Monti mette il loden pure alla lasagna

Davanti alla platea dei delegati dei Paesi che parteciperanno all'Expo 2015, Monti rende omaggio ai 400 tipi di pasta italiana, soffermandosi sulla lasagna (e facendo passare la voglia di mangiarla)

No, la lasagna no! Parli di spread, di economica, di tagli, ma almeno Monti ci risparmi la lezione culinaria. Che valga per il futuro ormai - ché già il premier è salito in cattedra a parlare dei 400 tipi di pasta che albergano nella storia della cucina italiana - ma che valga per davvero.

Perché vada per i diagrammi tecnicistici, per le tabelle congiunturali e per la spiegazione della spending review, che già concorrono a complicare un quadro economico poco chiaro e tanto noioso. Ma almeno la lasagna lasciamola lì com'è. E dov'è, cioè nel piatto di una semplice e comune cucina italiana.

Ma Monti, si sa, è uomo dalle mille risorse e dai mille saperi (e sapori?). E figurarsi se davanti alla "affamata" platea dei delegati dei Paesi che parteciperanno all'Expo, il premier non si premurasse di saziare la fame di conoscenza degli astanti.

E così, ecco sciorinata la lezione storiografica-culinaria con tanto di excursus sui 400 tipi di pasta dell’Italia a sottolineare l'"incredibile varietà" di cibi nata dallo "scambio fra popoli" come "elemento che caratterizza la nostra cucina".

Ecco arrivare poi il momento della lasagna, il cui termine - al pronunciarlo - paralizza per un attimo Monti che coglie l'occasione per ribadire con ostentazione la natura del suo esecutivo: "Scusate, il nostro è un governo tecnico... ".

Dopo di che, il premier riesce ad analizzare e disquisire sulla succulenta lasagna, "che esisteva già ai tempi degli antichi romani", ma "furono gli arabi di Sicilia a inventare la pasta secca", pasta che, "fin dall’antichità era condita con burro e parmigiano e solo nell’Ottocento si iniziò a condirla con il pomodoro, idea giunta dalla Spagna, fino ad allora pianta decorativa. E solo gli emigranti italiani negli Stati Uniti aggiungono la carne al condimento per la pasta, sono i governanti austriaci della Lombardia a convincere i contadini della cultura padana a coltivare mais, patate e riso per affrontare le carestie del 700'". E basta così. Che se qualcuno avesse per caso ancora voglia di mangiarla, questa benedetta lasagna, rischierebbe di perdere l'appetito. O di addormentarsi davanti al piatto.

Commenti
Ritratto di stufo

stufo

Ven, 12/10/2012 - 19:59

Qualche giorno fa ad un tiggì, durante uno dei suoi pregnanti discorsi campava la scritta BARIL senza il LA. E intanto ce le suonava......

Ritratto di angela piscitelli

angela piscitelli

Ven, 12/10/2012 - 20:29

Dissento: oggi ho compreso che quest'uomo ha del talento;era ora di pranzo,aveva l'aria di chi tende all'ipoglicemia ma pregusta le delizie del desco: meglio di Giovanni Rana, avrà fatto venir fame a tutti i delegati e voglia di assaggiare le paste italiane:Se ha capito che il vero metodo Salva Italia è fare pil con i manicaretti,le bellezzenaturali e la cultura, lo voteremo tutti! e buon appetito!

marcs

Ven, 12/10/2012 - 21:21

Articolo bislacco senza nè capo nè coda, ma lasciatemi il piacere di mangiare le lasagne e se a voi non va bene affari vostri

Ritratto di scandalo

scandalo

Ven, 12/10/2012 - 21:30

il suo motto sarà LASAGNA PER TUTTI !!

Charles buk

Ven, 12/10/2012 - 21:46

Articolone

cgf

Ven, 12/10/2012 - 21:48

vuol riuscire nell'intento di svendere all'estero anche la capacità da sempre riconosciuta ed apprezzata da tutto il mondo per la cucina italiana? ****già l'altra sera parlando con americani mi sono sentito dire che la pizza migliore al mondo la fanno a Chicago, anzi è proprio da emigranti che erano nell'Illinois che è nata la pizza napoletana.... beh mica gli ho detto cosa significa chicago in italiano, ma c'ero molto vicino****

Ritratto di paola29yes

paola29yes

Ven, 12/10/2012 - 21:48

Non sono mai emigrata negli Usa, ma nel sugo della lasagna metto la carne......e come me tante altre. Se lo dice monti.....è certamente una bufala. Uno che vede la luce può dire ciò che vuole!

Clara Pedrelli

Ven, 12/10/2012 - 22:16

Dopo aver tagliato il nastro nel nuovo stabilimento Barilla..è diventato Mastro Pastaio!

gentlemen

Ven, 12/10/2012 - 23:57

Ma avete notato che ha la voce uguale a quella del sintetizzatore vocale del famoso e ormai storico computer Commodore 64?

Ritratto di Simbruino

Simbruino

Sab, 13/10/2012 - 00:13

non ci meravigliamo piu´che tanto perche´le stesse corbellerie le dice in economia quando da con superficialita´i numeri suoi, ma la pasta con le meat balls all´americana non e´una invenzione degli emigranti perche´la pasta con le polpette e´un piatto tipico specialmente abruzzese e notevolvemte diffuso anche nel napoletano,quindi gli emigranti lo hanno soltanto introdotto perche´e´stato sempre in uso da tempi anteriori alla emigrazione per la sua praticita´di offrire primo e secondo in un piatto unico veniva preferibilmente servito ai mietitori che mangiavano sbrigativamente nei campi in condizioni logistiche che non permettavano di imbandire tavoli con posate in argento cristalli e tovaglie pregiate di lino come nei palazzi dei politici-

gcf48

Sab, 13/10/2012 - 00:59

non amo monti ma in questo caso mi è stato simpatico

Ritratto di Runasimi

Runasimi

Sab, 13/10/2012 - 01:12

Si è dimenticato di dire che è lui come una lasagna. Di quelle che stufano oltre ogni immaginazione.

bobsg

Sab, 13/10/2012 - 09:15

Possibile che nessun regista lo abbia ancora scritturato per il ruolo di Nosferatu?

Willy Mz

Sab, 13/10/2012 - 09:53

santo cielo, il tuttologo di turno! ma mi faccia il piacere!

Ritratto di emanuelem57

emanuelem57

Sab, 13/10/2012 - 09:56

Domenico Ferrara, non sarà mica parente del Giulianone nazionale per sparare articoli così insipidi ?

Ritratto di stufo

stufo

Sab, 13/10/2012 - 11:42

mitico gentlemen !!!!!