La mossa del Cavaliere ricompatta il partito: solo otto franchi tiratori

Anche i più scettici, come Crosetto, si schierano con l’ex premier. Pochi i contrari, guidati da Pisanu al Senato e Frattini alla Camera

Guido Crosetto e il vice presidente Antonio Leone in aula della Camera

Roma L’ennesima e prepoten­te discesa in campo di Berlusco­ni rimescola le tante posizioni in campo del Pdl. I fedelissimi di Berlusconi, da sempre pro Cavaliere, esultano: «Era ora». Ma guardano con sospetto e fa­stidio i tanti che, sotto sotto, spe­ravano nell’eclissi del grande capo. Tanti che adesso, italia­nissimamente, «corrono in soc­corso del vincitore». Sì perché ha vinto Berlusconi, la sua linea antimontiana e il desiderio di guidare la truppa nella sua bat­taglia finale. Non tutti, però, si allineano con convinzione al nuovo corso del partito.C’è chi, come l’ex ministro degli Esteri Frattini che, da mesi molto esposto sulla linea della respon­sa­bilità e della liaison con i cen­tristi, non ce la fa a eseguire l’or­dine di scuderia di astenersi sul provvedimento sugli enti locali alla Camera. Dissidenza spiega­ta così: «Ho av­visato Berlu­sconi che non avrei potuto condividere l’indicazione di non parteci­pare al voto di fiducia al go­verno Monti. E occorre esse­re leali a un’azione di governo che sia pure in circostanze eccezio­nali sta cercando di condurre in porto riforme di indubbio va­lore ». Uno smarcamento comu­nicato al Cavaliere in mattina­ta, tramite Gianni Letta. Sulla stessa linea di Frattini anche Gennaro Malgeri, Giuliano Cazzola, Alfredo Mantovano e Carla Castellani. Al Senato, invece, a dissentire dal gruppo sono in tre: Beppe Pisanu, Giu­seppe Saro e Paolo Amato. In realtà sono in quattro ma il quarto, Franco Orsi, è protago­nista di un gustoso qui pro quo. Dissidente per caso. Arriva a pa­lazzo Madama trafelato, in ritar­do per la votazione. Non sa che la linea del partito è quella del­l’astensione e quando entra in Aula e si precipita a votare, ha il telefonino appiccicato all’orec­chio. Non sente che il capogrup­po Gasparri cerca, invano, di avvisarlo di non dire «sì». Trop­po tardi: Orsi vota. Pasticcio. Più tardi, tornato nella sua Ge­nova, Berlusconi si presta allo scherzo. Contatta il senatore e al telefono finge di essere furen­te con lui. Poi cede: «Dai Orsi, scherzo. Ma porta la giustifica­zione dei tuoi genitori e conse­gnala ad Alfano». E il senatore: «Presidente, non posso: i miei genitori Monti non lo amano af­fatto».

In linea di massima il partito si ricompatta attorno a Berlu­sconi. Pure Guido Crosetto, l’iperliberale e l’ipercritico del governo dei tecnici, vive una giornata lunghissima e a tratti drammatica. Di prima matti­na, davanti agli schermi di Om­nibus quasi si commuove e, fra­stornato dai continui stop and go del suo partito, si alza e se ne va: «Scusatemi ma mi sono rot­to ». Poi verrà direttamente chia­mato da Berlusconi: «Vieni Gui­do, ne parliamo insieme». E Crosetto si presenta al summit di palazzo Grazioli. Ascolta la li­nea e poi, franco, dice al Cava­liere: «Presidente, secondo me sbagli a ricandidarti. Ti distrug­geranno, te lo dico perché ti vo­glio bene: li avrai tutti addos­so». Il Cavaliere ascolta, annui­sce ma dice: «Lo devo fare. Per il Paese». Ormai il dado è tratto.

