Nicole Minetti verso le dimissioni?

Il coordinatore lombardo del Pdl, Mantovani: "Il consigliere è d'accordo ed è stata una decisione comune". Ma lei ancora non rilascia dichiarazioni

Mentre Nicole Minetti si trincera dietro a un "non rilascio dichiarazioni", all'interno del Pdl c'è chi assicura che le dimissioni del consigliere regionale lombardo arriveranno presto. Forse entro oggi stesso.  Il coordinatore lombardo del Pdl, Mario Mantovani, è sicuro che la Minetti, eletta nel 2010 consigliere regionale in Lombardia nel listino bloccato del presidente Roberto Formigoni, si dimetterà entro oggi.

"Non lo ha detto a me personalmente, ma ha annunciato che si sarebbe dimessa entro oggi", ha spiegato a
margine della riunione del tavolo di coordinamento tra i gruppi consigliari pidiellini delle tre principali regioni del nord. Mantovani poi ha aggiunto che  "le dimissioni arriveranno in giornata, tra oggi e domani. Il consigliere è d’accordo ed è
stata una decisione comune"
.
 
"In questi mesi ha dimostrato di non essere adatta alla politica", perché nel partito "non ci deve essere chi non ha un credo politico". La pensa così l’esponente del Pdl, Daniela Santanchè. Simile la posizione di Mariastella Gelmini: "L’ho sempre difesa, non mi piace il linciaggio mediatico", ma adesso nel Pdl bisogna dare spazio alla militanza.

Per l'ex ministro dell'Istruzione, il ragionamento di Angelino Alfano (che domenica scorsa ha posto l'ultimatum alla Minetti)  "è più articolato e tutti lo condividiamo", si tratta di "un ritorno alla militanza, al territorio e alla valorizzazione della classe dirigente".

Commenti

Manuela1

Lun, 16/07/2012 - 16:43

Una decisione comune.... Bella questa!!!

briegel70

Lun, 16/07/2012 - 16:46

Non capisco la tempistica di queste dimissioni. In altri casi, infatti, la gente si dimette poco dopo che certi fatti o certe parole siano state dette sul suo conto. In questo caso, invece, non appena si è cominciato a tirare in ballo la Nicole, nulla è successo. La Nicole non si è dimessa e nessuno all'interno del suo partito, glielo ha chiesto. Anzi, in una nota trasmissione andata in onda su la7, è intervenuto il leader del partito nel quale la Nicole milita per prendere con forza le sue difese. Costui ha esaltato il compito che svolge e le grandi qualità che la Nicole nell'ambito del suo ruolo di congigliere regionale della Regione Lombardia. Ora, dopo parecchi mesi da allora, la Nicole dovrebbe dimettersi. Non mi è chiara la logica che c'è in tutto ciò. Perchè a quel tempo NO e ora SI' ?

mister_B

Lun, 16/07/2012 - 16:52

Chissà perchè, tra l'entourage di nani e ballerine cui si circonda l'ex premier, ci debba rimettere Nicole Minetti. Chissà perchè proprio lei...

Ritratto di El Presidente

El Presidente

Lun, 16/07/2012 - 16:57

Santanché: "In questi mesi ha dimostrato di non essere adatta alla politica", perché, prima di questi mesi invece dava l'impressione di essere una giovane promessa? Chiariamoci. Silvio l'ha messa lì grazie ai "favori" concessigli, oggi, in tempo di crisi (e soprattutto con un altro comico che si rivela tremendamente efficace nel convincere la gente di quanto schifo faccia questa "politica") questa cosa, "fa brutto" a vedersi, e quindi il PdL o quello che sarà, cerca di rifarsi una verginità agli occhi dello schifato elettorato di riferimento.

nonparlopiù1

Lun, 16/07/2012 - 16:57

che gnocca ragazzi....

Hattrick

Lun, 16/07/2012 - 17:16

briegel70 perche' e' partita l'operazione "prendiamo in giro gli italiani\Forza Silvio" così convinciamo gli italiani a rimettere il papi a palazzo Chigi e fargli fare gli affari sui per qualche anno ancora... Le operazioni mediatiche del pdl sono tutte mirate e fregare gli elettori...

nonmi2011

Lun, 16/07/2012 - 17:33

Ma la Minetti che si dimette perchè inadatta alla politica, sarà mica la stessa Minetti che è stata eletta perchè "laureata brillante" (lo psiconano dixit) o perchè era come la Nilde Iotti (la Santanchè dixit)? Comunque sono certo che la signorina Minetti non rimarrà a mani vuote o, come si dice, a bocca asciutta. E visto come sa usare bene le mani e la bocca, ovviamente in consiglio regionale, sono certo che la buonuscita metterà a dura prova la calcolatrice del mitico rag. Spinelli.

