Big democratici e onorevoli: la rete della zarina della Tav

Nelle intercettazioni del gip che ha fatto arrestare la Lorenzetti compaiono anche Bersani e Finocchiaro

Roma - Non c'è solo l'accusa di corruzione per l'ex presidente di Italferr (s'è dimessa ieri) ed ex governatrice umbra Maria Rita Lorenzetti, nelle 450 pagine dell'ordinanza del gip di Firenze. Nel documento che ha mandato ai domiciliari l'esponente Pd con altri cinque c'è anche l'ennesimo spaccato dell'intreccio tra affari e politica, il «sistema Pd» che si muove per risolvere problemi non solo squisitamente politici. Entrature, chiacchiere, abbocchi che con l'inchiesta penale non c'entrano, visto che gli altri politici sono estranei all'indagine, ma che sono finite nella rete delle intercettazioni, e disegnano la rete di relazioni tra la Lorenzetti, i suoi «uomini» e una serie di esponenti del Pd, a cui ci si rivolge di volta in volta per cercare di capire le mosse del governo su una determinata questione, per caldeggiare una candidatura «premio», per ottenere un placet politico su lavori che interessano la Tav.

Persino il nome dell'ex segretario Pier Luigi Bersani viene «evocato» quando la «squadra» della Lorenzetti cerca un posto nella giunta siciliana di Crocetta per il geologo piddino Gualtiero «Walter» Bellomo, che secondo gli inquirenti considerava l'upgrade politico un riconoscimento per il lavoro svolto «conto Tav» nella commissione Via del ministero dell'Ambiente. Il 21 novembre Bellomo è con la senatrice Pd Anna Finocchiaro, e dà istruzioni al telefono a un ex consigliere regionale siciliano: «Quando tu vedi Bersani (...) devi assolutamente parlargli e dirgli che deve chiamare subito Anna Finocchiaro». Ribadisce la richiesta via sms anche al segretario regionale del Pd Giuseppe Lupo (che ieri l'ha sospeso dal partito), spiegandogli di sollecitare Bersani perché «potresti avere un altro assessore amico». Non se ne fa niente. Eppure, intorno alle ambizioni del geologo, un mese dopo si muovono ancora molti notabili del partito. Bellomo chiama la Lorenzetti e le spiega di voler puntare al Palazzo: «Ne ho già parlato con Anna (Finocchiaro, ndr), insomma lei dice che è d'accordo (...) le ho chiesto che questa volta voglio fare il parlamentare». Poi, «quasi ad avvalorare i suoi meriti e il maturato diritto a poter chiedere anche un incarico di parlamentare», spiegano gli inquirenti, Bellomo «riferisce» alla Lorenzetti che «sta per chiudere» un parere. Nonostante la Lorenzetti si spenda per lui, caldeggiandone col partito la candidatura in Sicilia «invece che quel Lauricella (poi eletto, ndr) che mi pare una prugna secca», anche il Parlamento resta un sogno, dopo il rifiuto di Bellomo - che prende contatti anche con l'imprenditore dalemiano Roberto De Santis - di partecipare alle «parlamentarie» del Pd. La Lorenzetti non demorde: «Speriamo ci sia spazio nel governo. Tu saresti davvero una risorsa».

La «squadra» - per il gip una «stabile associazione a delinquere» - non pensa solo alle carriere politiche. Sfrutta le conoscenze per lavorare meglio. A novembre il gruppo teme che l'allora ministro Clini voglia accorpare due commissioni. Lo stesso Bellomo chiama l'onorevole Pd Raffaella Mariani, avvertendola del «pericolo», e la deputata «assicura il suo interessamento»: «Mettiamo le mani avanti anche in Cdm». È direttamente la Lorenzetti, invece, a garantire che chiederà ad Assisi il 6 dicembre una firma al ministro Ornaghi per un'autorizzazione. Ed è ancora lei che alla vigilia della perquisizione, parlando con i collaboratori dei lavori a rilento, sostiene di avere «la piena disponibilità» del governatore toscano Rossi: «Ho incrociato Enrico Rossi più di una volta, mi ha detto, “per carità, qualsiasi cosa” (...) insomma il capo di gabinetto, Baretta, “e se c'è qualcosa di più politico”, ha detto, “casomai chiama me”». Nelle carte Rossi è indicato come colui che ha preso la decisione di rimuovere il capo dell'ufficio «Via» regionale, Fabio Zita, su input della Lorenzetti. Per gli inquirenti Rossi «indipendentemente dalla buona fede (...) ha di fatto consentito all'associazione criminale di escludere un funzionario pubblico scomodo». Un punto su cui, ieri, Sandro Bondi ha chiesto lumi a Rossi. Sempre la Lorenzetti regala una «citazione» negli atti a Matteo Renzi e al suo super dirigente e «braccio destro» in Comune Giacomo Parenti, che assicura alla «squadra» dell'ex governatrice «il sostegno del comune di Firenze in merito alla variante che prevede il consolidamento della Fortezza da Basso».

