No a mafiosi e nazisti, ma la politica resti fuori

Indignazione bipartisan per le frasi choc nelle intercettazioni tra Miccoli e il figlio del boss Lauricella. Ma sono i tribunali, quelli ordinari e quelli sportivi, a fare sentenze

Ci mancava l'intervento del ministro. Trattasi di D'Alia Gianpiero, ieri lista Udc-Casini, oggi Scelta civica vedi Monti; D'Alia è figlio dell'illustre Salvatore, politico della Democrazia cristiana che fu e che resiste.

Il giovane Gianpiero è ministro per la Pubblica amministrazione e la Semplificazione ma da siciliano messinese è voluto scendere in campo per difendere l'onore dell'isola e, dunque, chiedere non l'arresto, per il momento, ma la radiazione di Fabrizio Miccoli il quale, secondo il ministro, «non può continuare a giocare perché ha tradito la fiducia di migliaia di tifosi che in lui, capitano del Palermo, hanno visto un esempio in cui identificarsi e per questa ragione, chiediamo alla Figc di intervenire pesantemente e di valutare la sua radiazione». Mi aspetto soltanto che la federcalcio si metta sull'attenti ed esegua la richiesta ministeriale. Sarebbe un buon precedente, abbastanza imbarazzante. Magari alla prossima tornata un ministro chiederà a Prandelli di convocare un calciatore per meriti sociali, oppure di lasciarne a casa un altro per comportamento irriguardoso.

Sono i tribunali, quelli ordinari e quelli sportivi, a fare sentenze, i ministri facciano il proprio mestiere, se ne sono capaci. Sia chiaro: non intendo salvare o giustificare il comportamento e il linguaggio del calciatore, il quale già aveva dato in passato altri esempi non proprio edificanti (l'acquisto all'asta per 25mila euro dell'orecchino di brillanti sequestrato dalla Finanza a Diego Armando Maradona, per farne restituzione allo stesso argentino, idolo del Romario del Salento, al punto da battezzare Diego, il proprio secondo figlio), ma fa specie la reazione di un rappresentante del governo il quale ritiene o riteneva che un calciatore possa avere tradito la fiducia dei tifosi e dunque vada espulso. Se così fosse, molti sodali di D'Alia dovrebbero ricevere uguale trattamento, la radiazione dalla politica per aver tradito la fiducia, non dei tifosi ma dei cittadini tutti. Il football, come stanno insegnando le vicende brasiliane, è una buona occasione per farsi conoscere e riconoscere, per raccogliere interesse e aprire dibattiti.

Fabrizio Miccoli a trentaquattro anni ha già concluso la sua carriera, ha fatto il giro d'Italia dal Nord al Sud, lascerà Palermo, emigrerà lontano, svergognato dalle intercettazioni rese pubbliche e dalla frequentazioni maligne; gli restano le memorie dei gol, il tatuaggio di Che Guevara sul polpaccio destro, il brillante di Maradona e il fango di Falcone. Roba da dimenticare. Post scriptum: risulta che Gianpiero D'Alia, nel corso della XVI legislatura, abbia fatto registrare un tasso di assenze pari al 43,54 per cento. Un record. Come futuro ministro delle semplificazioni si era portato avanti con il lavoro, più semplice di così. Ma è un dettaglio che non fa notizia. Fa politica onorevole.

Commenti

External

Dom, 23/06/2013 - 10:57

Inutile commentare, il "calciatore mafioso" non vale nemmeno il fiato degli isulti che meriterebbe. E' meno del fango, è polvere.

