Negati i servizi sociali a Cuffaro

La Procura generale aveva detto sì, ma il Tribunale si è opposto: "Non ha collaborato con la giustizia"

Il pg di Roma, Elio Costa, aveva espresso parere favorevole all’affidamento ai servizi sociali di Salvatore Cuffaro, ma oggi il tribunale di Sorveglianza ha rigettato la richiesta dell'ex presidente della Regione Siciliana che sta sontando una condanna a sette
anni per favoreggiamento aggravato di Cosa nostra. La Procura generale aveva detto sì, ma solo per svolgere attività lavorativa in un istituto dei ciechi di Roma e non alla missione "Speranza e carità" di Palermo come richiesto dai legali di Cuffaro. Niente da fare, però. Danno permessi speciali e fanno scappare serial killer e camorristi e poi negano i servizi sociali. Distonie giudiziarie.

Il provvedimento di rigetto è legato alla mancata collaborazione di Cuffaro con la giustizia, nemmeno sotto forma di ammissioni di responsabilità. Per i reati aggravati da fatti di mafia la collaborazione è infatti una delle condizioni previste dalla legge per concedere l’affidamento in prova ai servizi sociali, chiesto dai difensori dell’ex presidente della Regione Sicilia. Gli avvocati Maria Brucale e Giovanni Vaccaro avevano osservato che il loro assistito non è stato condannato per associazione mafiosa o per concorso esterno, ma per favoreggiamento aggravato dall’agevolazione di Cosa nostra e in questi casi i paletti sono meno rigorosi. Insomma, Cuffaro rimane a Roma. A Rebibbia.

Commenti

Albaba19

Ven, 20/12/2013 - 12:15

"è stato condannato solo per favoreggiamento aggravato dall’agevolazione di Cosa nostra" un santo!!!! ma come si fa!!!

honhil

Ven, 20/12/2013 - 12:21

L’unico guaio del due volte presidente della Regione siciliana è che Cuffaro non è né un serial Killer né un capo mafia. Quell’ “esisterebbero ancora, infatti, margini per una collaborazione” è tutto un programma. Ci si aspetta da “Totò Vasa Vasa”, magari, una bella narrazione di alta mafia tutta inventata, come le cronache spesso raccontano, su cui impostare un gran bel processo con tante condanne molto esemplari e poi … e poi con quel che segue: dopo anni e anni arrivano le scarcerazione ma senza scuse.

BlackMen

Ven, 20/12/2013 - 12:22

Certo che potevate scegliere un'altro caso. Se usate come esempio di malagiustizia la negazione dei servizi sociali per un condannato per favoreggiamento aggravato di Cosa Nostra non ne uscite benissimo..lo dico per voi

roberto78

Ven, 20/12/2013 - 12:25

sono contro i permessi per i killer ... ma questo non toglie che cuffaro debba stare in carcere senza nessun premio particolare (intanto per il tipo di reato, particolarmente odioso vista la carica che ricopriva, poi perchè non ha mai collaborato... e quindi appena uscirà si troverà con tanti amici che gli restituiranno il favore ...)

Ritratto di Ubidoc

Ubidoc

Ven, 20/12/2013 - 12:29

Per l'aver dato la fiducia al governo del pregiudicato signor Berlusconi Silvio ora,nonostante una curriculum giudiziario di tutto rispetto compresa come al solito la sicula complicità mafiosa,viene difeso da questo giornale. Difendere il proprio Dio angeli caduti compresi. Che schifezza !

Ritratto di Uchianghier

Uchianghier

Ven, 20/12/2013 - 12:35

Signor Cuffaro la prossima volta ammazzi due o tre donne, sicuramente gli saranno concessi gli arresti domiciliari oppure i permessi premi.

Ritratto di diversamentedidestra

diversamentedidestra

Ven, 20/12/2013 - 12:45

Gia', e' strano che non sieda in parlamento, ma sia in galera. I mafiosi in italia soliramente sono deputati e senatori.

comase

Ven, 20/12/2013 - 13:19

se fosse stato un pluriomicida e stupratore li avrebbe ottenuti senza problemi.

cicero08

Ven, 20/12/2013 - 13:23

Siamo davvero ad un livello troppo basso. Sono farri che fanno impallidire le normali buffonate...