I parlamentari pidiellini tor­nano a inondare le agenzie di stampa con dichiarazioni di giubilo. In prima fila le fedelissi­me Daniela Santanchè , Micha­ela Biancofiore, Melania Riz­zoli, Maria Stella Gelmini, Nunzia De Girolamo, Michela Vittoria Brambilla, Anna Ma­ria Bernini. Ma anche le altre donne pidielline si spellano le mani: Bergamini, Ronzulli, Pe­lino e Sbai, solo per citarne alcune. Scontato l’applauso dei tanti che hanno sempre sogna­to il Cavaliere in prima fila: Ga­lan, Verdini, Bondi, Romani, Giacomoni, Valentini, Marti­no e Moles. Virata invece per quelli che avevano puntato più su Alfano che, di fatto, ieri è uscito di sce­na lasciando la prima fila al Ca­valiere.

La Russa, per esempio, che adesso gongo­la: «Berlusco­ni è il nostro capitano. L’al­ternativa di candidare Al­fano non c’è». Maurizio Lu­pi si limita a in­veire contro Passera mentre si registra il silenzio di Raffaele Fitto.

Chi invece si smarca dagli osanna sono il capogruppo al Pdl al parlamento europeo Ma­rio Mauro , contrario alla linea antimontiana del Pdl e gli ex An Andrea Augello e Giorgia Me­loni. La Meloni canta fuori del coro via twitter: «La ricandida­tura di Berlusconi è un errore».

Commenti

gianni.g699

Ven, 07/12/2012 - 08:32

Chi non aderisce all'affondamento del governo monti E' responsabile come lui dell'attuale catastrofe !!!

Ritratto di max2006

max2006

Ven, 07/12/2012 - 08:32

Giorgia Meloni ha ragione.

Dario40

Ven, 07/12/2012 - 08:46

coraggio Silvio introduci la norma anti-ribaltone e tutti i cialtroni e i voltagabbana se ne andranno. Così riconquisterai anche la fiducia dei tuoi elettori !

Ritratto di marystip

marystip

Ven, 07/12/2012 - 08:53

Ecco, il ritorno del Cav. un buon effetto l'ha già sortito. Se ne andranno "affangala" due democristiani come Pisanu e Frattini; digli niente!!!

Ritratto di stenos

stenos

Ven, 07/12/2012 - 09:02

Troppo tardi, il danno e' fatto e le elezioni perse al 100 %. Dovevano non appoggiarlo da subito, considerando i danni che hanno fatto era giusto come avevano visto tutti meno mister B e il pdl.

Ritratto di elio2

elio2

Ven, 07/12/2012 - 09:09

Plaudo al PDL di ribellarsi al governo dei tecnici incapaci che hanno portato il Paese in rovina, ma purtroppo non credo sia possibile il ritorno ad una democrazia partecipata, il comunista ci ha messo in mano alla peggiore finanza internazionale che non mollerà certo la presa facilmente. Loro hanno i mezzi per farci fallire, basta che lo vogliano e ora vogliono che alla guida del Paese ci sia uno di loro, oppure in subordine anche la sinistra con cui sono culo e camicia, Berlusconi ha già dimostrato di non stare dalla loro parte e certamente non lo lasceranno ritornare a governare, confortati anche dal fatto che tanti utili idioti sostenitori della sinistra ci daranno una mano.

Ritratto di elio2

elio2

Ven, 07/12/2012 - 09:16

Cara Meloni, e tutti quelli che stanno con monti, grazie di tutto e addio.

bruna.amorosi

Ven, 07/12/2012 - 09:19

Ecco adesso questi 4 o 5 ek pdl cominciassero a fare i conti con il LORO oste .e non fare i come si dice ( i ghey con il deretano degli altri )facile stare da una parte quando è tutto sulle spalle di uno bene bene adesso facessero vedere quanto sono bravi da altre parti .e sporattutto ad altri PADRONI ma d'altronde anche ARLECCHINO ERA SERVO DI DUE PADRONI .

