Napolitano loda la Nazionale:metafora dell'Italia che lotta

Il presidente della Repubblica in vista a Varsavia: <cite></cite>"In Italia stiamo affrontando e risolvendo i nostri problemi, per quanto difficile sia il compito"

L'Italia si sta impegnando per uscire dalla crisi: "Stiamo affrontando e risolvendo i nostri problemi, per quanto difficile sia il compito". Giorgio Napolitano ne è certo e per spiegarlo usa una metafora calcistica: "La bella prova di ieri della Nazionale non è certo merito mio, ma il modo in cui la squadra si è impegnata ed è la conferma dello spirito di dignità e consapevolezza nazionale che io e le istituzioni abbiamo voluto diffondere nel celebrare i 150 dell'unità d'Italia".

Il Presidente della Repubblica, in visita a Varsavia, ha parlato anche più in generale della crisi economica che sta colpendo tutta l'Europa sottolineando la necessità di ammettere "errori e le debolezze delle politiche nazionali. È certamente questo il caso della Grecia ma anche in Italia ci sono problemi da risolvere che stiamo affrontando e risolvendo con grande impegno per quanto difficile sia il compito".

Commentando poi gli ultimi accordi e in particolare quello che riguarda la Spagna, Napolitano ha detto: "Non possiamo che compiacerci dell’accoglienza positiva dei mercati alla notizia di questa intesa". Il Capo dello Stato italiano, incontrando il suo omologo polacco Bronislaw Komorowski, ha ricordato come anche il ruolo della Polonia sia "decisivo per promuovere nuovi sviluppi della politica europea, ad esempio nella politica estera e di sicurezza".

Commenti

pippu

Lun, 11/06/2012 - 13:34

Caro Presidente,dovremmo vivere di realtà e non di ricordi,adesso la crisi colpisce tutta l'Europa, prima solo otto mesi fà nò.Dov'è l'accoglienta positiva dei mercati (vi siete fatti due conti?)Continuiamo a pagare senza soldi ,il popolo se non lavora non può pagare i Vostri errori è solo questione di pochi mesi.Non siamo superiori alla Spagna per un pareggio calcistico siamo messi come loro forse peggio,cari politici meditate e smettetela di gareggiare,il Vostro interesse è solo speculare sulla popolazione :per finire dovete solo Vergognarvi (ma non poco)

NOSFERATU

Lun, 11/06/2012 - 13:38

LA METAFORA NON MI PIACE; NON MI PIACE E NON MI PIACE. In Italia IN TANTI (TROPPI) stiamo lottando per qualche migliaio d'euro e forse meno. Lottiamo per mangiare, allevare i figli e avanzare , potendo, qualcosa. dopo lo spennamento fiscale, che serva a dare un po' di futuro a coloro di cui abbiamo responsabilità morale e legale. Sul campo da Football SI GIOCA per MILIONI DI EURO!!!!!!!!!!!!!!!!!! E la cosa, sinceramente, mi fa abbastanza schifo. CTRL+ALT+CANC and then: FORMAT, please.

Gianna Lorella

Lun, 11/06/2012 - 13:43

La differenza sostanziale sta nel fatto che noi poveri cittadini stiamo lottando, da un bel pezzo, solo contro i mulini a vento.

Ritratto di gianniverde

gianniverde

Lun, 11/06/2012 - 13:59

Meno male che qualcuno si diverte a vedere le partite mentre altri ed è la maggior parte si preoccupa per portare la pagnotta per i figli.Vergognatevi.!

Cinghiale

Lun, 11/06/2012 - 14:03

A proposito di nazionale, la partita che il Presidente si è andato a vedere con tutto il seguito di scorte ed amenicoli vari chi l'ha pagato? Visto che siamo in crisi suppongo abbia pagato di tasca sua o abbiamo offerto noi Italiani?

krono

Lun, 11/06/2012 - 14:06

Possibile che Napolitano non si renda conto che tutte le chiacchiere sull'Italia che stà lottando per uscire dalla cirsi ecc.,ecc. non le vuole sentire più nessuno. Possibile che sia così lontano, ormai, dalla realtà da non rendersi conto che ogni volta che parla fa venire il voltastomaco alla maggioranza degli italiani. Noi a casa a colcolare l'IMU, a sperare di non perdere il posto di lavoro e lui, che ha affidato l'Italia ad un agguzzino al servizio del potere bancario europeo, va a vedere la partita e si mette a fare metafore. Vergogna!