Ritratto di KNight

KNight

Ven, 20/12/2013 - 13:30

siete veramente dei vermi

Ritratto di Carlito Brigante

Carlito Brigante

Ven, 20/12/2013 - 13:33

Il giornale fa populisticamente leva sul contrasto tra la brutalita' dei delinquenti comuni e la criminalita' dei colletti bianchi per suscitare l'umana vicinanza verso personaggi che in realta' non la meriterebbero. Favoreggiamento aggravato dall’agevolazione di Cosa nostra non e' proprio un peccatuccio.

jeanlage

Ven, 20/12/2013 - 13:41

Il vero crimine di Cuffaro è di non essere né comunista né amico delle coop rosse, fiancheggiatrici della mafia, nonché splendide amministratrici dei centri di raccolta profughi. Chi crede ancora nei processi per favoreggiamento (interno o esterno) alla mafia, aspetti con fiducia il 25 dicembre e il 6 gennaio. Babbo Natale e la befana arriveranno sicuramente.

Ritratto di Ubidoc

Ubidoc

Ven, 20/12/2013 - 13:52

@ comase -Un omicida o uno stupratore colpisce uno o più individui. Il politico delinquente (solitamente italiano ) colpisce tutta la società. Per tal motivo chi danneggia la società è maggiormente sanzionato. In Cina c'è la pena di morte per tal reato. Come,per i destrorsi,c'era nella Grecia di destra dei Colonnelli e nel regime di destra del siur Pinochet.

ro.di.mento

Ven, 20/12/2013 - 13:54

EVVIVA I MAGISTRATI STR..... !!! questo si doveva dichiarare colpevole di una cosa che dice di non aver mai fatto !!!!!!!! ma che andassero a f.....

ro.di.mento

Ven, 20/12/2013 - 14:03

tutti quelli che qui sopra pretendono di considerare cuffaro veramente un mafioso e quindi il suo giusto incarceramento dovrebbero domandarsi con obiettività se quello che hanno stabilito questi nostri "giudici" è vero, visto che loro prediligono i "cantatori" alla ciancimino, fetidi mentitori che riescono a far mettere sotto processo per anni tanti nostri bravi, bravissimi investigatori. ricodate abu omar? poverino risarcito con un milione di euro dai nostri tribunali per essere stato "rapito" (magari l'avessero anche soppresso!) per poi essere condannato per terrorismo recentemente dqa un altro nostro tribunale !!! ma andate a f.....

Ritratto di sailor61

sailor61

Ven, 20/12/2013 - 14:09

è inutile ribadire lo schifo e la disapprovazione per questi fenomeni. Leggendo i post inoltre emerge, se ancora ce ne fosse bisogno, che la vicinanza a Berlusconi è di per se motivo sufficiente per essere condannati e/o cancellati dal panorama politico. Quoto jeanlange totalmente!

lorenzo464

Ven, 20/12/2013 - 14:12

povero Cuffaro, roba da toglier il sonno...

Massimo Bocci

Ven, 20/12/2013 - 14:15

E la chiamano GIUSTIZIA??????? ANCORA!!!!! VERI RECIDIVI!!!!

Albaba19

Ven, 20/12/2013 - 14:21

sailor61 - uno per dire quello che ha detto lei dovrebbe aver letto i verbali. lo ha fatto?? allora come fa ad affermare questo?? solo perchè ormai è usanza dare la colpa alla magistratura a prescindere?? la storia di cuffareo è arcinota e nessuno credo si sia mosso come paladino nella sua difesa, ha difeso solo l'onorabilità del partito a cui apparteneva, solo per quel motivo se ne è parlato altrimenti non se ne sapeva nulla.

cicero08

Ven, 20/12/2013 - 14:38

Eppure Cuffaro, uomo delle istituzioni, si è sempre comportato in modo esemplare nei loro confronti al contrario di qualcunaltro che, senza aver conosciuto l'onta del carcere, non perde occasione per attaccare e denigrare l'Ordine Giudiziario...

Pelican 49

Ven, 20/12/2013 - 14:45

Sicuramente l'evaso di Genova aveva collaborato con la Giustizia!! (segue pernacchia). Il problema è che Cuffaro non è un compagno, sennò forse non andava neanche in carcere.... questa è l'Italia di oggi ...e, purtroppo, anche quella di domani. La 'ndrangheta e la mafia volevano infiltrarsi nella Magistratura e non ci sono riusciti, ma i coministi sì, eccome!

tormalinaner

Ven, 20/12/2013 - 14:46

Mi sembra logico che Cuffaro non essendo organico alla sinistra non goda di nessuna protezine da parte della magistratura.

