Muore di paura nel metrò dopo lo scippo

Un anziano urla a dei ragazzi: "Via le mani dalle tasche". Poi si accascia. Identificati e rilasciati tre giovani romeni

Non che sia mai esistita una buona ragione per morire. Ma Francesco Tatoli, l'uomo di 65 anni che ha perso la vita ieri pomeriggio a Milano, in un corridoio della stazione della metropolitana di piazza De Angeli (zona Fiera), probabilmente è rimasto vittima di un borseggio mai avvenuto. O comunque andato a vuoto. E delle sue reazioni emozionali a un evento fortemente temuto. Una paura fortissima, incontrollabile. Che gli ha causato un infarto così violento da stroncarlo.

Ore 17.45 di ieri. Una pattuglia della Polmetro in servizio sulla linea 1, nei corridoi oltre i tornelli che portano alle banchine ma anche alle uscite della metropolitana della linea rossa, sentono un uomo che si lamenta ad alta voce. «Lasciatemi stare, lasciatemi stare! Tirate fuori le mani dalle tasche!». Poi all'improvviso il lamento si trasforma in un urlo. «Aiuto!» grida il poveretto. E forse cerca anche di inseguire quelli che crede i suoi aggressori, tre ragazzi che probabilmente conosce, nota, borseggiatori abituali della zona, del metrò. I poliziotti tentano così di rincorrere i tre ragazzini che vedono fuggire come lepri (e che poi verranno descritti proprio dagli agenti come tre giovani dell'Europa dell'Est), ma sono già molto, troppo lontani. Più tardi i tre giovani, di nazionalità romena verranno identificati e fermati. Niente da fare invece per il malcapitato. Quando gli agenti tentano di soccorrerlo, l'uomo si accascia a terra, privo di sensi.

Quando arriva l'équipe del 118 medici e infermieri, per quaranta interminabili minuti, tentano di rianimare il poveretto per ben 40 minuti. Purtroppo è evidente che non ce la farà, ma l'ambulanza corre ugualmente verso l'ospedale san Carlo. Dove Francesco Tatoli giungerà già cadavere.Addosso il morto ha ancora il suo borsello, nel quale c'è la tessera dei mezzi pubblici, che è anche l'unico documento trovato in suo possesso e dal quale la polizia riesce a risalire alla sua identità e ad avvisare la famiglia. Gli inquirenti cercano subito di ricostruire l'esatta dinamica dell'accaduto. Non ci sono purtroppo testimoni oculari, ma la visione ripetuta dei filmati delle telecamere di videosorveglianza chiarisce, con il passare delle ore, quel che è successo veramente. Tatoli - foggiano ma residente in città con la moglie - è rimasto vittima della sua stessa paura di essere rapinato. Forse gli era già accaduto?

Commenti
Ritratto di mark911

mark911

Gio, 05/12/2013 - 09:43

Sono i famosi stranieri che riconoscono le migliorie di Milano come va dicendo in giro Pisciapia !!!

Boxster65

Gio, 05/12/2013 - 09:43

Forza Pippapippa dai l'Ambrogino d'Oro ai tre ROM!! Del fatto che Milano è migliorata da quando c'è Lui se ne sono accorti solo all'Estero.... sì in Romania e nel Magreb. Infatti sono venuti tutti qui a delinquere.... il nostro Sinli spalleggia!! Mandatelo agli arresti quel delinquente di Pippapippa!!!

Ritratto di mortimermouse

mortimermouse

Gio, 05/12/2013 - 09:57

a proposito... cos'è he dicevano i sinistronzi a proposito della milano sicura e pulita ? :-)

yulbrynner

Gio, 05/12/2013 - 10:17

quando a palermo una donna anziana e'stata sgozzata da un italiano sul giornale non c'era alcun commento all'articolo pubblicato perché commentate, e' questa ne e' la certezza, solo quando il reato e'compuito da stranieri e ignorate quando e' fatto dagli italiani? solo x sfogare istinti razzisti?

