Napoli prega San Gennaro: De Magistris ci hai scassato

Erano mille, erano incavolati neri. Sui cartelli la parodia a Luigi De Magistris, quando, fresco vincitore delle elezioni a sindaco di Napoli urlò «abbiamo scassato». Nel giro di 23 mesi quel grido di vittoria si è trasformato in «Dimettiti», «Satana, vai via» e «Sindaco ci hai scassato», in dialetto. Ieri mattina sotto il balcone di Palazzo San Giacomo, commercianti e residenti di Chiaia gliene hanno cantate di tutti i colori (nella foto): la Ztl che ha distrutto il commercio, le buche nelle strade, il disastro dei mezzi pubblici. Dietro la protesta una associazione nata ad hoc, «Cittadinanza attiva», fondata da Lucio Mauro, con centinaia di tessere e migliaia di fan su Facebook. Urla, cori, striscioni, appelli a «San Gennaro, liberaci da Demagogistris». E una stoccata anche al centrodestra: «In consiglio comunale è assente ingiustificato», dice Mauro. Ma quello di ieri mattina è solo un assaggio di quello che accadrà mercoledì 10 aprile, giorno della serrata dei commercianti.