Ritratto di marino.birocco

marino.birocco

Lun, 16/07/2012 - 17:39

Sono curioso di vedere dove la piazzeranno , poi spiegatemi perchè lei e non le altre ? Quando nel 2010 vi avevo scritto che quella candidatura era scandalosa , nemmeno lo avete pubblicato.Adesso tutti dicono che deve dimettersi , fossi io al suo posto col cavolo che mi dimetterei.

giuseppe.galiano

Lun, 16/07/2012 - 17:58

Non capisco il ''busillis'', se questa donna non va bene in politica ora non andava bene nemmeno prima ed allora? perchè ne hanno consentito l'ingresso? E poi, se è per dare spazio ai militanti, quanti dovranno andar fuori dalle balle? Personalmente ne conosco diversi, tutta zavorra. Il PDL dovrà fare molta attenzione alle prossime elezioni, non accetteremo più nani e ballerine. Capito, Angelino?

giuseppe.galiano

Lun, 16/07/2012 - 17:58

Non capisco il ''busillis'', se questa donna non va bene in politica ora non andava bene nemmeno prima ed allora? perchè ne hanno consentito l'ingresso? E poi, se è per dare spazio ai militanti, quanti dovranno andar fuori dalle balle? Personalmente ne conosco diversi, tutta zavorra. Il PDL dovrà fare molta attenzione alle prossime elezioni, non accetteremo più nani e ballerine. Capito, Angelino?

dito800

Lun, 16/07/2012 - 18:09

Prima serviva. Ora non piu'.

gioch

Lun, 16/07/2012 - 18:23

Arrampicandosi sugli specchi spesso si scivola.Troppi parlano .senza aver nulla da dire.La figura di m.... è stata fatta e Mantovani peggiora la situazione."...è stata una decisione comune".Ma tra chi,visto che a lui non è stato detto nulla?Dov'era quando è stata candidata? Farebbe bene a non dimettersi.

Giancarlob

Lun, 16/07/2012 - 18:23

Non capisco come, tra tutti i fenomeni che popolano il PDL, venga scelto come capro espiatorio la Minetti. La quale non ci pensa proprio a dimettersi e penso che starà contrattando la buonuscita con chi sa lei ..... Mi spiace, non vedrò più i servizi fotografici a lei dedicati sui siti dei giornali che contano !

Ritratto di ilvillacastellano

ilvillacastellano

Lun, 16/07/2012 - 18:40

Alfano, e con lui il PDL, sta perdendo la faccia a fissarsi nella richiesta di dimissioni della signorina Minetti. Spero che lei non ceda. Tanto il PDL più sfasciato di com'è, non può essere. Che i signori dirigenti del PDL pensassero a cose più serie e non a simili sciocchezze che fanno male al partito. E in questi ultimi tempi, dalla fiducia a Monti in poi, ne hanno già fatto tanto. Così continuando Alfano e soci, sarà una passeggiata per i sinistri arrivare al potere nel 2013. E sarà davvero la fine per l'Italia senza speranza e senza opposizione. E, infine, così continuando, noi non andremo certamente a votare alle prossime elezioni e, quindi, sarà facile vincere per i sinistrati d'Italia. Questo mi ricorda tanto una pubblicità: "Ti piace vincere facile?".

chit 54

Lun, 16/07/2012 - 18:51

se veramente la fanno dimettere, si sono bevuti completamente il cervello, prima di tutto Berlusconi. La situazione non si salva con operazioni di facciata

Albi

Lun, 16/07/2012 - 19:00

Anche Forza Italia corre al centro e si omologa. Cilicio, sguardi tristi di ordinanza, abiti grigi, tonnellate di puttanate sulla solidarietà, gran rispetto per il Presidente della Repubblica delle banane, e via veloci verso la costruzione di un altro partitino del Grande Centro da percentuali da prefisso telefonico....

conenna

Lun, 16/07/2012 - 19:05

Non mi è chiaro perché la Minetti debba dimettersi, ora. Per comportamento scorretto? Perché indagata? Perché non si é presentata al processo Ruby? Tutti a chiedere le sue dimissioni, ma nessuno che motivi questa richiesta. E gli elettori? Anche se inserita all'ultimo momento, a scapito di altri candidati, è stata eletta. Dovrebbero essere gli elettori a chiederne le dimissioni, non esponenti di partito. Sulla base di quale principio?

idleproc

Lun, 16/07/2012 - 19:23

Un'altra esodata. Sarà di difficile ricollocazione, nello specifico settore professionale per via della globalizzazione vi è una concorrenza spietata per le poliglotte.

