Nel partito è già iniziato il risiko per i ruoli chiave

La nuova Forza Italia dovrebbe essere nelle mani di Verdini, Capezzone e Santanchè. Solo in seconda fila i ministeriali. Ma all'interno sono sicuri: "Il Cav accontenterà tutti"

Roma - Tutti attendono Berlusconi: elettori, militanti ma soprattutto i parlamentari che dovrebbero accoglierlo oggi nella nuova sede di piazza San Lorenzo in Lucina. Vogliono che il leader dia la linea; che faccia chiarezza; che faccia pure pulizia negli ingranaggi ossidati del partito. Vecchie ruggini che persistono anche quando tutto dovrebbe cambiare. In queste ore albeggia Forza Italia ma il tramonto del Pdl porta con sé livori antichi.
Non è soltanto la spaccatura tra falchi e colombe, tra moderati e radicali, tra filogovernativi e filournisti. È tutto un ribollire di inimicizie e invidie reciproche. Il caso del senatore nonché sottosegretario alle Politiche agricole Giuseppe Castiglione, non è affatto chiuso. Anzi, proprio la sua gaffe ha scoperchiato un pentolone di polemiche. Castiglione aveva prima ammesso l'esistenza di una fronda pidiellina, pronta a tradire il Cavaliere, qualora avesse deciso di staccare la spina al governo Letta. Assieme a lui, aveva ingenuamente confidato a un cronista di Piazza Pulita, «tre sono molto vicini a me... Sono della cosa... C'è il mio gruppo: Mario Torrisi, Vincenzo Gibiino e Pippo Pagano. Ma poi ce ne sono altri, si apre una fronda... Tre, quattro? Siamo assai...». Gli altri, eletti in Sicilia, sono Francesco Scoma, Bruno Mancuso, Marcello Gualdani. I quali, però, hanno giurato di garantire e ribadire piena e incondizionata fiducia in Berlusconi. Castiglione in primis che, dopo una lavata di capo da parte di Angelino Alfano - suo sponsor - ha fatto dietrofront: «Sono un lealista». Storia chiusa? Neanche per idea. Anche perché lo scivolone di Castiglione non nasce oggi.
Un big del Pdl siculo come l'ex ministro Stefania Prestigiacomo, forzista fin dal '94, in fondo aveva lanciato l'allarme già nel giorno del compleanno di Berlusconi un anno fa. 29 settembre 2012, Prestigiacomo tuonò: «Basta, me ne vado. Sono disgustata dal Pdl. Con Berlusconi i rapporti sono ottimi ma del sogno berlusconiano in questo partito non c'è più traccia. Siamo circondati da piccoli gruppi di potere che passano le giornate a litigare». In molti le chiesero di non sbattere la porta e l'ex ministro rincasò. Con chi ce l'aveva? Proprio con Castiglione, reo di aver fatto terra bruciata in Sicilia, di «aver disperso quello che era un granaio di voti berlusconiani; di aver indebolito il partito alimentando faide intestine». Oggi Prestigiacomo va giù dura: «Castiglione si deve dimettere». Antiche acredini regionali s'intrecciano nella frattura falchi-colombe e nella più complessa partita per il controllo di Forza Italia. Semplificando all'osso, il caso Sicilia si può tradurre in un «colombe Alfano-Schifani-Castiglione vs falchi Miccichè-Prestigiacomo-Verdini-Santanchè».
Un partito in ebollizione specie in vista del nuovo organigramma della rinascente Forza Italia. Giurano che ormai le redini del partito siano nelle mani salde di Verdini e i suoi. Qualche nome di peso: il giovane Luca D'Alessandro, l'ex scajoliano Ignazio Abrignani, il neo uomo-macchina Gregorio Fontana, lo stakanovista Daniele Capezzone e naturalmente la fedelissima Daniela Santanchè. In seconda fila i «ministeriali» Angelino Alfano, Maurizio Lupi e Gaetano Quagliariello. Andrà a finire così? Un vecchio forzitaliota della prima ora ne dubita: «Berlusconi cercherà di non scontentare nessuno. Ha sempre fatto così. Terrà tutti dentro e tutti saranno al suo fianco. In fondo i voti li ha lui. E senza di lui noi, noi tutti, non siamo nulla».

Commenti
Ritratto di gzorzi

gzorzi

Gio, 19/09/2013 - 08:50

Bravi, pensate alle sedie.

citano39

Gio, 19/09/2013 - 09:07

Capezzone è senza dubbio una brava persona. Ma che c'ebtra con FI? Dov'è finito Martino? (Si, Martino, Forzista della prima ora)

Ritratto di hellmanta

hellmanta

Gio, 19/09/2013 - 09:19

Ma come?!?? Nell'articolo prima dicevate che è il PD che sta implodendo, che perde i pezzi, che non è capace di tenere unite le correnti... Adesso qui scrivete che il PdL è nella stessa situazione?!? Mi sa che alle prossime elezioni voterò Forza...NUOVA!

Cinghiale

Gio, 19/09/2013 - 10:39

@hellmanta Gio, 19/09/2013 - 09:19 - Onore a noi.