Ritratto di onollov35

onollov35

Ven, 07/12/2012 - 09:27

Bene! andiamo avanti anche se perdiamo, cosi cacciamo fuori i facinorosi e i volta gabbana.

moranma

Ven, 07/12/2012 - 09:27

perchè il partito si ricompatta ?; con il porcellum voluto prima ed ora da Berlusconi, i deputati saranno scelti da LUI e solo da LUI ( come del restro tutto nel PDL) e quindi chi vuole avere una possibilità di ritornare in parlamento non può che inginocchirsi di nuovo al reuccio!!!

vfangelo

Ven, 07/12/2012 - 09:36

Da pisano si,ma da frattini non mi sarei mai aspettato questo volta faccia.

Gianfranco Rebesani

Ven, 07/12/2012 - 09:39

Va bene. Berlusconi "ricompatta" il PDL. Vedremo se riiuscirà a "ricompattare" anche noi elettori, cosa di cui dubito. In Senato ed in Parlamento, per paura di non essere ricandidati,formalmente, hanno aderito alla linea Berlusconi. Noi elettori invece,non avendo alcuna aspirazione, ci limiteremo, in un futuro ormai dietro l'angolo,a valutare il tutto.

Beniamina

Ven, 07/12/2012 - 09:47

Giorgia Meloni ha ragione da vendere, su tutta la linea. Ma quanto guadagnerebbe il pdl dal presentarsi con un volto giovane, fresco e pulito come quello della Meloni, che tra l'altro é da sempre che si schiera contro il governo Monti, a differenza di capitan tentenna, il signor Berlusconi ? e invece no, spazio agli ottantenni che avanzano....evviva, il "salvatore della patria" candidato per 6 volte in 20 anni. Ma lo fa per il paese. Sai che vantaggi ne avra il paese dalle solite beghe per cercare di rallentare i processi di Berlusconi, senza parlare delle storielle che ci attendono su tutti i giornali sulle sue "cene eleganti" e sulle signorine mantenute a 2500 euro al mese per aver partecipato al divertimento del capetto padrone di Arcore. Senza contare il processo Ruby. Bella credibilta avremo a livello internazionale con tale soggetto. Ma non lo vede Bersluconi che in tutti gli altri paesi ci si presenta una volta, al massimo due e poi ci si ritira lasciando spazio ad altri? E meno male che era sceso in campo contro il teatrino della politica. Complimenti al pdl, hanno capito tutto. Vedrete che batosta alle elezioni. Non crederete davvero che gli elettori scorderanno il comportamento e le dichiarazioni di Berlusconi nell'ultima sua legislatura e durante il governo Monti ? A questo punto Bersani puo dormire sonni tranquilli.

vfangelo

Ven, 07/12/2012 - 09:52

Dico a tutta la classe politica italiana di non parlare sempre male del politico di turno, a Berlusconi lo hanno tinto di nero all' estero, mettendo ci la m...a in faccia senza capire che il ridicolo resta sulla popolazione italiana,anche per chi ha voluto fare il "bello", nessuna nazione è così insensibile al patriottismo, e in virtù di questo che siamo gli ultimi nel mondo, siamo buoni solo quando aiutiamo gli altri ma nessuna si ricorda di noi è ne ci fanno sconti, parlare Dell' Italia male o della politica significa affondare.

janry 45

Ven, 07/12/2012 - 09:52

Presidente ora le sette scorie dato che uno e stato solo distratto, vanno rimosse definitivamente e gettate nella spazzatura della politica,non facciamo l'errore di rimettercele in seno.

Soldato

Ven, 07/12/2012 - 09:54

Meglio tardi che mai.