Ritratto di Memphis35

Memphis35

Gio, 05/12/2013 - 10:41

Non credo di poter essere annoverato tra gli avvocati d'ufficio di Pisapia, ma quello che è successo a Milano può,ormai, tranquillamente accadere in ogni angolo d'Italia. Ivi comprese città di provincia e piccoli paesi. Grazie al lassismo imperante ed alle carenze numeriche delle forze dell'ordine la sicurezza è ormai divenuta un optional. Ed è in questo clima che si discetta pensosamente di indulto, amnistia e leggi svuota-carceri. Grasso è in prima fila per questa battaglia contro le leggi, a suo dire, "carcerogene".

ale76

Gio, 05/12/2013 - 10:43

Come mai non avete dato la colpa a Pisapia? Cosa vi sa succedendo "giornalisti"?

Palermitano

Gio, 05/12/2013 - 11:00

i soliti razzisti sono stati smentiti dai fatti, testimoniati dalle telecamere: 1)non c'e' stata nessuna aggressione sul metro'. 2) non c'e' stato nemmeno nessun contatto, nemmeno per caso, tra la vittima e i rumeni. 3) il portafoglio era ancora nelle tasche della vittima. 4)) i rumeni erano incensurati, non borseggiatori, e sono stati rilasciati, come riportano tutti gli organi di stampa. 5) per fortuna che le indagini sono curate da un galantuomo come Alessandro Giuliano, figlio di un eroe antimafia come Boris Giuliano, e che come il padre non si lascia condizionarie dalle verita' di comodo, dai luoghi comuni e dagli stereotipi. 5) in conclusione non c'e' stata nessuna rapina, nessuno scippo, nessun borseggio, nessuna aggressione in metro'.

'gnurante

Gio, 05/12/2013 - 11:03

Evitate di scrivere frasi sibilline come ' Identificati e rilasciati tre giovani romeni' : cosa vanno a dedurre i lettori? Che sono stati proprio quei tre romeni fermati a scippare il povero anziano? no, perché qui non c'è NESSUNA prova. Non sappiamo neanche se i tre sono stati fermati proprio in seguito al fatto e non, che so, tre giorni prima a Canicattì.

Palermitano

Gio, 05/12/2013 - 11:05

ieri a roma due delitti commessi da italiani, a palermo un impiegato italiano ha sgozzato una signora che non voleva fare sesso con lui, da nord a sud delitti in famiglia, omicidi di mafia, corruzione, tangenti...tutti reati esclusivi degli italiani! eppure i soliti sciacalli razzisti non vedono non sentono non parlano. intervengono solo e senza sapere i fatti quando c'e' sentore di strumentalizzazione, per la loro solita indegna gazzarra. vergogna!

Palermitano

Gio, 05/12/2013 - 11:05

ieri a roma due delitti commessi da italiani, a palermo un impiegato italiano ha sgozzato una signora che non voleva fare sesso con lui, da nord a sud delitti in famiglia, omicidi di mafia, corruzione, tangenti...tutti reati esclusivi degli italiani! eppure i soliti sciacalli razzisti non vedono non sentono non parlano. intervengono solo e senza sapere i fatti quando c'e' sentore di strumentalizzazione, per la loro solita indegna gazzarra. vergogna!

Palermitano

Gio, 05/12/2013 - 11:08

MI VIENE DA RIDERE A SENTIRE CERTI ELETTORI DEL CENTRODESTRA INVEIRE CONTRO RUMENI, BULGARI, ALBANESI ED EUROPEI DELL'EST. INFATTI: 1) BERLUSCONI E' AMATO NEI PAESI DELL'EST. 2) BERLUSCONI POTREBBE CANDIDARSI IN BULGARIA O ROMANIA, DIVENTANDO EUROPARLAMENTARE E AVENDO IMMUNITA' ASSOLUTA. 3) FIGLI DI LEGHISTI AMANO FREQUENTARE LE UNIVERSITA' ALBANESI.

Anonimo (non verificato)

yulbrynner

Gio, 05/12/2013 - 11:22

come sempre due pesi e due misure i destri criticano i sinistri perché sono INCOERENTI e loro che fanno??? sono pure loro INCOERENTI e allora le vostre critiche sono parole al vento e carta straccia hanno la consistenza di una scurreggia prooootttt

vince50

Gio, 05/12/2013 - 11:26

Avere(purtroppo)problemi interni,non significa affatto farci carico anche dei problemi causati da chi italiano non è.Non dimentichiamo quanti criminali farabutti "Europei!!"ci tocca mantenere nelle patrie galere,la nostra condanna è di essere troppo buonisti e ultra comprensivi.Tutto questo grazie in grandissima parte ai "comunistazzi democratici"che hanno portato la nazione verso l'abisso,facendo gli eroi col culo degli altri.

