Napolitano: "Il Parlamento è legittimo"

Dopo la sentenza della Consulta, il Colle rifiuta l'interpretazione dell'illegittimità del Parlamento. Brunetta: "Il Colle scardina la Costituzione"

Il presidente della Repubblica, Giorgio Napolitano

Dopo la sentenza della Corte Costituzionale sul Porcellum, il presidente della Repubblica, Giorgio Napolitano, fa asse con il costituzionalista Gustavo Zagrebelsky e rifiuta l'interpretazione dell'illegittimità del Parlamento. "Apprezzo molto la risposta di Zagrebelsky oggi e di Onida ieri: gli argomenti dal punto di vista politico e istituzionale sono inoppugnabili e vanno nella direzione opposta di chi dice che il Parlamento è delegittimato", ha affermato il capo dello Stato.

Oggi, in una intervista a Repubblica, Zagrebelsky sostiene che il Parlamento attuale "è delegittimato, ma non annullato" e che i 148 deputati "abusivi" possono sperare. Secondo il costituzionalista, Grillo non ha ragione e lo schiaffo della Consulta non avrà effetti. Insomma, il giurista sostiene che "per il principio di continuità dello Stato: lo Stato è un ente necessario. L'imperativo fondamentale è la sua sopravvivenza, che è la condizione per non cadere nell'anomia e nel caos, nella guerra di tutti contro tutti."

Qualche giorno fa, il presidente emerito della Corte Costituzionale, Valerio Onida, aveva dichiarato: "Non possiamo vivere senza una legge elettorale, questo è evidente, quindi occorrerebbe che il Parlamento provvedesse ancora prima che escano le motivazioni della sentenza della Consulta, la pronuncia di incostituzionalità colpirà la legge elettorale, non gli atti che hanno condotto alla formazione delle Camere". Differente invece l'opinione di Alberto Capostosti, anch'egli presidente emerito della Consulta che, in una intervista a Qn, ha sostenuto che "dal giorno dopo la pubblicazione della sentenza,questo Parlamento è esautorato perché eletto in base a una legge dichiarata incostituzionale. Quindi non potrà più fare niente, e questo è drammatico".

Le parole del capo dello Stato hanno scatenato la reazione del capogruppo di FI Renato Brunetta: "Napolitano non ha né poteri né competenze circa la legittimazione del Parlamento e non spetta al Quirinale interloquire sulla validazione degli eletti e la completa composizione delle Aule. Purtroppo, a forza di compensare, sopperire e sostituirsi, si sta completamente scardinando la Costituzione".

Commenti

steacanessa

Dom, 08/12/2013 - 11:01

Zagrebelinesky è un compagno di merenda del numero -uno. E' stato un pessimo magistrato e continua ad essere inattendibile anche in pensione.

Giorgio Mandozzi

Dom, 08/12/2013 - 11:01

Parola di Napolitano. Il tuttologi nostrano. Lui decide se si fa e come un governo! Lui decide se e quanto dura!

Giorgio Mandozzi

Dom, 08/12/2013 - 11:02

Parola di Napolitano. Il tuttologi nostrano. Lui decide se si fa e come un governo! Lui decide se e quanto dura!

Ritratto di marforio

marforio

Dom, 08/12/2013 - 11:02

Abbiamo un re .Cosa ci servono tutte le altre istituzioni ?

giovanni PERINCIOLO

Dom, 08/12/2013 - 11:02

Zagrebelsky sostiene che il Parlamento attuale "è delegittimato, ma non annullato". Quelle che vanno comunque e sicuramente annullate le nomine dei 148 deputati "abusivi" e i loro seggi vanno redistribuiti e solo allora questo parlamento dovrebbe poter metter mano alla nuova legge elettorale!

Ritratto di maurofe

maurofe

Dom, 08/12/2013 - 11:02

IL RE HA PARLATO....!!! SUDDITI UBBIDITE....!!!

Cadenas

Dom, 08/12/2013 - 11:05

tu invece in quanto massone e braccio armato del bilderberg sei illegittimo!

Gianca59

Dom, 08/12/2013 - 11:06

Mica va applicata a ritroso la sentenza… Questo parlamento è deligittimato non da questa sentenza, ma dal solo fatto di avre della gente completamente distaccata dalla realtà italiana: rappresentano se stessi o al più un altro pianeta, sono degli alieni !

Silviovimangiatutti

Dom, 08/12/2013 - 11:06

Il ricorso alla Corte Costituzionale viene fatta valere solo con le leggi e i Decreti del Governo Berlusconi. Se la sentenza di tale corte va invece contro gli interessi della sinistra allora non vale più nulla o quasi. La ns. costituzione di guai ne ha creati diversi: il Presidente del Consiglio è stato sostanzialmente castrato, mentre il Presidente della Repubblica (così come la Magistratura dopo Mani Pulite) fanno il bello e cattivo tempo a danno del popolo sovrano (ammesso che si possa ancora definire tale).

Giorgio Mandozzi

Dom, 08/12/2013 - 11:07

Parola di Napolitano. Il tuttologo nostrano. Lui decide se dobbiamo o no avere un governo. Lui decide quanto deve durare. Lui decide le maggioranze. Lui decide se possiamo o no andare a votare. Lui decide l'area entro la quale vale il termine "decadenza e incostituzionalità" pronunciato dalla corte costituzionale. Ed in tutto questo i ciechi difensori della Costituzione sostengono che siamo in una repubblica parlamentare. Sì, delle banane!

ritardo53

Dom, 08/12/2013 - 11:07

Ha ragione, l´unico ad non essere legittimo è lui.

candido anchìo

Dom, 08/12/2013 - 11:08

Con la lista degli degli abusivi siete più patetici di Grillo. Come se quella legge elettorale non l'aveste fatta voi, come se grazie a quel premio di maggioranza non aveste ottenuto la più ampia maggioranza parlamentare della storia. Con l'aggravante di averla poi sprecata senza migliorare o riformare alcunché, anzi facendovi cacciare con ignominia nel 2011 per manifesta incapacità. Un minimo di pudore no?

coccolino

Dom, 08/12/2013 - 11:13

UN'OPINIONE COME ALTRE.....E' CHIARO CHE SE IL PARLAMENTO FOSSE ILLEGITTIMO (COSA CHE PENSIAMO IN TANTI) SAREBBE ABUSIVO PURE LUI, LA GIUNTA CHE HA DATO IL PARERE SULL'ESPULSIONE DI BERLUSCONI E TUTTO IL RESTO DI CONSEGUENZA..............ANCHE IL GOVERNO NON AVREBBE LA FIDUCIA.....CHE RIDERE !!!!!!!!!!!!!!!!!!!

AH1A

Dom, 08/12/2013 - 11:16

Lo era quando il Berlusca lo utilizzava per leggi at personam, non vedo perchè non debba esserlo oggi. Ricordatevi sempre chi lo ha scritto e voluto questo Porcellino ora osteggiato!

gian paolo cardelli

Dom, 08/12/2013 - 11:21

1) se una legge e' imcostituzionale gli atti che ne derivano sono nulli: se qusto principio non viene più rispettato possiamo allora prendere tutta la legislazione vigente, sentenze e rwgolamenti inclusi, e buttarli nella spazzatura. 2) il giudizio di legittimità lo da un magistrato, non il Presidente della Repubblica: quella di Napolitano e' solo un'opinione come un'altra, e nulla di più. 3) Zagrebelsky non ha citato fonti normative a sostegno della sua tesi, ma solo un principio per giunta controverso. Per giunta il Parlamento NON E' "lo Stato", ma solo una delle sue Istituzioni: il Belgio e' stato un anno e mezzo senza governo e non si e' certo interrotto. 4) Onida ha solo confermato che le conseguenze si avranno dopo la pubblicazione delle motivazioni: non e' corretto quindi scrivere che la pensa come Zagrebelsky. 5) nullità ex nunc o ex tunc? Questo e' l'unico punto da chiarire

a.zoin

Dom, 08/12/2013 - 11:24

Che razza di casinisti, ci sono alle dipendenze dello stato? Questi costituzionalisti,ogni singola persona, può fare le sue leggi, oppure le leggi vengono consultate e poi varate? Se il parlamento è così casinista e menefreghista, cosa devono aspettarsi gli ITALIANI ??? Forse la cosa migliore è di MANDARLI TUTTI A CASA e di rifare un parlamento con gente meno corrotta e più attiva,che abbia più responsabilità e meno menefreghismo verso il paese e la popolazione.

Ritratto di Memphis35

Memphis35

Dom, 08/12/2013 - 11:24

Il geronte sente traballare la sua stessa legittimità...

Ritratto di Reinhard

Reinhard

Dom, 08/12/2013 - 11:24

Che bello... I giudici costituzionalisti amichetti di Napolitano (il sinistro Zagrequalcosa e Onida, quello che perdeva tempo ) dicono che va tutto bene mentre il presidente emerito della Corte Costituzionale dice che il parlamento è esautorato. I piddini, per cacciare Berlusconi, ci spiegavano che le sentenze erano retroattive. Adesso che si tratta delle loro poltrone non vale più il principio???

