Nell'isola che c'è è più facile sognare

Bastano meno di cinque euro, il prezzo del traghettino. La Palmaria è l'isola che non c'è, o meglio che non pensi ci sia, in Liguria: bisogna arrivare fino a La Spezia, oppure a Portovenere, per prendere il vaporetto. Chi affitta una barca può dormire anche a Lerici. Lerici e Portovenere sono già una vacanza chic, ma sbarcare alla Palmaria è diverso, specialmente sul «lato» giusto. Quello più selvaggio. Quello dell'acqua verde e cristallina, coi pesci che ti girano intorno ai piedi già a riva, coi sentierini e le rocce ostiche. Per chi non può alloggiare nel campeggio militare (altro che esclusivo) c'è un bed& breakfast minuscolo, dove ci si sveglia al mattino guardando Portovenere. Si sogna la grotta Byron. Più che ristoranti e ombrelloni, giro dell'isola e sassi liberi. Meglio ancora, raggiungere i suoi «fratellini» Tino e Tinetto, isolotti minuscoli e acque meravigliose.