Ritratto di Memphis35

Memphis35

Gio, 05/12/2013 - 11:27

#Palermitano ed altri. Incursione, prevista, dei soliti coyotes ultragarantisti iscritti nel libro paga delle sezioni rosse. La tesi proposta dai soloni di turno è sostanzialmente la seguente: il poverino era sicuramente un paranoico con lucido delirio di persecuzione ed a salvarlo dalla morte improvvisa sarebbe bastato, a suo tempo, l'intervento di qualche illuminato psichiatra o psicologo. Chiaro, no?

Ritratto di mortimermouse

mortimermouse

Gio, 05/12/2013 - 11:34

ah pescato! GNURANTE lei parla di NESSUNA prova.... proprio questo è il nocciolo della guerra tra la destra e la sinistra. su berlusconi NON ci sono MAI state le PROVE delle accuse, e NONOSTANTE CIO' lo hanno condannato! lei qui ha parlato di prove che NON ci sono e se la piglia con noi che vi accusiamo... :-) provi a riflettere sul paradosso. ammesso che ci riesca... :-)

Boxster65

Gio, 05/12/2013 - 11:49

@Palermitano.. ore 11.08... io inveisco anche contro i Palermitani, i Siciliani e tutto il Sud assistenzialista che campa solo perché il Nord ancora riesce a pagare il Vostro fankkkazzismo. Il mio sogno è di venire in vacanza nella Vostra bella Trinacria esibendo il passaporto!!

Ritratto di mark911

mark911

Gio, 05/12/2013 - 12:00

Palermitano ma dove vive? Si faccia un giro nelle patrie galere per vedere se la maggioranza della popolazione carceraria è italiana o straniera ...e si renderà conto come stanno le cose altro che razzismo ma la pura verità e se oggi la verità si chiama razzismo allora sono un sostenitore del razzismo!!!

Ritratto di WjnnEx

WjnnEx

Gio, 05/12/2013 - 12:01

Tutti giovanissimi, indossavano vestiti molto simili a quelli delle immagini riprese dalle telecamere di sicurezza della stazione De Angeli. Un indizio che da solo non basta a far scattare nessun tipo di provvedimento restrittivo. In questura i tre ragazzi, sentiti a lungo dai poliziotti, hanno detto di non sapere perché ce l'avesse con loro. Un'affermazione sulla quale gli agenti hanno qualche perplessità, ma dopo aver esaminato i filmati registrati dalle telecamere del metrò è certo che i quattro (uno è ancora da sentire) non hanno mai avuto alcun contatto con Tatoli. I ragazzi, insomma, non hanno mai cercato di mettergli le mani nelle tasche o altrove. Non ci sono purtroppo testimoni oculari, ma la visione ripetuta dei filmati delle telecamere di videosorveglianza chiarisce, con il passare delle ore, quel che è successo veramente. Tatoli - foggiano ma residente in città con la moglie - è rimasto vittima della sua stessa paura di essere rapinato. Forse gli era già accaduto? Cari commentatori di "TITOLI", prima di scrivere minchiate, perché non provate a leggere anche gli articoli?! Saluti

Ritratto di rapax

rapax

Gio, 05/12/2013 - 12:06

palermitano lei e' sicuramente uno che coi clandestini o coi rumeni ci magna alla grande al limite si mette a 90 lei e' il peggio dell'Italia...paragonrla ad un femminiello e' anche troppo, avra' forse anche la camera da " letto" piena di immigrati, visto che col suo " altruismo" ara' ospitalita' a piene mani ogni giorno a sta gente, cialtrone!!

Ilgenerale

Gio, 05/12/2013 - 12:10

BOLDRINI, SONO QUESTI I LAVORI CHE GLI ITALIANI NON VOGLIONO PIÙ FARE ???

