasse che hai messo sugli immobili ed in questo periodo qui chi compra? oppure invece di vendita parliamo di s-vendita a prezzi di realizzo a qualche amico degli amici? diceva qualcuno a pensare male si fa peccato ma si indovina sempre....

vince50_19

Gio, 14/06/2012 - 16:04

Poco tempo fa il presidente della Corte dei conti affermò che, vista l'"incomprimibilità" della spesa pubblica (qui si sarebbe molto da ridire..), si sarebbe dovuto procedere alla vendita di parte dei cosidetti gioielli di famiglia. Ho, abbiamo già assistito per chi ne ha memoria - nel 1992, ad una sceneggiata del genere in cui l'attore "italico" fu un professore bolognese di Scandiano - Pres. Iri - con il nido di rondine perpetuo sulla capa e, dall'altra parte un certo Sorso che organizzò la svalutazione della lira di un 30%.. Corsi e ricorsi storici? I predoni (leggasi banche e consociati) stanno affilando la dentiera per mangiarsi quel poco di buono che è rimasto, a prezzi di saldo? Basta con questi governi tecnici messi su dalle fondazioni bancarie e con l'appoggio di una manica di p.d.m. di politici di tutte le bandiere, pronti solo a tenere la dentiera affilata. Diffidate della pazienza dei buoni, "cari" abbuffini: prima o poi termina e allora saranno c**** vostri..

migrante

Gio, 14/06/2012 - 16:03

#73 liberopensiero77...Egregio, i mie dubbi non nascono da una visione Marxista, ma dal fatto che mi son sempre occupato di direzione aziendale...lungi da me l'idea di uno Stato omnipresente, semplicemente dico che vi sono delle attivita`dello Stato che sono di "utilita`sociale", sono "servizi" per le quali la "privatizazione" non rappresenta altro che una "abdicazione" dello Stato, una ammissione di incapacita`, ma non certo prospettiva unica di vantaggio per il cittadino...uno Stato efficiente dovrebbe riuscire a gestire una azienda entro i limiti del punto di pareggio, cosa che un privato non potrebbe mai "permettersi" !!!

Ritratto di mariosirio

mariosirio

Gio, 14/06/2012 - 16:08

Tagli alla spesa per essere più forti - come dire a bolt di non mangiare per correre più forte. Non solo non escludiamo una cessione di quote del patrimonio pubblico, ma la stiamo preparando - abbiamo tanta roba degli italiani che possiamo solo disfarcene piuttosto che metterla seriamente a reddito. Dobbiamo lavorare alla disciplina di bilancio e alla crescita allo stesso tempo - controlliamo quanto guadagnate per capire dove far crescere gli interessi degli speculatori. Non occorrerà una seconda manovra quest’anno, ma l’azione di disciplina sui conti pubblici va continuata - ripetilo quando farai la correzione bugiardo! Tendiamo a oscillare troppo tra euforia irresponsabile e depressione ingiustificata - spariamo così tante caxxate e diffondiamo tante voci che non capite più che pesci pigliare.

brunicione

Gio, 14/06/2012 - 16:17

Purtroppo Monti non vuol capire oppure vuole salvare la poltrona per se e per il suo governo. LAVORO: Libero licenziamento, in libero stato (non persecutorio e con indennità) SANITA' :Ticket aumentati del 20% per tutti i redditi oltre Euro 1.500 mensili, aumentati del 100% per redditi oltre 3.000 euro mensili aumentati del 500% per redditi oltre 5.000 euro mensili Ticket per ricoveri ospedalieri: redditi oltre Euro 1.500 mensili, Euro 10/giorno : redditi oltre Euro 3.000 mensili, Euro 30/giorno : redditi oltre Euro 5.000 mensili, Euro 50/giorno Patriminiale 1 per mille sui patrimoni, oltre 1 milione di Euro Manager pubblici e privati, ridurre del 30% i salari, politici a tutti ilivelli, decurtazione del 50% con abolizione dei privilegi. Se dobbiamo uscire da questa situazione, dobbiamo tiraci su le maniche e fare sacrifici TUTTI.

migrante

Gio, 14/06/2012 - 16:29

#84 vince50...Egregio,... giustissimo ! siamo alla vigilia dell'ennesima stagione venatoria !.ribadisco il concetto per chi non riesce a capire...prendiamo una municipalizata di trasporti..ci saranno "le spese" e le "entrate", da che son costituite le entrate ?..tariffe e tasse !...conti in rosso..arriva il privato che "acquista" il pacchetto...non puo`piu`contare sulle tasse..si dice che a causa del divino intervento della concorrenza abbassera` pure le tariffe...il servizio funzionera` meglio e non vi saranno licenziamenti selvaggi...beh, iniziate a capire che qualcosa non torna ?

