«Nessun segretario», Santanchè agita il partito

La deputata anticipa l'organigramma del nascente movimento. E i suoi colleghi si dividono

Roma - Nella zoologia di Daniela Santanchè (pitonessa, falco) mancava lo scorpione. Ci ha pensato Beatrice Lorenzin, che di lei dice: «Mi sembra lo scorpione sulla rana, dove Forza Italia è la rana che ci porta tutti fuori dal fiume, ma il suo istinto la porta a uccidere Forza Italia come lo scorpione fa con la rana».
Favole animaliste a parte, le dichiarazioni della Santanchè al Tempo su Angelino Alfano di ieri hanno infuocato il Pdl. Provocando polemiche perfino esagerate rispetto al commento della discordia, quello sulle deleghe tolte ad Alfano: «È semplicemente quello che voleva anche Angelino. Quando è stato eletto segretario ha detto che voleva “una testa una sedia”. E quindi siamo andati nella direzione che lui stesso ha indicato. E poi la nuova Forza Italia sarà un partito presidenziale con a capo Berlusconi e senza segretario».
Parole recepite da più di un collega di partito come un tentativo di «spaccare il partito», come dice la stessa Lorenzin. «Una polemica sbagliata nei contenuti e nel momento scelto visto che oggi lo scontro politico è concentrato sul ruolo e il futuro di Berlusconi sottoposto ad un durissimo attacco politico e giudiziario. Questo dovrebbe essere il momento dell'unità e non della divisione», dice Fabrizio Cicchitto, che ricorda a Santanchè che «è responsabile dell'organizzazione del partito e quindi dovrebbe svolgere un ruolo di garanzia e di mediazione nei confronti di tutti e non di divisione». «La complicata e drammatica situazione politica - concorda la deputata Barbara Saltamartini - ci obbliga ad evitare di innescare faide interne, affinché tutte le energie siano indirizzate al rilancio del centrodestra. Chi oggi vuole dividere non è utile a questo progetto». Mette ordine Paolo Romani: «Mostrare dubbi o difficoltà interne, o strategie opposte, ha l'unica conseguenza di delegittimare ogni azione di esponenti del nostro stesso partito». E anche Renato Brunetta, non certo una mammoletta, si dissocia: «A chi giova l'azione privata e pubblica di personaggi che usano la vicinanza vera o presunta al presidente Berlusconi per fomentare divisioni risibili tra falchi e colombe credendo di averne improbabili vantaggi?».
Attacchi duri, che fanno scattare un cordone sanitario attorno alla Santanchè. Daniele Capezzone parla di «toni eccessivi e fuori misura» e avvisa i naviganti: «Non dobbiamo avere un approccio timoroso rispetto a una discussione interna, purché ovviamente reciprocamente rispettosa». E quindi «rispetto alla nuova Forza Italia, sono assolutamente legittime tutte le impostazioni: quella di chi privilegia il carattere presidenzialista e di opinione, quella di chi pone invece l'accento sull'esigenza di radicamento territoriale, e quella di chi ritiene necessario un ragionevole mix di queste due componenti». Dà un colpo al cerchio e uno alla botte il coordinatore Sandro Bondi: «Poiché ritengo che anche nel futuro Alfano continuerà ad avere un ruolo di primo piano a fianco del presidente Berlusconi, appaiono spropositate e ingenerose le critiche a Daniela Santanchè, che rappresenta una voce autorevole e appassionata del nostro movimento, impegnata come tutti in una battaglia decisiva per il nostro futuro e per il futuro del nostro Paese».

Commenti

xgerico

Mar, 17/09/2013 - 08:29

E si, questo e un modo semplice, del PDL per togliersi Alfano dalle palle, Un partito senza segretario, mercoledì il PDL fa cadere il "governo" e Alfano rimane con un palmo di naso!

Giuseppe Borroni

Mar, 17/09/2013 - 08:56

per continuare con la zoologia...... una vacca di partito per un partito ormai in vacca

WSINGSING

Mar, 17/09/2013 - 09:28

Più che lo scoropione e la rana, mi sembra la favola del riccio e della serpe. Un giorno nel bosco pioveva. Il serpentello dal cavo di un albero, invitò il riccio ad accomodarsi per non bagnarsi... Il riccio entro e cominciò ad espandersi, fino al punto di pungere il serpentello che fu costretto ad uscire dal piccolo rifugio, rimasto nel possesso esclusivo del riccio......