Commenti
Ritratto di marione1944

marione1944

Mer, 18/09/2013 - 08:43

Ottimo e abbondante, di nomi.

Ritratto di copyleft

copyleft

Mer, 18/09/2013 - 08:50

La differenza tra noi e voi è che noi non alzeremo barricate per difendere l'indifendibile se i tre gradi di giudizio dovessero sancire la colpevolezza di questo o quello...che si chiamino Renzi, Lorenzini, Rossi, D'Alema o Finocchiaro...

Ritratto di Luigi.Morettini

Luigi.Morettini

Mer, 18/09/2013 - 08:51

La zarina di Massimo D'Alema, Maria Rita Lorenzetti, nonchè cara amica della Finocchiaro (quella con il marito rinviato a giudizio ma che mai verrà celebrato), ex presidente della Regione Umbria e pezzo da novanta della Direzione PD è stata arrestata per "ASSOCIAZIONE A DELINQUERE". Altre 31 persone sono sotto accusa per reati che di solito vedono coinvolti soggetti con il DNA della Mafia nelle vene! Nonostante questo popò di terremoto i soliti "Orinatoi Pubblici" Omnibus, Ballarò, Coffee-Break e via orinando, silenzio assoluto nonostante la demenziale e penosa partecipazione dei "Polli PdL" scelti per la consueta ridicolizzazione. Come al solito, si parla, si straparla e ci si continua a sbrodolare sempre e solo di Ber..... indovinate un po'? Avanti popolo....

Ritratto di gzorzi

gzorzi

Mer, 18/09/2013 - 09:25

Purtroppo l'intreccio politica/affari riguarda tutta la nostra classe politica, non se ne salva uno, andiamo avanti così.

guidode.zolt

Mer, 18/09/2013 - 09:37

copyleft - ..ma qui non si fanno illazioni, non ci si arrampica sugli specchi, non si creano teoremi dal nulla, qui si accerta la ragnatela di complicità che avvolge, in Italia, tutto ciò che si muove dietro all'argent...perchè di questo si tratta alla fine ed alla commistione affari-politica relativamente al pd...in pratica il "dietro le quinte" di cui non si parla mai, ma perchè è proibito!

Ritratto di rinnocent637

rinnocent637

Mer, 18/09/2013 - 09:37

Sono pronto a scommettrci i miei attributi (anche se vecchi) che questa Lirebzetti e i suoi complici non verrenno nemmeno processati, ricordiamosi e mettiamosi bene in testa che i comunisti del PD Sel hanno un trattamento di riguardo da parte dei giudici rossi. VEdi Penati, BPS, che ci sono nette prove del coimvolgimento di alcuni esponenti del PD di cui Fassino,vedi Vendola che chi lo doveva giudicare era a tavola a pranzo con lui, vedi il caso Abbiano una banca etc etc.In Italia c'è solo un delinquente politico da eliminare BERLUSCONI, e lo stanno facendo anche sfacciatamente senza onore ne pudore.

Ritratto di copyleft

copyleft

Mer, 18/09/2013 - 09:58

@gzorzi: Bravo!!! Se tutta la passione che mettiamo nel difendere od offendere berlusconi la usassimo per indignarci per tutto quello che ci circonda forse nel giro di pochi anni diventeremo uno stato normale e pacificato. Basta fazione pro e contro uno!!! Siamo un popolo che si merita di più, riprendiamoci l'italia!!! Fatevene una ragione! Belusconi ha fallito così come ha fallito la sinistra...prendiamone atto e andiamo avanti senza più guardarsi indietro!!!

ilfatto

Mer, 18/09/2013 - 10:00

@rinnocent637....IO, a differenza SUA, da elettore del PD pretendo che chi ruba vada in GALERA, anzi le dirò, che gradirei, per quelli del MIO partito un inasprimento della PENA, capita la differenza tra LEI e ME? facile no?

Giorgio5819

Mer, 18/09/2013 - 10:02

Basterebbero 4 giudici seri e questa marmaglia di sinistrati mentali si squaglierebbero come neve al sole, ma ormai abbiamo permesso il compimento di un lungo e strisciante colpo di stato e siamo in mano alla peggior sinistra d'europa.