Baloo

Dom, 08/12/2013 - 11:25

Prevale la ragion di stato,non una coerente interpretazione del diritto in relazione al vulnus gravissimo arrecato alla Carta e mediatamente al popolo italiano,tuttora privo di rappresentanza.E' una situazione prerivoluzionaria. Il Parlamento è occupato da una casta soggetti non legittimati dal popolo e che non non lo rappresenta. L'interpretazione di Capotosti è quella che a mio avviso meglio interpreta sul piano giuridico l'attuale situazione delle istituzioni. Io vado anche oltre. Si lasci il governo in attività,non il Parlamento,per la sola ordinaria amministrazione fino a nuove elezioni. Legge elettorale e riforme a cura delle istituzioni future. Elezioni col Mattarellum ,ultima legge sicuramente valida ed efficace per la parte non abrogata dal porcellum in modo compatibile con la Costituzione. A mal pensare la continuità dello stato la potrebbe rappresentare qualunque Fidel Castro o Videla se, con atto rivoluzionario, si impossessasse del potere. Il Parlamento non annullato comunque sarebbe in una situazione di abuso,di emergenza,idoneo tuttalpiù a compiere atti di ordinaria amministrazione. Non certamente una legge elettorale nè, a maggior ragione riforme istituzionali. Tanto vale lasciare in piedi il solo governo per gli atti urgenti e chiedere in restituzione ai parlamentari gli emolumenti ex tunc,cioè a partire dalla approvazione della legge Calderoli !!! (sentireste gli alti lai della casta toccata nel portafoglio ! ) Ci vuole una buona analisi anche della Corte dei Conti... Coraggio Italia!

Ritratto di workinprogres

workinprogres

Dom, 08/12/2013 - 11:27

Bella Napo, ma quand'è che tu, Oni, Zagre e poi Belsky, vi troverete in una bella Casa del Popolo a favi un bel Bridge con una bella Anice ?

Ritratto di Roberto di Bruno

Roberto di Bruno

Dom, 08/12/2013 - 11:28

Forse non è chiara a tutti la natura dell'imbroglio in cui si sono cacciati. Se la legge elettorale è incostituzionale, il parlamento è esautorato, le decisioni del parlamento non sono valide, le sue nomine non sono valide, il presidente della repubblica è esautorato, le sue nomine sono da annullare, e la corte costituzionale è esautorata. Ma se la corte costituzionale è esautorata, NON è valida la sua dichiarazione che le legge elettorale è incostituzionale: quindi il porcellum E' costituzionale, il parlamento è legittimo ... e la corte costituzionale è legittima. Ma se la corte è legittima, è incostituzionale il porcellum, e si riparte da capo. Questo è un circolo vizioso che riproduce sé stesso all'infinito, e che quindi potrebbe essere spezzato solo da qualcosa che intervenisse dall'esterno. Ma che cosa? Una via d'uscita potrebbe essere: se il (cosiddetto) popolo sovrano ha votato con questa legge, vuol dire che era d'accordo con essa. Quindi la legge è valida, checché ne dica la corte, e le conseguenze ne sono valide. Rimediamo al più presto in qualche modo, ma tutti d'accordo, e si metta fine a questa tragicommedia "democratica".

nino47

Dom, 08/12/2013 - 11:29

era da dimostrare che le sentenze vanno eseguite "quasi sempre"????

benny.manocchia

Dom, 08/12/2013 - 11:33

Napolitano va proprio in cerca di una rivoluzione in Italia,se si permette di "negare" l'effettivo valore di una decisione della Consulta.In sostanza afferma che "il mio amico Zagrebelski dice la decisione della Consulta non rende illeggittimo tutto l'apparato politico".Gia',e mia nonna vuole una Ferrari per il suo compleanno...Davvero quest'uomo sta tentando al massimo la calma di milioni di italiani.Sembra una domanda sciocca ma la faccio comunque:perche' questo vecchio rinbecillito cerca disperatamente di tenere in vita un governo di merdine e un parlamento di matti? Che cosa vuol provare?Davvero la sua mente e'...partita.Davvero e' convinto che puo' fare cioe' che vuole solo perche' Zagrebelski ha detto:al diavolo la Consulta,tutto come prima? E' incredibile soltanto immaginarlo.Nemmeno i bolscevici agivano come qiesta persona. Ma non vincera'.E' impossibile pensare che ci riesca. un italiano in usa

Ritratto di Dragon_Lord

Dragon_Lord

Dom, 08/12/2013 - 11:34

come giocano con la Costituzione che dicono di rispettare, come vi prendono in giro stolti italiani, dopo Monti il non votato, ecco Letta il delegittimato, state attenti la politica è in mano ai giudici e magistrati agli ordini della Massoneria.

Ritratto di ...vaffa3...

...vaffa3...

Dom, 08/12/2013 - 11:36

bene fa napolitano a sostenere questa tesi...altrimenti chi rappresenterebbe un presidente nominato con i voti di parlamentari ABUSIVI e cioè NON AVENTI TITOLO AD ENTRARE IN PARLAMENTO?

Ritratto di gianniverde

gianniverde

Dom, 08/12/2013 - 11:37

Queste risposte sembrano delle barzellette fredde,il re è nudo ma nessuno ha il coraggio di dirglielo.Italiani non vi siete accorti che questi se la suonano e se la cantano a loro piacimento sulle nostre spalle????

GUGLIELMO.DONATONE

Dom, 08/12/2013 - 11:37

Ma chi mai può immaginare che non la pensi così? Dichiarando l'illegittimità del parlamento avrebbe già dovuto fare le valigie. E invece, alla faccia nostra, se ne va alla Scala per assistere alla Traviata, traviata dal regista così come lui ha partecipato al traviamento della nostra povera Italia. Vergogna!

scipione

Dom, 08/12/2013 - 11:39

Ormai l'Italia e' un vero e proprio casino.Re Giorgio dice che Zagrebelsky ( ma chi sara' poi costui che trincia giudizi politici non di sua competenza ma che spettano al Parlamento sovrano)ha esposto argomentazioni che vanno nella direzione opposta a quelle che dichiarano che il parlamento e' DELEGITTIMATO. CIOE' SECONDO RE GIORGIO,ZAGREBELSKY NON considera il parlamento DELEGITTIMATO.Oggi in una intervista a un quotidiano,Zagrebelky afferma che il Parlamento E' DELEGITTIMATO (anche se non annullato ).Qualcuno pensa che Re Giorgio stia dando i numeri? O forse ci sono due Zagrebelsky,come se non ne bastasse gia'uno? In ogni caso un Parlamento DELEGITTIMATO,perche' eletto con una legge INCOSTITUZIONALE,E' PRIVATO della capacita' e della legalita' di svolgere la sua FUNZIONE.Quindi i parlamentari e questo stronzo di governo starebbero li'a non far niente,con il Paese alla deriva e ...IO PAGO....SUBITISSIMAMENTE NUOVA LEGGE ELETTORALE E SUBITISSIMAMENTE NUOVE ELEZIONI.

edoardo55

Dom, 08/12/2013 - 11:41

A casa questo governo e parlamento. Repubblica presidenziale ad elezione diretta. Struttura dello Stato e della burocrazia leggera e snella. C'è troppa gente che campa sulle disfunzioni di questo Stato. Puntare tutto sulla crescita dell'economia.

unosolo

Dom, 08/12/2013 - 11:41

parliamoci chiaro , non ha mai interpellato giuristi sulla legge Severino sulla retro attività , cosa ci aspettiamo ? chiaramente se intende proseguire sentirà solo giuristi amici ( compagni ovviamente ) non certo al di sopra delle parti politiche , viviamo in un Paese diventato pieno di odio e menefreghismo dei politici e sindacalisti , la costituzione infranta , funzionava bene , un tempo , per la serietà dei politici e sindacalisti , oggi ognuno di questi pensa al proprio io non alla nazione per il quale dovrebbero servire . I cambiamento della legge sul finanziamento ai partiti diventato rimborso elettorale la dice tutta , si sono finanziati , i soldi c'erano , se li sono mangiati tutti i politici con il parere dei sindacati. quanti rimborsi gonfiati da politici e non solo , lamentarci ora ? no solo elezioni serie.

doctorm2

Dom, 08/12/2013 - 11:42

Di legittimo c'è solo lo sdegno del popolo italiano contro codesta classe politica, in particolare contro di lei, signor Napolitano, che di onorevole non ha più niente. Lei ha avuto il coraggio di distruggere quel che restava dell'Italia, imponendo un governo non votato dal popolo, prevaricando in maniera evidente e violenta ogni sua prerogativa costituzionale. Adesso che , finalmente, la Corte Costituzionale ha chiaramente stabilito che tutto questo deve finire, lei difende l'indifendibile, difende dei banditi, dei criminali che si atteggiano a parlamentari, senza averne il diritto. Se lei fosse una persona onesta e moralmente retta, come prima cosa si dimetterebbe, poichè anche la sua seconda elezione è costituzionalemte illegittima. Ma tutti conoscono la sua rettitudine morale, chi nel 1956 difendeva gli assassini del popolo ungherese, non è degno di alcun rispetto .

