Ncd pensa all'ammucchiata, ma dopo le Europee

La tentazione di un grande centro: ipotesi alleanza con Casini e Mauro. Però Alfano vuole prima testare il valore del suo partito

La tentazione centrista come antidoto anti-soglia di sbarramento è sempre dietro l'angolo. Sparita dai radar per alcune settimane, la «Cosa Bianca» rientra nel dibattito politico. C'è «l'Italicum» con cui fare i conti, il nuovo progetto di legge elettorale che impone di superare almeno il 5% per poter entrare in Parlamento, a condizione di essere in una coalizione (soglia che sale all'8% se ci si presenta senza alleati, al 12% per le coalizioni nel loro complesso). Un gioco di incastri in cui le tentazioni di navigazione in solitaria per Nuovo Centrodestra, Udc e Popolari di Mario Mauro rischiano di sfociare nel velleitarismo e trasformarsi in una roulette russa.

Le manovre per non restare schiacciati dentro la tenaglia Renzi-Berlusconi procedono, però, a rilento. Una forte accelerazione si era verificata, per disperazione più che per convinzione, tra venerdì sera e sabato mattina. In quelle ore, quando si stava per concretizzare lo storico faccia a faccia tra i leader Pd e Fi, si è toccato il livello massimo del nervosismo interno. Una vigilia agitata in cui sono partite telefonate incrociate non solo tra alfaniani e centristi ma anche con Fratelli d'Italia e Lega per ipotizzare un centrodestra alternativo, una alleanza di sopravvivenza con cui andare a caccia della «soglia di fatto», figlia di un accordo tra i partiti maggiori.

Questa ipotesi non è però decollata. Quando si è capito che Renzi e Berlusconi non avevano intenzione di promuovere un sistema spagnolo puro che avrebbe lasciato solo le briciole agli altri, questa coalizione alternativa è rimasta solo una opzione di emergenza. Ora, con il quadro della nuova legge elettorale che si va componendo, si torna a ragionare a mente fredda. Nei contatti delle ultime ore Popolari e Udc sono tornati a suggerire ad Angelino Alfano la presentazione di liste comuni alle Europee. Ncd, però, alla sua prima, vera prova elettorale (in Sardegna ha passato la mano) non intende annacquare la propria identità e confondere un elettorato proveniente in larghissima parte dal Pdl. «Bisogna procedere compatti fino al voto di maggio» è il ragionamento fatto dal leader Ncd. «Se superiamo la soglia del 4% potremo trattare per le Politiche da una posizione di forza». Alfano è convinto che la pressione congiunta Berlusconi-Renzi possa essere utile per definire l'identità di Ncd e farlo percepire come qualcosa di diverso dai grandi partiti. Il ministro dell'Interno è anche sicuro di poter affrontare con relativa serenità la prova del 4% («i sondaggi veri ci danno oltre il 6%»). Queste convinzioni, però, dovranno fare i conti con la tenuta nei sondaggi e con il congresso del Ppe di marzo.

Le Europee diventeranno, quindi, il trampolino da cui dimostrare di poter essere qualcosa di più di un cespuglio in una alleanza di centrodestra. Le nostalgie forziste, per ora, sono solo accennate. Certo qualcuno fa notare l'atteggiamento morbido di Maurizio Lupi - che in molti vorrebbero alla segreteria del partito - ma che va anche ricollegato alla sua possibile candidatura a sindaco di Milano. Al contrario gli ex An confluiti in Ncd chiudono a ogni ipotesi di riavvicinamento. Una possibilità solo teorica perché di tentativi di recupero della diaspora alfaniana dentro Forza Italia non v'è alcuna traccia. Tanto più alla vigilia della presentazione di un progetto di riforma costituzionale che cancellerà in un colpo 315 seggi parlamentari.

Commenti
Ritratto di Lorenzo1961

Lorenzo1961

Mer, 22/01/2014 - 09:16

dovrebbe testare i suoi marroni

linoalo1

Mer, 22/01/2014 - 09:19

Ma cosa vuoi testare?Non hai voluto Berlusconi ed adesso vorresti un altro capo?Casini?Ma certo,fra traditori ci i capisce meglio!Lino.

antidoto

Mer, 22/01/2014 - 09:21

Testa, testa... tanto non vali una m***a! Demitiano del kaiser!

Kupo

Mer, 22/01/2014 - 09:36

Credo che per testare il suo partito dovrà fare ricorso ai decimali.Ciarpame da prima Repubblica. Ammucchiata dei perdenti attaccata alle poltrone, ai vitalizzi, ai rimborsi spese. Cacca immonda!!!!!

Ritratto di dardo_01

dardo_01

Mer, 22/01/2014 - 09:40

L'annaspamento di NCD e' emerso dal comportamento di questi giorni di Quagliarello, inusitatamente non commentato dal Giornale!

vince50_19

Mer, 22/01/2014 - 10:18

Lorenzo1961 - Se li trova, molto casualmente e chissà dove..

Perlina

Mer, 22/01/2014 - 10:28

La coppia vincente. casini-alfano, è proprio vero ogni simile attira il suo simile, sono dei beceri traditori e come tali verranno trattati dagli elettori. In quanto a testare il suo partito avrebbe fatto meglio se prima si fosse preoccupato di testare la sua materia grigia, che oggi appare in tutte le sue limitazioni.

pinux3

Mer, 22/01/2014 - 10:29

Diciamolo, la storia dell'8% è una cosa "turca" (c'è solo in Turchia...), che ha poco a che vedere con la democrazia. Non esiste che due persone decidano a tavolino che i "piccoli partiti" non debbano esistere PER LEGGE. E ve lo dice uno che NON ha votato per un "piccolo partito"...E poi sta storia delle diverse soglie di sbarramento per chi si presenta in coalizione e chi si presenta da solo...Se un partito vuol presentarsi da solo perchè non è libero di farlo, perchè deve essere penalizzato? Saranno i cittadini a decidere se dovrà entrare in Parlamento o no, non è che adesso i partiti "grossi" possano decidere di "ammazzare" i "piccoli"...Il tutto mi sembra poco "democratico"...Devo dar ragione a Salvini...

Ritratto di aquila

aquila

Mer, 22/01/2014 - 10:29

Angelino, come vice premier sei un fantasma, come ministro dell'interno non batti un chiodo, come puoi immaginare la percezione della gente per un partitino con un leader come te? A te non manca solo il QUID... sai solo ridere sempre a 58 denti anche se c'è da piangere. Coraggio fra poco andrai a casa anche tu e comincerai a scrivere libri.

maubol@libero.it

Mer, 22/01/2014 - 10:32

Ahahahhaa, cosa rifanno il 3° polo? Un successo quello passato con Casini, Fini, Rutelli; questo andrà anche peggio.

vince50

Mer, 22/01/2014 - 10:43

Ammucchiata?classico italiano.Per questi inqualificabili,non conta affatto l'etica la morale gli ideali il rispetto di se stessi.Ciò che conta e di esserci,partecipare alla baraonda senza rinunciare alla spartizione di pani e pesci.Però fare parte di ammucchiate con elementi del genere bisogna stare molto attenti e "proteggersi!!",perchè alla minima distrazione non perdonano!!.

Ritratto di 02121940

02121940

Mer, 22/01/2014 - 14:59

AlfaNo si vuole "testare"? Sarà una frana. La politica non fa per lui. Vorrebbe, ma non ci arriva.