Ritratto di wilegio

wilegio

Gio, 14/06/2012 - 16:26

Ebbravo monti! Ha scoperto l'acqua calda! Peccato che non venderà neanche uno spillo, perchè ogni bene pubblico, per quanto improduttivo sia, ha una serie di amministratori, di curatori, di consiglieri, tutti profumatamente pagati, tutti nominati e nessuno eletto, e nominati da "qualcuno" che non vuole assolutamente che i suoi "protetti" siano rimossi! Quindi ci saranno i soliti veti, non pubblici ma sussurrati nei corridoi dei palazzi, e il buon monti si ritroverà bloccato come sempre e impotente a fare qualsiasi mossa. E finirà tutto, come al solito, a tarallucci e vino. Solo sull'innalzamento dell'età pensionabile e sull'aumento delle tasse nessuno si è opposto... pensa te!

stefano.colussi

Gio, 14/06/2012 - 17:35

BASTA, BASTA, BASTA....non riesco più a leggere i Vostri articoli, anche se scritti bene e con intelligenza...i Vostri interventi sono sempre di analisi e di dettaglio, ma non propongono soluzione al problema. Per l'ennesima volta, propongo un asse politico tra FONDAZIONE BERLUSCONI & FONDAZIONE D'ALEMA per uscire dalla Crisi Italiana. Inoltre propongo che chi crede nell'Europa, con oltre 10.000 euro mese, vada nelle capitali europee (Roma, Parigi, Londra, Berlino, Vienna, Madrid, Lisbona, Atene, etc etc...) a raccogliere le firme per la costruzione /fondazione degli Stati Uniti d'Europa . Punto.

Ritratto di venividi

venividi

Gio, 14/06/2012 - 17:30

Se vendono la Rai, ci fanno un sacco di soldi se non altro perché non ci rimetteranno stipendi mega, lotte, manuali cencelli, ecc.

Roberto Casnati

Gio, 14/06/2012 - 18:53

Monti vuol vendere gli "asset" pubblici che, tra l'altro, funzionano, indovinate a chi li venderà a prezzi di realizzo? Ma ai tedeschi che si possono finanziare sottocosto e che per un tozzo di pane si compreranno i "gioielli" nostri di famiglia. Bravo Monti il tuo trucchetto sta funzionando! Tagliare drasticamente le spese? Non se ne parla nemmeno! Accorpare le province? Ma per carità troppi parassiti ci rimetterebbero il posto! Abolire gli albi professionali e liberalizzare le professioni? E no, poi i "poteri forti" si rattristerebbero! Dimezzare il numero dei parlamentari già dalle prossime elezioni? No, no, no poveretti i parlamentari poi cosa faranno, mangeranno pane e cipolla! Vendere qualcuno deg'immobili fatiscenti e costosissimi come ad esempio le centinaia di caserme dismesse? E non si può sennò si toglie lavoro alle imprese parassitarie che devono fare manutenzione! Ridurre i costi della presidenza? E no, sennò il napoletano s'incupisce! Eliminare gli sprechi? Non sappiamo!

analistadistrada1950

Gio, 14/06/2012 - 20:27

Qualcuno farà un'offerta che non si può rifiutare, sarà un amico degli amici il quale, passato dal mercato rionale, avrà rilevato il costo delle patate e quello sarà il prezzo. L'Italia è un poco così, anche i più puri, per non farsi sparare, si spurano.

Ritratto di lorenzo74

lorenzo74

Gio, 14/06/2012 - 20:58

Ma quel bischero criminale di (S)Vantaggiato, invece di mettere la bomba davanti a quella scuola a Brindisi e di prendersela con quelle poverette...

piedilucx

Gio, 14/06/2012 - 22:34

e chi compra? i soliti noti vero? monti la gente di voi non ne può più sparate *******, fate i finti tonti e intanto ci mettete alla fame a quando la rivoluzione?

occhio

Gio, 14/06/2012 - 23:33

no, non siamo pronti a vendere l'Italia

Barnaba

Ven, 15/06/2012 - 00:59

Ma sembra proprio una mania! Così finirebbe a far svendere le cose più valide e a far tenere quelle che costituiscono un peso.l Professore, dica piuttosto chiaro che l'Italia non può partecipare al salvattaggio miliardario delle banche spagnole. Inoltre perché non mettere un limite massimo agli stipendi dei più alti dirigenti di Comuni e altri enti pubblici (150000 euro sono pochi?). E si preoccupi di rendere possibile subito la ripresa dell'attività produttiva nelle zone terremotate con tendoni provvisori (vi hanno vissuto a lungo anche molti giapponesi alle prese con il disastro di Fukushima)!

gpl_srl@yahoo.it

Ven, 15/06/2012 - 07:41

e bravo signor Monti! si vendano gli asset! ma ci spieghi a chi, tenuto conto che di soldi non ce ne sono chi compreta dunque???