Dako

Dom, 08/12/2013 - 11:43

L`unico paese occidentale "democratico" che a un pressidente della Reppublica Komunista...(si può perdonare, ma non si può dimenticare...Budapest 1956) che si è inventato di tutto di più, e più ne combina e più viene applaudito (non da me certamente)senza dimenticare che i suoi predecessori non erano di meglio, ma questo li batte tutti e quì mi taccio!!

Ritratto di Dragon_Lord

Dragon_Lord

Dom, 08/12/2013 - 11:44

COME FA AD ESSERE LEGITTIMO UN PARLAMENTO VOTATO CON LEGGE ELETTORALE ILLEGITTIMA ? SI SONO BEVUTI IL CERVELLO E GIOCANO CON LA VOSTRA INTELLIGENZA.

ENRICO RESTELLI

Dom, 08/12/2013 - 11:44

al di la delle considerazioni tecnico-costituzionali, il buon senso dice che occorre andare avanti con questo Parlamento fino alla sua scadenza per occuparsi della parte ordinaria non certo per fare le riforme costituzionali. L'attuale Parlamento deve riscrivere immediatamente una nuova legge elettorale e se non si arriva ad un accordo, occorre sottoporre (con referendum) al giudizio degli elettori le varie proposte sulle quali ci siano i maggiori consensi dei Parlamentari. Di sicuro proseguire sulla strada della completa illegittimità del Parlamento e degli atti da questo compiuto vuol dire decretare il suicidio democratico del Paese. Se dovesse prevalere questo indirizzo solo per eliminare i parlamentari PD avuti con la maggioranza ex Porcellum, allora sarebbero legittimi e ammissibili tutti i ricorsi che ogni cittadino o associazioni potrebbero avanzare anche contro gli atti dei precedenti Parlamenti eletti sempre con il porcellum, ovvero sarebbe da ritenersi completamente illegittimo tutto l'operato di un decennio. Si salvi chi può.

Ritratto di giuseppe zanandrea

giuseppe zanandrea

Dom, 08/12/2013 - 11:48

Michele Lamacchia dice cosa ci aspetta se, come già inizia ad essere, il Potere giudiziario prenderà del tutto il potere, esautorando gli altri due quello legisl. e quello esecutivo. Poiché il potere legislativo è già sotto scacco di invalidazione dei suoi componenti, e quello amministrativo lo è di conseguenza, essendo emanazione diretta del primo (tutti i ministri sono anche parlamentari), si può affermare che il COLPO DI STATO è già in atto! Ma una via di uscita ci dovrà pur essere!! Secondo me si dovrebbe cominciare dal (o dai) vertici del "sistema giurisdizionale" laddove i giudici -anche solo quota parte di essi- siano stati eletti, proposti financo nominati da rappresentanti del p. legislativo cassato per delegittimazione. Se , per es., la nomina di giudici costituzionali è avvenuta su proposta o per chiamata o altro, da parte del Presidente della Rep. che deriva la propria nomina dal Parlamento il quale, come vediamo, è destituito di potere ex tunc (dall'origine), anche i giudici da questo nominati, proposti , chiamati ecc. esercitano un potere viziato all' origine. Pertanto anche gli atti del P. Giudiziario sono illegittimi a cascata, e mi pare che si potrebbe contestare e inficiare persino la procedura di selezione e nomina di tutti gli appartenenti a tale Ordine soggetti nel rapporto funzionale a organi superiori che facciano capo o riferimento ad Organi eletti in o dal Parlamento. non vedo altra via d' uscita dall' impasse in cui sono precipitati i parlamentari e i ministri della Repubblica.E' il caso di riproporre la biblica frase di "muoia Sansone con tutti i filistei, per non far morire l' intero popolo d' Israele ...parafrasando, meglio dare un taglio netto alla vicenda, per salvare il popolo italiano da una fine ingloriosa che forse non merita.

Dako

Dom, 08/12/2013 - 11:50

L`unico paese occidentale "democratico" che a un pressidente della Reppublica Komunista...(si può perdonare, ma non si può dimenticare...Budapest 1956) che si è inventato di tutto di più, e più ne combina e più viene applaudito (non da me certamente)senza dimenticare che i suoi predecessori non erano di meglio, ma questo li batte tutti e quì mi taccio!!

janry 45

Dom, 08/12/2013 - 11:50

Napolitano è il presidente del consiglio del CSM,prima di dichiarare che il parlamento è legittimo si dovrebbe appellare contro la sentenza, che ha definito la legge elettorale incostituzionale.Il popolo è sovrano nei limiti che gli impone la costituzione,pertanto il voto che ha espresso è nullo,o per questo la legge non vale.

sailor61

Dom, 08/12/2013 - 11:51

a cosa servono la Consulta la Corte Costituzionale e tante altre istituzioni, Re Giorgio ha stabilito e quindi basta , non se ne parli più e si vada avanti come vuole lui, con un governo inetto, con un Presidente del Consiglio ventriloquo, che ogni due secondi va dal re per sapere cosa deve dire, senza politica estera (la ministra che si preoccupa di 20 tifosi/teppisti ma che se ne guarda bene di riuscire a riportare a casa due militari comandati dalla Stato per quel servizio. Signori ancora c'è qualcuno che si illude di essere in democrazia liberale? siamo alla repubblica democratica di DDR memoria: il partito decide e assegna onori ed oneri ed il popolo bue a testa bassa e schiena curva per fare da sgabello ai potenti intoccabili. Sindacati, grillini, popolo viola, contestatori delle mie brame DOVE SIETE????

patrenius

Dom, 08/12/2013 - 11:53

Cosa vi aspettavate che dicesse Napolitano. Non c'è bisogno di essere un sommo giurista per capire che tutti gli atti (l'elezione) fatti in base a una legge incostituzionale son anch'essi incostituzionali, cioè nulli, fuori legge. Ma in Italia si sa, le leggi si fanno, si disfano, si cancellano, si applicano e si ricancellano a piacere della sinistra. E non ha ragione Silvio quando dice la nostra è una democrazia condizionata?

APG

Dom, 08/12/2013 - 11:54

Vecchio e ridicolo incantatore di serpenti, ritirati, non mi rappresenti come non rappresenti l'Italia onesta che lavora, l'Italia libera e democratica, l'Italia degli Italiani !

fcf

Dom, 08/12/2013 - 11:56

E' legittimo, non è legittimo... rimane purtroppo la buffonata di sette anni di attesa perché si ottenesse una risposta dai soloni di stato.

@ollel63

Dom, 08/12/2013 - 11:56

e che potrebbe mai dire di diverso costui?! Si autodichiarerebbe ILLEGGITTIMO egli stesso se dicesse che il parlamento (da cui è stato eletto) fosse tale. Ma le cose stanno proprio così: se le sentenze son da rispettare (ma questo vale solo per un tal berlusconi non per lui e i sinistri suoi pari) egli è ILLEGGITTIMO, il più illeggittimo in questa da lui martoriata Italia.

Michele Calò

Dom, 08/12/2013 - 11:57

E te pareva!! Qualunque cazzata è buona purchè il pisciasotto mefitico del Colle possa continuare nella sua opera di demolizione dell'Italia in favore della kulona inchiavabile. Che gli frega del popolo bue al monarca repubblicano, quando in ballo c'è il potere di sodomizzare ogni forma di democrazia capace di mandare a casa le sanguisughe parassite? A confronto il Conte Vlad, detto Drakul, era un Testimone di Geova! Pfui!!!

Ritratto di oliveto

oliveto

Dom, 08/12/2013 - 12:02

Buffoni, deleggittimato ma non annullato? Ma che significa? È una presa per i fondelli e basta. O è incostituzionale o non lo è.

fiducioso

Dom, 08/12/2013 - 12:03

E' mai possibile che non ci sia una legge, un regolamento, e la Costituzione stessa, che parli chiaro e non sia oggetto di interpretazione a seconda di come fa più comodo? Su stessi fatti e su stesse carte, un giudice condanna e l'altro assolve. Qui stiamo parlando di sentenza della Corte Costituzionale ove un Costituzionalista dice bianco e l'altro dice nero. Sono tutte state scritte apposta per dare ragione a chi urla più forte, o per imbrogliare il popolo?

doris39

Dom, 08/12/2013 - 12:04

Ho una brutta sensazione. Quella che Napolitano voglia raggirare non solo il M5S, ma l'Italia intera congelando le larghe intese. no Ci sarà MAI una nuova legge elettorale? Dubito assai

Ritratto di illuso

illuso

Dom, 08/12/2013 - 12:05

Caro presidente,questi parlamentari sono gli stessi che ti hanno portato alla presidenza. Illeggittimi loro, illeggittimo pure tu. Cordialità

terzino

Dom, 08/12/2013 - 12:08

Quando si hanno interpretazioni diverse, meglio contraddittorie, quale migliore soluzione che obbligare il parlamento entro fine anno, a costo di sequestrarli in quelle aule, a fare una nuova legge elettorale per poi tornare alle urne a marzo così il semestre europeo avrà un governo legittimato? Tutto il resto, a cominciare dalla legittimazione che non c'è, è fuffa. La Corte non la si può usare a proprio piacimento o solo quando fa comodo, insinuando, suggerendo, indicando. O vale sempre o non vale mai. E' il principio che vale, l'illegittimità, sulle motivazioni poi si potrà solo discutere.