Ritratto di marforio

marforio

Lun, 11/06/2012 - 14:09

Buffone , si stasse zitto , ogni sua uscita irrita la nazione.

Ritratto di mekong

mekong

Lun, 11/06/2012 - 14:34

paragone inutile ed offensivo per chi non porta a casa il denaro che guadagna questo "ometto" e per quelli che in nazionale si "impegnano" per premi che per noi sono (forse) lo stipendio di molti anni.....sempre ammesso e non concesso di avere uno stipendio!!!

epc

Lun, 11/06/2012 - 14:43

Secondo me oltre una certa età si perde il senso del ridicolo.... Ieri ho visto la partita dai miei genitori: fine della partita alle 19:45 circa. Alle 20 il telegiornale già mostrava il presidente della Repubblica che andava a salutare i calciatori tutti nudi nello spogliatoio.... Qualcuno sa dirmi se il Principe delle Asturie (anch'egli presente in tribuna) sia andato a fare lo stesso nello spogliatoio dei calciatori spagnoli? Magari portandosi dietro la giovane consorte (pure presente...)? Ecco.... E adesso mi viene a dire che il simbolo dell'Italia che lotta sono 11 giovanotti strapagati?!?!? Mah....

mauriziopiersigilli

Lun, 11/06/2012 - 15:11

commentare il comportamento di questo ''presidente'' sta diventando impossibile e si rischia qualche denuncia

macchiapam

Lun, 11/06/2012 - 15:16

Mah! può darsi che la squadra sia la metafora dell'Italia che lotta. Ma Napolitano, ahimè, sembra la metafora dell'Italia di ieri: parole tutti i giorni, ma pochi fatti. Cominci, per esempio, a smantellare il fasto del Quirinale: via corazzieri, commessi, funzionari, camerieri, giardinieri, eccetera; e porte aperte tutti i giorni al pubblico che paga il biglietto. Lo stesso per la tenuta di Castelporziano: la si trasformi in un parco protetto, frequentabile dal pubblico a pagamento. Per sè tenga a Roma il minimo indispensabile di uffici e se crede, a Castelporziano, una villetta di vacanza. Anche lui, così, diventerà una bella metafora nuova.

griso59

Lun, 11/06/2012 - 15:24

Caro presidente ma ci sta prendendo per il culo? Non si arriva a meta' mese e ci paragona ed abbraccia dei personaggi che in un mese si giocano in scommesse oltre 1 milione di euro che e' quello che se avessimo lo stipendio guadagneremo in una vita di sacrifici. VERGOGNA

G_Gavelli

Lun, 11/06/2012 - 15:34

Il Presidente che plaudì al massacro d'Ungheria, ora si associa a chi vuole drogarci con i simboli dello sport italiano - strapagati e straricchi, non solo i calciatori, ma anche il top dei tennisti e degli altri atleti - per cercare INVANO di nasconderci che la Protezione Civile non ha soldi per il terremoto, le FFSS non possono più far partire i treni dei pendolari, il 12,8% degli anziani è povero e via dicendo...mentre lui vive al Colle, da Nababbo sopra i Nababbi di Palazzo madama e Montecitorio. BEL COMUNISTA COERENTE!!!

Ritratto di lettore57

lettore57

Lun, 11/06/2012 - 15:42

è una vergogna Pertini non mi era certo simpatico ma, in confronto a questo, era brillante. Ma con quale aereo di linea il signore è andato alla partita? Alitalia? Easyjet o Lineaaeredelsignorpantalonechedevepagaresempre? Il ben piu bravo Pirncipe de Curtis gli avrebbe detto, anzi gridato, MA MI FACCIA IL PIACERE

bosco43

Lun, 11/06/2012 - 16:04

Si vergogni!!!

Ritratto di ennio.santoro

ennio.santoro

Lun, 11/06/2012 - 16:06

griso59..............parole sante !!!! questo morto inpiedi se ne va in giro ad abbracciare scommettitori e malandrini e dice che questa è l'Italia ......ma che beva meno e si tolga presto dalle scatole ....i due Marò rappresentano l'Italia vera , ma Nonno Nanni si guarda bene dall'andare in India a farseli restituire....caxxo che rabbia

alessandro49

Lun, 11/06/2012 - 16:24

Caro Presidente mi permetta dissentire. La Nazionale di calcio più che metafora dell'Italia che lotta rappresenta in modo limpido e trasparente esattamente l'opposto.Quella che non lavora e guadagna tanto! E quello che guadagna, lo scommette certo di non perdere.Anzi...! In antitesi con quella che, al contrario, lavora molto e guadagna poco e gioca due euro al superenalotto inseguendo la chimera di diventare un giorno ricco come... un calciatore o un allenatore.