Mario-64

Gio, 05/12/2013 - 12:15

Palermitano ,sicuro di star bene? Non c'e' stata nessuna aggressione? C'e' stato un morto le basta???? Ci sono tre rumeni che dorebbero stare a casa loro sui carpazi invece di venir qui a fare danni ,chiaro?? E gia' che ci siamo i vostri trentamila forestali pagateveli da soli d'ora in poi.

Palermitano

Gio, 05/12/2013 - 12:27

INTANTO DA UOMO DI SINISTRA RENDO ONORE AL GIORNALE CHE HA PUBBLICATO UN MIO MESSAGGIO, MENTRE UN GIORNALE DI IDEE PIU' VICINE ALLE MIE NON HA PUBBLICATO LO STESSO MESSAGGIO. ONORE AL GIORNALE! D'ALTRONDE ANCHE IO AVEVO ESPRESSO SOLIDARIETA' A SALLUSTI PERCHE' NON SI PUO' FINIRE IN GALERA PER REATI D'OPINIONE. LA LIBERTA' DI ESPRESSIONE E' UN BENE FONDAMENTALE.

gneo58

Gio, 05/12/2013 - 12:28

per Palermitano, bravo, verissimo, anche il morto e' morto da solo e per colpa sua.

Palermitano

Gio, 05/12/2013 - 12:34

MENTRE RISPETTO IL GIORNALE E IL SUO DIRETTORE, PUR AVENDO IDEE POLITICHE OPPOSTE A QUEST'ULTIME, ESPRIMO INDIGNAZIONE PER I COMMENTI RAZZISTI DI ALCUNI UTENTI. NON SCENDO AL LORO LIVELLO INSULTANDOLI, QUINDI A QUESTI UTENTI RISPONDO EDUCATAMENTE CHE: 1) LA MAGGIORANZA DEI REATI E' COMMESSA DA ITALIANI, NON DA IMMIGRATI. 2) ANCHE LA MAGGIORANZA DEI DETENUTI E' ITALIANA, NON STRANIERA. SI LEGGANO LE STATITISCHE. 3) DIFENDO GLI IMMIGRATI MA NON GUADAGNO NULLA DA LORO. 4) SONO ETEROSESSUALE AL 100%, HO RELAZIONI CON LE MIGLIORI RAGAZZE DI PALERMO (BELLE , INTELLIGENTI E FINI), MA NON HO NULLA CONTRO GAY E FEMMINIELLI. CREDO NELLA LIBERTA' SESSUALE E NEL RISPETTO DELLE DIFFERENZE. 5) IO E TANTI ALTRI SICILIANI LAVORIAMO SODO E SUDIAMO QUANTO GUADAGNAMO. FIERO DI ESSERE PALERMITANO ps: da questo messaggio si evince la differenza sostanziale tra gli antirazzisti come me e gli ottusi razzisti.

kayak65

Gio, 05/12/2013 - 12:34

palermitano ed yulbrinner andate con le vs famiglie nella metro di milano che vi aspettano a braccia aperte le nuove risorse della keynge e della boldrini.se non succede nulla siete stati fortunati, se invece succede "qualcosa" non lamentatevi.in fondo voi affermate sempre che le persone di destra sono razziste ma chi vi colpisce e' gente voluta dalla sinistra, e quelle non fanno distinzione per chi votate. troppo facile sparlare quando capita agli altri.chiedete alla vs lady trans luxuria cosa gli capito' mesi fa'e vedrete che vi chiarira'le idee.oppure andate a dire personalmente alla famiglia della povera vittima le stesse c....e che avete scritto.ma essendo dei codardi rossi ve ne sate davanti a un pc a pontificare teorie strampalate.come sempre

gneo58

Gio, 05/12/2013 - 12:37

Palermitano, non solo siamo stufi di immigrati delinquenti (visto che ne abbiamo gia' abbastanza dei nostri) ma anche di gente come te a cui va bene questa invasione neanche poi tanto silenziosa. Compris

yulbrynner

Gio, 05/12/2013 - 12:43

ripeto ladomanda come mai commentate solo se l'atto criminale e' compiuto da stranieri? vedasi l'articolo della farmacista sgozzata a palermo da italiani a mezzanotte del giorno della pubblicazione dell'articolo i commenti erano lo 0 PIU' ASSOLUTO. icrimini sonocrimini ma qui si vuole commentare solo quelli compuiti da stranieri, infatti quella ne e'stata la prova di fatto come al solito un peso e due misure davvero BRAFI BRAFI la f e' voluta x prendervi in giro logicamente.