Ritratto di Soccorsi

Soccorsi

Dom, 08/12/2013 - 12:08

Come potrebbe dirlo qualcuno che non è lui stesso in un legittimato!

agosvac

Dom, 08/12/2013 - 12:11

E' evidente che Napolitano( non dirò più il Presidente Napolitano perchè eletto in maniera illegittima da un Parlamento illegittimo)dica che questo parlamento( minuscola doverosa) è invece legittimo perchè se ammettesse che non lo è non lo sarebbe neanche lui al pari di tutti gli altri. Ma la cosa che colpisce di più, ovviamente in maniera negativa, è che ci siano pareri discordanti tra i presidenti emeriti della Corte Costituzionale. Ma che Costituzione è questa nostra in cui ex Presidenti siano discordanti tra di loro??? A chi è in grado di pensare con la propria testa questo fa pensare che in fondo questa Costituzione sia realmente tutta da rifare. Una Costituzione vera non potrebbe anzi non dovrebbe dare adito a discordanze. Non ci dovrebbero essere possibilità d'interpretazione della stessa, anzi, al contrario si dovrebbe leggere in modo chiaro ed univoco.Se un ex Presidente l'interpreta in un modo ed un altro ex Presidente l'interpreta in modo contrario, significa che non va per niente bene!!!!

tosijoe

Dom, 08/12/2013 - 12:11

sono stato sempre del parere che l'attuale compagine parlamentare sia regolare anche perché la Consulta poteva provvedere prima del voto di febbraio per dichiarare incostituzionale il porcellum .

Ritratto di massacrato

massacrato

Dom, 08/12/2013 - 12:13

ORMAI siamo all'assurdo matematico: il generato di una INCOSTITUZIONALITA' diventa LEGITTIMO. Chiarisco,in una logica matematica, essendo la COSTITUZIONE il contenitore entro il quale tutte le altre leggi devono muoversi, la cosa un po' stride. Quasi come dire che il figlio della mia vicina è anche figlio di mia moglie. Ma diamo pure ragione a quanto nel titolo. IL PROBLEMA GRAVISSIMO RESTA UN ALTRO: purtroppo ciò che viene ammantato di LEGITTIMITA' (ovvero in linea con le vigenti leggi circostanziali), da sempre e dovunque, secondo il mio soggettivissimo parere, SOVENTE è iniquo. Ed a questo punto come non pensare alla vecchissima frase di TEX WILLER "Quando le leggi diventano ingiuste, il giusto diventa fuori legge"_??? APPENDICE FINALE: è pure triste il fatto che ci si accorga di una legge sbagliata, dopo averla usata, mi pare, TRE VOLTE in OTTO ANNI per tutta la nazione intera.

Giovanmario

Dom, 08/12/2013 - 12:13

ma se domani inizio una causa presso il tar.. i giudici amministrativi dovranno rispettare le direttive della corte costituzionale o andare dietro le chiacchiere di Zagrebelsky e di Onida?

Ritratto di franco.brezzi

franco.brezzi

Dom, 08/12/2013 - 12:15

Perbacco! Se è d'accordo pure Gustavo Zagrebelsky, integerrimo fazioso al di sotto d'ogni sospetto, vuol dire che è proprio legittimo, il governo. Come quello dell Corea del Nord, per esempio!

aitanhouse

Dom, 08/12/2013 - 12:15

Il nostro paese conta un numero di presidenti in pectore e presidenti emeriti che il mondo ci invidia,tanto che,per suscitare ancora maggiore invidia abbiamo anche... un papa emerito!Quindi tutti hanno voce in capitolo ,fosse solo per il lauto vitalizio che gli italiani pagano, escluso il popolo,quel popolo di cretini, zotico ,ignorante che deve solo mettere a disposizione il frutto magro dei suoi stenti al minimo accenno di casta e presidenti presenti passati e futuri. Noi crediamo che discutere circa ciò che non è , sembra un puro e semplice esercizio di malafede mirato a confondere le menti tanto per continuare a tenere una nazione nell'equivoco che avvantaggia solo e sempre i soliti noti. La cancellazione dei principi fondamentali della legge da parte della suprema corte ha stabilito , almeno per coloro che cercano di far funzionare la materia grigia in base ai principi stessi della costituzione, che il porcellum è "fuori legge" e pertanto le conseguenze che ne discendono sono NULLE. Comprendiamo come non si possa gettare un paese improvvisamente nell'anarchia, ma pretendiamo che le istituzioni tutte dichiarino apertamente il vulnus e si adoperino per elezioni rapide che facciano esprimere liberamente i cittadini con i resti del porcellum epurato di quelle anomalie cancellate dalla suprema corte.

Ritratto di lohengrin08

lohengrin08

Dom, 08/12/2013 - 12:21

Grande Napolitano dopo aver applaudito i carri armati in ungheria 1956 vorrebbe farci credere che la consulta ha approvato questo parlamento...infatti le leggi non sono reatroattive...ma solo per uno.

Anonimo (non verificato)

scipione

Dom, 08/12/2013 - 12:23

Napolitano dice che tal Zagrebelsky afferma che il Parlamento NON E' DELEGITTIMATO.Zagrebelsky,in una intervista a un quotidiano dice che il Parlamento E' DELEGITTIMATO.Vogliamo finirla con questo casino ?

papik40

Dom, 08/12/2013 - 12:26

Caro Presidente lei afferma che il parlamento attuale è legittimo perché, giustamente, la pronuncia di anticostituzionalità della Consulta è giunta adesso e quindi non si può retrodatarne l'applicabilità! Come mai però non è intervenuto sulla retroattività della legge Severino permettendomi di ricordarle che è proprio lei il garante della costituzione? Solito doppiopesismo tipico della sinistra? Lasciamo perdere e valutiamo le sue affermazioni che comunque non tolgono il dubbio su QUALE PARTE DEL PARLAMENTO debba essere considerato legittimo! Tutto il parlamento o solo quella parte che non è stata eletta con il premio di maggioranza e con le liste bloccate dichiarate incostituzionali? A mio modesto punto di vista chi è stato eletto con questi due sistemi dichiarati illegittimi NON NE PUO' FAR PARTE proprio perché e per di più la Giunta per la Convalida degli Eletti non li ha ancora legittimati e, a questo punto, sarebbe un vero colpo di stato se lo facesse prima del deposito delle motivazioni della Consulta! Ergo parlamento legittimato MA SENZA questi parlamentari dichiarati ineleggibili per violazione della costituzione e peraltro non ancora convalidati né tanto meno convalidabili dalla Giunta!!!! Comprendo che questa volta la decisione della Consulta "disturbi" i suoi piani di "Capo del Governo effettivo" ma Lex sed Lex oppure per lei come per le intercettazioni la legge non conta?

Ritratto di Nanuq

Nanuq

Dom, 08/12/2013 - 12:27

Dopo Scalfaro è arrivato Napolitano, è proprio vero che le disgrazie non arrivano mai sole. Però, un poco di fortuna questa povera Italia non se la merita proprio? A quanto sembra ha ragione anche il detto: ogni popolo ha il Re che si merita. Se questa fosse verità sacrosanta, si dovrebbe pensare che l'italiano sia il popolo più stupido del pianeta.

Ritratto di semovente

semovente

Dom, 08/12/2013 - 12:37

Mah.

tormalinaner

Dom, 08/12/2013 - 12:39

Già il fatto stesso che Napolitano si affretti a dichiarare che il parlamento è legittimo paradossalmente dimostra che non lo è del tutto. L'azione invasiva e di parte ( nomina dei senatori in carico alla sinistra)ha palesemente violato la volontà del popolo. Con l'aberrante fuoriuscita di Berlusconi e la caduta della legge elettorale, non ha più senso questa legislatura dobbiamo andare subito ad elezioni. L'illegittimità crea guasti profondi, la parola deve passare al popolo o il popolo la prenderà con la forza.

smithjosef

Dom, 08/12/2013 - 12:46

Parole del presidente della repubblica: Il parlamento è legittimo!!!!! (Solo se legifera quello dico io)

Ritratto di serjoe

serjoe

Dom, 08/12/2013 - 12:51

Hmmmm, se lo dice Zagrebelski...allora dobbiamo per forza crederci ?!.. se poi lo dichiara Don Napolitano,"di Costituzione il parlamento e' forte e sano. Pur se figlio illegittimo della siura Costituzione...io gli ho fatto la Comunione e gli faro'la Cresima.. prima della quaresima.Ha quindi tutte le virtu' e non se ne parli piu'."

squalotigre

Dom, 08/12/2013 - 12:54

Capotosti altro presidente emerito della Corte dice il contrario. Anche l'avvocato Pellegrini del PD in giunta alla camera per la convalida dei parlamentari dice il contrario Anche il buon senso ed i precedenti come la decadenza del cosiddetto Lodo Alfano dicono il contrario. La retroattività della Legge Severino dice il contrario. Ma Napolitano è un uomo d'onore. I parlamentari tutti, di dx e di sx vista la sentenza sono illegittimi, così come il Governo, il Presidente della Repubblica e la stessa Corte Costituzionale. Le leggi si interpretano ma affermare il contrario è come dire che una donna è incinta, ma solo poco poco. Elezioni subito e fuori dalle palle. Amen.