Giorgio5819

Mer, 18/09/2013 - 10:04

Che problema c'è ? Avete visto tutti che fine ha fatto la questione mps...asfaltata e murata dietro la cortina impenetrabile dei loro intrallazzi, e qualcuno pensa che questa pagherà? Illusi.

terzino

Mer, 18/09/2013 - 10:05

Altro che piovra ma finirà a tarallucci e vino come al solito quando si guarda da quella parte.

Accademico

Mer, 18/09/2013 - 10:10

Fuori i nomi. Con chi parlava al telefono la Lorenzetti ?

Ritratto di copyleft

copyleft

Mer, 18/09/2013 - 10:25

@guidode.zolt: leggi il mio nuovo intervento... Io sò che c'è del losco anche nel PD ma non alzo e mai alzerei barricate nei confronti di esso come voi state facendo con Berlusconi. B. in un paese normale sarebbe fuori dalla scena politica da molto tempo ma non per colpa della la magistratura "rossa" (?!) ma perchè i cittadini l'avrebbero mollato per conclamata incapacità (politica) e per false promesse. Non ho mai capito e mai capirò questa morbosità e questo difendere l'indifendibile ad ogni costo.

cgf

Mer, 18/09/2013 - 10:25

se solo volessero indagare in Umbria su enti e dipendenti pubblici...

giovanni PERINCIOLO

Mer, 18/09/2013 - 10:32

@ilfatto. Sul principio nulla da ridire, anzi! Sulle sentenze fasulle, sui giudici impresentablili, sulle manipolazioni delle prove e dei testimoni, sulla ammissione solo di testimoni scelti appositamente e sul rifiuto di quelli a difesa invece sta tutta la differenza! Sull'insabbiamento di praticamente tutte le inchieste in cui sono coinvolti "compagni" nulla da dire?? Sulla scelta del giudice "amico di famiglia" in quel di Bari nulla da dire?? Sul trattamento riservato al giudice Forleo, rea di aver sfiorato il sancta santorum trinariciuto nulla da dire?? Sul giudice Digeronimo costretta a fuggire da Bari perché troppo pericolosa per la giunta regionale ?? E parliamo solo dei casi più noti. Trova tutto normale ??? Non é vero che i magistrati sono tutti comunisti, ben lungi, ma sono comunisti quelli che contano e a farseli nemici sono pochi, a loro va tutto il moi plauso, mentre gli altri direi che sono solo dei senza palle indegni della toga che indossano perché non rispettano il giuramento fatto!

angelovf

Mer, 18/09/2013 - 10:37

MANDATELI IN GALERA, SONO I MANETTARI DI BERLUSCONI E MI AUGURO CHE NON SIA SOLO UNA NOTIZIA, PERCHE' QUESTI PERSONAGGI NON SONO ESENTI DAI PROBLEMI DI SILVIO.

ilfatto

Mer, 18/09/2013 - 11:13

@giovanni PERINCIOLO...da lei il solito lamento pdelliota, IO ho fiducia nella giustizia e nella magistratura che è fallibile come ogni essere umano, VOI vedete complotti e inciuci dappertutto, che sia perché proiettate il vostro essere anche nel mondo che vi circonda? a me leggendovi il dubbio viene altrimenti tutto questa dietrologia risulta inspiegabile

unosolo

Mer, 18/09/2013 - 11:16

i buoni sono sempre i rossi , chissà per quanto tempo questa notizia si è mantenuta nascosta , eppure le indagini sono iniziate prima della condanna del Berlusconi dall'Esposito, presto spariranno come avvenuto a suo tempo sempre sull'alta velocità di molti anni or sono , spariscono prove , incartamenti , o addirittura subiranno un furto e non si troveranno copie di documenti come avvenuto allora , la sx si copre hanno in mano tutta la magistratura e in questi ultimi giorni lo dimostrano al mondo intero , nel mentre noi perdiamo posti di lavoro e molte imprese che scappano dalla nostra nazione , come dargli torto ? presto di questi passi non avremo soldi per pagare stipendi di giudici e magistrati e dovremmo licenziarne parecchi e non potremmo pagargli le laute pensioni o vitalizi . senza lavoro lo stato non potrà pagare .