Ritratto di H2SO4

H2SO4

Mar, 17/09/2013 - 09:39

Ultime indiscrezioni: Santanchè nuovo leader FI, Silvio suo vice in quanto fuori dal parlamento, trattativisti tutti fuori dai piedi ! Saranno tutti d'accordo ?

Ritratto di Agrippina

Agrippina

Mar, 17/09/2013 - 09:46

se ci si mette in certe mani per recuperare i tanti elettori delusi e scappati via,che hanno dimezzato il pdl,credo non si faccia un buon affare.Inoltre e' evidente che nwl el pdl c'e' una guerra totale simil pd,non credo ci sara' nulla di buono.

liberitutti

Mar, 17/09/2013 - 09:46

Ma questa oltre ad ingoiare tutto quel che esce dal capo.. ha altre qualità che la tengano lì?

a_zotti52@virgi...

Mar, 17/09/2013 - 09:47

agli italiani non piace la minestra riscaldata e Forza Italia lo e´ un partito senza nuovi programmi e sopratutto con le stesse facce di sempre ..un bel deprofundis in partenza la casa della destra italiana ha bisogno di cose nuove e credibili !

Ritratto di CIOMPI

CIOMPI

Mar, 17/09/2013 - 10:00

Con le sue sparate sembra che la Santanché più che Nuova Forza Italia punti a realizzare Forza Nuova Italia.

Ritratto di jonaslancer

jonaslancer

Mar, 17/09/2013 - 10:20

mai prendere per oro colato quello che I giornali ci invitano a leggere come le notizie di oggi, perche' domani, potrebbero essere smentite

Ritratto di Reinhard

Reinhard

Mar, 17/09/2013 - 11:06

Alfano segretario l'abbiamo già visto ed il PDL stava finendo sotto al 10%, poi il solito Berlusconi ha salvato la baracca. A meno che non vogliano estinguersi, no grazie... Non è adatto, fatevene una ragione.

bruna.amorosi

Mar, 17/09/2013 - 11:14

gli unici che strillano in questi commenti sono gli ek fascisti che non hanno più casa . beh! aspettate che tra un po' arriva la MELONCINA .....

Ritratto di leopardi50

leopardi50

Mar, 17/09/2013 - 11:22

Non vedo dove sia la novità. Tutti i regimi dittatoriali si tramandano per volere divino e la consacrazione democratica è una illusione. Si parla tanto di prestanome e voglio proprio vedere chi sarà il prossimo. Di certo gli esclusi si sbraneranno come lupi famelici o approderanno ad altri lidi come in passato.

Ritratto di leopardi50

leopardi50

Mar, 17/09/2013 - 11:22

Non vedo dove sia la novità. Tutti i regimi dittatoriali si tramandano per volere divino e la consacrazione democratica è una illusione. Si parla tanto di prestanome e voglio proprio vedere chi sarà il prossimo. Di certo gli esclusi si sbraneranno come lupi famelici o approderanno ad altri lidi come in passato.

Ritratto di deep purple

deep purple

Mar, 17/09/2013 - 11:57

Si è sollevata una polemica, perchè una ha detto che non ci saranno segretari nella nuova forza Italia? Cominciamo bene!

Ritratto di Agrippina

Agrippina

Mar, 17/09/2013 - 11:59

Bruna.Amorosi,in effetti tra la garnero e la meloni c'e' una grossa differenza dal punto di vista dell'appeal con la seconda nettamente piu' capace di attirare consensi e molto meno divisiva della prima.In comune hanno il fatto di essere state entrambe due inutili ministre di due inconcepibili ministeri(attuazione programma e gioventu')

Ritratto di Agrippina

Agrippina

Mar, 17/09/2013 - 12:11

@deep,la polemica si solleva perche' B. a parte questi insieme non sanno perche' ci stanno.

precisino54

Mar, 17/09/2013 - 15:08

Di certo la "pitonessa" non è un'amante delle mezze misure, ma non capisco dove sia il problema nelle parole dette. Che poi a fare da pompiere intervenga Capezzone, è pure cosa bislacca essendo lo stesso piuttosto vivace nelle sue dichiarazioni, sicuramente più appropriato Bondi in questo ruolo. Non vorrei che il tutto fosse la classica tempesta in un bicchiere d'acqua, forse innescata da chi temendo il nuovo soggetto politico, mira a creare confusione.