Ritratto di Zago

Zago

Ven, 07/12/2012 - 09:54

E' logico che ci sarà qualche defezione per il rientro di Berlusconi. Piasani già si sapeva che voleva rompere, gli altri faranno la fine di Fini,ma l'essenziale è il fatto che il gruppo nonostante tutto tiene e se ne sono accorti che senza il Cavaliaere non si va tanto lontano.Non vincerà le elezioni, ma sarà capace di fare una seria ed efficace opposizione perchè ha tutti i numeri per fare lo statista che gli altri antagonisti non hanno, ma usano solo la lingua.

pinux3

Ven, 07/12/2012 - 10:00

Non c'è solo la Meloni. Ci sono pure Alemanno, che ha detto che candidare B. è una follia, Formigoni e i "ciellini"...

Noidi

Ven, 07/12/2012 - 10:07

@Dario40: Guardi che se non era per gente come Scilipoti il Suo amato Berlusconi era stato buttato fuori ormai da tempo. Quindi è prorpio a lui che fà comodo avere gente che per 4 spiccioli cambiano casacca. Certo che per voi pensare è troppo.

giovanni PERINCIOLO

Ven, 07/12/2012 - 10:08

Pisanu. Un nome una garanzia! Cosa si attende a buttare fuori dai piedi questo avanzo di balena bianca che continui

giovanni PERINCIOLO

Ven, 07/12/2012 - 10:15

Pisanu. Un nome una garanzia. Cosa si aspetta a buttare fuori dai piedi questo avanzo di balena bianca che continua a credersi buono per tutte le stagioni? La Sardegna ha dato grandi uomini all'Italia ma questo sardagnolo (i sardi sono altra cosa) artista del dissenso interno "calibrato" pro domo sua é solo un opportunista di lungo corso da rottamare una volta per tutte, tanto più che se ancora é nel Pdl é solo perché altrove non gli hanno concesso gli "onori" che lui pensa di meritare.

cstrrt

Ven, 07/12/2012 - 10:17

Sto con Giorgia Meloni.

mariuccia frigerio

Ven, 07/12/2012 - 10:22

La penso proprio come Crosetto che apprezzo molto, lo massacreranno ammessso che abbiano mai smesso di farlo ed è il motivo per cui stimo Berlusconi che veramente potrebbe farsi i fatti suoi e godersi i suoi soldi ed invece ritorna ancora

Ritratto di Alberto43

Alberto43

Ven, 07/12/2012 - 10:30

E naturalmente chi sono i dissidenti? I soliti ex democristiani...andate da Casini che vi aspetta a braccia aperte!

Ritratto di ALESSANDRO DI PROSPERO

ALESSANDRO DI P...

Ven, 07/12/2012 - 10:59

Voglio complimentarmi con Crosetto che ha abbandonato quell'"alcova" mediatica Rossa KGB (AGORA') che imperversa su RAI3 ogni mattina alle 8.Ma non solo questa trasmissione E' entrata in FIBRILLAZIONE solo nel sentire la voce del probabile rientro in scena di Berlusconi ma quasi tutti i canali televisivi e radio non fanno altro che parlare di tale fatto ma in senso assolutamente negativo.Ed è questo proprio che non comprendo : Se il rientro possibile di Berlusconi fa agitare così tanto la GRANDE E POTENTE MACCHINA MEDIATICA DI SX o di CENTRO con evidente SGOMENTO, è segno che questo Berlusconi E' QUALCUNO CHE CONTA O CHE VALE. Altrimenti, se non valesse o fosse un pinco pallino qualsiasi, non AVREBBERO BISOGNO DI AGITARSI COSI' TANTO e nemmeno di nominare il suo cognome e nome MIGLIAIA di volte al giorno. Ancora i dirigenti di queste potenti campagne mediatiche agiscono in modo direi ottuso come SEMPRE non rendendosi conto che così facendo si danno la "ZAPPA" sui piedi in quanto il cittadino non è più ignorante come tanti anni fa ed è diventato conoscitore della politica italiana.

unosolo

Ven, 07/12/2012 - 11:30

solo otto franchi tiratori o sono coloro che hanno spinto per fare un passo in dietro al PDL ? a questo punto sembra chiaro di chi ha remato contro , forse non hanno avuto la giusta ricompensa , pensare male a volte serve , oggi è ora di tirare la linea a chiudere fuori i cattivi inutile sarebbe mantenere scontenti nel PDL , chiudere ai franchi tiratori e ai distratti cioè a coloro che non importa della situazione attuale del paese.

lupo.rex

Ven, 07/12/2012 - 12:04

Come dice il proverbio? "Meglio un morto in casa che un Pisanu alla porta!" Di Frattini si sapeva già da tempo che avrebbe tradito: crede di essere qualcuno invece non è nessuno.