Ritratto di arcistufa

arcistufa

Mer, 18/09/2013 - 11:23

in arrivo tonnellate di sabbia

Ritratto di Gimand

Gimand

Mer, 18/09/2013 - 11:27

Vorrei proporre un "teorema", come fanno spesso e volentieri i giudici e gl'intellettuali sinistrati, quando non hanno prove per incastrare gli avversari politici. Anch'io dubito seriamente che l'indagine sulla Lorenzetti & c. andrà in porto. Per me è soltanto uno dei tanti avvertimenti della magistratura, più che "rossa" direi "eversiva", a PD & soci, ora che l'eliminazione del Berluska per via giudiziaria sta andando a buon fine dopo più di vent'anni. In pratica, stavolta il messaggio sarebbe questo: "Non illudetevi adesso di poter fare a vostro piacimento. Vi siamo grati per la "protezione" che avete esercitato fino ad oggi nei nostri confronti anche e soprattutto per gli abusi che qualche volta siamo stati costretti a praticare, ma adesso, per favore, ragazzini lasciateci lavorare! Altrimenti ce ne sarà anche per voi". Non è la prima volta che succede, come molti qui hanno fatto notare: ogni tanto la magistratura, che da vent'anni persegue l'obbiettivo del golpe strisciante, lancia qualche "avvisata mafiosa" anche agli amici. Così, tanto per far vedere anche a loro chi comanda veramente. Il PD chinerà il capo e - magari obtorto collo - obbedirà e, tempo al tempo, con comodo, anche la vicenda Lorenzetti finirà insabbiata, o, al massimo, se la caverà con qualche rabbuffo.

Ritratto di Reinhard

Reinhard

Mer, 18/09/2013 - 11:39

Il PD è la più grande associazione a delinquere che c'è in Italiaa. Ogni tanto i magistrati (complici) ne beccano qualcuno (che poi si salverà come Penati), giusto per far vedere che sono imparziali, mentre a destra distruggono interi partiti. Dicono che noi Berlusconiani siamo dei mafiosi, ma Napolitano che ha fatto distruggere le intercettazioni sulla trattativa stato-mafia (dalla Corte costituzionale nominata dalui), non mi pare sia del PDL.

Accademico

Mer, 18/09/2013 - 11:46

Vengano pubblicati i testi delle intercettazioni relative alle conversazioni intercorse tra la Lorenzetti e la dirigenza del PD. Nell'attesa, mi impegno ad esumare ancora una volta il trapassato Emilio Fede per sentir dire, dalla sua viva voce, di che figura si è trattato.

Ritratto di leopardi50

leopardi50

Mer, 18/09/2013 - 11:48

Se la Lorenzetti ha commesso reati è giusto che paghi ma qui siamo solo all'ordinanza del gip e c'è già chi ha fatto il processo in Cassazione, mentre per qualcun'altro si cerca di sovvertire anche l'ultimo responso. In ogni caso mi auguro che il sig. Malpica sia in possesso di elementi inconfutabili per gettare discredito su altri altrimenti rischia querele a non finire.

Ritratto di Baliano

Baliano

Mer, 18/09/2013 - 11:48

Non t'affannare --- Copileft --- nessun komunistoide è mai arrivato e arriverà mai "al 3° Grado di giudizio". Non esiste mai il "dubbio", a Sinistra, mai, non esiste neanche l"appello": "Il fatto non sussiste". --- Tranquillo, sparisce tutto, per chi "magna" a Sinistra, persino i tabulati di chi "salta dalla finestra" di MPS. Non ti preoccupare "amico", cover-up completo, sennò che komunistoidi sarebbero: Mentono sapendo di mentire, ma sempre "scientificamente": La Menzogna, da un Secolo, il perno del "Socialismo Scientifico". Sempre e ancora loro, sono!

viola vale

Mer, 18/09/2013 - 11:50

Mah............... Comunque: leggete qui http://www.corriereetrusco.it/2012/07/17/11-associazioni-toscane-scrivono-a-rossi-dopo-il-golpe-al-settore-via/

giovanni PERINCIOLO

Mer, 18/09/2013 - 11:51

@ilfatto. Solo chi non vuole riesce a non vedere quanto marciume e quanta arroganza esistono nella gestione della giustizia italiana! Non mi dirà, spero, che é Berlusconi a posizionare oltre al 150° posto al mondo la cosidetta "giustizia" italiana, vero?? Liberissimo lei, e la capisco visto che lavora a senso unico, di apprezzare e avere fiducia nella magistratura italiana! Liberissimi gli altri di constatare, ripeto constatare, come il dettato di Antonio Gramsci sulla magistratura contenuto nei «Quaderni dal carcere» sia stato compiutamente messo in atto e consolidato dai comunisti italiani con tutto quello che ne segue e che io vedo mentre lei rifiuta di vedere! Saluti.

