Nella corrente del fiume come pesci

Come pesci. Senza rete. Discendere i fiumi a mani nude, senza imbarcazioni e senza essere dotati di squame e pinne, potrebbe sembrare un'emozione superflua. Eppure fa tornare bambini, costringendoci a vincere la paura. Non servono particolari competenze se non saper galleggiare e non soffrire di vertigini. Per il resto basta il coraggio. Il canyoning si pratica accompagnati da guide alpine con il brevetto. Loro sanno quando il fiume è in condizione ottimale e di fronte a un'eventuale crisi del cliente hanno sempre un piano B. Fra i percorsi base (50-60 euro per 4 ore, attrezzatura compresa), quelli della Val Bodengo alle pendici della Val Chiavenna (www.valbodengo.com), o le forre del Cellina in Friuli Venezia Giulia (www.guidealpinefvg.it)