Ettore41

Dom, 08/12/2013 - 12:58

"per il principio di continuità dello Stato: lo Stato è un ente necessario. L'imperativo fondamentale è la sua sopravvivenza, che è la condizione per non cadere nell'anomia e nel caos, nella guerra di tutti contro tutti." IL PUNTO E' TUTTO QUI E SEI QUEI SOLONI DELLA CORTE COSTITUZIONALE AVESSERO LETTO "IL PRINCIPE" E CAPITO LA RAGION DI STATO NON AVREBBERO MAI EMESSO QUESTA ABERRANTWE SENTENZA. MA QUESTI SONO TUTTI SESSANTOTTINI E SAPPIAMO TUTTI COME SI ARRIVAVA ALLA LAUREA IN QUEI GIORNI. CARO PRESIDENTE NAPOLITANO NON NE HA FATTO UNA GIUSTA. TUTTA SUA LA RESPONSABILITA' DI QUESTO CAOS E DELLA CRISI DEVASTANTE CHE L'ITALIA STA VIVENDO. HA COMPLOTTATO PER FAR CADERE IL GOVERNO BERLUSCONI. HA NOMINATO MONTI PRESIDENTE DEL CONSIGLIO DEI MINISTRI E L'ITALIA E' ALLA FAME. MONTI NON SA FARE NEANCHE I CONTI DELLA SPESA, NON SA GESTIRE IL DENARO. ORA QUESTA BATOSTA, FORSE FAREBBE BENE A NON PARLARE PIU' SINO A FINE MANDATO

andrimail

Dom, 08/12/2013 - 12:59

,..MA COME..???,..NON BISOGNAVA RISPETTARE LE SENTENZE DELLA MAGISTRATURA,..???,..O LE DEVE RISPETTARE SOLO BERLUSCONI,...?????

COSIMODEBARI

Dom, 08/12/2013 - 13:02

Questo parlamento per lui, vissuto con la cultura dell'applauso all'invasione dell'Ungheria da parte della cccp, è per forza di cose leggittimo al pari della illeggitimità della presenza del Cavaliere. Ancora una dimostrazione che siamo in uno stato di cose pari alla vita di una nuova dittattura. Quella italiana e pure europea degli anni 2000

Ritratto di micheleciaramella2

micheleciaramella2

Dom, 08/12/2013 - 13:17

Grande rispetto solo per la veneranda età..per il resto dovrei dirti,,,ma và a cag.re!!.

nonna.mi

Dom, 08/12/2013 - 13:18

Il Presidente della Repubblica affronta con solerzia velocissima la negazione dell'incostituzionalità della decadenza del Parlamento: non è mai stato così pronto ad intervenire su altre discutibilissime prese di posizione della Corte Suprema su argomenti giuridici che a noi, semplici cittadini, sono sembrati altrettanto importanti, ma ha taciuto "incomprensibilmente" : perchè? Avrebbero tutelato chi a Lui, non interessa? Myriam dubbiosa ma non troppo...

elio2

Dom, 08/12/2013 - 13:33

E' naturale tra comunisti si cercano, si capiscono e mentono alla gente. Classico.

g-perri

Dom, 08/12/2013 - 13:36

No caro Presidente! Poteva essere legittimo prima della pronuncia della Consulta, ma adesso quei 148 parlamentari che hanno addosso l'etichetta del premio di maggioranza, sono da considerare "decaduti perché incostituzionali". Io, da cittadino, da adesso in poi, non voglio che neanche uno di questi parlamentari possa votare e fare approvare leggi che poi si applicano nei confronti di tutto il popolo. Che leggi sarebbero quelle approvate da oggi in avanti con il voto di questi "abusivi e decaduti costituzionalmente?

Maura S.

Dom, 08/12/2013 - 13:53

ha parlato re giorgio!!!!! Ma via con questo governo e con questo personaggio. Possibile che non ci sia concessa questa una grazia.

mbotawy'

Dom, 08/12/2013 - 14:15

Sorprende alle nazioni non del terzo-mondo, che un presidente di una republica,quella italiana in questo caso,non voglia riconoscere la sentenza della Corte Costituzionale.Sebbene sia un comunista, cio' non lo qualifica di agire in tal maniera.

odifrep

Dom, 08/12/2013 - 14:20

Dove sono tutti quei sinistronzi che fino a "dopodomani" hanno urlato contro il Cavaliere che, criticava con giuste "pretese" qualche sentenza politica? Non riuscirete mai a stare al potere legittimamente : o con l'aiuto della magistratura o supportati dai cavalli di BERLUSCONI. L'articolo dice che, sia Capotosti che Onida, entrambi presidenti emeriti della Consulta, hanno espresso il loro giudizio (uno diverso dall'altro) ma Napolitano apprezza la risposta di Zagrebelski, aspirante candidato al Colle. Purtroppo, il pensiero dei Komunisti è questo, possono criticare le sentenze. In televisione si è visto che Napolitano, per la strada, veniva acclamato dalla gente (fatta accorrere dal Pisapippa o dal sindacato) mentre noi che abbiamo seguito BERLUSCONI, ovunque e su nostra richiesta, siamo stati additati quali pensionati bisognevoli del panino e birretta. Poveretti, siete proprio meschini nell'animo.

Ritratto di ...vaffa3...

...vaffa3...

Dom, 08/12/2013 - 14:25

...un parlamento di ABUSIVI che lo ha rieletto presidente

Renatino-DePedis

Dom, 08/12/2013 - 14:34

"andrimail Dom, 08/12/2013 - 12:59 ,..MA COME..???,..NON BISOGNAVA RISPETTARE LE SENTENZE DELLA MAGISTRATURA,..???,..O LE DEVE RISPETTARE SOLO BERLUSCONI,...?????" cosa farebbe il vostro idolo alla sud coreana, rispettare le sentenze??? QUANDO?

@ollel63

Dom, 08/12/2013 - 14:43

napolitano aberrante nei suoi discorsi ora pure arroga a sé la dichiarazione di legittimità o meno di un parlamento eletto con legge "illegittima" (sic!), quindi illegittimo -secondo logica-, e, sempre per logica, anch'egli ILLEGITTIMO perché dallo stesso eletto. Ma che nazione è mai questa... e la chiamavano la patria del diritto! Ma quando mai! Tutti a casa, a cominciare da napolitano! Tutti a casa, corte costituzionale(ma quale!) corti di cassazione, corti di tar, d'appello, di giustizia(ma dove!)governo, parlamento... giù giù fino ai più piccoli consigli comunali, circoscrizioni, quartieri, condomini, bocciofile...

Ritratto di Willy Wonker

Willy Wonker

Dom, 08/12/2013 - 14:47

Un altro UTILE IDIOTA creatore di fumo!! Una nazione ha bisogno di un governo legittimo che crei leggi legittime pertanto se deve fare una legge "legittima" che lo faccia rapido e che chi lo fa si asumi le responsabilità morale e pure legale. E ora di finirla che chi ci governa non risponda al popolo e pertnto nella sede che piu rappresenta il popolo cioè tribunali. I Ns politici sono dei abituè di fare cose che attentano alla nazione.

ghorio

Dom, 08/12/2013 - 15:02

Non sono d'accordo con l'on. Brunetta. Napolitano non scardina la Costituzione. La questione è semplice, al di là dei parerei di grandi o meno costituzionalisti, la sentenza sul Porcellum, presuppone una nuova legge elettorale, dopo di che si potrà andare a votare. Inoltre è cosa buona e giusta, che nel frattempo il governo in carica faccia qualcosa per la ripresa economica. La pozione di Grillo sugli abusivi è fasulla ed è grave che si prospetti la stessa valutazione da parte di Forza Italia. Questa valutazione viene fatta da un moderato che ha a cuore le sorti dell'Italia e non le strategie di partiti che mirano a scardinare la parvenza di uno Stato. Poi , una volta che si vada ad elezioni, i vincitori che aboliscano l'euro, che conquistino i mercati ,etc risponderanno agli elettori, ma con una legge elettore che dia la possibilità al popolo di scegliere, magari con partiti funzionanti e democratici.

pinux3

Dom, 08/12/2013 - 15:04

Ma Brunetta non ha detto "sono un economista non un giurista"? Allora cosa parla a fare?

jeanlage

Dom, 08/12/2013 - 15:04

Napolitano, sicuramente fa quello che sta facendo per il bene, a suo parere, dell'Italia. Altrettanto sicuramente, Augusto Pinochet ha fatto ciò che ha fatto per il bene, a suo parere, del Cile.

hectorre

Dom, 08/12/2013 - 15:19

è un comunista di 90 anni...non credo ci sia mix peggiore....qualcuno gli ricordi che non siamo ne a cuba ne nell'unione sovietica che tanto amava e ammirava....e poi,se dichiarasse illegittimo il parlamento,dovrebbe dimettersi e dichiarare nulla la decadenza di berlusconi.....ho un senso di nausea che mi pervade! Ma in che mani siamo finiti!!....Silvio non mollare!!!