ZIPPITA

Mer, 18/09/2013 - 11:53

@il fatto: IO, a differenza SUA, da elettore del PDL pretendo che ANCHE chi ruba DEL PD vada in GALERA; lei ha fiducia nella giustizia e nella magistratura perché consapevole, come lo hanno dimostrato i fatti (legga Giovanni PERNICIOLO) che nessun esponente PD, seppur colpevole, finirà in galera, perché ci penseranno proprio quelli in cui lei ha grande fiducia ad assolverli tutti!!!!

gneo58

Mer, 18/09/2013 - 11:58

per rinoceronte637 - si consoli pensando al fatto che, una volta sparito dalla scena Berlusconi, se la prenderanno con i loro "amici" e ci sara' da ridere.......

mezzalunapiena

Mer, 18/09/2013 - 11:58

ma questo gip di firenze non rischia di essere trasferito come tanti altri pm scomodi alla md e al pd.

ilfatto

Mer, 18/09/2013 - 12:12

@giovanni PERINCIOLO...senta chi ha governato per più di 10 anni negli ultimi 20 è responsabile senza il MINIMO dubbio e la posizione è dovuta, almeno al 70% alla lentezza dei procedimenti non certo alla malafede dei giudici! e il suo CARO ha legiferato, pro domo sua (lodi vari e altre amenità!) per renderla ANCORA più lenta, non so quale interesse abbia lei ma la pregherei di essere più obbiettivo e di informarsi meglio non può che giovargli

ilfatto

Mer, 18/09/2013 - 12:15

@ZIPPITA...spero vivamente, per lei, che lei "ignori" perché non sa e NON perché ha interesse in questo, tanto per restare ai casi più recenti, un certo del turco si è pappato svariati anni, un tal lusi ha una sentenza di CONDANNA già passata in giudicato..mi tolga una curiosità, lei cosa ci guadagna a fare la figura di quello che NON sa di cosa parla?

ZIPPITA

Mer, 18/09/2013 - 12:36

@fatto. Finche' non vedro' in carcere anche quei suoi amici sopraccitati...non me ne farò una ragione. Mi creda non ci guadagno proprio nulla ! Lei piuttosto al soldo di chi parla? Travaglio, Santoro? Floris? ci scommetterei!!!! Non c'era posto per lei? torni nei suoi ambiti e vada a navigare per altri lidi......li' la capiranno meglio. io sono "de' coccio!!!"

Bebele50

Mer, 18/09/2013 - 12:52

@copyleft. Sicuramente lei non alzerà barricate, anche perchè non saranno necessarie. Stia tranquillo che nessuno sarà condannato e tutto verrà insabbiato. I casi di Primo Greganti e Penati hanno insegnato qualcosa.

Ritratto di Gimand

Gimand

Mer, 18/09/2013 - 13:06

@il fatto - Lusi e Del Turco non erano mica ex PCI "genuini". Questi possono anche andare al macero, così, tanto per far vedere che non si guarda in faccia a nessuno. Direi di più. Molti ex democristi o socialisti craxiani (come Lusi e Del Turco) sono confluiti nel PD anche e soprattutto per salvarsi la ghirba da inchieste giudiziarie, calcolo, come s'è visto, abbastanza sbagliato. Solo che adesso - come ho già scritto qui sopra - la magistratura eversiva e golpista ha ormai sostituito le "toghe rosse". Anche gli ex PCI e gli ex DC/PSI non servono più. Adesso vogliono soltanto comandare i giudici, tuttalpiù per interposta persona (in questo caso: Parlamenti e Governi proni ai loro diktat). E, soprattutto, senza passare per il "mercato delle vacche" delle elezioni.

moshe

Mer, 18/09/2013 - 13:15

Nelle intercettazioni del gip che ha fatto arrestare la Lorenzetti compaiono anche Bersani e Finocchiaro ..... ..... ..... non preoccupatevi, tempo 48ore, ed in questa vicenda, di Bersani e Finocchiaro non si sentirà più parlare .....

Ritratto di 02121940

02121940

Mer, 18/09/2013 - 13:18

Riprovo. Questo è il volto della "democrazia"? Aveva ragione Cassio Dione, storico di lingua greca del II-III secolo, nel dire che il governo migliore sarebbe la monarchia, a condizione che il re non mangiasse troppo. La "democrazia" invece, almeno nella versione italiota, deve dare da mangiare a troppe bocche. Leggevo che nel bel paese almeno un milione e mezzo di persone campano sulla politica: sarà vero? temo proprio di si.