NUOVO TALK SHOWLa Innocenzi debutta con «Announo» primo ospite Renzi

Un format con al centro i giovani che si confrontano con i temi della politica, dell'economia, del lavoro e del futuro. Un politico che li ascolta e si misura con loro su una domanda di base della serata. Dopodomani, per quattro giovedì, Giulia Innocenzi (nella foto) esordisce alla conduzione in «Announo». Primo ospite, il premier Matteo Renzi. «Ma abbiamo invitato anche Berlusconi, Grillo e gli altri leader. Vorremmo che ci fosse un solo politico a confrontarsi, ma a volte potranno essere due», ammette la Innocenzi. Davanti a loro ventiquattro ragazzi di estrazione, formazione, cultura, etnia diverse: dalla ragazza dei centri sociali che a Venezia si batte contro il passaggio delle navi giganti a quella che contesta il sindaco di Feltre per la politica d'integrazione degli extracomunitari a scapito della popolazione locale; dal rampollo della dinastia Ferragamo a quello che è emigrato all'estero in cerca di lavoro; dal giovane con la quinta elementare al dottorando; dal musulmano al ragazzo che ha partecipato al «Grande fratello» e milita nelle formazioni della destra sociale. «Lanceremo l'hashtag #stocon per capire su Twitter chi tra i ragazzi avrà il maggior consenso di pubblico e il vincitore si confronterà in un faccia a faccia con l'ospite», spiega Innocenzi. «Sarà un esperimento con un mix di generi». Ci saranno anche Travaglio, con una finestra sulla campagna per le Europee, le vignette di Vauro, l'innesto di Pablo Trincia delle «Iene». E naturalmente Santoro, quantomeno con la tradizionale anteprima.