Bartleby

Lun, 16/07/2012 - 19:23

Se B pensa di rifarsi una verginità (politica, s'intende) chiedendo le dimissioni della Minetti e non di quelli che l'hanno messa li, vuol dire che ha un concetto dei suoi elettori anche inferiore a quello che aveva manifestato alcuni anni fa (ragazzi di seconda media e neppure dei primi banchi)

Cosean

Lun, 16/07/2012 - 19:38

Avete fatto caso? Nel PDL invitano alle dimissioni un consigliere regionale senza una motivazione Politica! Nessuno che azzarda a spiegare il Perche! E' chiaro che non lo fanno perche significherebbe sputtanare Berlusconi. Ma si può invitare alle dimissioni qualcuno senza proferire motivazioni Politiche? La mafia ci riesce a volte! Spero che il PDL non ci riesca!

b.walter

Lun, 16/07/2012 - 19:41

Non riesco ad accedere!

FrancescoCeC

Lun, 16/07/2012 - 19:42

Ma non l'ha messa li proprio Papi? Cosa fa ora da ragione a quanti lo hanno preso in giro permesi?

Ritratto di wilegio

wilegio

Lun, 16/07/2012 - 19:45

Ma perchè si deve dimettere? Si dimetta piuttosto rosybindi, che è brutta come il peccato originale!

petergower

Lun, 16/07/2012 - 20:00

e Mantovano che fa, resta? Mi ricorda tanto Achille Starace, definito da Mussolini un "cretino ubbidiente".

VGB

Lun, 16/07/2012 - 20:29

semplice, ora inizia la fase della ripulitura.....

Stefano Maggi

Lun, 16/07/2012 - 20:51

Adesso si chiedono le dimissioni della Minetti. Prima si fanno carte false per inserirla a tutti i costi per meriti che nessuno conosceva se non L'allora Presidente del Consiglio. Ora, se lo stesso Partito che ha voluto la sua elezione vuole le sue dimissioni, vuol dire che ammette la spesa impropria di denaro pubblico per retribuire una consigliera non adatta, e quindi, lo stesso partito deve restituire alla collettività quanto indebitamente percepito dalla Minetti. Il PDL, poi, potrà rivalersi sulla consigliera per il recupero delle somme in denaro o sui "beni" della Minetti.

moichiodi

Lun, 16/07/2012 - 20:54

perchè si dimette?

chit 54

Lun, 16/07/2012 - 20:57

se la fanno dimettere, si sono bevuti il cervello, prima di tutto Berlusconi.

chit 54

Lun, 16/07/2012 - 20:57

se la fanno dimettere, si sono bevuti il cervello, prima di tutto Berlusconi.

chit 54

Lun, 16/07/2012 - 20:58

se la fanno dimettere, si sono bevuti il cervello, prima di tutto Berlusconi.

chit 54

Lun, 16/07/2012 - 21:01

se la fanno dimettere si sono bevuti il cervello, Berlusconi in primis

moichiodi

Lun, 16/07/2012 - 21:01

si cara maria stella hai ragione: ora è tempo di far finta di usare la ramazza come la lega. la lega infatti ha messo da parte il trota e la balena che lo ha generato(bossi senior). qui si sacrifica l'agnellina perchè si vuole salvare lo squalo che l'ha generata: se berlusconi non si ricandidava, la minetti poteva continuare?

Ritratto di miracom

miracom

Lun, 16/07/2012 - 21:25

In attesa trepidante delle dimissioni, con la speranza che dopo se ne vada in un convento di monache di clausura. Gli italiani non hanno bisogno di essere ancora umiliati da questi personaggi che ci offendono nella dignità e nei sacrifici che facciamo per tirare avanti. Speriamo che sia solo l'inizio di un processo purificatore continuando con l'allontanamento dalla politica di personaggi come Cosentino, Milanese e tanto altro marciume che pullula tra i banchi del centro destra

erasmodarotterdam

Lun, 16/07/2012 - 21:28

Fatevi onore che vergogna non vi manca.

GabrieleM

Lun, 16/07/2012 - 21:52

Vota Nicole! Vota Nicole! Vota Nicole! Ma è possibile che su questo giornale devo sempre leggere cazzate?

Fabrizio Di Gleria

Lun, 16/07/2012 - 22:12

Premetto che sono un elettore PDL, però non capisco il motivo per cui la Minetti dovrebbe dimettersi. Non mi risulta abbia combinato nulla di grave, forse è troppo esuberante ?, forse troppo bella ?, forse quando partecipa al consiglio regionale tutti la guardano invece di fare il proprio lavoro ?. Nel PDL ci sono ben altre persone che devono lasciare il loro posto, esempio, SCAIOLA che non sapeva che gli avevano pagato l'appartamento di ROMA, PISANU che ha sempre tramato contro BERLUSCONI, ecc. ecc. ecc.