Ritratto di Soldato di Lucera

Soldato di Lucera

Gio, 05/12/2013 - 12:45

Certo, che la fortuna, sarà anche cieca....ma la rogna ci vede benissimo! Finocchio, comunista, assistenzialista, statalista, accogliente con gli extra, sto poveraccio di palermitano, ha tutte le tare di sto mondo!

L'Anonimo

Gio, 05/12/2013 - 12:52

@ Palermitano La questione è molto semplice, quasi matematica direi. Provi a confrontare questi dati: cittadini italiani, residenti stranieri, numero di reati commessi da cittadini italiani e numero di reati commessi da residenti stranieri. Dal rapporto numero reati/popolazione Le risulterà la propensione a delinquere. Poi confronti. Non è difficile e mette fine a tante polemiche fatte di parole. Parole come quelle che definiscono gli immigrati una risorsa senza uno straccio di analisi giuridico-economica costi-benefici... e poi capirà chi è che manipola martellando di informazioni non verificate i mass-media...

Ritratto di mortimermouse

mortimermouse

Gio, 05/12/2013 - 12:53

PALERMITANO provi lei a spiegare ai suoi compagni gli stessi concetti che noi vi ripetiamo da ANNI? costoro ancora NON hanno capito come funziona la democrazia, il rispetto, la libertà... :-)

L'Anonimo

Gio, 05/12/2013 - 12:57

@ Palermitano La questione è molto semplice, quasi matematica direi. Provi a confrontare questi dati: cittadini italiani, residenti stranieri, numero di reati commessi da cittadini italiani e numero di reati commessi da residenti stranieri. Dal rapporto numero reati/popolazione Le risulterà la propensione a delinquere. Poi confronti. Oppure rapporti la popolazione carceraria straniera con quella straniera in Italia e poi faccia lo stesso con i detenuti e i cittadini italiani. Non è difficile e mette fine a tante polemiche fatte di parole. Parole come quelle che definiscono gli immigrati una risorsa senza uno straccio di analisi giuridico-economica costi-benefici... e poi capirà chi è che manipola martellando di informazioni non verificate i mass-media...

Ritratto di Memphis35

Memphis35

Gio, 05/12/2013 - 12:57

Il defunto aveva evidentemente ravvisato nel comportamento dei rumeni l'intento manifesto di un accerchiamento a scopo di rapina. Il fatto che le telecamenre non documentino contatto fisico e non si possa procedere contro i rei per la semplice intenzione questo, è un altro paio di maniche...

'gnurante

Gio, 05/12/2013 - 13:10

mortimermouse : che non ci siano le prove è quello che blaterano lui, i suoi avvocati e ovviamente questa rivista. I giudici le prove le hanno eccome, tra testimoni, conti all'estero, intercettazioni etc.

edo1969

Gio, 05/12/2013 - 13:27

Questo si' che è giornalismo. Non vi sfugge niente. Pisapia, comunistaccio! tie' incassa. E ora dai lettori del Giornale, scatenatevi.

Dante Cruciani

Gio, 05/12/2013 - 13:28

Purtroppo è da razzisti riconoscere che l'apertura alla Romania ha provocato un aumento delle criminalità di strada. Milano e la Lombardia sono invase dai Rom.

Mario-64

Gio, 05/12/2013 - 13:58

I detenuti stranieri nelle patrie galere sono circa 23000, un terzo del totale. Gli stranieri in Italia sono 5 milioni ,circa l'8% della popolazione. Quindi si puo' tranquillamente affermare che gli stranieri delinquono almeno quattro volte piu' degli italiani. Contenti signori della sinistra?

yulbrynner

Gio, 05/12/2013 - 14:25

vi siete rinchiusi come talpe nella tana?