fabiou

Dom, 08/12/2013 - 15:24

basta napolitano. tu prendi le parti delle sentenza che ti piacciono di piu. o il porcellum è illegittimo e allora è illegittimo tutto, oppure è troppo comodo dire che una cosa è legittima e l altra no secondo la convenienza

Cosean

Dom, 08/12/2013 - 15:26

Dite a Brunetta, che è la legge voluta dal centrodestra, che scardina la Costituzione! La "Porcata" è stata fatta nel suo Entourage! Certo che se viene creduto che è stato il centrosinistra... viene spiegato perche Berlusconi ha ancora 9 milioni di voti!

ilbarzo

Dom, 08/12/2013 - 15:27

Lo decide Napolitano se il parlamento e' legittimo o meno.Tutto quest'uomo deve decidere per l'Italia:Egli decide chi deve governare,chi deve essere il capo del governo,chi deve sostenere la maggioranza,chi deve essere buttato fuori da senatore,quale coalizione deve vincere le elezioni,insomma deve decidere tutto lui,il cittadino non e' nessuno,il cittadino e' suddito ,mentre Napolitano fa e disfa' a suo piacimento.Comoda la vita per questo signor golpista.

giovannibid

Dom, 08/12/2013 - 15:28

Allora questa "consultino presidenziale" serve o non serve? O la si usa solo quando è a sfavore del Centro Destra o per sistemare gli amichetti? SI VERGOGNI!!!!!!!!!!!!!!

milo del monte

Dom, 08/12/2013 - 15:30

Se c'era il pdl al governo sono certo che i 148 erano legittimi per brunetta e soci

Ritratto di perigo

perigo

Dom, 08/12/2013 - 15:32

Viviamo in un perenne colpo di stato, iniziato e perpetuato dal suo massimo garante: il P.d.R.

gionaelabalena

Dom, 08/12/2013 - 15:36

Questo comunista, il peggior Presidente della Repubblica che l'Italia abbia mai avuto, si è montato la testa. Non ha ancora capito che la musica è cambiata.

Ritratto di paola29yes

paola29yes

Dom, 08/12/2013 - 15:57

Se gli abusivi fossero stati azzurri erano già tutti a casa, siccome sono comunisti, tutto è valido. Napolitano vai a casa tua in Siberia.

Renatino-DePedis

Dom, 08/12/2013 - 16:24

"Tanto vale lasciare in piedi il solo governo per gli atti urgenti e chiedere in restituzione ai parlamentari gli emolumenti ex tunc,cioè a partire dalla approvazione della legge Calderoli !!! (sentireste gli alti lai della casta toccata nel portafoglio ! ) Ci vuole una buona analisi anche della Corte dei Conti... Coraggio Italia!"? ma tu capisci che questo significherebbe anche annullane tutte le leggi varate da un parlamento illegittimo, e illegittimo grazie ad una legge varata dal Centro destra, quali le le leggi di stabilità e tutte le altre? ma ti sembra una cosa realizzabile?

Ritratto di Kasparov77

Kasparov77

Dom, 08/12/2013 - 16:31

Ma il porcellum che ha mandato in parlamento tanti ‘figli di segreterie’ non l’ha forse voluto Berlusconi, dando delega al ‘famoso costituzionalista’ Calderoli (un odontoiatra di professione…) di crearlo e farlo approvare ? Quando si fanno i casini in parlamento, il Presidente della Repubblica ne prende solo atto, non è intervenuto perché anche se il porcellum era incostituzionale sembrava un oltraggio ad un parlamento a stragrande maggioranza di destra. ‘King George’ non può essere ritenuto colpevole di altro che di buon senso, per aver voluto mantenere la stabilità di governo che anche allora era necessaria. Quando i sondaggi sono favorevoli a Berlusconi il buon senso non conta più, contano solo le amate poltroncine per fare leggi favorevoli al solito condannato. 16:30

cicero08

Dom, 08/12/2013 - 16:33

Chiedere al Napoleone in sedicesimi se Re Giorio ha bisogno dell' U N A N I M I T A '... Ma ora sarebbe proprio il caso di poter leggere in fretta le motivazioni della Corte Costituzionale per evitare altre chiacchere inutili e dannose

Ritratto di gianniverde

gianniverde

Dom, 08/12/2013 - 16:34

Cosean egregio forse lei fa finta di non capire, nella migliore delle ipotesi, certamente il porcellum è stato fatto dal centrodestra ma come altre leggi anche questa è stata bocciata.Quindi non valida ,ne tragga le conclusioni ,se vuole.

_ordnI_

Dom, 08/12/2013 - 16:48

Ma se sono incostituzionali premio di maggioranza e liste bloccate per quale motivo gli abusivi sarebbero solo i 148? non dovrebbe essere tutto il parlamento?

moshe

Dom, 08/12/2013 - 17:24

I komunisti si manifestano sempre per quello che sono, la peggior dittatura di tutti i tempi. Attendiamo con speranza un bel golpe militare.

moshe

Dom, 08/12/2013 - 17:27

Cosa ci si può aspettare da chi inneggiava ai russi quando invasero l'Ungheria? E' di sicuro il peggior presidente che l'Italia abbia mai avuto, non lo rimpiangerò di certo quando arriverà il suo momento e spero che sia il più presto possibile.

eloi

Dom, 08/12/2013 - 17:31

Siamo improvvisamente tornati indietro di 68 anni. Siamo al punto che bisognerebbe eleggere nuovamente un'assemblea costituente. Mancano i giganti di allora i quali avevano sofferto il fascismo. Oggi dobbiamo, purtroppo affidarci a gente che ha goduto Boccaccescamente della Democrazia. Speriamo nel nuovo. Non faccio pronostici; sono in corso le primarie del P.D. Che Dio ce la mandi buona.

Tuareg33

Dom, 08/12/2013 - 17:38

Chissà se qualcuno in alto legge i commenti dei lettori oppure sono solo un loro misero sfogo?

Ritratto di marione1944

marione1944

Dom, 08/12/2013 - 17:42

AH1A: guardi che lei non ha capito nulla, se è illegittimo oggi era illegittimo ieri, chiunque lo abbia fatto e voluto.

Duka

Dom, 08/12/2013 - 17:55

Da tre giorni almeno è un martellamento continuo nel dire che è tutto legittimo, Capo in testa. Ora mi chiedo se così è ( ma io non lo credo affatto) che ragione c'era di pronunciarsi sulla legittimità o meno di una legge. Era prevedibile e del tutto inevitabile che se la consulta avesse emesso un verdetto di illegittimità tutti gli organi eletti con una legge illegittima fossero inevitabilmente decaduti da ogni legalità. Questo è il solito pasticcio,o meglio sembra una parodia esilarante del grande Totò. Ma che Stato è questo che gestisce la giustizia a proprio piacere e a proprio uso e consumo. Lo stato, semmai QUALCUNO L'AVESSE DIMENTICATO APPARTIENE AL POPOLO.

scipione

Dom, 08/12/2013 - 17:56

E' da tre anni che scardina e infanga la Carta.Viva la liberta' viva il popolo sovrano.

Ritratto di Dragon_Lord

Dragon_Lord

Dom, 08/12/2013 - 17:58

SERVO DEL POTERE NAZI-COMUNISTA MASSONE TEDESCO.

CARLINOB

Dom, 08/12/2013 - 18:28

Parla il Giullare del Caimano !! è un gigante solo nella suo egocentrismo , secondo solo al Suo Principe . Per il resto è uno sconfitto in tutto . se non eletto non sarebbe neanche amministratore di un borghetto di Venezia. Il nobel!!!!!

enzo1944

Dom, 08/12/2013 - 18:31

Questo vecchio e bastardo comunista,ha imparato dai magistrati(di cui è il capo ed amico) a leggere e interpretare la Costituzione,sempre ad uso personale e come a lui fa più comodo!........e continua a calpestarla tutte le volte che gli conviene,alla faccia dell'Italia e degli Italiani!....ma presto finirà di imbrogliare gli Italiani,perchè il Padreterno non lo permetterà più al comunista,che trama da sempre sottobanco !!

Giovanmario

Dom, 08/12/2013 - 18:42

Kasparov77.. o sei in piena malafede o hai la memoria molto corta.. la legge proposta da calderoli era leggermente diversa da quella che poi fu votata dal parlamento.. fu l'allora presidente ciampi, uomo simpatizzante della sinistra, che fece i capricci per inserire il premio di maggioranza per il senato su base REGIONALE, spalleggiato da altri fenomeni come casini e fini che evidentemente avevano paura di perdere le rispettive poltrone.. fu allora che calderoli definì quella legge una porcata

gustavodatri@vi...

Dom, 08/12/2013 - 18:49

Signor Presidente Napolitano, oggi leggo che Lei è contento nei giudizi di OVIDA e ZAGREBERLSKY, i quali dicono che il parlamento è legittimo, perfetto, d'accordo. Ma poi, perché due ettimana fa, quando illustri giuristi di sinistra e di destra, hanno dichiarato che la legge SEVERINO, non poteva essere retroattiva. Come mai, Lei, Signor Presidente che dice di essere super parte non si è sentito ? A mio modesto avviso non è corretto.

brunog

Dom, 08/12/2013 - 18:53

La Costituzione e' valida come, quando e perche' fa comodo alla sinistra. Se gli abusivi del parlamento fossero del centrodestra la sinistra non avrebbe aspettato un minuto a salire sulle barricate. Poi prendere per validi i pareri di magistrati politicizzati e' sbagliato perche' il loro parere e' politicamente motivato.