Giampaolo Ferrari

Ven, 20/12/2013 - 14:52

Fino a quando anche i giudici non dovranno rispondere dei loro errori è inutile parlare noi comuni sudditi.Noi siamo sempre a chi credere??ne hanno combinate talmente di clamorose che non si può avere fiducia.Una persona si priva della libertà quando non esiste il piu piccolo dubbio sulla sua innocenza.Tra le piu clamorose ENZO TORTORA i cialtroni dei giudici dovevano essere radiati,invece percepiscono miliaia e miliaia di euro di pensione.

Ritratto di marforio

marforio

Ven, 20/12/2013 - 15:19

DI tutti e due i casi non me ne frega una mazza.

pinux3

Ven, 20/12/2013 - 15:22

E allora? Siccome hanno sbagliato una volta dovrebbero sbagliare ancora? Ma che "ragionamento" è?

Giuseppe24470

Ven, 20/12/2013 - 15:27

Scusa Albaba19 se citi tra virgolette non dovresti aggiungere parole. Metodo Travaglio? "E' stato condannato solo..." lo hai letto solo, appunto, tu. Cmnq i servizi sociali si danno anche ai mafiosi oltre che ai serial killer e stupratori o camorristi. Ma a Cuffaro no. Cosi' come a berlusconi nemmeno un permesso di qualche ora. La Giustizia italiana fa ridere come fanno piangere gli scendiletto di Magistratura Democratica che parlano a vanvera anche su questo forum...

Ritratto di Vendetta

Vendetta

Ven, 20/12/2013 - 15:36

E un piacere leggere questi articoli. Cosi capisco il livello di stupidita' del Giornale e di conseguenza le coglionate di pensiero che continua ad instillare a determinate persone. Altro non si puo' scrivere. Fate pena

pinux3

Ven, 20/12/2013 - 15:39

@tormalinaner..."Mi sembra logico che Cuffaro non essendo organico alla sinistra non goda di nessuna protezine da parte della magistratura" Classico "ragionamento" banano...Certo che non vi smentite mai...

baldo1

Ven, 20/12/2013 - 16:23

è un'articolo talmente triste che dimostra come certa gente non riesca a guardare oltre..

Ritratto di semovente

semovente

Ven, 20/12/2013 - 16:41

Sempre che le sentenze siano aderenti alla realtà (molti casi fanno pensare che non lo siano).

Giuseppe24470

Ven, 20/12/2013 - 16:47

Fa piacere, invece, leggere i commenti dei sedicenti moralisti e sinistrati vari. Quelli che "tanto a me non mi indagano nemmeno" quindi posso giocare a fare il moralmente superiore. La Giustizia italiana e' fallita da oltre 30 anni ma tentare di spiegarlo a chi e' rimasto fermo si e no ai pogrom e' impresa ardua. Chiudo con le parole dell'ex Sen. PD Crisafulli mandato ai domiciliari perche' beccato a chiacchierare con un Boss mafioso: "Minchia! Se ero di FI gia' a Guantanamo mi avevano portato!"...saluti.

Albaba19

Ven, 20/12/2013 - 16:47

Giuseppe24470 - vero, si danno anche ai mafiosi, ha ragione lei ma in questo caso non gli è stato accordato perchè non coolaborativo insomma secondo i giudici non ha detto tutto quello che sapeva. in questo caso si può non dare i permessi. ora che sia vero o no non glielo so dire e solo pochi possono affermarlo. si può essere daccordo o no ma le motivazioni sono queste. saluti e buone feste

Sbenanex

Ven, 20/12/2013 - 16:54

Vendetta anche lei perde il suo tempo come io il mio a leggere il suo commento

teoalfieri

Ven, 20/12/2013 - 17:22

meno male... ma scherziamo?!?!? I danni che ha fatto questo soggetto...ci mancherebbe pure che andasse ai domiciliari!! Ma che scrivete!!

cast49

Ven, 20/12/2013 - 19:00

SCHIFOSI...