Pedrino

Gio, 19/09/2013 - 10:40

Ma come?? Deve arrivare il presidente a spartire i posti? Non ci sono proposte, elezioni?

Ritratto di Memphis35

Memphis35

Gio, 19/09/2013 - 10:47

Nomi tutti che rappresentano delle autentiche certezze...di trattamento sanitario obbligatorio e di avviso di garanzia. Dopo la riproposizione, in chiave moderna, del film "La corazzata Potemkin" con allegato commento fantozziano, ecco le prime proposte di rifondazione del partito. Ma datevi all'origami, all'ikebana, all'ippica...e lasciate che sia un'altra destra ad occuparsi della gestione della cosa pubblica.

epc

Gio, 19/09/2013 - 10:50

Sono contento della rinascita di Forza Italia, ma se cominciamo così cominciamo male, e non mi sembra che il Giornale faccia un buon servizio a sottolineare questi aspetti...... Forza Italia dovrebbe ripartire, più che con una spartizione di poltrone, con un manifesto (liberismo, meritocrazia, libertà personali) ed un programma (cosa tagliare, cosa modernizzare, cosa cambiare). Così si risveglia l' interesse e l' attenzione della maggioranza silenziosa di centro-destra, non con discussioni su poltrone ed intrallazzi vari.

epc

Gio, 19/09/2013 - 10:51

Sono contento della rinascita di Forza Italia, ma se cominciamo così cominciamo male, e non mi sembra che il Giornale faccia un buon servizio a sottolineare questi aspetti...... Forza Italia dovrebbe ripartire, più che con una spartizione di poltrone, con un manifesto (liberismo, meritocrazia, libertà personali) ed un programma (cosa tagliare, cosa modernizzare, cosa cambiare). Così si risveglia l' interesse e l' attenzione della maggioranza silenziosa di centro-destra, non con discussioni su poltrone ed intrallazzi vari.

Michele Calò

Gio, 19/09/2013 - 11:06

Richard Nixon è stato un grandissimo presidente USA: tra le molte basti ricordare la politica del ping-pong che innescò rapporti normali con la Cina maoista ponendo fine ad un pericolosissimo stallo con minacce nucleari innescate dopo la guerra di Corea. Una delle sue acute analisi riguardava gli italiani. Disse:"Gli italiani? Sono fantastici! In tre riescono a fare cinque partiti.", azzeccando così, in una sublime sintesi, la plurisecolare realtà di una bellissima terra in cui il senso dello Stato, della Nazione, della Patria appartiene ad una minoranza di eletti mentre "l'Italia è solo una espressione geografica" sentenziò a ragione il Metternich più di due secoli fa. Ne consegue che nessun partito ne è immune mentre la cialtroneria di una popolazione imbelle, masochista, profondamente ignorante ed egoista, pezzente nell'anima, non solo non ha orgoglio e dignità individuale ma volentieri si china per meglio farsi sodomizzare dal parassitarismo organizzato sindacale, politico, statalista. Ovviamente poi se ne lamenta, al bar, in ufficio, a casa, in un cazzeggio infinito condito da lai, anatemi, maledizioni ma sempre senza mai agire e protestare, accecato dalla biliosa rabbia dell'ottuso diplopico. Se appena si avvicina ad una minima scolarità si erge a Treccani vivente, a giudice supremo illuminato dalla sapienza delle didascalie dei pennivendoli, delle mistificazioni parolaie televisive di una casta autoreferenziale che si autoassolve a spada tratta, dimentica di quella parabola dei Vangeli che parla della pagliuzza negli occhi altrui ma indifferente alla trave negli occhi propri. Ecce italioti! Da destra a sinistra, andata e ritorno, oggi ancora più colpevoli nella non informazione pure disponendo di internet, che permette l'accesso agli atti pubblici, parlamentari, giudiziari, italiani ed europei, ove la fredda e neutra cronaca racconta una verità non mistificata dalle meretrici parolaie, da pennivendoli prezzolati quanto analfabeti, dalla casta dei lenoni che da 70anni sfrutta chi lavora e produce. Forza Italia è divisa? Il PD implode? M5S si rivela per l'accozzaglia fognaria che è? Ordinaria "italiotità" in un Paese marginale che ha rinunciato all'essere Nazione e Patria, che ha rinnegato la propria cultura e le proprie origini, che ha svenduto la propria sovranità per mezzo di traditori ripagati ingiustamente con il Quirinale, con il Governo, con la presidenza UE, con prebende milionarie in euro alla faccia di poveri cristi, tutelati da una magistratura (sic!) giacobina, sanguinaria, incompetente e prosseneta. Sarà per questo che me ne sono andato all'estero per trovare lavoro? E che da un anno si è tornati ad una emigrazione consistente che non si vedeva da 40anni?