Ritratto di pipporm

pipporm

Dom, 23/06/2013 - 10:59

Assolutamente la politica non deve rimanere fuori, anzi dovrebbe intervenire perchè venga rispettato lo stato di diritto

pastrito

Dom, 23/06/2013 - 11:05

Mah non mi sembra così grave come sparata e mi fa ridere l'aver sottolineato il curriculum del ministro; poi scusate, Miccoli: stiamo parlando di un indagato per estorsione, che inneggia alla mafia e che sputa sulla memoria di Falcone, ma TUTTI i ministri e TUTTI i politici si sarebbero dovuti infervorare, altro che "fuori la politica"

guidode.zolt

Dom, 23/06/2013 - 12:04

Si possono fare goals anche senza cervello, è soltanto più difficile, mentre, per evitare quell'aula sorda e grigia, è sufficente un po' di buona volontà politica ...e un po' di sano assenteismo può solo far bene alla salute!

eovero

Dom, 23/06/2013 - 12:15

sono i tribunali a fare le sentenze?? ma chi si fida più dei tribunali?non mi fido dei tribunali e dei suoi rappresentanti,non mi fido nemmeno del calcio,in mano alla mafia,camorra etc..etc..

Pulmino1973

Dom, 23/06/2013 - 12:39

Viva il saluto romano! Meraviglioso simbolo di lealta'. Fate cadere le palle a terra, tanto per rimanere nel calcistico.

pimask.11

Dom, 23/06/2013 - 13:34

La Grande Cultura Meridionale unita alla grande cultura del calcio....povera italia.

giottin

Dom, 23/06/2013 - 13:37

Si farebbe ancora prima senza radiare nessuno: non andando più allo stadio in massa e non comprando abbonamenti sky o premium per guardare certi saltimbanchi correre dietro ad un pallone ed il gioco è fatto!!!!Se la cantino e se la suonino da soli a 1200 euri al mese, buffoni!

giottin

Dom, 23/06/2013 - 13:38

...dimenticavo, per fare questo non bisognerebbe che esistessero 40 milioni di commissari tecnici della nazionale, ma 60 milioni che dicessero un bel chissenefrega"!!!

Ritratto di Luigi.Morettini

Luigi.Morettini

Dom, 23/06/2013 - 14:29

Visto che per questo tizio la carriera di prendere a calci il pallone parrebbe finita, tanto vale certificarla scarventandolo fuori dal campo a gran calcioni nel culo! E se fiatasse ancora, stesso trattamento anche per quell'inetto ministro che lo difende.

qualunquista?

Dom, 23/06/2013 - 15:17

No dott. Damasceli, questa volta credo stia sbagliando. Proprio perché La seguo con attenzione da decenni come giornalista sportivo, mi sento di affermare che non si possono confondere due aspetti. Sono certo che Lei ha 2013 ragioni di attaccare il politico /ministro di turno (io nella mia ignoranza, nonostante la mia non tenera età, non comprendo come sia possibile far politica in certe zone d'Italia senza essere ammanicati con personaggi a dir poco equivoci); ma questo non deve consentire di sminuire anche per il solo 0,001% le responsabilità di "personalità sportive" che rivelano personaggi della peggior specie: Lei è un giornalista sportivo, contribuisca a far pulizia senza frapporre "se" e "ma" che possano confondere le idee, La prego.

gi.lit

Dom, 23/06/2013 - 16:02

pismask11. I Meridionali sono venti milioni circa e la stragrande maggioranza di loro non ha nulla a che spartire con gente simile. Sarebbe come dire che siccome il terrorismo ha attecchito nel Nord Italia commettendo delitti atroci sarebbe quella la Grande Cultura Settentrionale. Dicendo cioè una grande scemenza. Pertanto, quella battuta idiota ficcatela nel tuo padanissimo culo.

Ritratto di antonio vivaldi

antonio vivaldi

Dom, 23/06/2013 - 17:07

nel corso della XVI legislatura, abbia fatto registrare un tasso di assenze pari al 43,54 per cento. Un record... Ma il record di assenze non è detenuto da GHEDINI? Pagliacci!!!

Antonio43

Dom, 23/06/2013 - 18:43

Testa gloriosa 'sto Miccoli, alquanto immaturo, si capisce perchè la Juve lo fece smammare. Bravo gi.lit e se pismask11 ha qualche difficoltà nella azione, si spinge!

Ritratto di antonio vivaldi

antonio vivaldi

Dom, 23/06/2013 - 19:39

gi.lit Caro lettore, rispondere ad un imbecille come pismask11 sarebbe come dare del politico a Scilipoti.