Raoul Pontalti

Gio, 05/12/2013 - 16:24

O ineffabile confratello mio Menabellenius che invochi "carenze numeriche delle forze dell'ordine" per giustificare lo stato pietoso della sicurezza pubblica in Italia senza accorgerTi che tale asserto ha lo stesso significato di diagnosi di denutrizione in un obeso... Le forze di polizia Italiane con funzioni di pubblica sicurezza sono ben cinque (Polizia di Stato con ca. 105.000 effettivi ed altrettanti ne hanno i Carabinieri, mentre la Guardia di Finanza ha in servizio 68.000 uomini, la Polizia penitenziaria 46 mila, 8.500 ne ha il Corpo forestale dello Stato, a cui debbono aggiungersi i corpi forestali delle Regioni a statuto speciale e delle Provincie autonome: 1400 in Sardegna, 850 in Sicilia, mentre gli altri corpi regionali non pubblicano l'organico alla faccia della trasparenza) cui possono aggiungersi a' sensi dell'art. art. 7 bis. l. 125/2008 anche appartenenti alle Forze armate mentre con funzioni di polizia giudiziaria si aggiungono le Polizie provinciali e municipali (un esercito sterminato, anche se in genere dedito alle multe per divieto di sosta ed eccesso di velocità pr rimpinguare le casse dell'ente che paga loro lo stipendio)e persino Vigili del Fuoco e Guardia costiera. Le nostre forze di polizia sono le più numerose d'Europa, e hanno anche il primato mondiale di agenti di polizia ogni 100.000 abitanti. Naturalmente si lamenta che sono sotto organico, ed è vero ma solo perché sono stati fissati organici pletorici (come fa il mio comune: servono 1200 dipendenti, si fissa l'organico a 1700 e poi con 1500 si piange miseria). Ma come mai l'ordine pubblico non funziona a fronte di una pletora di agenti dell'ordine? Per gli stessi motivi per i quali funziona male l'organismo di un obeso...

Palermitano

Gio, 05/12/2013 - 16:30

precisazioni: 1) il numero di detenuti stranieri e' del 33% non perche' gli stranieri delinquono di piu', ma perche' non hanno concessi arresti domiciliari (magari perche' senza fissa dimora) o altre misure alternative. altrimenti, se gli immigrati usufruissero delle misure alternative nella stessa misura degli italiani, i detenuti stranieri nelle carceri italiane sarebbero l'8%, non il 33%. 2) se non ci fosse l'assurdo reato di clandestinita' e altri non reati previsti dalla legge bossi-fini, il totale di reati commessi dagli immigrati sarebbe inferiore all'8% (cio' significa che gli immigrati delinquono meno degli italiani. reato di clandestinita' e altre violazioni della bossi fini sono reati assurdi, "non reati"!). 3) l'immigrazione e' una risorsa e contribuisce al pil. gli immigrati pagano le pensioni degli italiani, assistono gli italiani, svolgono lavori che gli italiani non fanno. 4) i nomadi non sono solo rumeni: sono anche italiani, spagnoli, tedeschi, slavi, bulgari, russi, francesi....confondere rom con romeni è tipico degli ignoranti.

Palermitano

Gio, 05/12/2013 - 16:31

) soldato di lucera pensa di offendermi dandomi del gay, del comunista, del palermitano. allora non sono gay, sono etero al 100% (e ambito dalle ragazze, non solo palermitane ma anche padane), ma per me non e' un'offesa, rispetto i gay. invece sono fiero e orgoglioso di essere palermitano, comunista e accogliente nei confronti degli immigrati. infine sono per lo stato sociale, meglio statalista che liberista e mondialista!

Ritratto di rapax

rapax

Gio, 05/12/2013 - 17:00

Palermitano, ma la faccia finita!! SIAMO IN ITALIA, SE ANCORA NON LO AVESSE CAPITO!! ergo ci sono i delinquenti Italiani..ovv ma come postava un lettore è il rapporto numero di reati rispetto al numero di immigrati ps GIOCHINO...METTA LA PAROLA RUMENO/i IN GOOGLE PICTURE..E VEDA I "PAESAGGI" PS GOOGLE NON E' RAZZISTA E' SOLO UNA RICERCA NEL WEB..TUTTI RAZZISTI???

Ritratto di rapax

rapax

Gio, 05/12/2013 - 17:02

LE PAROLE STANNO A ZERO CARI SINISTRI, mettete la parola RUMENO o rumeni in google PICTURE(RICERCA PER IMMAGINI) E "GODETEVI" I PAESAGGI...