Fabrizio Di Gleria

Lun, 16/07/2012 - 22:12

Premetto che sono un elettore PDL, però non capisco il motivo per cui la Minetti dovrebbe dimettersi. Non mi risulta abbia combinato nulla di grave, forse è troppo esuberante ?, forse troppo bella ?, forse quando partecipa al consiglio regionale tutti la guardano invece di fare il proprio lavoro ?. Nel PDL ci sono ben altre persone che devono lasciare il loro posto, esempio, SCAIOLA che non sapeva che gli avevano pagato l'appartamento di ROMA, PISANU che ha sempre tramato contro BERLUSCONI, ecc. ecc. ecc.

dito800

Lun, 16/07/2012 - 22:41

Finche serviva.

Ritratto di Bartuldin

Bartuldin

Lun, 16/07/2012 - 23:21

La fanno dimettere ora. Se doveva dimettersi lo doveva fare allora. Non capisco perché addesso.

Ggerardo

Mar, 17/07/2012 - 00:23

Ma perche' dovrebbe dimettersi ? Il capo non aveva detto che era preparatissima, bilaureata, di lingua madre inglese ? Utilissima alla Regione Lombardia ? Non era con donne giovani come lei che si rinnovava il partito e la politica italiana ? O allora forse c'era qualcosa di cui vergognarsi ? Allora spiegatecelo, abbiamo diritto di sapere.

ilsignorrossi

Mar, 17/07/2012 - 01:13

io non sono d'accordo,pretendo quelle di scajola,prima della minetti che è persona ininfluente

Ritratto di Runasimi

Runasimi

Mar, 17/07/2012 - 01:22

Mi sembra che la richiesta di dimissioni della Minetti sia un atto di pura ipocrisia. Perché la Minetti si e Penati no?

Accakappa

Mar, 17/07/2012 - 01:42

A che servono le dimissioni della Minetti? Ma se ci tiene anche Formigoni,dia il buon esempio.Quanto alla Santanchè provi a chiedere a Crosetto i nomi di quelli che dovrebbero dimettersi, potrebbe anch'essa essere inclusa nella lunga lista.Alfano è felice di essere stato volgarmente trombato perchè ritenuto incapace assieme a tutti gli altri.Quando si dice la fedeltà!

Ritratto di DANLEO

DANLEO

Mar, 17/07/2012 - 07:09

Perchè costringere alle dimissioni la Minetti? Una volta eletto il parlamentare o consigliere si dimette solo per suo libera scelta. Costringere un eletto alle dimissioni(non interessa come sia stato eletto), quando non sussistano pesanti responsabilità penali, non fa parte dello stile liberale. Premetto che non ho alcuna simpatia per Gianfranco Fini, che considero un personaggio privo di spessore e che penso non abbia meritato la nomina a Presidente della Camera. Ciò nonostante ritengo che l'insistenza per le dimissioni di Fini sia stata fuori luogo. Ci si doveva pensare prima. Per Nicole Minetti vale la stessa regola, con l'aggravante che è giovane e tutt'altro che stupida. Da Angelino Alfano non mi aspettavo questa caduta di stile. Se poi l'ispiratore è Silvio Berlusconoi, ancora peggio!

Ritratto di gzorzi

gzorzi

Mar, 17/07/2012 - 07:15

Ma perchè dovrebbe dimettersi?

mariolino50

Mar, 17/07/2012 - 08:20

IO non sono certo un suo estimatore, politico naturalmente, ma non vedo perchè dovrebbe dimettersi, è stata o no regolarmente eletta, è sotto processo per questioni, di lana caprina, che riguardano anche il suo capo, fa bene a mandarli tutti a quel paese e restare lì, non credo possano obbligarla, al massimo la possono cacciare dal partito, non da un posto vinto alle elezioni.

riderepernonpiangere

Mar, 17/07/2012 - 08:24

La Minetti in un qualunque altro Paese si sarebbe gà dimessa (anzi non l'avrebbero candidata), qui da noi sta trattando la buonauscita. Ma chi c'è l'ha messa lì (Berlusconi e Formigoni giusto per essere chiari) non dovrebbero dimettersi anche loro? O la responsabilità vale solo per quelli con i gradi più bassi e non per i vertici? E poi mi vengono a parlare di meritocrazia, responsabilità di giudici e impiegati pubblici, concorsi trasparenti e chi più ne ha più ne metta. Solita credibilità nulla del PdL. Complimenti a chi pensa di tornare a votarli perchè il nano è di nuovo candidato.

enron

Mer, 18/07/2012 - 22:54

mi sto chiedendo la stessa cosa: perché prima no e ora sì misteri di coerenza del PDL