Emigrante75

Gio, 19/09/2013 - 11:27

Che tristezza! Dovrebbe essere la formazione del rilancio del CDX e, ancora prima di inaugurare la sede, si stanno già scannando per le poltrone... Ho l'impressione che la nuova "cosa" assomigli molto al M5S a cominciare dal capo che non siede in parlamento perchè pregiudicato....

morello

Gio, 19/09/2013 - 11:28

Santanchè ,Verdini ,Capezzone : proprio i tre che la nuova ( ???) F.I. dovrebbe mandare a casa per essere minimamente credibile.

Giuseppe Borroni

Gio, 19/09/2013 - 11:59

ma la trinita' e' tutta un'altra cosa, o sbaglio?

maurizio50

Gio, 19/09/2013 - 12:01

Buoni i siciliani citati nell'articolo: sembra l'elenco degli affiliati al Clan dei Catanesi!!!Ditemi Voi come si possa pensare di rilanciare il CD con elementi quali quelli che avete individuato!!

Ritratto di bassfox

bassfox

Gio, 19/09/2013 - 12:05

tutta gente nuova e di livello! continuate pure a distruggere la destra italiana, grazie...

Ritratto di demistotele

demistotele

Gio, 19/09/2013 - 12:13

ce n'era proprio bisogno! proprio ieri sentivo Giovanardi che diceva che lui non è mai stato e mai sarà in Forza Italia. E sosteneva che come lui la maggior parte del PDL. Quindi? Che si fa? chi vuole esce dal pdl e va in FI? che si fa? due partiti? falchi in FI e colombe in pdl? Qua è peggio che a sinistra....

Ritratto di 02121940

02121940

Gio, 19/09/2013 - 12:46

Leggo: “La nuova Forza Italia dovrebbe essere nelle mani di Verdini, Capezzone e Santanchè”. Francamente non mi sembra una scelta “prudente”. Capisco che"Il Cav accontenterà tutti", ma mi sarei aspettato una scelta più oculata. Dei tre non me ne va bene uno, ciascuno per diversi motivi, che a me dovrebbero sembrare comprensibili. Manca solo Alfano e la frittata è servita. Capisco che Silvio non abbia molto da scegliere, ma partire con quei tre significa voler perdere.

Ritratto di promfran

promfran

Gio, 19/09/2013 - 13:00

Caro Sig.Calò come mi è lieve il suo parlare!!! sono anni che anchio cerco di convincere chi mi circonda che la situazione non potrà mai cambiare finchè noi italiani non rinunceremo ognuno al proprio piccolo privilegio, derivante dall'amica che lavora in ospedale o in comune etc etc..parole al vento, tutti inchiodati a dx o sx, con comportamenti al limite del legale. Mia figlia è a Berlino da appena laureata e si trova benissimo. Siamo fieri di lei, è la nostra unica grande gioia di vita, una figlia moralmente sana e onesta.Saluti Francesca

Ritratto di leopardi50

leopardi50

Gio, 19/09/2013 - 13:04

Mi immagino gia la bocca dei lupi famelici di FI che gronda di sangue delle vittime della lotta per il potere e su chi prenderà lo scranno più vicino al messia.

giovi bl

Gio, 19/09/2013 - 13:30

Qui siamo tutti di destra ma non leggo un commento favorevole,non posso che associarmi agli altri commentatori

xgerico

Gio, 19/09/2013 - 13:36

E Bertolaso e già sparito?!

Il giusto

Gio, 19/09/2013 - 14:03

verdini,capezzone,santanchè!Un mafioso,uno che 5 anni fa sputava sul pregiudicato,e una pronta a vendere anima e corpo per soldi!Complimenti per la scelta!Quasi quasi voto per la sacra corona unita la prossima volta,sono piu' onesti di questi!!!!

Mr Blonde

Gio, 19/09/2013 - 14:07

Giovani e incensurati... Llo ripeto come in altri post: si rischia un ventennio senza un area liberale, quella di cui il paese ha bisogno ora. Il pd renzi o non renzi avra' le mani libere ovunque, con buona pace della riforma liberale del ns stato, ma puo' essere che nessuno ha le palle x cacciare i verdini le santanche' ecc.?

Il giusto

Gio, 19/09/2013 - 14:14

verdini,capezzone,santanchè!Un mafioso,uno che 5 anni fa sputava sul pregiudicato,e una pronta a vendere anima e corpo per soldi!Complimenti per la scelta!Quasi quasi voto per la sacra corona unita la prossima volta,sono piu' onesti di questi!!!!

Il giusto

Gio, 19/09/2013 - 14:15

verdini,capezzone,santanchè!Un mafioso,uno che 5 anni fa sputava sul pregiudicato,e una pronta a vendere anima e corpo per soldi!Complimenti per la scelta!Quasi quasi voto per la sacra corona unita la prossima volta,sono piu' onesti di questi!!!!

Ritratto di Agrippina

Agrippina

Gio, 19/09/2013 - 17:59

02121940 e Mr.Blonde,concordo assolutamente con voi,aggiungo inoltre che proprio il ritorno di questa sigla è per me una soluzione fallimentare.Non so voi,ma io che no sono mai stata berlusconiana,aspetto la fine di questo ciclo nella speranza che un area liberale possa seriamente nascere e crescere.