Stella

Dom, 08/12/2013 - 19:25

Mi domando cosa aspettano a detronizzarlo questo Napolitano che si è incoronato re della Repubblica? Se tutto ciò fosse capitato in un qualsiasi altro Paese sarebbero già tutti in piazza! Ma noi no sopportiamo tutto ma poi non lamentiamoci!

Renatino-DePedis

Dom, 08/12/2013 - 19:30

"gian paolo cardelli Dom, 08/12/2013 - 11:21 1)se una legge e' imcostituzionale gli atti che ne derivano sono nulli: se qusto principio non viene più rispettato possiamo allora prendere tutta la legislazione vigente, sentenze e rwgolamenti inclusi, e buttarli nella spazzatura. "??? quindi sono illeggittimi tutti gli atti dei governi che si sono susseguiti dal 2006 ad oggi? tutti quelli del Governo Prodi, poi quello del delinquente abituale, poi del Governo Monti, ed infine del Governo Letta/Alfano? io penso che questa sia una delle più grandi minchiate che mente da Bananas possa scrivere... e, continuando, certamente Napolitano ha più autorevolezza di un cardelli qualsiasi, e soprattutto dopo avere scritto una scemenza come la tua... ma aspetteremo le motivazioni della sentenza, quella che spiegherà come è illegittima la LEGGE ELETTORALE DA VOI VARATA, e quali conseguenza avrà. motivazioni scritte, per l'appunto, da un MAGISTRATO, e non da un cardelli qualsiasi... come te! ma dubito che questa dica che tutti gli atti del governo siano decaduti... e basterebbe usare la logica per capirlo...

hellas

Dom, 08/12/2013 - 19:55

Adesso è veramente ora di finirla con questo signore , che si crede il re sole ..... Difende l'indifendibile , se Grillo propone l'impeachment, ha ragione e anche il centrodestra deve sostenerlo.

Cosean

Dom, 08/12/2013 - 20:03

@ gianniverde La conclusione è che chi sbaglia a fare le leggi... fa la ramanzina a chi le voleva giuste. Mi dispiace. Ma le conclusioni le traggo!

Gaio Mario

Dom, 08/12/2013 - 20:06

"Quando la Corte [costituzionale] dichiara l'illegittimità costituzionale di una norma di legge o di un atto avente forza di legge, la norma cessa di avere efficacia dal giorno successivo alla pubblicazione della decisione". Così dice l'articolo 136 della Costituzione. Il che sembra voler dire che tutte le norme della legge elettorale — incluse quelle dichiarate ora anti-costituzionali — erano efficaci al momento dell'elezione di questo Parlamento, di modo che ogni verifica dei poteri dei suoi attuali membri va fatta secondo quelle norme. Tuttavia — anche se la Costituzione non fosse del tutto esplicita su questo punto — l'opinione contraria non sarebbe sostenibile logicamente in ogni caso. Vediamo il perché. Prendiamo un attimo per vera l'opinione che l'attuale Parlamento sia reso illegittimo — almeno in parte — dalla sentenza. Per lo stesso principio, anche tutti i Parlamenti precedenti, eletti con la stessa legge, dovrebbero aver condiviso la stessa illegittimità. Ma allora tutti i loro atti dovrebbero esser oggi privi di legittimità. Eppure tali atti includono, tra le altre cose, la nomina di cinque membri dell'attuale Corte costituzionale, più l'elezione del Presidente della Repubblica, che ne ha nominato altri cinque. In definitiva, l'opinione che stiamo prendendo provvisoriamente per vera comporta quindi logicamente l'illegittimità di due terzi dei membri della Corte, e dunque anche di tutti i loro atti, inclusa questa stessa sentenza. Ma allora, se la sentenza è essa stessa illegittima, nessun Parlamento può essere legalmente deligittimato da essa. Abbiamo così una classica reductio ad absurdum: l'opinione che abbiamo provvisoriamente accolto come vera porta ad una contraddizione (se è vera deve essere falsa), e non può perciò essere vera. Il che sembra sistemare nitidamente la questione, con buona pace di Beppe Grillo e tanti altri.

Cosean

Dom, 08/12/2013 - 20:09

Ma è incostituzionale questo parlamento o anche quello che ha emanato il Lodo Alfano? Vi ricordo che è stato valida quella legge per più di un anno. E che la prescrizione per la corruzzione di Mills l'ha ottenuta solo per due settimane di ritardo!

canaletto

Dom, 08/12/2013 - 20:12

STRANO, ANZI NO!. LE SENTENZE VANNO APPLICATE SOLO PER BERLUSCONI PER IL RESTO NO E PERCHE'??????? PAURA DI PERDERE IL CADREGHIN E I VANTAGGI. E POI DICONO E PARLANO DI LEGALITA'. CON TUTTA L'ILLEGALITA' CHE CI CIRCONDA POSSIAMO DIRE DI ESSERE ALLA FRUTTA

squalotigre

Dom, 08/12/2013 - 20:14

Cosean- il suo cervello ormai è completamente fuso. Nessuno ha mai affermato che la legge è stata fatta dal csx, anche se è stata proclamata da Ciampi che non è certo di cdx. Ma E' IRRILEVANTE chi l'abbia fatta. Quello che conta è che il parlamento è stato eletto con una legge che è stata giudicata anticostituzionale e quindi delegittima TUTTI I PARLAMENTARI perché riguarda non soltanto la quota eletta con il premio di maggioranza ma anche quella eletta senza preferenza, cioè TUTTI, anche Brunetta, anche la Bindi, anche Cuperlo, anche Civati, anche la Santanchè, TUTTI. Quando una legge viene giudicata anticostituzionale, nel momento in cui viene depositata DECADE. Il lodo Alfano giudicato anticostituzionale è immediatamente DECADUTO? E il processo Berlusconi non ha ripreso il suo iter? Perché quest'ultima sentenza dovrebbe essere differita? Perché non fa piacere a Napolitano, Letta e il csx? Ma le sentenze non si rispettano più se non vanno contro Silvio? Lei è patetico perché non sa su quali specchi arrampicarsi dopo averci rotto i marroni con la giustizia da non discutere mai.

marghera

Dom, 08/12/2013 - 20:21

Ripeto : Renatino dicci qualcosa di Mingardi e poi vediamo a chi tocca la messa in stato di accusa (odio le parole straniere nella lingua italiano soprattutto se dette a vanvera).

turris753

Dom, 08/12/2013 - 20:25

brunetta dopo avere mancato il premio nobel per l'economia per colpa di un complotto bolscevico è diventato un gigante del diritto costituzionale, nunnolo l'ottavo nano

Raffi70

Dom, 08/12/2013 - 20:34

domanda da profano come mai la consulta boccia 31 riforme del governo berlusconi nel momento che le fa e poi fa passare circa 8 anni per "bocciare " la riforma elettorale? dov era la consulta nel momento che carlo azeglio ciampi modificava la riforma (se no non avrebbe firmato la legge/riforma ed e questo il motivo per il quale calderoli la chiamera il porcellum )come mai lo fa dopo 8 anni????chi mi Sto arrivando! rispondere??

turris753

Dom, 08/12/2013 - 20:35

brunetta mancato nobel per l'economia per colpa di un complotto bolscevico è assurto a gigante del diritto costituzionale, biancaneve lo ha battezzato nunnolo l'ottavo nano

Ritratto di Nanuq

Nanuq

Dom, 08/12/2013 - 21:00

pinux3 Scrive: "Ma Brunetta non ha detto "sono un economista non un giurista"? Allora cosa parla a fare?; Scusa tu ragioni con il cervello oppure con le ghiandole salivari, perché allora io ti chiedo: tu, che sei solo un insignificante pinux e nemmeno economista, cosa parli a fare, e perché non stai zitto? Te lo spiego io. non stai zitto perché è tuo diritto parlare, ma questo vale anche per Brunetta, anche se è solo un economista. Buon Natale

Ritratto di jasper

jasper

Dom, 08/12/2013 - 21:05

Solo un ignorante può dire che il parlamento è legittimo. Se il parlamento è stato eletto con una legge incostituzionale come fa lo stesso ad essere legittimo.Anche un cretino capisce che la Cosa non va. Certo lui parla da 'Cicero pro domo sua' Per forza dice una fregnaccia del genere. Lui sa d'essere coinvolto. Lui sa d'essere illegittimo ed abusivo. Ma che si tolga dai piedi.

Ritratto di jasper

jasper

Dom, 08/12/2013 - 21:06

E chi è Zagrebelski? Il verbo? Ma ci faccia il piacere!

Ritratto di jasper

jasper

Dom, 08/12/2013 - 21:11

Ma è mai possibile che uno sia ignorante fino a questo punto? Se porca miseri la legge elettorale è incostituzionale come cacchio può essere che i suoi effetti siano costituzionali? Lo capirebbe anche un cretino che gli effetti di una legge incostituzionale non possono essere validi e legittimi. Ma che stiamo dando i Numeri per caso. Che venga interdetto.