Ritratto di Memphis35

Memphis35

Gio, 05/12/2013 - 17:04

#Raoul Pontalti. Cominciavo ad impensierirmi per il Tuo prolungato silenzio. Grazie per aver dissipato la mia ansia.

Ritratto di rapax

rapax

Gio, 05/12/2013 - 17:07

palermitanooo non faccia come le tre scimmie..ee?? metta anche lei la parola RUMENO O RUMENI in google picture(ricerca per immagini)..poi venga qui a dibattere...

Mario-64

Gio, 05/12/2013 - 18:20

Palermitano ,quanto a tolleranza e buonismo a lei san Francesco d'Assisi le fa' una pippa... Dunque lei dice che stranieri e italiani delinquono in egual misura. Forse dalle sue parti ,dalle mie no. I ladri d'appartamento sono georgiani o paesi limitrofi ,ai furti di rame provvedono i rumeni ,agli stupri invece i marocchini. Le biciclette rubate finiscono in nordafrica ,le auto pure (tranne quelle di lusso che vanno in medio oriente). Potrei continuare a lungo..

Ritratto di mortimermouse

mortimermouse

Gio, 05/12/2013 - 18:23

palermitano, se lei è per lo stato sociale, allora lei è arrivato tardi: è finita l'epoca dello statalismo, oggi c'è golbal, concorrenza, si fa affari, questi sono tipicamente liberali. vuoi essere ricco? vuoi una villa? vuoi un sacco di soldi per mantenere la tua famiglia? allora datti da fare e "arbeit macht frei"! l'assistenzialismo ha portato solo un sacco di debiti, e un sacco di tasse, che ancora oggi continuiamo a pagare. e forse pure i nostri nipoti continueranno a pagare i debiti di questo "socialismo dal volto umano"....

Raoul Pontalti

Gio, 05/12/2013 - 19:09

Per Mario-64: la percentuale di detenuti stranieri non è affatto indicativa, come ritieni Tu, di maggior propensione alla delinquenza da parte degli allogeni ma discende per una piccola parte da una maggiore propensione delle forze dell'ordine a incastrare gli stranieri (e non per razzismo, semplicemente è più facile) e per la maggior parte dal fatto che agli stranieri più difficilmente sono concesse misure alternative alla detenzione in carcere e ciò per ragioni peraltro obiettive. Non va poi dimenticato che tra gli stranieri si annovera la percentuale maggiore di detenuti in attesa di giudizio e addirittura, nei CIE, di detenuti di fatto fino a 18 mesi senza alcun addebito penale. Lungi da me l'idea del buonismo e per giunta esterofilo, ma la ricerca di capri espiatori (un tempo gli Ebrei, poi i Fascisti, ora gli extracomunitari) cui addebitare i mali d'Italia fornisce soltanto alibi ai furbi che gli stranieri gli importano per sfruttarli e poi ricattarli, ai politici per esimersi da responsabilità e anche troppo spesso alle forze dell'ordine e ad altri pubblici dipendenti a carico del contribuente che smarronano o addirittura fanno finta di lavorare.

Ritratto di rapax

rapax

Gio, 05/12/2013 - 19:50

Raoul Pontalti segui anche tu il mio consiglio e fatti un a"panoramica" le parole stanno a ZERO "rumeni" IN GOOGLE PICTURE....

Mario-64

Gio, 05/12/2013 - 23:53

Raoul Pontalti. Io vivo in Emilia , dove la delinquenza e' aumentata considerevolmente (lo si tocca con mano) negli ultimi vent'anni. In questo lasso di tempo l'unica cpsa che e' cambiata e' la percentuale di stranieri ,ora sopra il dieci per cento ,mentre negli anni '80 praticamente non ce n'erano. Ergo...