Adelio

Lun, 11/06/2012 - 16:26

Se rimaneva a casa faceva più bella figura. Sicuramente risparmiavamo un pò di denaro, nostro.

Adelio

Lun, 11/06/2012 - 16:28

Che sforzo, ha dovuto cantare, si fa per dire, anche l'Inno d'Italia.

baio57

Lun, 11/06/2012 - 16:35

Il vecchietto Kompagno quirinalizio dopo Varsavia farà una capatina a anche a Budapest, dove gli verrà conferita la cittadinanza onoraria ....

ZannaMax

Lun, 11/06/2012 - 16:55

mi chiedo una cosa? ma sa in che anno siamo? sa in che situazione ci troviamo? sa la reale situazione economica? sa il reale problema di molte famiglie? Ora: lui quanto prende? da qualcosa a favore delle famiglie bisognose? si rende utile con fatti (e non a parole) per questa situazione? Quindi: a che serve il capo dello stato? No siamo seri... me lo sto chiedendo da tanto tempo...

Ritratto di 02121940

02121940

Lun, 11/06/2012 - 17:10

Sono stupefatto. Non ho parole. Può il P/te di una repubblica fare dichiarazioni di questo livello? A parte una sintassi non entusiasmante, che può essere un errore non suo, il vostro p/te afferma che il risultato sportivo conseguito dalla squadra di calciatori professionisti italiani, che è riuscita a strappare un faticoso quanto meritato pareggio in Polonia, è - parole testuali - una “CONFERMA DELLO SPIRITO DI DIGNITÀ E CONSAPEVOLEZZA NAZIONALE CHE IO E LE ISTITUZIONI ABBIAMO VOLUTO DIFFONDERE NEL CELEBRARE I 150 DELL'UNITÀ D'ITALIA!”. Ma in confronto le pagine da lui scritte in esaltazione della repressione sovietica in Ungheria sono molto più lucide, anche se corrotte da un’ideologia infausta! Una dichiarazione del genere non l’avrebbe fatta neppure Mussolini! Siamo decisamente al ridicolo. Sono stupefatto. Non ho parole.

giosafat

Lun, 11/06/2012 - 17:17

Non è che le ca*****te, se vengono pronunciate dal re, diventano automaticamente delle solenni esortazioni. Napolitano, ormai in balia dei suoi fantasmi, sproloquia a più non posso sbagliando sempre tema, bersaglio, similitudine: una farsa.

baio57

Lun, 11/06/2012 - 17:33

#22 02121940 - Per cortesia non ripetere > , tra i lettori c'è anche chi come me non lo ritiene il "suo" presidente . Cordialità .

duxducis

Lun, 11/06/2012 - 17:47

Ma qualcuno li ferma? Stiamo collassando e questi pensano ancora con logiche ridicole. Uno che ha 87 anni dovrebbe stare in una casa di cura e non a pontificare. Liberateci da questo incubo!

Ritratto di 02121940

02121940

Lun, 11/06/2012 - 19:01

#24 baio57- Prendo atto della giusta rimostranza :). Il fatto che io non lo consideri il "mio" P/te non mi autorizza ad addebitarlo indifferentemente agli altri, atteso che sono moltissimi coloro che condividono il mio pensiero. Cambierò l'espressione ... magari "il P/te dei sinistri"? Cordialità.

cesarina

Lun, 11/06/2012 - 22:32

E si cari connazionali, il nostro "caro" presidente si sta godendo gli ultimi mesi da presidente e naturalmente a spese nostre, cercherà di fare più viaggi possibili perchè dopo si godrà la meritata pensione di poche migliaia di euri e "poverino" non potrà più permettersi nemmeno le vacanze estive quelle che noi comuni mortali una volta chiamavamo ferie

roberto.morici

Lun, 11/06/2012 - 22:59

Diciamo Presidente sinistro e non se neparli più...