Ritratto di Montagner

Montagner

Dom, 08/12/2013 - 21:14

Anche in Ungheria, nel 1956, c'era un governo legittimo; ma questo signore, stante l'età, forse non lo ricorda. La costituzione è un bel calderone dove tutti sguazzano, sembra intoccabile, ma ognuno la manipola e utilizza come vuole (vedasi l'introduzione, senza dibattito, della norma sul pareggio di bilancio voluto dalla cosiddetta UE). Così come manipola, pro domo sua e della UE, le parole della Corte Costituzionale. Noi, poveri mortali, che sappiamo comunque leggere e capire la lingua italiana, pensiamo che tutti, compreso il sig. Napolitano, siano ILLEGITTIMI.

Ritratto di jasper

jasper

Dom, 08/12/2013 - 21:14

@AH1A. Guarda che la legge Porcellum fu voluta così da Ciampi che modificò l'originale con riferimento al Senato e Regioni.

Ritratto di jasper

jasper

Dom, 08/12/2013 - 21:17

AH1A: E' un dato di fatto che la porcata del Porcellum la creò Ciampi che fece modificare la Legge rimandandola al parlamento affinchè la modificasse differenziando il sistema di assegnazione dei seggi fra Camera e Senato. Tutti i casini in questa repubblica delle Banane li combina sempre la sinistra.

Ritratto di jasper

jasper

Dom, 08/12/2013 - 21:17

AH1A: E' un dato di fatto che la porcata del Porcellum la creò Ciampi che fece modificare la Legge rimandandola al parlamento affinchè la modificasse differenziando il sistema di assegnazione dei seggi fra Camera e Senato. Tutti i casini in questa repubblica delle Banane li combina sempre la sinistra.

Ritratto di Montagner

Montagner

Dom, 08/12/2013 - 21:24

A pensare male, e io penso male, sarebbe interessante sapere anche perchè il nostro campione di coerenza, come qualcuno sostiene, ha nominato prima Monti e poi altri 4 senatori a vita. Non siamo poi così rincoglioniti, qualche neurone in movimento ce lo abbiamo ancora, e soprattutto non abbiamo bisogno di autoincensarci . . . .

antoniociotto

Dom, 08/12/2013 - 21:41

in questo caso dare le motivazioni contestualmente con la sentenza sarebbe stato un atto opportuno. avrebbe dato la prova che si sia deciso senza l'influenza politica di alcuno. questo sì un atto di alto valore. ma sarebbe stato chiedere troppo da chi ha dato questa sentenza per il solo scopo di incolpare il centrodestra (il cav.) del malfatto. non prevedendo inoltre il caos istituzionale che ne conseguiva. non si riesce a capire come mai si è aspettato tanto tempo per intervenire. una porcata. le motivazioni ne daranno la conferma. SALUTI.

antoniociotto

Dom, 08/12/2013 - 21:55

e ti pareva che la mummia dicesse il contrario. se ci fosse stato il centrodestra al governo avrebbe cacciato i parlamentari eletti per effetto del premio di maggioranza sostituendoli con quelli di centrosinistra e nominato il suo maggiordomo P.d.C. dopo averlo fatto senatore a vita dopo aver dichiarato il cav. decaduto.

odifrep

Dom, 08/12/2013 - 22:33

pinux3 (15:04) - se sbaglia a giudicare un economista, rimane tale. Mentre un giurista che commette errore nel giudicare, non può pretendere che una sua sentenza sia rispettata. Quindi, pinux3, perché parla? Sarà mica un professore?

giordaano

Dom, 08/12/2013 - 22:47

E' cosi' semplice : dopo la sentenza della corte costituzionale, sono illegittimi : i parlamentari eletti con il premio di maggioranza; quelli eletti sulle liste bloccate; il presidente della Repubblica (eletto da parlamentari illegittimi); i senatori a vita nominati dal Presidente della Repubblica illegittimo Risultato : l'unico parlamentare legittimo e' il senatore Carlo Azeglio Ciampi, senatore a vita di diritto tutto il potere a Ciampi.

Ritratto di dellelmodiscipio

dellelmodiscipio

Dom, 08/12/2013 - 22:51

Penso che l'unica soluzione valida secondo la Costituzione (oltre che il MINIMO che si possa fare) sia lo scioglimento rapido del parlamento (illegittimato a fare ora nuove leggi AD PARTITUM) e poi subito nuove elezioni secondo le regole antecedenti ai Matta-Porcelli. Sistema proporzionale con bassa soglia, e mille fiori fioriscano, non solo Papaveri e Girasoli e Margherite tutti orami purtroppo geneticamente modificati. Certo la stabilità non sarebbe più garantita alla Mummia, vivaddio!

Ritratto di Runasimi

Runasimi

Lun, 09/12/2013 - 00:10

Dalle dichiarazioni del nostro capo di stato comunista possiamo capire solo una cosa: AL COLLE LA COSTITUZIONE VIENE USATA SOLO PER PAREGGIARE LE GAMBE DI UN TAVOLO TRABALLANTE. Perciò scordiamoci di andare a votare.

LAMBRO

Lun, 09/12/2013 - 05:42

IL COLLE NON PUO' CONTINUARE AD INGANNARE GLI ITALIANI!! .... E FARE SOLO QUELLO CHE GLI FA COMODO!! QUESTO COMPORTAMENTE E' DITTATORIALE ..... E GENERA I FORCONI O ...DI PIU'. GLI ITALIANI IN TEMA DI DITTATURA E MONARCHIA HANNO GIA' DATO DA QUI' IN POI ...... FORCONI.

Ritratto di giuseppe zanandrea

giuseppe zanandrea

Lun, 09/12/2013 - 06:10

ORDNL certo che tutti gli attuali parlamentari sono da considerare MAI ELETTI e i 148 lo sono due volte!

gustavodatri@vi...

Lun, 09/12/2013 - 07:46

signor presidente napolitano, lei deve rispettare la sentenza della corte costituzionale, non vi sono alibi, siete tutti illegittimi. ha capito bene?

steali

Lun, 09/12/2013 - 08:00

Cosa ciancia il mancato nobel... La corte boccia anche le liste bloccate perciò sono tutti decaduti a parte quei pocchi eletti in vale d'aosta e trentino e i senatori a vita......

Cosean

Lun, 09/12/2013 - 17:40

@ squalotigre Forse non si è accorto che l'ho affermato io! E questo non significa che il problema è esorcizzato! Il problema sono proprio chi afferma il falso. E poi se l'ha proclamata Ciampi, non significa che il RESPONSABILE sia lui! Parola di un cervello fuso, ma che ha capito il nocciolo del problema! Irrilevante chi l'abbia fatta? Credi che abbia diritto di sedere in Parlamento, chi avversa una parte politica con una legge, e l'avversa anche quando questa legge diventa giustamente illegittima? E' irrilevante questo???? E' più o meno la stessa cosa che ha fatto Hitler quando è arrivato al Potere Democraticamente. E in quanto eletto dal popolo, ha continuato democraticamente nella stessa maniera! Parola di un cervello Fuso!

doris39

Lun, 09/12/2013 - 18:13

Se il Porcellum è incostituzionale, si può dire che l’allora presidente della Repubblica Carlo Azeglio Ciampi fece una grande cavolata, visto che firmò la legge. Tra l'altro,il premio di maggioranza al Senato,se non erro,lo volle Lui,il nostro Ciampi!

doris39

Lun, 09/12/2013 - 18:13

Se il Porcellum è incostituzionale, si può dire che l’allora presidente della Repubblica Carlo Azeglio Ciampi fece una grande cavolata, visto che firmò la legge. Tra l'altro,il premio di maggioranza al Senato,se non erro,lo volle Lui,il nostro Ciampi!

cast49

Lun, 16/12/2013 - 19:11

senza il porcellum, via i 148 abusivi, mi sembra ovvio...

cast49

Lun, 16/12/2013 - 19:23

si capisce benissimo che il presidente non super partes sta solo con i suoi simili, hanno una maggioranza bulgara, ma senza i 148 sarebbe "normale"...ma un conto è essere numericamente forte, bisogna vedere se il suo popolo lo vota, e visto l'andazzo (tasse) qualche dubbioso ci sarà...Gli elettori dovrebbero capire che siamo tartassati e che anche loro lo sono...

Ritratto di Ignazio.Picardi

Ignazio.Picardi

Dom, 22/12/2013 - 00:13

SIGNOR NAPOLITANO, IL PARLAMENTO CHE LEI INTERPRETA LEGITTIMO PER IL SOTTOSCRITTO E' ILLEGITTIMO - COMPRESA LA SUA NOMINA SCATURITA DA UN ILLEGITTIMO PARLAMENTO. TANTO PER ESSERE PRECISI - SE INVECE LEI LO VUOL REPUTARE GIURIDICAMENTE E ISTITUZIONALMENTE CORRETTO FACCIA PURE - TANTO NESSUN POLITICO HA IL PIACERE DI LASCIARE LA POLTRONA - ED ANCHE LEI E' STATO POLITICO COME LORO PRIMA E DOPO OGGI.