Giovanmario

Ven, 07/12/2012 - 12:10

mariuccia frigerio.. perdoni la mia curiosità.. ma cosa intende dire per "..ritorna ancora.."?.. a lei risultava che se ne fosse andato dal partito? e poi.. cosa intende dire con la frase un pò maligna "..farsi i fatti suoi.."?.. sono ormai quasi vent'anni che sta in politica e non sono questi i fatti suoi?.. e poi.. "..godersi i suoi soldi..".. ma ne ha così tanti!.. come farebbe a goderseli tutti? e poi.. ma scusi.. lei da che parte sta.. con bersani o con berlusconi?

Giovanmario

Ven, 07/12/2012 - 12:20

beppe pisanu.. uno dei pochi esemplari di politici sardi appartenente alla razza degli opportunisti, detti anche ex democristiani (attributo che solo per casini non è un'offesa), per fortuna ormai in via di estinzione (mentre il cervo sardo da mò che si è estinto)

amedori

Ven, 07/12/2012 - 13:48

Molto benissimo così cancelliamo Frattini dal nostro carnet e niente balli col fessacchione. Gli ex dc tutti persone per bene uhuh,ohoh prrrrrrrrrrrrrrrr.

klaus37

Ven, 07/12/2012 - 17:14

E' semplicemente disdicevole sentire tutto, ed il contrario di tutto... Col senno di poi, siamo tutti bravi a non commettere errori. Le varie posizioni hanno tutte una plausibile giustificazione, ma sputare nel piatto in cui si è mangiato senza un briciolo di pudore, è troppo.... Un sussulto di orgoglio di tutti noi, e seguiamo il Cav. nel bene e nel male. Sappiamo tutti che da 18 anni lo stanno demonizzando solo perché nel '94 li hanno sbeffeggiati e respinti nelle loro tane, e il rospo ancora non l'hanno digerito, ma non è possibile assistere a questo autolesionismo ""tafazziano"" senza muovere foglia..... Coraggio e unità ci vogliono, gli """AFFAMAPOPOLI"" non devono averla vinta !!!!!

ABU NAWAS

Ven, 07/12/2012 - 21:03

A CHI TRADISCE IL CAVALIERE... CON IL PORCELLUM IL PARLAMENTO POTRA' VEDERLO.... SOLO CON IL CANNOCCHIALE

giovanni26R

Sab, 08/12/2012 - 09:23

Il cavaliere bisogna ammirarlo per il coraggio: Sa che quasi tutto il mondo le farà la guerra a lui come persona e alle sue aziende, ma incrollabile si ripresenta per salvare il salvabile dell'Italia. Speriamo che nella sua strada non trovi i vari Fini_Casini-Carlucci ecc. anche se bisogna stare attenti a Frattini_Meloni, di Pisanu si sà già. Forza Presidente si rilitiga con i comunisti, faccia in modo che valga la pena di farlo. Auguri Cordialità

tartavit

Sab, 08/12/2012 - 10:07

Daniela Santanchè , Micha­ela Biancofiore, Melania Riz­zoli, Maria Stella Gelmini, Nunzia De Girolamo, Michela Vittoria Brambilla, Anna Ma­ria Bernini. Che bei nomi! Non manca la Carfagna? Adesso si che siamo a posto. Adesso si che l'Italia risalirà la china! Poveri noi!!!!!