Raoul Pontalti

Ven, 06/12/2013 - 14:03

ancora per Mario-64: non volermene ma il Tuo (pseudo)sillogismo pur facendo sfoggio di un "ergo" è fondato sul falso ragionamento del post hoc propter hoc, ossia del dopo di questo perciò a causa di questo. In realtà la successione temporale di due fenomeni, pur essendo elemento fondamentale per poter stabilire un nesso causa-effetto, non è di per sé idonea a stabilire la sussistenza di un rapporto causale. Se la delinquenza è in aumento in una data realtà geografica il fenomeno riguarderà indigeni e allogeni allo stesso modo (fatte salve talune differenze, ad es. i reati di mafia pd per gli indigeni e i reati di clandestinità per gli allogeni) e quindi la constatazione da un lato dell'aumento della criminalità e dall'altro della presenza prima inesistente degli stranieri non spiega un bel nulla, o vogliamo affermare due cose di cui una non vera, ossia che delinquono solo gli allogeni, e una paradossale, ossia che gli allogeni insegnano agli indigeni come delinquere e trovano allievi? Nota terminologica: indigeno qui significa etimologicamente originario del luogo, ossia italiano e allogeno originario di altro luogo, ossia straniero. E ancora: se ci si inventa il reato di clandestinità (ancorché sanzionato in modo ridicolo) da un lato e dall'altro si dichiara clandestino qualsiasi irregolare (per visto scaduto, per permesso di soggiorno scaduto, etc.) si ha una moltiplicazione di reati in modo artificioso, quando all'estero siffatta moltiplicazione di reati non esiste perché visti e permessi scaduti costituiscono mera irregolarità amministrativa sanzionata pecuniariamente anche se talvolta in modo pesante (prova a lasciare scadere il visto anche solo per un minuto in Russia...). Per rapax: non ho bisogno di reperire in internet i tratti fisionomici dei rumeni visto che la Romania (ivi comprese le porzioni appartenenti ad altri Stati come la Bucovina settentrionale (Ucraina) e la Bessarabia (Ucraina e Repubblica di Moldavia)) l'ho battuta in lungo e in largo nel corso di un trentennio e quindi so distinguerne le etnie anche in base alla fisionomica e tra queste quella zingaresca.

L'Anonimo

Mar, 10/12/2013 - 13:26

@ Palermitano Le Sue precisazioni riflettono un Suo punto di vista o si basano su dei dati? Posto che le argomentazioni che Lei adduce sono pertinenti, mi chiedevo come avesse depurato i dati per passare dal 33% all’8% e quindi asserire che gli stranieri hanno una propensione a delinquere piu bassa degli italiani. Puo condividere la metodologia che ha utilizzato o la provenienza dei dati utilizzati? Senza fonti, si rimane nel campo delle opinioni. Quanto al reato di clandestinita che a Suo avviso distorcerebbe i dati, si possono calcolare le incidenze dei singoli reati.. furto, rapina, stupro, omicidio… e poi confrontare i dati… Pero a questo punto vorrei fare una osservazione. Il reato di clandestinita sara forse una peculiarita italiana, tuttavia e una legge dello Stato. Pertanto si presume che le leggi vengano rispettate e qualora ritenute inique, il Parlamento ha il potere di abrogarle, integrarle, modificarle. Chi giunge sul territorio italiano, come pure i cittadini italiani, ha il dovere di rispettare le leggi dello Stato. Gli stati sovrani esistono, i confini esistono… non si capisce perche si voglia fare passare l’idea che ciascuno possa andare dove vuole, quando vuole e vivere cola anche in contrasto con l’ordinamento giuridico e tenendo in non cale usi, costumi e tradizioni locali, anzi pretendendo che sia il luogo di accoglienza e i suoi cittadini a dovere cambiare le sue regole e non viceversa. Possiamo fare anche a meno degli stati, dei concetti di cittadinanza o sovranita… ma bisogna pure essere pronti a capire e accettarni gli effetti, in specie se queste fossero decisioni unilaterali… tipo il disarmo unilaterale vagheggiato dalla sinistra ai tempi della Guerra Fredda… Quanto al Suo punto 3), Lei esprime le Sue opinioni, ma queste non dimostrano affatto che gli immigrati siano una risorsa. Serve quella che in economia si chiama “analisi costi-benefici”. Altrimenti io potrei controbatterLe che gli immigrati gravano sui servizi pubblici in modo superiore rispetto a quanto contribuiscono, ad esempio. Ma anche questo rimarrebbe una mia opinione, non un dato oggettivo sul quale confrontarsi in merito alla metodologia e/o ai dati utilizzati. Purtroppo in Italia si continua a blaterare dell’immigrazione come risorsa senza un serio studio giuridico-economico, che possa corroborare quella che e una mera opinione, che invece si vuol fare passare come dato di fatto.